Roma, Fase 2: si punta sulle bici e sui monopattini elettrici in sharing

04 Maggio 2020 107

Anche la città di Roma sta organizzando la sua mobilità per la Fase 2. Proprio il modo con cui le persone si sposteranno nelle città è un problema importante da risolvere per la ripartenza dell'Italia dopo il lungo lockdown. Con i mezzi di trasporto pubblici che non possono garantire la piena capacità, dovendo sottostare ad alcune esplicite linee guida per consentire il giusto distanziamento sociale, molti Comuni hanno deciso di puntare sulla mobilità dolce. Si pensi, per esempio, all'ambizioso progetto di Milano.

Anche Roma ha scelto di intraprendere questa strada e ha già messo sul piatto due importanti iniziative: la prima riguarda le bici e la seconda l'utilizzo dei monopattini elettrici in sharing.

BICI E MONOPATTINI ELETTRICI

La Giunta Capitolina ha approvato un piano straordinario per la realizzazione di ben 150 Km di piste ciclabili transitorie lungo le vie principali della città e quelle strategiche. Il tutto per incentivare la mobilità dolce come alternativa all'utilizzo dell'auto privata, soprattutto per i tragitti brevi. Così sarà possibile alleggerire il traffico urbano e il peso sul trasporto pubblico. La Sindaca Virginia Raggi ha commentato così il nuovo piano.

Potenziando la mobilità attiva, ciclabile e pedonale, potremo limitare il ricorso alle autovetture e alleggerire il peso sul trasporto pubblico. E’ un piano che attueremo in linea con le altre misure previste per garantire il rispetto delle norme anti-Covid, come il distanziamento sociale, che ci aiuterà a migliorare la vivibilità delle nostre strade.

Non solo bici e bici elettriche (QUI tutto quello che c'è da sapere) ma anche monopattini elettrici in sharing come mezzo per la mobilità alternativa all'interno della Capitale. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta ha approvato pure nuove linee guida per lo svolgimento dei servizi di sharing "a flusso libero" mediante monopattini, prevalentemente elettrici. Adesso, tutti gli operatori interessati a offrire un servizio dovranno rispettare una serie di requisiti ben precisi come il limite di mezzi e le aree di attività, e regole sulla circolazione e la sosta simili a quelle già previste per le biciclette.

Il progetto prevede una fase sperimentale di 2 anni. Ogni operatore potrà disporre di una flotta composta da un minimo di 750 a un massimo di 1000 mezzi. Complessivamente, su tutto il territorio sarà permesso un numero massimo di 16 mila monopattini. Inoltre, ogni veicolo dovrà essere localizzato in tempo reale. Le società che decideranno di operare dovranno offrire una copertura assicurativa per l'utilizzo di questi speciali mezzi di trasporto.


107

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Hégésippe Simon

C'è chi i mattoni li mette, chi li toglie o almeno ci prova, e chi non fa assolutamente niente anche se ha protestato tanto prima dicendo "eh, ma quando arriviamo noi, vedrete come apriamo le scatolette di tonno"! Questi non sanno aprire neanche un pacchetto di patatine...

Ginomoscerino

il mio discorso è in generale... ogni problema creato o non risolto è un mattone che passa al prossimo vai avanti così per 5-10-20 anni e alla fine diventa un muro che blocca tutto

Hégésippe Simon

Eggià, è sempre colpa di quelli di prima, lo diceva pure Romolo

massimo mondelli

Definiscile se vuoi,e dacci anche la soluzione che immagini

Alex

#milanononsiferma. Tutti a bere lo spritz

Alex

Per essere piallato per bene o finir dentro un fosso (no una buca)

Davide Gamba

Vero, però per questo motivo Roma è suddivisa in municipi.

Andre Santos

Sono d'accordo

Andre Santos

Infatti.

DiRavello

io a Roma, sulle strade di Roma, ho piegato un cerchio di una moto, di una robustissima Triumph. avete presente come è fatto un cerchio di una moto vero? ok, ora immaginate al posto di quella moto una bicicletta o .... un monopattino... e fatevi 2 risate. Virgì.... ma vai a

SuperDuo

Varie ricerche ( che trovi con google) hanno dimostrato che la conentrazione di polvere DENTRO l'abitacolo è sempre superiore a quella FUORI ( a piedi, in bici ecc). quindi il problema delle polveri non si pone se l'alternativa è l'auto.

Per le salite non serve Pantani, basta una bici a pedalata assistita o due tre settimane di costanza per vedere un miglioramento drastico delle prestazioni di ognuno di noi ( giovane, vecchio, uomo donna, bambino).

Sulle auto parcheggiate, i mezzi alternativi sono una delle soluzioni. Meno auto in circolazione vuol dire meno auto parcheggiate o che cercano parcheggio.

SuperDuo

A me basta ma l'impressione è sempre quella: prima sono i dislivcelli, se quelli non ci sono sono i sampietrini, il traffico, le persone, lo spirito santo.

Gente che si concentra solo sui problemi invece che sulle soluzioni. Credo ci sia anche un termine per definirle...

Lorenzomx

Io che a Roma ci abito da vent'anni, ho provato mille volte a spostarmi in bicicletta. È estremamente pericoloso, fra macchine che ti superano a sinistra, macchine che ti rimangono dietro e iniziano a suonare il clacson finché non ti fermi al limite della strada e li fai passare, macchine che ti tagliano la strada, macchine che fanno finta di non vederti, buche da evitare ogni 5 metri. Direi che la pioggia o i dislivelli sono il problema minore

Teomondo Scrofalo

Infatti lo scrivo io qui a Roma ci sono 7 colli più svariate montagnucce è pieno dei Gran Premi della Montagna e se non sei Pantani, muori alla prima salita seria, senza contar il traffico assassino lo SMOG assurdo ah fai bei respiri in salita con un camion che ti scarica davanti una goduria, più le auto parcheggiate in terza fila che ti obbligano a circolar in mezzo alla strada, questi sono i problemi insieme alla totale mancanza di ciclabili.

Teomondo Scrofalo

Infatti lo scrivo io qui a Roma ci sono 7 colli più svariate montagnucce è pieno dei Gran Premi della Montagna e se non sei Pantani, muori ala prima salita seria, senza contar il traffico assassino e le auto parcheggiate in terza fila che ti obbligano a circolar in mezzo alla strada, questi sono i problemi insieme alla totale mancanza di ciclabili.

Teomondo Scrofalo

Il limite di Roma sono i GPM, qui è pieno di gran Premi della Montagna, quello sono il problema vero insieme al traffico assassino.

massimo mondelli

No no i problemi delle bici a Roma sono ben altri.
Alle ore di punta i mezzi in circolazione sono sicuramente dieci volte gli abitanti della val d'Aosta,se non venti volte, su una superficie che è circa un terzo della tua regione.
Basterebbe questo, poi mettici buche Sampietrini sette colli distanze non a misura di bicicletta, rotaie varie autobus di tutti i tipi anche a due piani che bloccano tutto il centro turisti e non a piedi sparsi in giro senza meta attraversando mai sulle strisce spesso con gli occhi al cellulare.
Basta così?

massimo mondelli

Bello così invece di avere le città storiche più belle del mondo buttiamo tutti voi per diventare una città di provincia all'americana.

massimo mondelli

Veramente tutti i guasti e problemi di risonanza internazionale sono stati dovuti non certo ai dipendenti ma alle società private a cui erano stati esternalizzati i servizi (ad esempio la manutenzione delle scale mobili che si sono gustate a raffica e in maniera molto pericolosa) esternalizzazione fatte proprio con l'idea di volere ridurre l'inefficienza dei dipendenti.
Alla faccia della privatizzazione.

massimo mondelli

Però Firenze è grande quanto una solo quartiere di Roma. Anche questo va considerato quando si tratta di organizzare.

massimo mondelli

Si, consigliati a Piazza Venezia, tra Sampietrini lastre di marmo affossamenti creati dagli autobus, mancano solo le rotaie del tram con la pioggia sarebbe perfetto.

hahaahahhahaahahahahhaahhaahha

Andre Santos

Infatti, non ho capito la tua battuta... Io odio la mentalità del dressing.
Però cè sempre qualcuno che dice che non usa la bici per questi motivi. Si può fare tutto

Andre Santos

Infatti. 30 morti sono di meno che quelli investiti per strada in una qualsiasi città italiana. Se poi teniamo conto della densità

Andre Santos

Stai generalizando. Qui a Torino in un anno non ho mai preso la macchina ne il pullman per andare al lavoro.
Poi non sto dicendo che devi per forza andare in certe giornate (anche se x il ghiaccio basta prendere ciclabili ed evitare i binari dei tram), sto solo dicendo che è ridicolo dire che ad ottobre e novembre non si può più andare in bici come hanno scritto sopra.
Sta estremizzando come lo potrei fare io

Andre Santos

Perchè rispondi a me dato che non ho mai scritto quello che hai citato?!?!?!???

SuperDuo

C'è un solo video da quel che ho visto...

Davide Gamba

Sono romano e mi sono trasferito a Firenze da un anno.
Sicuramente Firenze non è la città migliore migliore del mondo, ma rispetto a Roma mi sembra di stare in un paese all'estero...

Ratchet

Che degrado..

Tizio Caio

Abbiamo visto lo stesso video? Non credo proprio.. E cmq se il buon senso delle persone è questo andiamo proprio bene.. Se poi saremo costretti a rimanere a casa di nuovo non mettetevi a piangere..

Kilani
Un po come i romani che dicono che non si possono usare le bici perchè ci sono i "dislivelli" lol

Beh, questa è polemica, non è altro.

MatitaNera

Ah ora ho capito

Michele Cianci

No questo non si interfaccia con lo smartphone, ma ce ne sono anche così... Io preferisco averlo così senza.. cosa ti interessava?

Michele Cianci

È specifico per il kit del motore della mia..

MatitaNera

Quali vantagginha sullo smartphone?

Michele Cianci
MatitaNera

È specifico per la bici?

NaXter24R

Tram non ne ho fortunatamente, sampietrini qualcuno ma sono principalmente crepe e radici in alcuni tratti.
Alla bici ho pensato, ho avuto modo di provarne una da un amico ma il prezzo è troppo sinceramente (più che altro è pericolosamente vicino al costo di un 50ino usato e l'effetto nostalgia sai... :D)

Michele Cianci

Il computer di bordo della bici

Michele Cianci

Beh per essere new York pensavo anche più morti in un anno...

NaXter24R

Esattamente. Se fai un giro su Amazon ce ne son tanti così purtroppo. A questo punto direi che siano le ruote quelle che contano e che appunto dovrebbero ammortizzare

MatitaNera

I meno 10 ormai chi li vede più...

MatitaNera

Cos'è quel l'aggeggio?

MatitaNera

E non sudi?

MatitaNera

L'amministrazione non arriva dalla luna. È lo specchio dei romani.

Andre Santos

Ma se non leggi di cosa si parla è inutile parlare.

Fabrizio

Parlo proprio di Torino! Io ritengo la bici un'alternativa ai mezzi pubblici, non all'andare a piedi visto che le distanze medie sono solitamente diverse.
Su brevi distanze (<2 km) invece potrebbe aver senso

Andre Santos

Che poi anche se vado a passo di lumaca in bici al lavoro ci metto 1/4 del tempo che in macchina

Matt Ds

e te parli di torino. ed io parlo della mia. a roma non credo gli inverni siano mai cosi' rigidi da impedire di uscire ion bici, pioggia a parte.

Andre Santos

No, se leggevi il primo commento ho parlato di mentalità arretrata quando si fa l'equazione "fa freddo/piove" non esco di casa.
Nessuno sta parlando della tua città.

Le migliori bici elettriche da città da comprare | Maggio 2020

Bonus mobilità per biciclette e monopattini elettrici | Come funziona, sito e FAQ

I 5 migliori monopattini elettrici da comprare | Maggio 2020

#HDonAir: Fase 2, eBike, incentivi e monopattini con Askoll | Live alle 18.00