Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

BYD Atto 3, quanto consuma in inverno? Prova di viaggio di 300 km

13 Febbraio 2024 309

BYD sta cercando di ritagliarsi uno spazio all'interno del mercato auto europeo. In Italia è già presente dove ha portato alcuni suoi modelli elettrici tra cui il SUV Atto 3. Tutte le vetture BEV della casa automobilistica cinese sono accumunate dal fatto di utilizzare batterie con celle LFP (litio-ferro-fosfato) prodotte direttamente sempre da BYD.

Le batterie LFP, lo sappiamo bene, rispetto agli accumulatori NMC (nichel-manganese-cobalto) sono meno costose e offrono una durata maggiore. Di contro, dispongono di una minore densità energetica e soffrono un po' di più le basse temperature.

Le auto elettriche, come noto, nel periodo invernale perdono un po' di autonomia, nell'ordine di circa il 20% (molto dipende comunque dal modello). Dunque, BYD Atto 3 che dispone di una batteria da 60 kWh, come si comporta con le basse temperature? Dovendo affrontare un viaggio, anche con molta autostrada, quanta autonomia offre realmente?

Abbiamo quindi deciso di sottoporre il SUV elettrico cinese ad una prova di utilizzo reale su di un percorso di 300 km, per lo più in autostrada, in una giornata invernale, per capire quanta strada possiamo fare con un pieno di energia.

SCHEDA TECNICA

Prima di parlare della prova di autonomia, vediamo le principali specifiche tecniche del SUV elettrico BYD Atto 3.

DIMENSIONI

  • LUNGHEZZA: 4.455 mm
  • LARGHEZZA: 2.050 mm (con specchietti)
  • ALTEZZA: 1.615 mm
  • PASSO: 2.720 mm
  • BAGAGLIAIO: 440 litri
  • CERCHI: 18 pollici
  • PESO A VUOTO: 1.750 kg
  • PESO LORDO: 2.160 kg
  • PESO DELLA BATTERIA: 420 kg

MOTORE

  • MOTORE: elettrico
  • POTENZA: 150 kW (204 CV)
  • COPPIA: 310 Nm
  • BATTERIA: 60,48 kWh (densità energetica 140 Wh/kg)
  • TRAZIONE: anteriore (2WD)

PRESTAZIONI

  • VELOCITÀ MASSIMA: 160 km/h
  • ACCELERAZIONE 0-100 Km/h: 7,3 secondi
  • CONSUMI: 160 Wh/km (WLTP)
  • AUTONOMIA: 420 km (WLTP)

PROVA CONSUMI REALI

Percorso di esattamente 301 km, con partenza da Milano (in realtà da Arluno/Rogorotto) per arrivare a Treviso. Complessivamente, circa 25/30 km di urbano (tratti percorsi all'inizio, alla fine e per la sosta di ricarica fuori dall'autostrada) e poi solo autostrada. In particolare, in autostrada il cruise control è stato impostato a 130 km/h. Ovviamente, in autostrada abbiamo seguito il flusso del traffico e questo significa che la velocità reale è continuamente variata. Insomma, un test in condizioni reali.

Va anche detto che l'auto è stata utilizzata con la modalità di guida "Normal". Niente "Eco" o "Sport". Temperatura dell'aria da +2 a +8 gradi. L'auto del parco stampa che ci è stata consegnata da utilizzare aveva passato la notte all'aperto con le temperature che erano scese sotto lo 0.

Aggiungiamo che a causa di un problema organizzativo non dipendente da noi, la BYD Atto 3 ci è stata consegnata non carica ma con poco più del 30% della batteria. Fortunatamente, a circa 3 km dal punto di ritiro era presente una colonnina da 150 kW di Ewiva. Di contro, la batteria era "fredda" e quindi non accettava la potenza massima. La necessità di ricaricare subito ci ha però permesso di verificare la capacità di ricarica anche con batteria "fredda" e temperature esterne molto basse. Ma della ricarica della BYD Atto 3 ne parleremo poi.

A completamento dello scenario del test sottolineiamo che il climatizzatore è stato impostato a 20/21 gradi nella prima parte del viaggio e a 23/24 gradi in quella conclusiva (faceva più freddo).


Quindi, come si è comportata la BYD Atto 3 in questo viaggio di 301 km? Per completare tutto il tragitto è stato necessario effettuare una sosta di ricarica presso una stazione IONITY.

Nel primo tratto, il SUV ha percorso 208 km (tratto urbano di circa 10 km, autostrada e un paio di km in urbano per raggiungere la colonnina) ad una media indicata dal computer di bordo di 101 km/h. Stando a quanto mostrato dalla vettura, sono stati utilizzati 43,4 kWh. Il consumo di energia è stato pari a 20,9 kWh/100 km. Allo stop, la carica residua segnata era del 27%. Volendo spremere la batteria quasi fino in fondo, diciamo che il SUV poteva percorrere ancora circa 70 km. Questo significa che in quelle specifiche condizioni d'utilizzo, l'autonomia si aggirava attorno ai 270-280 km.


Nel secondo tratto, la BYD Atto 3 ha percorso 93 km (un paio di km di urbano per tornare in autostrada, autostrada e circa 15 km di strade a 50/60 km/h per arrivare a destinazione) ad una media di 84 km/h. Sono stati utilizzati 20,7 kWh. Il consumo medio registrato dalla vettura è stato pari a 21,2 kWh/100 km.


Complessivamente, sommando le due tratte, stando a quanto indicato dall'auto, sono stati utilizzati 64,1 kWh per effettuare il percorso di 301 km.

Questi, i risultati in inverno. Ci aspettiamo che in estate i consumi e l'autonomia migliorino. Per questo, proveremo nuovamente la BYD Atto 3 e confronteremo i dati ottenuti.

Costi di ricarica

Quanto costa un pieno di energia per la BYD Atto3? Visto che parliamo di un'elettrica, "dipende". Per chi ha la possibilità di poter ricaricare a casa, il costo va da 0 euro (se si dispone di un impianto fotovoltaico con batteria di accumulo) a circa 15 euro considerando il prezzo medio odierno (maggior tutela) dell'energia elettrica in Italia (al momento della prova).

Ovviamente, il calcolo sul costo reale della ricarica casalinga varia a seconda del proprio contratto dell'energia.

Per calcolare quanto spendete dovete recuperare il prezzo della vostra tariffa (si trova nella bolletta della luce) che è indicato come "euro al kWh". Questo dato va moltiplicato per i circa 60 kWh di capacità della batteria, al netto delle dispersioni che trascuriamo.

Se si ricarica da una colonnina pubblica, invece, le cose cambiano. Le tariffe a consumo sono le più care e rendono il pieno di energia molto più costoso. Meglio puntare sugli abbonamenti che permettono di ottenere un certo quantitativo di kWh al mese a prezzo fisso, oppure uno sconto sulla tariffa a consumo (prezzi a consumo e abbonamenti possono essere confrontati qui).

Volendo fare una simulazione con l'abbonamento A2A per i non clienti (la XL con 320 kWh inclusi e prezzo unitario di circa 0,38 € al kWh), il pieno di energia della BYD Atto 3 viene a costare poco meno di 23 euro.

E IL RITORNO?

Abbiamo effettuato anche una controprova partendo da Treviso per arrivare al punto di partenza ad Arluno/Rogorotto. Il tutto in condizioni analoghe di traffico e temperature. Il risultato finale è stato confrontabile visto che sommando le due tratte, alla fine il SUV elettrico cinese ha utilizzato 63,3 kWh (per la precisione va detto che al ritorno la ricarica è stata effettuata presso una colonnina Free To X in autostrada e quindi il percorso finale è stato più corto di 5 km).

RICARICA

La prova di viaggio ha permesso di verificare la curva di ricarica della BYD Atto 3. Oggi, è abbastanza normale trovare elettriche che permettono, almeno sulla carta, di raggiungere potenze di picco di 100 kW e oltre. Il SUV cinese, invece, dichiara al massimo 88 kW (in realtà abbiamo raggiunto una potenza di 89 kW). Vediamo, adesso, la curva di ricarica.

Tempi di ricarica? Come si evidenze dall'immagine, per passare dal 27% all'85% ci sono voluti circa 35 minuti.


Come accennato all'inizio, abbiamo potuto anche verificare il comportamento della ricarica con la batteria in condizioni non ottimali. Come si nota dalla curva, all'inizio, la potenza è molto bassa rispetto al massimo teorico possibile. Tuttavia, progressivamente l'accumulatore tende a riscaldarsi e raggiunge una condizione maggiormente ideale per la ricarica rapida. Poco dopo la metà della carica, la potenza si avvicina a quella ottenuta con la batteria in condizioni ideali.

IMPRESSIONI DI GUIDA

BYD Atto 3 è un SUV molto spazioso. Sia davanti e sia dietro, anche se si superano i 180 cm di altezza come me, si sta davvero comodamente. 4 adulti, quindi, possono viaggiare senza problemi.

Come va su strada? Il test dei consumi è stato, per me, l'occasione per farmi una prima idea su come si comporta il SUV cinese. Atto 3 ha un setup che non punta certo sulla sportività. Si guida comunque bene e non ci sono problemi nemmeno se si prova ad affrontare qualche curva in maniera un po' "allegra". La tenuta di strada è quindi sempre garantita anche perché l'elettronica è pronta ad intervenire.

Globalmente, il SUV offre un buon comfort e non stanca particolarmente anche dopo viaggi di diverse ore. Tuttavia, Atto 3 tende a soffrire un po' in presenza di strade con qualche asperità, soprattutto a velocità medio/alte. In tali contesti, l'auto tende a muoversi un po' troppo. Anche lo sterzo meriterebbe una taratura differente. Personalmente, lo vorrei un po' più diretto. Il pedale del freno è invece un po' spugnoso e bisogna "prenderci le misure" all'inizio.

Probabilmente, gli ingegneri di BYD hanno bisogno di guidare sulle nostre strade per capire meglio i gusti europei ed adattare di conseguenza le loro vetture. Piccola nota anche sul comfort acustico. Sopra i 110/115 km/h c'è qualche fruscio aerodinamico di troppo. In autostrada, il cruise control adattivo appare in alcuni casi un po' brusco e soffre ogni tanto della presenza dei grandi camion, portando la vettura a rallentare anche quando non servirebbe. Cosa che, comunque, capita anche ad altre vetture che ho provato. Piccola nota, la velocità del cruise control si imposta a step di 5 km/h in più o in meno.

Niente guida "one pedal" per scelta di BYD. Anche impostando il livello di rigenerazione al massimo, non si ottengono grandi rallentamenti mollando l'acceleratore. Serve sempre intervenire con il pedale del freno. Per il suo SUV, BYD ha scelto una curva di erogazione del motore progressiva. Questo significa che la vettura non parte a fionda come capita con altre elettriche. Scelta fatta per offrire un'esperienza d'uso più simile a quelle delle endotermiche. Comunque, se si vuole un po' di grinta e reattività in più, basta impostare la modalità di guida in "Sport".

Software e Infotainment

Non abbiamo avuto modo di poter testare a lungo il sistema infotainment offerto da BYD sulle sue vetture vista la natura della nostra prova. Lo schermo da oltre 15 pollici è molto piacevole da utilizzare e l'interfaccia è decisamente reattiva. La possibilità di ruotarlo in verticale permette di mettere d'accordo chi preferisce gli schermi verticali a quelli orizzontali.

Tuttavia, proprio perché lo schermo touch è così grande e piacevole da utilizzare, meriterebbe un'interfaccia più usabile e un numero maggiore di app. Il software, ricordiamo, è basato su Android. Parlando di usabilità, qualcosa si può sistemare grazie alla possibilità di poter personalizzare alcuni aspetti dell'interfaccia come i 3 grandi widget dell'home page e i pulsanti delle impostazioni che appaiono facendo uno swipe verso il basso dalla parte alta dello schermo.

Il problema maggiore sono gli eccessivi passaggi richiesti per accedere ad alcune funzioni quando si è in movimento. Per esempio, utilizzando Android Auto, che funziona molto bene in modalità wireless, se vogliamo gestire il climatizzatore non possiamo richiamare il pannello delle impostazioni se non uscendo da Android Auto. Alcuni tasti poi non sono intuitivi da riconoscere come quello che permette di effettuare la ricerca dei canali RDS della radio. Inoltre, alcune app meriterebbero qualche funzionalità in più.

Per gli smanettoni, però, c'è una notizia interessante. Infatti, potenzialmente è possibile installare apk per avere più app a disposizione. Sulla vettura in prova, collegando una chiavetta USB, era possibile vedere ed avviare gli apk ma il sistema bloccava l'installazione. Blocco che si può aggirare in 5 minuti volendo farlo a proprio rischio e pericolo. In rete si trovano, infatti, tutte le informazioni del caso. Pare che in futuro potrebbe arrivare anche un app store, almeno stando a quello che si può leggere sui forum stranieri dei possessori di questa vettura.

Carina la possibilità di poter vedere in tempo reale il livello di PM 2.5 dentro e fuori l'auto. C'è anche qualche bug come la gestione della luminosità degli schermi in caso di accensione dei fari durante il giorno. Capita, infatti, che passando sotto i ponti, la vettura attivi comunque le luci per alcuni istanti anche se non servirebbe. Quando capita, gli schermi passano in modalità "notte" diventando per alcuni secondi molto scuri.

PREZZI

Quanto costa BYD Atto 3 in Italia?

  • BYD Atto 3 Comfort: 37.990 euro IVA inclusa, 38.790 euro chiavi in mano
  • BYD Atto 3 Design: 39.990 euro IVA inclusa, 40.790 euro chiavi in mano

Il SUV cinese è compatibile con gli incentivi statali.

CONFIGURATORE ONLINE BYD ATTO 3


309

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
PadreMaronno

Non capisco l'ostinazione nel recensire questi bidoni cinesi, ad ogni nuova uscita in Cina ecco la recensione del cassone sconosciuto di turno.
Non basta sapere quanta garanzia offre la casa madre, se poi la casa madre è un azienducola che magari produce in conto terzi presso altri stabilimenti e che si appoggia ad altre aziende. Ma poi se dovessi avere un problema con chi parlo ? Con l'assistenza italo-cinese come il tizio che mi prepara i ravioli da asporto?

gabrimazzo

in autostrada, ma non certo in città.

gabrimazzo

in autostrada però...non mi sembra un dramma se non sei un rappresentante, e la Panda viene umiliata in qualsiasi altro aspetto..in una macchina non esiste solo l'autonomia, che poi con questa conviene una sosta in più e più breve.

Tsaeb

Secondo me il riferimento è sempre Tesla, lei abbassa e le altre seguono. Tutte auto che non comprerei mai comunque.

Alessionon
deepdark

In città fa 20 a litro se non ricordo male ma difficilmente entro nelle ore di punta. E cmq faccio sempre pochi km se e quando ci entro (quasi mai). Non mi darebbe neppure fastidio visto che la macchina l'ho pagata 17k euro e prima di recuperare la spesa di una elettrica ci metterei 30 anni, nonostante abbia il FV.

ilariovs

Però quando giri in città o nel misto spendi il 300/400% in più... tu lo accetti IO NO.

Neanche io mi sono fermato per fare gasolio ma mi sono fermato 20 min per far riposare tutti e sgranchirmi le gambe... in sostanza sempre 6h ho speso. Come una Model 3 LR. E 1/2 in meno di una MG4 ER/Model 3 RWD

deepdark

Pensa, io con la mia merdos@ C4 non mi sarei neppure dovuto fermare né preoccupare di farlo. Neppure quando vado a mare e devo cercare una colonnina per poi doverci tornare e per toglierla dopo 1 ora e cercare nuovamente parcheggio per poi tornare in acqua.
Esatto, quali test? Quello che fai tu?

ilariovs

Quali test?

Anche se non ho un'elettrica attualmente, ho installato ABRP... per testare un tragitto fatto con un turbodiesel, percorso virtualmente con una BEV.

Ebbene con una Model 3 LR 650 Km di cui 580 di autostrada sono poco meno di 6h sull'app... esattamente quello che ho impiegato io con la macchina.

Con una MG4 ER 6h e 30m... mezz'ora in più della mia 308 HDi... parlo di oggi 17 Feb 2024, non di fra 10 anni. Due soste di poco meno di 30 min. Stesso tempo con una Model 3 RWD.

Costo Model 3 con incentivi 37500€, MG4 ER 31000€ (col metallizzato), 308 HDi 31000€.

La differenza è che in città la mia fa 16 Km a L invece una MG4/Model 3 14 KWhX100 Km ossia 60 Km/L.

Ripeto OGGI 17/02/2024 NON fra 10 anni

deepdark

Puoi anche andare nello spazio ma i test dicono tutti una sola cosa: le auto elettriche sono il futuro ma non ora e non in questo modo.

ilariovs

NO.
MG4 rientra già negli inventivi, tutte gli allestimenti pure la XPOWER.
Smart rientra negli incentivi ma anticipa i 9000€ prima che entri in vigore il nuovo schema incentivi.
BYD rientrava già negli incentivi... eppure Dolphin da 35800€ a 32800€.
Atto 3 da 42 a 38000€.

L'unica che oggi rientra e prima NO è la Model Y.

Tsaeb

Lo fanno per rientrare nei prezzi in cui si ha diritto agli incentivi statali, finchè ci sono appunto.

ilariovs

Perché solo io abito di fronte l'A22?
Guarda che va da Brennero a Modena... sono 400Km...

deepdark

Perché fai del tuo caso personale un caso per tutti?

Mick&LOzzo

Sì, ma è un po' poco come dato.
In quell'intervallo di carica le velocità di ricarica sono maggiori. Avrei voluto vedere qualche valore più dettagliato, almeno sapere quanto ci metto per arrivare a 100%.

ilariovs

Ma ti fermerei TU 1,5h.

Io che sto davanti l'A22, mi prendo una MG4 ER e a 46cent carico a 180KW.

Perchè fate di un caso personale una regola per tutti?

E parlo di autostrada.

A casa a 21cent

ilariovs

Ma lo hai notato che gli unici che stanno tagliando i listini e face do sconti sono le elettriche?

Tesla, BYD ti dicono qualcosa?

MG che sconta di 5000€ tutte le MG4?
Smart che ti da 9000€ di sconto su #1 e #3 se rottami un E4 o meno?

Tsaeb

Un giorno li toglieranno, ma scommettiamo che i prezzi resteranno quelli di adesso senza incentivi?

Mick&LOzzo

No, nei grafici a me pare proprio che siano indicate le potenze.

YeepiKaiYei

Veramente stanno scritte, basta leggere

YeepiKaiYei
Tempi di ricarica? Come si evidenze dall'immagine, per passare dal 27% all'85% ci sono voluti circa 35 minuti.
deepdark

Se fai tanti km quello che conviene è il GPL. Poi il diesel e infine l'elettrico. E in tutto e tre o casi devi scegliere con oculatezza.
Ti ho già dimostrato che con la mia C4 conviene tanto quanto l'elettrico, senza necessità di doversi fermare per 1 ora e mezza da qualche parte sperando di trovare la colonnina libera.

ilariovs

I fatti parlano da soli. ESATTO.
E non dicono che una BEV si carica a 2,3KW o a 6KW.

Dicono IL CONTRARIO. Ossia che si caricano a quanto gli dai tanto è vero che esistono le wallbox a carico dinamico.

Se fai tanti Km la BEV è l'auto per eccellenza che taglia i costi carburante.

Questo dicono i numeri, non le opinioni personali.

deepdark

Stai facendo confusione. i kW da te indicati sono solo con il wallbox. I 6 kWh sono il massimo in monofase, se vogliamo spaccare il capello in 4, sono 6,6. I kWh da te indicati in monofase sono molto rari.
I kWh in rete vengono rimborsati per quello che costa la corrente in quel periodo e se hai lo ssp, finiscono in un "serbatoio" virtuale. E se non hai le batterie, essendo la produzione del FV una parabola, non carichi di certo a costo 0.
Eh sì, esistono gli incentivi anche per le termiche. O meglio, esistevano in quanto sono finiti. Ma se proprio vuoi metterla così, le auto elettriche perdono un botto di valore. Comprare una diesel o una GPL (ma volendo anche una auto ibrida a benzina) conviene di più che comprare una elettrica, soprattutto se si viaggia molto e non si vuole perdere tempo alla colonnina. E si spende meno, è un dato di fatto, riportato anche da Valenza che si deve scervellare tra abbonamenti e colonnine.
Insomma, hai detto tante di quelle inesattezze solo per tirare acqua al tuo mulino, ma i fatti parlano da soli.

Masashi Obata
ilariovs

Ma che dici?
Mamma mia ma non sapete manco l'ABC delle BEV.

Ma come potete dare un giudizio su una cosa se non sapete NULLA di quella cosa?
Ma non avrebbe più senso leggere ed IMPARARE?

La trifase è 11/22KW... la monofase va da 2,6 a 7,4KW (230VX32A=7360W). Le BEV caricano fra i 2,3KW del carichino d'emergenza, ma anche a 3,7KW (230VX16A) a 4000, 4500, 5000, 55500, 5876, 6321.
In MONOFASE max a 7,4KW, in trifase max a 22KW.

Hai una vaga idea di quanto rimborsano a KWh riversato in rete, evidentemente NO, rispetto che a 1,85€X18Km... usare 3KWh costano 65cent... 1/3. Se poi la vuoi monetizzare al prezzo di rimborso la corrente allora costa 20cent 3KWh.

Le.macchine costano di più? E quindi? Perché esistono gli incentivi? Per abbassare il costo.

Ti danno 5000€ per rottamare un E4 e comprare una termica? No ti danno 0€ ZERO EURO.
Quindi una 308 YOU 1.0 benzina costa 18200€.
Una eC3 YOU 20900€ o 18900€ con rottamazione.

Quanto impiego a recuperare 700€... niente, solo i 5 anni di esenzione bollo valgono 700€.

Quindi comprare una C3 benzina OGGI costa di più di una rottamazione per eC3.

deepdark

Che non convenga è un dato di fatto visto il costo della macchina. Quando carichi e sei convinto di averlo fatto a costo 0, ricorda che quei kWh che hai usato, ti sarebbero stati pagati, devi mettere anche in conto quello.
Cmq da quanto ho letto, non esistono auto che possono caricare a 6kw ma vanno da 2,6 a 7,2 (quindi trifase). Caricare 60 kWh con 2,6 kW è impensabile.
Se cmq si dovesse cercare il risparmio come obiettivo, conviene una macchina a GPL.

deepdark

La mia è euro 6d, quindi sto tranquillo per un bel po'. Se credi che una manciata di auto possa fare una qualsiasi differenza, sei completamente fuori strada.

Salvatore Sgambato

Le leggi e le direttive già ci sono, solo che le si continuano a disapplicare per evitare le barricate, ma provocando una serie di multe e procedure di infrazione infinita. Ma al di là della cattiva Europa GREEN (ormai sinonimo di nazista), ognuno di noi dovrebbe preoccuparsi del dilagare di tumori e malattie respiratorie causate dai veleni delle auto e dei trasporti in genere. A chi può farlo consiglierei di evitare il più possibile l'uso dell'auto privata, di qualsiasi tipo

Giuseppe Benvenuto

Non posso assolutamente contestare ciò che dici perchè sono sensazioni personali e, come ti dicevo nel precedente commento, il mio amico ha tratto le stesse conclusioni. Allo stesso tempo però, ha sottolineato che la macchina è comunque piacevole da guidare ed è andata oltre le sue aspettative. Chiaro che c'è di meglio in giro sotto tanti aspetti, ma è nel complesso, la capacità di unire confort e prestazione, con un rapporto qualità-prezzo ad oggi unico, rende la Tesla un prodotto per tanti. Se la Model Y è la più venduta in assoluto, sia termiche che elettriche, una ragione ci sarà..Poi chiaro che ognuno fa la sua scelta sulla base dei propri gusti, esigenze e disponibilità economiche.

ilariovs

Ma non converrà a TE.

Io faccio meno Km in autostrada di quanti ne faccio in città.

E di certo non aspetto che la macchina arrivi allo 0% per caricarla.
Quando è al 50% la carichi.
Per cui in 5h è carica e di notte non credo che attacchi elettrodomestici a mazzi. Io lo faccio di giorno avendo il FV.

Nei periodi in cui produco tanto attaccherà la macchina di giorno. Azzerando la cessione alla rete.

Così mi converrà ancora oltre.

TheAlabek

Guarda che se mi impongono una tecnologia, non vuol dire che quella tecnologia sia la migliore eh…se devo cambiare la mia auto solo perché non mi fanno più circolare con la mia, vuol dire che non ho nessun vantaggio reale dall’elettrica

deepdark

I consumi che dico io sono pure riportati da motor1 come ho scritto sotto. Non è utopia, è un dato di fatto che non consumi nulla.

deepdark

11h 6kw però nel frattempo non devi usare la macchina e gli elettrodomestici. Non ho idea di quanto consumi in città di certo però in città non fai tanto km. Ergo, economicamente non conviene per nulla.

Baronz

Grazie pensavo fosse il peso con liquidi e conducente.

Masashi Obata

Ho provato una model 3 lo scorso ottobre perché stavo ancora valutando che auto prendere e una model Y long range lo scorso venerdì perché un amico mi rompeva che ero prevenuto e mi ha invitato a provare la sua x andare a lavoro. Giuseppe non trovo piacere onestamente a guidare una macchina che praticamente si guida da sola, mi manca il sound e il cambio che mi fanno divertire nel misto, l’handling è molto buono ma c’è ancora di meglio (BMW e AR). Accelerazione impressionante ma siamo lì con la mia, ma io in autostrada con le chiodate e con temperature svariati gradi sottozero da Novembre ad Aprile ci faccio 700km e la mia auto ciuccia…Poi le Tesla a mio modesto parere hanno un design anonimo e gli interni minimal e i sedili in PU non li sopporto. Insomma non fa per me, in futuro si vedrà quando si avrà più scelta tra le marche e meno problematiche, magari la mia attuale la terrò in garage e ci uscirò nei fine settimana.

Lucasthelegend

Si ok, nel mondo ideale. Nella realtà l’auto si usa di giorno perché si è a lavoro e in estate si viaggia parecchio. Non dico che comunque si risparmi, lo so per scontato, ma è sbagliato dire viaggi gratis con il fotovoltaico a casa

Lucasthelegend

Eh come sole non ci sono paragoni. Poi qui da me c’è smog e nebbia..

Lucasthelegend

Ma non parlavo di 130km/h, extraurbano a 90/110. A 130 fa 15, poi dovrei provare con i dati della pompa e non del computer di bordo. Era per dire che i nuovi benza non sono male. Poi ovvio che con l’elettrico caricato in casa risparmi, ci mancherebbe. Era per dire che con 258 cv una volta si consumava decisamente di più

ilariovs

Insomma più di 7000€...

E la MG4 ER ha 245CV, il multilink dietro, 145KW di ricarica rapida, e sul GRA la higland ha fatto 15,1KWhX100 Km, la MG4 l'anno scorso 16,4. Quindi fa anche più Km.

Non ha i supercharger, un punto di vantaggio delle Tesla. Però ha il cruscotto oltre al tablet.
Sembrerà banale ma il cruscotto dove vedi le macchina che ti seguono, la velocità, la carica, il livello della riga erativa... ti pare poco ma è più ergonomico e simile ad una macchina tradizionale.
Ha la leva delle frecce, la leva del tergicristallo e una rotella con posizione D, R, P. Più facile che fare tutto da un tablet.

E resta il problema più grosso per le Tesla... sono enormi 4,7X1,9m.
Contro i 4,28X1,8m della MG4.

TheAlabek

Tutto sta in quanto tempo rientri di una seconda auto così costosa

l'auto ormai si sceglie in base a quanto lo schermo e grande e in base a quandi Gb di memoria ram ha, per sapere se è possibile installarci hengry berds

boosook

Ma come che gli manca... non è quello che gli manca sulla carta, magari non gli manca niente, ma è la qualità generale di quello che c'è il problema... le vette di una Tesla sono lontane, e la differenza di prezzo è troppo piccola, anche considerando gli sconti. Per dirti, alcune cose della Tesla... l'impianto audio è di alto livello, i doppi vetri dappertutto, il sistema sentinella, l'infotainment non è paragonabile, gli automatismi (la Tesla è così automatizzata su tutto, dall'aria condizionata ai fari, che fa tutto da sola), la qualità degli interni e dei sedili, l'apertura con il cellulare, ma sono tante le cose... cioè è un altro mondo, è come dire "che gli manca alla Panda rispetto a una Golf"... certo, non gli manca niente volendo, ma è il come sono fatte le cose che cambia, però la Panda almeno costa un terzo di una Golf, invece qui non è questo il caso, c'è una differenza di prezzo che non è sufficiente a coprire la differenza di qualità.

Rettore Università di Disqus

A me no onestamente.

ondaflex

....continua a guidare ciò che ha (salvo inutili blocchi del traffico ad hoc)

ondaflex

Speriamo si sfracellino

ondaflex

Concordo ma perlomeno usandola in città e caricandola a casa perlomeno un risparmio ce l'hai

ilariovs

E perchè dovrei toglierli?
A me interessa quanto spendo mica perché.

Tu i conti devi farli con quello che spendi non con quello che TU immagini che spenderesti.

Quanto costa una macchina elettrica? Se prendi una eC3 costa 21900€ VS 18200€. Questo senza rottamazione.
Io che ho un'E4 da rottamare 18900€ VS 18200€.
700€ li recupero in 5 anni solo di bollo non pagato. E nel mentre spe do 1/3 per il carburante.

Togli gli incentivi... perchè quando nel 2007 acquistato la 207 HDi abbiamo tolto gli incentivi? NO

ilariovs

60 KWh... sono 11h a 6KW. Nessuno partirebbe da zero partendo da casa. Metti che ricarichi al 20% ti restano 48KWh da caricare ossia 13h a 4KW, 11,5h a 5KW.
Il problema del 100% si pone se la carichi e la lasci così.
Non se la carichi ed un'ora dopo parti e la scarichi.

È la permanenza oltre l'80% che degrada la batteria non arrivarci e usarla subito dopo.

Il tutto a quanto? 1/3 di un benzina? Perché sta macchina in città farà 16KWh X 100 Km, in extraurbano 18/19 con guida senza badare ai consumi.

A casa mia staremmo sempre sotto i 4€X100 Km come facesse 2LX100 Km a benzina.

Esistono auto che fanno 2lX100 Km?

ilariovs

Ma dai... mi piacerebbe vederli questi calcoli per capire come sia possibile NON rientrare da un impianto FV che produce per 30 anni...

Si chiama REALTA al posto di "video". E calcolatrice al posto di fogli eccellenti di altri.

Tu prova a farti fare un preventivo, poi lo dividi per due, perché in 10 anni il 50% lo fai rientrare tramite detrazione. Poi prendi la tua bolletta e fai una simulazione di abbattimento e poi infine aggiungi il rimborso che ti arriva per il surplus versato...

E dimmi se impieghi 12, 10 o 8 anni a rientrare.

Dipende se stai al nord, al centro o al sud.

Auto

Peugeot e-3008 elettrica: fino a 700 km, il SUV alla prova su strada | Video

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video