Coronavirus: i benzinai hanno deciso di chiudere | Self-service assicurato

25 Marzo 2020 694

L'Italia sta vivendo una crisi sanitaria senza precedenti a causa della quale si contano, ogni giorno, troppi morti. Accanto al problema sanitario c'è anche quello economico che sta colpendo tantissime realtà piccole e grandi. Tra le categorie che si sentono abbandonate c'è quella dei benzinai. Sino ad ora, le stazioni di rifornimento hanno sempre garantito il loro funzionamento per consentire alle persone di potersi muovere senza problemi.

Tutto questo nonostante la loro attività fosse crollata addirittura dell'85% e con tutti gli evidenti rischi sanitari del caso. I benzinai hanno quindi deciso di incrociare le braccia e di chiudere. Attraverso una nota congiunta di Faib (Confesercenti), Fegica (Cisl) e Figisc/Anisa (Confcommercio) viene quindi formalizzata questa decisione. L'effetto più immediato è che da mercoledì notte inizieranno a chiudere le stazioni di rifornimento presso le autostrade e poi progressivamente tutti i punti presso le strade ordinarie. Di seguito il comunicato.

In un Paese che – malgrado i limiti strutturali e l’assoluta drammaticità della situazione – cerca e spesso trova il modo per far scattare meccanismi di solidarietà, c’è una categoria di persone, oltre 100.000 in tutta Italia, che, senza alcuna menzione, ha finora assicurato, senza alcun sostegno né di natura economica, né con attrezzatura sanitaria adeguata, il pubblico servizio essenziale di distribuzione di energia e carburanti per il trasporto di beni e persone. 100.000 persone che hanno continuato a fare il loro lavoro (ridotto mediamente dell’85%) a rischio della propria incolumità e mettendo in pericolo la propria salute, presidiando fisicamente il territorio, rimanendo dove sono sempre state e dove ogni cittadino di questo Paese è abituato a trovarle ogni giorno, vale a dire in mezzo alla strada. E forse, proprio per questa ragione, queste 100.000 persone risultano essere letteralmente invisibili, presenza data per scontata, indegna persino di quella citazione che di questi tempi non si nega a nessuno. Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi. Ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri. Siamo persone con famiglie da proteggere, cittadini tra gli altri che sanno di dover assolvere ad una responsabilità di cui non si vogliono spogliare, ma a cui non può essere scaricato addosso l’intero carico che altri soggetti, con ben altri mezzi, disponibilità economiche e rendite, si ostinano ad ignorare. Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via,tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria. Correremo il rischio dell’impopolarità e dei facili strali lanciati da comode poltrone, ma davvero non abbiamo né voglia, né la forza per spiegare o convincere delle solari ragioni che ci sostengono. Chi volesse approfondire può chiedere conto a Governo, concessionari autostradali, compagnie petrolifere e retisti indipendenti: a ciascuno di essi compete fare per intero la propria parte se si vuole assicurare la distribuzione di benzina e gasolio.

Trattasi di una situazione davvero molto grave che potrebbe avere ripercussioni importanti sul mondo dei trasporti in Italia a meno che il Governo non intervenga trovando una rapida soluzione. Il servizio di self-service sarà comunque assicurato. Dopo un'iniziale incertezza, il Governo ha trovato una prima intesa con benzinai e concessionari. In attesa che venga trovata una quadra è stato confermato che comunque sarà sempre possibile usufruire dei servizi di rifornimento con il self-service. Nessun problema, dunque, per rifornirsi di carburante.

A seguito dell'annuncio dei rappresentanti dei distributori di carburanti, relativo alla chiusura del rifornimento prima sulle autostrade e poi sulle strade, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, e il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, stanno agevolando e promuovendo le intese tra i concessionari e i benzinai. Nell'ambito del confronto con le associazioni di categoria e i concessionari autostradali, sono state considerate una serie di misure che rappresentano una prima risposta alle difficoltà manifestate. In particolare, i concessionari autostradali, su richiesta del MiT e del MiSE, si sono detti disponibili ad applicare misure provvisorie di sostegno che includono la sospensione del corrispettivo contrattuale da parte dei gestori di carburante e la gestione della pulizia dei piazzali. Dal canto loro, i gestori potranno concordare con i concessionari autostradali periodi di apertura alternata, in funzione della dinamica del traffico. Dovranno essere, in ogni caso assicurati, i rifornimenti in modalità self-service. L'iniziativa è rivolta ad assicurare, anzitutto, la mobilità delle merci e del servizio di trasporto che rientra tra quelli di interesse pubblico essenziale ai sensi del Decreto legge n.18 del 17 marzo 2020.

Nota: articolo aggiornato al 25 marzo con informazioni sul self-service.


694

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
lurdz
Federico

Non comprendo l'obiezione. Un'attività chiusa per legge è sicuramente in perdita, ma lo è molto meno di una aperta per legge ma costretta ad operare in perdita netta.

Vespasianix

Come il 90% delle attività.

Federico

Che però in questo momento devono essere chiusi per legge

Marco Sartori

eh.

Vespasianix

Infatti negli anni passati si è andati verso la creazione di aree più attrezzate, tra bar e servizi vari.

Vespasianix

O negativo immagino?

Federico

Se blocchi tutto è un casino della miseria.
Però ai gestori e proprietari di distributori va una quota ridicola del prezzo del venduto, e questo indipendentemente dal fatto siano semplici gestori o proprietari dell'impianto.

simone

Addirittura si? 7/8 anni fa sono venuto a Porto Cesareo per una settimana ospitato da un mio amico che ha casa li ed è originario di lì.. posti stupendi!!

Everything in its right place.

Mi avevano contattato da un'ospedale di Milano dove sono donatore abituale perché il mio gruppo è molto raro ed è praticamente specifico per un paziente che ne ha bisogno cronico.

SuperDuo

"Legale" sulla carta. In pratica si dovrebbero rifare tutti gli impianti per rispettare quella norma e nessun gestore lo farà.

Vespasianix

Magari davanti ci puoi mettere la bici elettrica.

Vespasianix

La benzina è un servizio, come le sigarette, non puoi pensare di camparci solo con quello.

Vespasianix

Embe da Como a Milano? Hanno chiuso tutti i trasfusionali?

Vespasianix

Ora di punta?
ho fatto appiano gentile - Ancona alle 6.30am e in tangenziale ovestgià era tutto pieno!! Di auto poi!!!

Vespasianix

Grazie, col petrolio basso c'è molta più differenza tra autostradali e non.
e se blocchi tutto...

Vespasianix

Grazie, proprio questo pensavo.
da me, cittadina costiera di passaggio con 40k abitanti, abbastanza turistica, ci saranno una 40ina di distributori.

Vespasianix

Sa anche parcheggiare?
la mia mette una punto evo dove io metto la panda.

Vespasianix

Sarebbe pure ora.

Vespasianix

Vai in Salento poi mi dici.
mi piace girare per i paesini, e sembra di essere ancora nel 1995, tra fiat uno e lancia Thema prima serie.

Bauscia

Ma va neanche finanziamenti, fanno leasing intestati alla società.

Così se falliscono neanche pagano!

simone

Casso... in che zona d’Italia lavora il tuo parente? Infatti io mi chiedo spesso come mai ci sono in giro un disastro di auto anche semplicemente classi A , serie 1 etc che se personalizzi un po’ ti vengono a costare 35k sul nuovo...

Quelli con le macchine da 80K non le comprano ma fanno i finanziamenti che vanno tanto di moda nei concessionari, ovvero danno un anticipo (spesso sostanzioso, con cui potrebbero acquistare un utilitaria) e poi tot al mese per minimo 3 anni, dopodiché devono restituirla e rifare un finanziamento o acquistarla per il suo valore residuo.

Cmq concordo che ormai troppe persone vivono una vita oltre le loro possiblità economiche pur di farsi notare.

Bauscia

Ma infatti io non denigro chi può farlo.

Io denigro sta mole di poverini che fanno i baristi e vogliono vivere come chi fa 10k di netto al mese.

Te lo dico perchè un mio parente rifornisce sia ristoranti che bar e me ne racconta di cotte e di crude, gente con macchine da 80k che non ha i soldi per pagare lo scarico merce, che te ne da un po' alla settimana.

Questo è l'taliano medio, macchinone, vestiti firmati e conto in rosso.

LowBRAINr1der

https://uploads.disquscdn.c...

LowBRAINr1der

Evita di rispondere che fai meno brutta figura . Spero che al più presto gli italiani passino alla moto o scooter elettrica come ho fatto io prendendo questa. Ricarica dentro casa come 1 cellulare e fancuculo ai petrolieri e indotto

https://uploads.disquscdn.c...

LowBRAINr1der

I benzinai e tante altre categorie la devono piantare di rompere i @@

lurdz
simone

Eh alla fine nessuno vuole fare il benzinaio perché guadagni come un dipendente x e hai più rischi e sbattimenti. Ci sta come ragionamento perché è il mercato che va così di default. Comunque se hai il range e vesti firmato e puoi farlo perché denigrare? Ovvio che se uno ha delle entrate da dipendente da 1500 al mese e finge di averne dieci volte tanto è un povero C o glione ma quello sta nel carattere di ciascuno! ;)
Io faccio un lavoro che nonostante sia giovane 28 anni, ho a che fare giornalmente con imprenditori. La gente che ha veramente soldi non è che lo mostri eccessivamente. Chi ne ha tanti tanti ancor di più vuole nasconderlo. Certo magari hanno il panamera e l’orologio da 15 mila euro ma l’atteggiamento che hanno è tutt’altro che da montato!

Account Anniversario

"mi sono limitato a tirarglielo fuori"
chi non lo farebbe...
LoL

Bauscia

Lo stesso di adesso guadagnano. Un benzinaio guadagna i suoi 1200 - 1400 netti al mese.

Con una differenza, io non sono di primo pelo, e mi ricordo una cosa, chi aveva il bar, la trattoria e attività così negli anni 90 erano persone umili, mica andavano in giro col Range Rover a fare gli imprenditori di staceppa.

Ora invece pure i baristi sono imprenditori. Ormai in italia sono tutti Briatori, pieni di debiti e senza un soldo, però col macchinone, vestiti firmati e così via.

Quindi i lavori come il benzinaio, l'operaio, o robe del genere non li vuole fare più nessuno.

simone

Nella mia zona ormai sono solo indiani che lavorano dall’alba al tramonto sabato e domeniche, con vestiti strappati che mi fanno un po’ di tenerezza.
Mi sono sempre chiesto quanto giadagnassero 30 anni fa invece....

simone

Nella mia zona ormai sono solo indiani che lavorano dall’alba al tramonto sabato e domeniche, con vestiti strappati che mi fanno un po’ di tenerezza

Everything in its right place.

Infatti per me fanno bene a chiudere visto che non sono obbligati a stare aperti.

SuperDuo

Come quasi ogni altra azienda che però non si sogna di inseguire il pifferaio magico del sindacato e del suo sciopero.

lurdz

Non tonta, anzi, ma è stata lontana dal mondo moderno. Sono un nutrizionista e ho anche il tesserino da PT, l'ho conosciuta ancora prima di laurearmi, ventenne figlia di contadini, un po' sovrappeso, e con attività fisica reale fatta in giovinezza. Il potenziale, però, ce l'aveva tutto, mi sono limitato a tirarglielo fuori, infatti ora è una cosa che faccio di professione. Però ormai gli schemi mentali della donna di casa imposti dal patriarcato è stato consolidato.

Mind_the_gap

Se ha una quinta, di cosa altro stiamo parlando? ;-)

Account Anniversario

Una figa pazzesca, ma tonta. Ok, capito.

lurdz
TLC 2.0
TLC 2.0

Mi dispiace per loro ma non è il momento di effettuare certe scelte radicali, che vanno a discapito della comunità. Vanno precettati tutti e sequestrate le pompe, punto.

Account Anniversario

ed è ancora la tua ragazza? Una cosi io l'avrei fanculizzata in 20ns

TLC 2.0

DPI: dispositivi di protezione individuale

Everything in its right place.

Ampliamente remunerato in condizioni normali. Allo stato attuale sono in perdita.

Teomondo Scrofalo

Ah ok.

Saladino

per il metano no? sarebbe già legale ma nessuno lo attua. Ho trovato il self nel metano solo a brunico!

Oblomov

Visto che c'è su Amazon (ad oggi finito)... appena finisce questo casino, lo provo! Grazie!

Eugenio Raggi

Dovresti, perché lavorando nel settore da 25 anni nel settore petrolifero forse ne so più di te che da come ti esprimi mi sa che sei nato sotto un ponte ,e in più per aggiungere ulteriori disgrazie alla tua vita inutile mi sa anche che tu sia un nazista teoglodito, come d altra parte quelli del tuo genere

Eugenio Raggi

Cent anni facevi i soldi, negli ultimi 10 anni con impianti Ghost e liberalizzazioni in favore dei supermercati la situazione è molto diversa

Eugenio Raggi

Hai visto qualche sciopero?

Fiat 500e elettrica 2020: caratteristiche, prezzi e i preordini | Video

Toyota, il nuovo B-SUV ibrido in anteprima mondiale al Salone di Ginevra

Honda e: prova su strada, autonomia e prezzo dell'elettrica tecnologica | Video

Honda CR-V Hybrid AWD: prova, consumi reali e come funziona l'ibrido serie | Video