Bosch sperimenta il gasolio totalmente rinnovabile in Germania

11 Dicembre 2018 8

In Germania proliferano le sperimentazioni del gasolio rinnovabile: dopo Volkswagen, che la scorsa settimana ha concluso la prima fase di test per il carburante rinnovabile R33 BlueDiesel, fornito da Shell oggi parliamo di Bosch. L'azienda tedesca ha infatti svelato i dettagli diesel C.A.R.E, un carburante derivato principalmente da sottoprodotti e materiali di scarto, al centro di una sperimentazione che interessa tutte le vetture aziendali dei membri del Consiglio di Amministrazione.

Secondo quanto riporta il fornitore Toolfuel, il diesel C.A.R.E. riduce le emissioni di CO2 di circa due terzi, ovvero il 65%, nel ciclo Well to Wheel, cioè dal pozzo di estrazione fino all’uso nei veicoli. Sebbene questo tipo di carburanti sia già pronto per essere distribuito nella rete di stazioni di servizio tradizionali, il diesel C.A.R.E non è ancora stato incluso nella legge tedesca per la prevenzione dell’inquinamento atmosferico. Per questo Bosch, attraverso i suoi test, vuole dimostrare se e come sia possibile adottarlo su vasta scala.

L'R33 BlueDiesel è stato menzionato per un motivo: questo carburante viene infatti utilizzato da qualche settimana nelle stazioni di rifornimento delle sedi Bosch di Feuerbach, Schwieberdingen e Hildesheim. R33 è composto fino al 33% da materiali rinnovabili e contribuisce, pertanto, a ridurre del 20% l'impatto ambientale dei veicoli che si riforniscono qui (sempre considerando il ciclo Well to Wheel).


Il diesel, secondo Bosch, rappresenta ancora oggi una soluzione per ridurre le emissioni di CO2 del parco auto circolante: l'azienda sostiene che se le autovetture europee impiegassero ampiamente carburanti rinnovabili e sintetici si produrrebbero fino a 2,8 giga tonnellate di CO2 in meno entro il 2050, questo senza contare i vantaggi dell’elettrificazione.

In quanto dotato di una densità leggermente inferiore e un’infiammabilità più alta rispetto al carburante diesel convenzionale, il diesel C.A.R.E richiede che i prodottori esaminino la compatibilità dei componenti, i possibili aumenti della pressione di picco durante la combustione e altri fattori affinché le vetture funzionino al meglio.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rocky

Mild hybrid ti dice nulla?

Lucaaa

A parità di CO2 prodotta il ciclo diesel produce anche NOx e PMx. Sono solo delle molecole che ammazzano la gente, nulla di che.

checo79

io analizzo ma se resta il fatto che l'elettrico può essere 10 volte più efficiente di un diesel ma se l'elettricità per dire la fai col carbone la c02 prodotta non è 10 volte meno . con l'attuale mix di produzione europea abbiamo il 50% in meno di emissioni di co2 quindi non proprio 40% vs 99% ideale

Lucaaa

Altro concetto, l'elettrico permette di ricaricare parte dell'energia cinetica e potenziale usata per muovere il veicolo, il ciclo diesel, NO.
Al massimo va in CUT-OFF.

Te lo traduco, ho impresso energia cinetica, freno, invece di sprecarla in calore (freni) la uso per una parte della successiva accelerazione.

Faccio una salita, energia potenziale, in discesa con un ciclo diesel, cut-off, freni, calore. Con una elettrica, freno, ricarico le batterie, uso l'energia potenziale per muovermi successivamente.

Analizza tutto.

Lucaaa

Ah si, discorso B, qual'è la % di energia elettrica prodotta dal gasolio? Perchè ti ricordo che raffinare il petrolio comporta una perdita di energia. Bruciare petrolio e bruciare gasolio sono 2 cose differenti perchè il gasolio è una distillazione del petrolio, quindi energia sprecata per effettuare ciò. Tieni conto anche di questo quando fai le tue valutazioni?

Lucaaa

Il tuo discorso non ha senso, il ciclo diesel ha un rendimento ottimale del 40% quando sei in coppia nominale a temperatura controllata e senza variare il carico. Quando acceleri, quando hai sovratemperature, quando lavori fuori dal regime di coppia ideale, insomma, quando guidi un'auto ad una velocità non costante il rendimento si abbassa.

Un generatore ciclo diesel che produce energia elettrica ha un rendimento finale maggiore di un ciclo diesel usato per trazione.

Quindi quello che hai detto è, concettualmente giusto, ma da per scontato che il rendimento REALE sia costante ed equivalente all'ideale.

L'elettrico ha rendimento 97% REALE, 99% IDEALE

checo79

il tuo discorso è monco, ovvero si l'lelettrico ha rendimento del 90% ma produrre quell' energia a meno che non sia da rinnovabili ha delle perdite.

quindi
se la corrente la produco a combustivili fossili il rendimento è il 90% del redndimento della centrale stessa più trasporto, va a finire che è più basso del diesel dell' auto

Lucaaa

Non ci siamo proprio, come tappare una voragine con una rondella.
Il ciclo diesel non crea solo CO2 ma anche NO NO2 e PMx che fanno MALE alla salute umana.

Ridurre la CO2 è essenziale per la sopravvivenza umana, ma è anche essenziale non respirare m€rda, perchè quella roba la fa morire la gente!

I monossidi e diossidi di azoto creano scompensi cardiovascolari, il PM crea tumori. Vedete un po' voi.

Uno dei vantaggi dell'elettrificazione sta nel rendimento. Un ciclo diesel ottimale ha un rendimento del 40%, un motore elettrico supera il 90% come ridere.

Morale della favola. 1l di gasolio contiene 8.5kWh di energia, un'auto ciclo diesel con ottimi consumi fa in media 20km/l, una elettrica di pari dimensioni consuma circa 15kWh per 100 km. 8.5 sono più della metà, quindi un ciclo diesel permette di fare 20km/l, un elettrico permette di fare 55km/l

Fate Vobis

Tecnologia

Come nascono le batterie: viaggio in fabbrica con Askoll e la stanza segreta

Auto

Opel Mokka-e: il SUV elettrico messo alla prova, anche in viaggio | Video

Auto

BMW X1 xDrive 25e: proviamo la plug-in in modalità EV e ibrida | Recensione e Video

Auto

L'Europa vuole solo auto elettriche: i piani dei produttori e le date dell'addio