Hyundai-Kia: ingegnere NASA guida la nuova divisione per le auto volanti

01 Ottobre 2019 0

Dopo Daimler-Mercedes, Uber, Airbus e Boeing, anche Hyundai Motor Group (il gruppo automobilistico che riunisce Hyundai e Kia) ha scelto di investire nel business della mobilità aerea urbana. Quelle che generalmente chiamiamo auto volanti rappresentano uno dei tanti modi in cui i Costruttori e le aziende che si occupano di mobilità a tutto tondo stanno lavorando per ridurre il traffico veicolare, aumentare la sicurezza e rendere più veloci e sostenibili gli spostamenti nelle grandi città. D'altra parte, gli analisti prevedono che questo mercato varrà 1,5mila miliardi di dollari entro i prossimi 20 anni...

Il Gruppo sudcoreano ha nominato Jaiwon Shin Vicepresidente esecutivo e Capo della Divisione Urban Air Mobility, una sezione che si occuperà di sviluppare prodotti per la mobilità intelligente nel settore dell'aviazione. Un ruolo perfetto per un ingegnere aeronautico di fama internazionale, che nel suo prestigioso curriculum annovera 30 anni alla NASA nel settore Ricerca & Sviluppo dell'aviazione all'avanguardia.

Presso l'agenzia aerospaziale USA Shin ha lavorato a tecnologie di aeronautica rivoluzionarie tra cui l'aereo supersonico, l'elettrificazione degli aeromobili, i sistemi aerei senza pilota e, appunto, la mobilità aerea urbana. Va menzionato anche il suo ruolo di Co-presidente della Sottocommissione per l'Aeronautica e la Tecnologia del Consiglio Nazionale della Scienza e della Tecnologia della Casa Bianca, che ha dato vita alla prima politica presidenziale degli Stati Uniti per la ricerca e lo sviluppo dell'aeronautica.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti