TomTom: nuove API per combattere la range anxiety sulle auto elettriche

23 Agosto 2019 16

TomTom segue da tempo le auto elettriche e si prepara alla prossima generazione con l'SDK e le nuove API dedicate agli sviluppatori che vogliono integrare strumenti più precisi per il calcolo di percorsi e autonomia delle auto elettriche.

Lond Distance EV Routing API e Charging EV Stations Availability API sono gli strumenti di TomTom per chi vuole creare un'app dedicata al mondo elettrico. I due strumenti permettono di pianificare un percorso con un'auto elettrica, creare un itinerario elettrico considerando parametri come colonnine e orografia e raggiungere un livello di precisione maggiore per sconfiggere la range anxiety, l'ansia da autonomia.


Le API permettono di pianificare un percorso includendo automaticamente le soste per la ricarica basandosi sia sulle prestazioni delle colonnine che sul comportamento di carica specifico di un determinato veicolo: con una programmazione attenta, quindi, è possibile creare app custom made per un modello specifico di auto elettrica utilizzando i dati sulla potenza di carica in AC o DC, scegliendo se inserire l'optional dei 22 kW AC sui modelli che ne sono dotati e via dicendo.

Il motore di calcolo consente di massimizzare la distanza in base ai parametri di consumo, accelerazione, dinamiche del traffico e pendenze affrontate, anche se le funzioni variano a seconda della copertura dei vari mercati disponibile sul sito ufficiale per gli sviluppatori. Tutti gli strumenti sono disponibili nella sezione TomTom for developers. Per chi vuole integrare funzioni di ricerca delle stazioni di ricarica, TomTom mette a disposizione i POI con filtri per tipo di connettore di ricarica (qui la nostra guida), stazioni lungo il percorso, stazioni nelle vicinanze e postazioni effettivamente disponibili.


16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maledetto

Inizia dal mettere uno standard obbligatorio per tutti, e non che ogni produttore possa fare come vuole

Maledetto

Ansia da durata

Rende meglio così

Nessunoalex

È un pannicello caldo su un problema serio. L'unica vera soluzione è scalare la rete di ricarica di un fattore 5x o 10x. Servono investimenti ingenti, pubblici e privati (anche da parte dei costruttori auto, Tesla insegna). Un software non risolverà il problema.

Florekx

Stiamo sognando troppo

vero, ma sono relativamente "giovani sul mercato".

Matteo

In Europa le auto elettriche sono molto diffuse

Il Principe

Mi pare evidente che una cosa del genere sia sintomo di tecnologia e infrastrutture ancora acerbe .

Il Principe

Non è ansia da prestazione

MisterB
pakocero

ho letto solo il titolo, l'articolo non mi interessava

Maxim Castelli

Beh, con quell'autonomia ridicola, a ragione, direi.

Maxim Castelli

Guarda che l'hanno scritto correttamente già nel primo paragrafo.
Leggi con attenzione, non avere questa "ansia di partecipazione".

Davide Moriello

Cioè... Una funzione che tesla ha da 7 anni?

pakocero

Per favore, si dice ansia da autonomia!!
I'm the new Castelli :-)

mamma mia, non sono neanche quasi uscite sul mercato, ed è nata già una patologia....

virtual

Tutto bello, ma servirebbe che le TUTTE colonnine fossero un po' più smart e pubblicassero il loro stato di funzionanti/non funzionanti e occupate/libere in vero stile IoT e magari in un bel database open!

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti