Kia Proceed GT: recensione in anteprima, prova su strada e prezzi | Video

22 Gennaio 2019 58

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Quanti cavalli servono affinché una trazione anteriore possa definirsi sportiva? Kia Proceed GT risponde alla domanda a modo suo: 204 CV. Troppi? Pochi? Per me la cifra più intelligente, e vi spiego perché...

LA SHOOTING BRAKE CHE MANCAVA

Il segmento delle shooting brake non è certo affollato, e non è neanche quello che fa i numeri più grandi. Però esiste, e ora può contare su una nuova proposta che unisce lo stile particolare di questa carrozzeria al concetto di accessibilità. Badate bene che accessibilità non significa solo prezzo ma anche motore, facilità di guida, costi di manutenzione e utilizzo.

Qui gira tutto intorno al benzina 1.6 GDi da 204 CV e 265 Nm di coppia, un'unità che non impressiona nessuno sulla carta e che, diciamocelo, altri produttori avrebbero semplicemente inserito nella gamma tradizionale, per intenderci quella priva delle solite sigle da sportive come GT, R, RS e chi più ne ha più ne metta.

I numeri di Kia Proceed: 4.605 mm di lunghezza, 1.422 mm di altezza, 1.800 mm di larghezza (carreggiata anteiore da 1.555 mm, posteriore da 1.563 mm), 135 mm di altezza da terra, 2.560 mm di passo.

Kia invece ha fatto una mossa furba all'interno del progetto Ceed con la piattaforma K2: dopo la hatchback e la station wagon (e in attesa del crossover), ha creato questa shooting brake e le ha cucito intorno una gamma dalla caratterizzazione solamente sportiva: gli allestimenti disponibili sono infatti solo GT Line GT, l'estetica è solo quella più ricercata così da non far circolare in strada versioni inferiori allo standard d'immagine minimo imposto per questo modello.

Insomma, ammesso che il design piaccia (e a me piace), in strada vedremo solo la Proceed con il vestito delle feste, mai la versione base o spoglia di particolari estetici accattivanti...e questo non è da sottovalutare se consideriamo che, oggi, la strada è ancora uno shoowroom enorme per convincere nuovi clienti.

COME VA? MOTORE

Stessa scelta concettuale è stata applicata nelle motorizzazioni: togliete dall'equazione i motori da 1 litro della Ceed: seppur basata sulla stessa piattaforma K2, Proceed sceglie esclusivamente le unità più potenti, tutte Euro 6D TEMP:

  • benzina T-GDi 1.4 litri, 140 CV, 242 Nm (1.500-3.200 giri)
  • benzina T-GDi 1.6 litri, 204 CV, 265 Nm
  • diesel 1.6 CRDi, 136 CV, 280/320 Nm (M6/DCT 7)

Le unità da 140 e 136 CV sono quelle disponibili sulla Proceed GT Line mentre la GT ha solo il benzina più potente che può essere scelto sia con il manuale che con il doppia frizione da 7 rapporti, accelerando in 7,6/7,5 secondi fino a 230/225 chilometri orari.

I dati non fanno certo gridare al miracolo, ma Proceed non è l'auto dai grandi numeri, piuttosto quella dai numeri giusti: con il più potente si resta al di sotto dei 155 g/km di CO2 che permettono di non entrare nel mondo Ecotassa (qui la lista dei modelli che la pagheranno) come accade invece per la cugina più pepata, la i30 N.

Inizialmente il mio timore era quello di prestazioni sottotono rispetto alla Ceed GT, provata durante l'anteprima anche se non prevista per l'Italia. Dopo la pista e la strada, inclusa autostrada, collina e tornanti, Proceed GT è però riuscita a convincermi nonostante un peso maggiorato che arriva a sfiorare i 1.500 chili.

KIA PROCEED GT LINE: FOTO

A differenza di quanto pensassi, però, Kia Proceed GT è riuscita a dimostrarmi che 204 CV "possono bastare" nella maggior parte delle situazioni per una trazione anteriore: con una coppia e i bagagli per divertirsi responsabilmente in strada, da soli anche per una piacevole incursione in pista sul tracciato di Castellolì.

La coppia può sembrare poca se rapportata con il millequattro ma va notato che sulla GT i 265 Nm sono disponibili in un regime più ampio, dai1.500 ai 4.500 giri riuscendo a surclassare il diesel nel range. Questo significa avere un margine ancora più ampio nella vita quotidiana fino poi a raggiungere il massimo della potenza, i 204 CV, a 5.500 giri.


Proprio il tema "pista vs strada" ha fatto emergere però i limiti del doppia frizione, il cambio optional che non è da considerare come quello delle controparti sportive dalla cambiata secca e istantanea. Ci sono le palette al volante ma il DCT va conosciuto prima di poter raggiungere risultati ideali: in modalità manuale cambiare nel regime sbagliato significa andare incontro ad un leggero - ma assolutamete percettibile - lag.

Spremendolo l'auto in pista, invece, noto come l'automatico si spinge ben oltre il regime di potenza massima del motore, perdendo quindi istanti preziosi cincischiando nella zona alta del contagiri poco fuori la zona di massime prestazioni (sempre in modalità Sport).

Finezze, vero, ma ve le segnalo comunque. In strada invece il DCT fa il suo lavoro cambiando faccia alla Proceed GT: le cambiate sono impercettibili come è giusto che siano in un doppia frizione orientato al comfort.

COME SI GUIDA?

Con Kia Proceed le sensazioni di guida partono da quelle della nuova Ceed, auto che avevo apprezzato per le reazioni neutre e la facilità di guida e di controllo, anche al limite e con una minor necessità di intervento dei controlli elettronici che, quando entrano, lo fanno in maniera graduale e non troppo invasiva.

Proceed ha richiesto alcune modifiche a causa delle quote diverse, incluso il peso. L'assetto è stato ribassato di 10 mm e il baricentro più basso ha reso il rollio talmente impercettibile da annullarlo persino in pista. Per onestà, però, in pista mi manca la sensazione da passeggero che è notoriamente diversa, sensazione che posso però confermare in strada.

Ottima la risposta del multi-link posteriore e il lavoro sulla rigidezza delle molle ha reso possibile creare un comportamento ideale per la vita di tutti i giorni: potrei citarvi le percentuali della scheda tecnica ma la realtà è che si tratta di un setup allo stesso tempo morbido in assorbimento per le buche ma sostenuto per assicurare reattività e agilità.

KIA PROCEED GT: FOTO

L'agilità viene un po' meno quando si mette in ballo la massa dell'auto: qui - e per i puristi - segnalo un posteriore che si fa sentire leggermente nei tornanti: non da proprio fastidio ma ci ricorda della sua presenza e la sensazione non è certo quella da una segmento C a passo corto per le cronoscalate. Nel misto strettissimo e aggressivo è qualcosa da tenere in considerazione, in strada però difficilmente capiterà di notarlo.

In più l'anteriore ha un certo peso nella misura di uno sterzo irrigidito in modalità sport. La precisione resta, l'inserimento in curva è abbastanza rapido (piccolissima la zona vuota centrale) e nei lunghi curvoni il risultato è quello di un'auto stabile e su binari, anche esagerando con il gas e - soprattutto - con un ottimo feeling in termini di perso da parte del volante che ci fa sentire bene e in tempo reale cosa accade al livello dell'asfalto. Da notare che un grande aiuto lo danno le Michelin Pilot Sport 4.

Nei pochi casi in cui la situazione dovesse sfuggire di mano interviene l'elettronica che fa da solito angelo custode anche con fondi a scarsa aderenza o sullo sporco. Per gli ultimi ci sono i soliti sistemi di stabilità, per la guida più spinta c'è il Torque Vectoring che agisce sui freni per ridurre il sottosterzo in curva: il suo intervento è percettibile anche quando si siede sul lato del passeggero.

In questo caso l'intervento è leggermente più aggressivo ma il risultato è quello di migliorare l'approccio in curva.

SHOOTING BRAKE: HA SENSO?

In Balto recitavano "non è cane, non è lupo...sa soltando quello che non è". Con Proceed però il discorso è diverso, perché pur non essendo né hatchback né station wagon, la Proceed riesce invece ad affermare la propria identità, quella di un'auto spaziosa ma piacevole da guidare e con linee particolari.

Il bagagliaio, ad esempio, è da 594 litri (fino a 1.545, fondo perfettamente piatto) e ha tanti accessori per razionalizzare il carico. Ottimo il cancelletto su binari che tiene fermi i carichi quando non si sfrutta tutto lo spazio e il portellone è automatico gestibile direttamente dal telecomando e proposto di serie. Anche l'abitabilità riesce a convincere se non si esagera con l'altezza degli occupanti: grazie al passo di 2.650 mm, io e tre cloni di me stesso ci stiamo comodi, il quinto clone soffrirebbe leggermente ma solo a causa del mio ingombro laterale visto che non c'è un tunnel centrale ad ostacolare lo spazio per i piedi.

Pur non rientrando nella definizione di premium, Kia Proceed conferma la buona qualità del progetto Ceed di nuova generazione e la esalta con piccoli particolari: il clielo è in tessuto nero al posto del grigio, le finiture metalliche compaiono nei pannelli porta e sulla GT il feeling sportivo è dato dalle cuciture rosse e dal volante a fondo piatto che soddisfa vista e tatto.

TANTA TECNOLOGIA PER KIA PROCEED

Su Ceed avevo apprezzato la tecnologia disponibile e Proceed non viene affatto meno alle premesse della sua base. I coreani hanno scelto una strategia diametralmente opposta ai tedeschi, altrettanto ricchi di evoluzioni tecnologiche nel catalogo ma spesso relegate sotto la voce optional.

Qui la dotazione di serie è invece ricca: l'infotainment ha Apple CarPlay e Android Auto, lo schermo raggiunge gli 8 pollici e può avere anche i servizi connessi di TomTom. Su GT avrete, senza sovrapprezzo, l'impianto JBL Premium con Clari-Fi che ottimizza l'audio digitale, Bluetooth, luci automatiche, keyless, sedili anteriori riscaldabili e ventilati e sedili posteriori riscaldabili. Anche la ricarica wireless Qi è di serie, in questo caso già sulla GT Line, mentre il selettore della modalità di guida è incluso se scegliete il doppia frizione.

In questo caso va fatta una parentesi: in un mercato costellato da mille modalità di guida, Proceed sceglie di limitare a Normal e Sport le modalità: la seconda cambia risposta del gas, sterzo e sound attivando il sistema virtuale che si unisce a quello reale per enfatizzare la voce dello scarico tramite impianto audio di bordo.

SICUREZZA ATTIVA, TUTTO DI SERIE SULLA GT

Anche qui Proceed convince per la dotazione: abbaglianti automatici, monitoraggio attenzione del conducente, monitoraggio corsia attivo (con correzione di sterzo) e anticollisione con frenata automatica (riconoscimento pedoni e ciclisti) sono di serie.

Optional sulla GT Line (di serie su GT) gli ADAS di livello superiore che fanno rientrare Proceed nella guida autonoma di Livello 2 (clicca qui per i livelli della guida autonoma): in questo caso la gestione automatica dello sterzo guadagna il centramento in corsia e arriva il cruise control adattivo: velocità, frenata e sterzo vengono gestiti automaticamente tra 0 a 180 km/h (con il DCT) in un sistema che funziona davvero bene e che, a patto di tenere le mani sul volante, è virtualmente in grado di guidare l'auto in autonomia in autostrada e in diverse situazioni dell'extra-urbano. Ottima infatti la coppia di sterzo a l'angolo volante automatico, per farvi un'idea guardate il video relativo a Kia Ceed.

Da segnalare anche gli optional, sempre relativi a GT Line, come monitoraggio angolo cieco e monitoraggio del traffico in retromarcia.

KIA PROCEED: PREZZI PER L'ITALIA, TANTO DI SERIE, POCHI OPTIONAL

Kia Proceed parte dai 29.000€ della GT Line con il benzina da 140 CV e dai 31.250€ per la versione diesel. Proceed GT costa invece 33.000€. Il cambio automatico aggiunge 1.500€ al prezzo di tutte le versioni.

Come già detto la dotazione di serie è già ricca su GT Line, tra gli highlights segnalo i cerchi da 17", Full LED, clima bi-zona, interni misto pelle, servizi connessi per 7 anni, infotainment touch da 8", retrocamera, vetri oscurati, sensori luci, pioggia e parcheggio posteriore, ADAS base, keyless, volante riscaldabile e regolabile e caricatore wireless.

Kia Proceed - promozione lancio: gli sconti prevedono 3.000€ di sconto base più ulteriori 1.500€ in caso di permuta e rottamazione. Disponibile anche il finanziamento per privati K-Lease tutto incluso (manutenzione, RC, furto e incendio) oppure in futuro ci sarà la possibilità di un Long Test Drive per 6 mesi con possibilità di decidere se tenere l'auto o restituirla.

Gli optional sono molto semplici: su GT Line si paga 1.000€ il tetto panoramico, 1.000€ gli ADAS evoluti con il manuale e 2.000€ il pacchetto di ADAS "Plus" nella versione con l'automatico che include anche le funzionalità stop&go del Cruise Control Adattivo.

Kia Proceed GT include tutto di serie: cerchi in lega da 18" dedicati, Cruise Adattivo con Stop&Go sul DCT, minigonne GT, paraurti dedicato, ruotino di scorta, sedili anteriori ventilati e posteriori riscaldati, sedili in pelle GT, sensori di parcheggio anteriori, parcheggio automatico, monitoraggio angolo cieco, monitoraggio traffico in retromarcia e riconoscimento dei limiti. Restano a pagamento solo il tetto e le vernici speciali.

VIDEO

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Bass8 a 295 euro oppure da Media World a 349 euro.

58

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo

fra skoda e vw cambia più che altro il disegno della parte alta del cruscotto, il resto è praticamente uguale (preferisco vw in questo caso), skoda dentro è enorme, non che nella passat ci si stia stretti, dietro ci potresti giocare a calcetto stando comodissimi anche davanti, ma la skoda come bagagliaio e per chi sta dietro ha ancora più posto, occhio che però tutte e due hanno il difetto che il posto centrale del divano posteriore è duro come un sasso, se viaggi spesso in 5 pensa ad altre auto, hanno fatto proprio l'imbottitura del sedile centrale che è una tavola, non ne comprendo il motivo tecnico di tale scelta :/ .......

i sedili sono "tedeschi", rigidi, larghi e contenitivi senza essere costrittivi anche se si è vestiti a mo di pinguini :P

la parte che apprezzo di più della passat è l'assetto, morbido (nonostante i 18 che si fan sentire solo sul pave) ma privo di rollio, al netto delle dimensioni non sembra di guidare un pulmino di quasi 480cm :P

buon anche l'impianto audio montato di serie con il discover pro, non serve spenderci altri soldi :)

Roberto

Mi sembrano belli avvolgenti i sedili. Complimenti, bel mezzo. In effetti la Skoda mi sembrava avere delle soluzioni più per famiglia rispetto alla VW. Comunque speriamo di decidere e trovare delle buone offerte ;)

pollopopo

E chi la conosce la optima, manco io la conoscevo, l'ho vista per caso in una comparativa, esistono solo le tedesche e poco più nel colletivo...

Comunque con le tedesche caschi in piedi, e il 2.0 del gruppo vw insieme al dsg sono un buon binomio e i consumi sono fra i migliori della categoria.

Se ci viaggi molto vai di Passat (più silenziosa in marcia) se è più per la famjglia vai di skoda...Lascia perdere il cruscotto digitale (l'ho ed è solo figo e nulla più), molto più utile l'head up display, monta il oacm lucj interne e tutti gli adas che funzionano bene e sono molto utili, la sola telecamera posteriore è molto utile (ho il 360 ed è solo carino, è troppo sferica la vista posteriore falsando le misure)... Se vuoi il massimo comfort vai di sospensioni adattive, diversamente prendila con i 17, tanto i tedeschi a libretto ti mettono tutte le misure lo stesso mi pare (non come fiat o renault) se un giorno vuoi salire di pollicinaggio.

La mi bimba
https://uploads.disquscdn.c...

Roberto

Se trovassi una buona offerta sulla Passat, la prenderei sicuramente in considerazione. Purtroppo la VW è un po' più cara e notoriamente Turchia con gli sconti. Ho tempo fino maggio per decidere sul nuovo (mi servirebbe per fine luglio), altrimenti ho più margine con Km 0 o pronta consegna.
Sulla Kia ho già trovato delle ottime offerte, evidentemente la Optima vende poco, nonostante sembri ben fatta.

pollopopo

La optima è bella, accessoriata e costruita bene, il motore e l'assistenza post vendita (ricambi lenti ad arrivare e assistenza pock capillare) sono i punti più critici.

La passat è bella se fatta in un certo modo e di determinati colori. Io l'ho color grigio scuro con i monterey, fanali a led ecc... Ed è carina, duetro basta mettere i finti scarichi (che monta il modello più potente) come van di monta ora e il sedere cambia molto (se pur non sportivo)...

La superb è bella, è più sportiva e la restyling oramai è al pari di una Passat con tutti gli adas e tecnologie (anche il listino è quasi uguale)....Mancano solo i fanali purtroppo, anche se un buon xeno e i led non c'è un enorme differenza (la passat ha quelli adattivi come optional)

Una cosa che mi piaceeno della superb sono gli interni...Non che il passat sia un capolavoro.

Comunque tutte e due gran macchine e gran viaggiatrici, non certe al livello delle auto premium (più che altro come insonorizzazione) ma siamo quasi li....

Roberto

Anch'io sono tentato dalla Optima ma ho dei dubbi sulla motorizzazione. Alla Passat preferisco la Superb, peccato solo per i fari bixeno non ancora aggiornati a led.

TLC 2.0

no ti prego la Giulia proprio no, è un c3sso a pedali quella macchina

Roberto

Infatti anche io aspetto di vedere la corolla che però già a listino sembra un po' cartuccia. Ma soprattutto mi interessa l'abitabilità dei sedili posteriori oltre che la capacità del bagagliaio.

Aristarco

sei nella mia stessa situazione, sto cercando un auto ibrida da famiglia in cui ci stia comodo il nano, ma a parte corolla/auris il mercato è desolante, a meno che non si possano spendere dai 40k in su

FCava

La golf variant (che mi sa essere più piccola di questa) NON ha un 204cv... La 1.5 130cv dsg parte da 30050 euro...

La executive con
Lane Assist - Light Assist - Sign AssistTetto panoramico ad azionamento elettrico
Palette al volante per cambio DSG
LED Pack
Park Assist - Sistema di parcheggio automaticoVideocamera per retromarcia "Rear view"
Blind Spot - Assistente di uscita dal parcheggio e sistema di controllo dell' angolo cieco, per Lane e Light AssistCristalli posteriori oscurati
Keyless - Sistema di apertura/chiusura e avviamento senza chiavi

(mi pare di aver messo quasi tutto quello che ha anche la kia) viene 34965 euro...

FCava

Siamo a livello della 308 GT mi sa, solo che questa offre di più (multilink, portellone elettrico), scarico sdoppiato vero...

FCava

si mette al pari di 308 GT

FCava

la Golf costa di più. Considera anche che ha il portellone automatico con keyless. Inoltre bisogna vedere quanto la volkswagen continua a prendere per i fondelli gli acquirenti scaricando su di loro le spese degli errori di progetto e realizzo commessi

FCava

Sulla GT dovrebbe esserci anche l'impianto audio di fascia più alta...

FCava

a me piace un casino. Fosse uscita prima, ci facevo volentieri un pensiero...

Felipo

"manuale che con il doppia frizione da 7 rapporti, accelerando in 7,6/7,5 secondi fino a 230/225 chilometri orari"
Mica male per soli 200CV :D

Mauro B

Il fatto è che sulla KIA è tutto (o quasi di serie), mentre sulla Golf il prezzo lievita molto facilmente. Credo che ci ballino 5/6000€.

Luigi Melita

stesso discorso vale per la Stinger, il problema è che da qualche parte devono iniziare a far cambiare idea e a far percepire il valore sia al mercato del nuovo che a quello dell'usato. Un vantaggio nell'usato è che qui hai 7 anni di garanzia della casa, garanzia che hanno introdotto proprio con la prima Ceed quando si sono accorti che i processi produttivi dell'impianto europeo surclassavano gli altri e la costruzione gli avrebbe consentito di garantire 7 anni senza andare in rovina

Rocky

è una station wagon?

tulipanonero1990

Si ma ci arrivi da solo che il mio riferimento era al modello GT? Perché altrimenti non ha senso parlare.

Roberto

Avevo appunto la prima serie, anno 2000, comprata usata e rimessa pian piano a posto un po' da solo e po' dal meccanico. Ovviamente anche il seggiolino ha dato una spinta al cambio. Però era perfetta come seconda auto per andare in centro la sera o fare un po' di spesa (neanche poca vista la grandezza del mezzo). In versione elettrica è la city car per eccellenza.
Sono rimasto deluso dalla presentazione della mondeo hybrid sw. Si capisce che la piattaforma non è pensata per l'installazione delle batterie ma è stata adattata. Ormai sto girando concessionari e leggo riviste appena posso, ma è un periodo ancora di transizione e si trova poco

qandrav

Concordo sul prezzo delle elettriche :)
a proposito di smart, sai che sulle prime non potevi spegnere airbag? rendendole quindi impossibile da usare per portare appunto un seggiolino.

Mauro B

Al di là del fatto che paragonare una un'auto full optional ad una base non ha senso, Giulia e Golf nella stessa frase non hanno minimamente senso; tanto meno "Golf" e "sportività" visto che il 90% delle Golf in circolazione ha il ponte torcente posteriore.

Roberto

Ho avuto una Smart per 5 anni come seconda auto e devo dire che l'ho cambiata solo perché con l'arrivo del bambino in caso d'emergenza non avremmo potuta usarla in 3. Ho provato a fare dei preventivi per una elettrica dato che avendo un box in città sarebbe stata perfetta. Ho desistito solo per il prezzo. Al momento troppo care, più avanti sicuramente saranno più accessibili.
Per il discorso bagagliaio, anche sulle plug-in o le ibride, siamo in procinto di sostituire l'auto principale, la facciamo fatica a trovarne qualcuna nel quale il pacco batterie non rubi spazio al bagagliaio. Appena uscirà, andrò a vedere la nuova Corolla sw perché sembra l'ibrida più spaziosa sul mercato al momento.

qandrav

"Ora cerchiamo di moderare i toni e rispondere con educazione."
Certamente.

Premessa: sono andato in ferie anni fa in due con la smart al mare e per anni ci ho fatto la spesa. Se devo invece andare all'ikea magari affitto direttamente un furgone.
mettersi a farsi le pippe su quante palline ci stanno nel bagagliaio della leaf è scorretto e da ign0ranti.
Siamo nel 2019 è OVVIO che la leaf non possa essere prima auto, non può sostituire al 100% una a benza.

" Per far la spesa, portare un piccolo trolley..."
per ste cose va benissimo la smart (anche la seconda serie, ancora di più la terza), hai fatto esempi che non hanno senso.
Se mi parli di passeggini o borsoni da calcio (cose cioè "non troppo chiudibili") allora è un altro discorso, ma per la spesa o un trolley non c'è bisogno di scomodare la leaf, basta anche la zoe.

". Come anche la reale autonomia"
beh in questo 4r è sempre stata onesta, hanno sempre indicato il consumo rilevato da loro e quello falsissimo dato dalle case costruttrici

pollopopo

un po mercedes fuori e un po vw dentro con il classico tocco kia :P .... della kia la ceed in particolare station non mi vuole piacere... ok la sportage, optima e rio ma la ceed mmmmm.......

ero in dubbio proprio per la optima GT line o il VW Passat B8... alla fine ho optato per la seconda per via del motore e della sicuramente più capillare ed efficiente rete di officine ecc... dentro mi piaceva tanto la kia optima, ricorda molto BMW serie 5 di qualche anno fa che non erano malaccio come linea e "ordine" ;)

Adriano

E infatti è quello che dovresti giudicare. Ma se uno mi dice che trasmette sportività, ovviamente, pensa all'estetica

Roberto

Vedo che la tua giovane età ti impedisce di commentare in maniera educata e soprattutto lucida.
Dove esattamente hai vinto dal mio commento che giudicarsi le auto elettriche un sostituto 1:1 delle auto con il motore a scoppio?
Quale è la vergogna di misurare la capacità effettiva di un bagagliaio di un mezzo su ruote in modo da informare i potenziali acquirenti dello spazio che avranno a disposizione? Perché anche se poco ne avranno da usare. Per far la spesa, portare un piccolo trolley...
È solamente una informazione in più e ben venga che ce ne siano. Come anche la reale autonomia, anziché quella dichiarata, perché sai, le auto si usano nella vita reale.
Ora cerchiamo di moderare i toni e rispondere con educazione.
Cordialmente,
Roberto.

gabrimazzo

Il modello base è davvero molto appetibile, stavo giusto valutando in questi giorni se cambiare macchina e non l'avevo considerata...mi ero orientato sul Tucson, la nuova Focus St-Line o T-Roc...in effetti auto molto diverse, questa però è sicuramente molto lunga..

qandrav

Se provano la smart elettrica o le c-zero (quella peugeout uguale alla Mitsu, non ricordo il nome) e si mettono a misurare lo spazio con le palline è evidente che siano troppo sotto sviluppati per capire cosa sia l'auto elettrica.

Tu idem, siamo nel 2019, l'auto elettrica oggi NON è un sostituto 1:1 dell'auto a broda/diesel, quindi ricercare LE STESSE cose in un'auto elettrica significa non aver capito un emerito c4zzo del mondo auto elettriche.

Vabbè che il giornalaio più giovane di 4r avrà 50 anni ad andar bene.

tulipanonero1990

Ho potuto guidarla, è ben oltre le capacità del 98% degli automobilisti, ma di molto. Se si va oltre le fette di prosciutto sugli occhi dei pregiudizi nostrani si potrà apprezzare un mezzo moderno ed equilibrato. Ovvio che poi la parte estetica è soggettiva, a me per esempio non fa impazzire, ma sai com'è, le auto le ho sempre giudicate per le sensazioni che mi danno quando le guido. Ripeto, per quel segmento difficile fare meglio. In Italia non produciamo niente di paragonabile.

dolcecomeunlimone

Potente il marketing di Kia.

Carlo

E neanche così la vogliono...

Adriano

Devi pagare 30k euro per la solita golf? Che poi trasmetterrebbe sportività? Bah, secondo me state troppo tarati.

tulipanonero1990

Dipende da cosa cerca uno in una macchina. Sono entrambe ottime soluzioni per avere una auto da "famiglia" che sappia strappare un sorriso.

Roberto

Che nelle auto elettriche il portabagagli è solo un inutile orpello?

qandrav

1000 volte meglio hdmotori dei fanfaroni di 4ruote: provano auto elettriche e si mettono a vedere quante palline da tennis ci stanno nel bagagliaio...e sono ossessionati dall'autonomia, manco fossimo tutti agenti di commercio che fanno 800km al giorno

Demetrio Marrara

No, nulla contro Kia. Per carità, ottima azienda. La mia era una critica verso chi bazzica sul web e va giù di critiche appena gli fai vedere un'auto diversa dalle loro amate tedesche/Alfa romeo.

darkn3ss1

Sì ma golf e giulia nella stessa frase non si possono sentire

ilmondobrucia

Non capisco la cosa negativa dove sarebbe ... A parte l'estetica Kia non è affidabile? Materiali scarsi ??

Biroger

Beh alle partite IVA fanno 10000 di sconto fissi, e penso che anche ai privati facciano sconti notevoli.

Mattia Cristofaro

Beh la mazda 3 al posteriore non è un granché, a differenza del frontale che è bellissimo.

Phoenix

Praticamente hanno abbassato la Sportage di 20 cm.

AlphAtomix

Si, ma con 200cv full optional..

AlphAtomix

guardabile ma per 30mila euro voglio ben altri interni.

tulipanonero1990

Fa storia a se anche la tenuta del valore.

tulipanonero1990

Si ma poi ti ci voglio vedere a dare la Kia indietro.

Demetrio Marrara

Ho notato che su internet piace molto. Parecchi commenti positivi sui principali siti di auto, pagine social e su YouTube.

Alla gente basta un posteriore smussato, un leddone colorato e due scarichi (che sono veri solo sulla 204cv).

Piace perchè ricorda le loro auto tedesche preferite: la Porsche e l'Audi, per citarne due a caso.

Tra l'altro gli stessi che definiscono bella questa, spuntavano fango sulla nuova Mazda 3.

luca bandini

carina ma dietro MOOLTO poco originale (per quanto sia bella) e poi non riesco a digerire le proporzioni... a mio parere le ruote (con i passaruota) sono troppo piccole rispetto alla vettura. dietro andava fatto un passaruota più muscoloso!
speriamo che facciano anche la bellissima stinger shooting brake!

luca bandini

anche se si superano i 30k la proceed fa storia a se con la sua linea. che non ha concorrenti dirette nello stesso segmento... discorso diverso con la ceed berlina o wagon

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO