Riccardo Castellacci

Sarà ancora lecito chiamarla moto?