Volvo Trucks punta sui camion Fuel Cell con 1.000 km di autonomia

25 Giugno 2022 106

Volvo Trucks, dopo i camion elettrici e quelli alimentati a biogas, intende puntare su modelli dotati della tecnologia Fuel Cell. Ci sarà comunque da aspettare visto che la società ha fatto sapere che i suoi camion con celle a combustibile arriveranno solo nella seconda metà del decennio. Come spiega bene Roger Alm, presidente di Volvo Trucks, il lavoro di sviluppo di questa tecnologia sta già andando avanti da alcuni anni.

Stiamo sviluppando questa tecnologia da diversi anni, ed è una grande soddisfazione vedere i primi veicoli che girano con successo sulla pista di prova. La combinazione tra batteria elettrica e cella di combustibile elettrica consentirà ai nostri clienti di eliminare completamente le emissioni di CO2 dai loro camion, indipendentemente dalla destinazione.

Gli obiettivi di Volvo Trucks sono ambiziosi visto che si vuole arrivare a proporre camion dotati di un'autonomia simile a quella dei modelli con motore diesel. Dunque, l'obiettivo è quello di offrire camion Fuel Cell con una percorrenza fino a 1.000 km. Il costruttore ha pure anticipato alcune primissime caratteristiche di questi futuri nuovi mezzi. Il peso totale potrà essere di circa 65 tonnellate e le due celle a combustibile potranno generare una potenza di 300 kW. Un pieno di idrogeno, invece, si potrà effettuare in meno di 15 minuti. Le prove pilota con i clienti inizieranno tra alcuni anni.

Le celle a combustibile, racconta Volvo Trucks, saranno fornite da cellcentric. Si tratta di una joint venture costituita da Volvo Trucks con Daimler Truck. Questa società costruirà uno dei più grandi impianti in Europa per la produzione di celle a combustibile, sviluppate appositamente per i veicoli pesanti.

Si tratta di una notizia interessante. La tecnologia Fuel Cell ben si presta ad essere utilizzata sui mezzi pesanti. Tuttavia, ci sono alcune criticità da risolvere come la fornitura su larga scala di idrogeno verde e la realizzazione di un'infrastruttura adeguata per il rifornimento. E proprio su queste problematiche, Roger Alm ha commentato:

Prevediamo che la fornitura di idrogeno verde aumenterà in maniera significativa nei prossimi due anni, dato che molte aziende ne avranno bisogno per ridurre le emissioni di CO2. Tuttavia, non possiamo più attendere per la decarbonizzazione dei trasporti, siamo già in ritardo. Quindi, il mio chiaro messaggio a tutte le aziende di trasporti è di iniziare oggi stesso il percorso con le batterie elettriche, il biogas e le altre opzioni disponibili. I veicoli a celle a combustibile saranno un importante complemento per trasporti più lunghi e più pesanti, nel giro di pochi anni.


106

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

ahahahahahahahaha

Dark!tetto

ahahahahahahahaha

Vae Victis

La cattura della CO2 nel processo del biogas non è affatto energivoro perché è un lavoro svolto perlopiù dai batteri metaniferi e dalla chiusura ermetica del digestore (se non entra ossigeno non si produce nessuna CO2). L'intervento industriale riguarda solo il processo di raffinazione dei due sottoprodotti (gas e torba) e consuma poschissimo rispetto all'energia prodotta e alla CO2 caturata.

L'auto a batteria se lo sogna di avere il 50% di efficienza. Le centrali elettriche rendono mediamente il 50%.
Con le dispersioni di rete perdi un 10% di energia. La batteria ha ulteriori perdite eaddirittura consuma energia anche quando l'auto è spenta. Quindi con l'auto a batterie non potrai mai superare il 40% di efficienza complessiva, soprattuto se sei uno che usa i mezzi pubblici e prende l'auto solo nel fine settimana. In più c'è il capitolo dei "costi energetici per produrre le batterie".

p.s. altro tema importante è il fatto che il fotovoltaico in Africa rende il doppio che in Italia, Germania, Francia.
Là devi usare per forza l'idrogeno come mezzo di trasporto, quindi anche se l'elettrolisi è inefficiente, è comunque vantaggiosa in certi contesti.

El Eños

Vero la Cina potrebbe optare per un blocco economico, ma sicuramente ne riceverebbe uno altrettanto duro dal mondo occidentale e i suoi alleati Pacifici, senza considerare che Taiwan é fondamentale per le industrie americane, gli USA non si farebbero di certo mandare a monte la produzione annua di manufatti tecnologici e forzerebbero il blocco come burro, anzi non ne avrebbero nemmeno bisogno visto che hanno già truppe sull'isola e stanno progettando una base condivisa con il Giappone nelle vicinanze.

Dark!tetto

Per quanto io e quello sotto siamo in disaccordo devo concordare con lui ahimè, perchè la cattura della Co2 (CCS) è molto energivoro, energia che produce Co2 qualsiasi sia la fonte. Come già anticipato servono processi programmabili e modulabili, non puoi assolutamennte basare il tutto su un processo lungo e non controllabile, non puoi spremere le vacche mi dispiace. In tutto questo manca un fondamentale punto, l'idrogeno la sua produzione, conservazione, stoccaggio per il trasporto e ricompressione nelle celle richiede energia un sacco e anche fingendo che tutto quel processo va in pari come energia immessa con la cattura (non lo faeh, ma fingiamo di si) tutto il processo dal digestore all'auto ha una resa del 50% a voler stare larghi larghi considerando che le FC rendono il 70% di energia immessa. Te l'ho già detto, ma sei duro e non riesci ad ammettere che non hai idea dei numeri in gioco e di quello che dici. L'unico modo per cui un paese può produrre l'idrogeno necessario e in modo pulito è tramite elettrolisi questi elettrolizzatori devono essere collegati a fonti energetiche pulite, che siano rinnovabili o nucleare, ma la produzione energetica deve superare il 100% di fabbisogno esclusi i trasporti. Oggi e probabilmente per i prossimi 50 anni almeno la soluzione è solo una e ce ne daranno una dimostrazione ancora una volta la Francia e probabilmente anche il regno unito che dopo, quel non così fallimenate alla fine OVVIAMENTE, Hinkley point sta costruendo Sizewell con soldi pubblici e ne costruirà altri esattamente come un pò il resto del mondo.

Vae Victis

L'ho scritto sotto, per l'ennesima volta. E ho ricevuto la risposta di un ebete, per l'ennesima volta.

Dark!tetto

Si si, basta anche spiegare come produci idrogeno dal biometano a impatto 0, poi più avanti pensiamo anche a come basare l'intera mobilità e l'industria di un paese sul letame. Puoi anche semplicemente dirmi come avviene il processo di SMR recuperando energia senza emettere un grammo di Co2.

italba

Se non vuoi paragonare il Kuomintang con il partito fascista del 1944 lo puoi paragonare a quello del 1934, qualche differenza formale ma in pratica sempre una dittatura era. La Cina non ha nessun bisogno di invadere Taiwan come sta facendo la Russia con l'Ucraina, le sarebbe sufficiente bloccare lo spazio aereo e marittimo intorno all'isola e Taiwan avrebbe pochi mesi di autonomia. Se non lo fanno è unicamente per paura di scatenare un conflitto, anche solo economico, con gli USA

Massi91

Per terminare questo inutile discorso mi spieghi quali stati sono che riconoscono Taiwan?
Se non sono tutti un motivo ci sarà anche gli USA non si sono schierati apertamente con la Cina perchè se no come tirano avanti? Si è visto cosa porta un lockdown sugli approvvigionamenti mondiali europei e americani.
22 esimo esercito al mondo e cosa farebbero? sai quante isole formano Taiwan? non hanno nulla per difendersi contro quello che ora è il secondo esercito al mondo.
Per farti un paragone è come Nadal che va contro il 23 al mondo, ok è il 23esimo ma lo batte comunque senza troppo sforzo.

Tommers0050

sembri che non vuoi capire, un ente che ha perso una guerra civile e che si rifiuta di ammetterlo perchè è di questo che si tratta visto che sono scappati con la coda fra le gambe e reclamano sovranità sulla parte vincente è la definizione di ribellione, taiwan puo essere anche in top 10 per potenza militare ma verranno annichiliti lo stesso dalla cina se si dovesse risolvere la cosa a livello militare, essere la 21 potenza è del tutto insignificante visto che la cina è la terza potenza mondiale ed è vicinissima agli USA, per farti un esempio l'ucraina è 22° a livello mondiale e nonostante tutte le armi e aiuti che ricevono a gratis dall'occidente stanno venendo arati ugualmente dal secondo esercito al mondo immagina cosa accadrebbe ad una nazione non riconosciuta da nessuno stato occidentale se non da te a quanto pare, ma i taiwanesi possono stare tranquilli la cina non fa guerre fortunatamente dovrebbero piu preoccuparsi di un eventuale escalation da parte degli USA quelli si che sono bravi a fare le guerre per il loro tornaconto

italba

Vabbè, https://uploads.disquscdn.c...

italba

Eggià, se catturi l'anidride carbonica che generi producendo e poi bruciando il biometano allora il bilancio del carbonio è negativo... Ma sei un GENIO, davvero! Se catturi l'anidride carbonica pure la lignite è un combustibile ecologico, gran furbacchiotto!

El Eños
Dario Perotti

Troppo tardi.
La prossima volta ci pensi prima :)

Sistox v2

30% se non lo modifichi

Tommers0050

Ci sei o ci fai? Ovvio che è taiwan ad essere in ribellione, non so se hai capito che hanno perso la guerra civile, poi per la questione militare lasciamelo dire ma quanta ignoranza, taiwan ha armamenti così vecchi che anche un bimbo potrebbe invaderla infatti chiedono armi e mezzi in caso d'invasione agli usa altro che potenza nato perché non hanno niente mentre la cina è il secondo esercito piu avanzato al mondo, ma hai mai aperto un libro o ti informi su propaganda usa .com? La cina non invade taiwan perché non vuole prenderla con violenza tutto qui mentre gli usa stanno cercando in tutti i modi di fare una guerra com'è successo in ucraina dove loro vendono armi e guadagnano per risanare i bilanci ormai in recessione

DefinitelyNotBruceWayne

Qui a Bolzano di Hyundai e Toyota a idrogeno se ne vedono. Può essere interessante, ma da quello che so abbiamo/avevamo l'unica stazione di rifornimento in Italia.

El Eños

Quindi la repubblica di Cina che esiste dal 1912 e in rivolta contro la repubblica popolare cinese che esiste dal 1949? Ti continuo a vedere confuso.
Il partito/stato centrale cinese non può prendere Taiwan altrimenti lo avrebbe fatto, un'azione ostile della Cina potrebbe portare alla morte di milioni di cinesi, Taiwan dispone di sistemi in grado di colpire le coste cinesi in pochi minuti e sulle coste cinesi vivono 1 mld di persone... Senza contare che la Cina dovrebbe organizzare uno sbarco contro Taiwan cosa che attualmente e ben oltre le sue capacità. La Cina ha appena varato la sua ultima portaerei ed alimentata a diesel, il suo esercito usa mezzi risalenti al 1960 e solo pochi sono moderni. La Cina é meno forte della Russia mentre Taiwan vale militarmente quanto una nazione nato e in più è un'isola...

El Eños

Ma non ho mai detto che il partito ""fascista"" cinese fossero i buoni, anzi se Mao non si fosse rilevato un folle probabilmente avrei anche appoggiato il suo agire (soprattutto nella fase della guerra civile). Ma il Kuomintang era il partito di governo della Cina, il paragone con il fascismo del 1944 é errato perché Mussolini non rappresentava il governo del regno d'Italia in quanto il suo capo (il re) lo aveva disconosciuto. Ma in Cina Chiang Kai-shek era il capo di stato ufficialmente riconosciuto da tutte le entità internazionali, la sollevazione dei comunisti (giustificabile senza dubbio) fu contro il governo regolare della Repubblica di Cina, non paragonabile formalmente alla rivolta partigiana contro lo stato non riconosciuto della Repubblica di Salò.
Tornando a noi, non pensare che Taiwan oggi esista solo grazie agli americani, la Cina non è la potenza militare che molti credono, sta facendo grandi passi in avanti ma é ancora indietro in quasi tutti i campi (basti pensare che le sue portaerei sono alimentate a diesel) e non ha nessuna esperienza sul campo, dal canto suo Taiwan é ricca, moderna ha un esercito ben armato e si sta preparando all'invasione da 80 anni, senza considerare che é un'isola e la storia insegna che le invasioni delle isole sono un incubo soprattutto se ben difese.
Se si guarda allo scenario russo Ucraino in cui un esercito nettamente migliore di quello cinese sta facendo una fatica immane contro una nazione enormemente meno forte di Taiwan come l'ucraina o con l'Afghanistan e gli USA, é evidente che la Cina attualmente e per parecchi decenni mi sa non ha minimamente le forze di attuare un azione ostile contro Taiwan.
Non parliamo poi dell'effetto che le sanzioni occidentali avrebbero sulla Cina...

Vae Victis

1) Il sottoprodotto della produzione di biometano non è legno, è terriccio fertile. Consente di ridurre l'uso di fertilizzanti, la cui produzione richiede l'uso di molto metano.
2) Il legno comunque si potrebbe usare anche per costruire mobili e immobili. Non c'è una legge che obbliga a bruciarlo.
3) Lasciando marcire gli escrementi all'aria aperta i batteri produrrebbero sia metano che CO2. Dentro ai digestori invece si produce solo metano e il carbonio lo si riesce a catturare. In ricircolo ci torna solo il carbonio contenuto nel biometano, non ci tornerà il carbonio in eccesso che viene catturato.
4) La produzione di biogas consente di catturare anche molto calore. Già oggi, in aziende all'avanguardia, quel calore viene usato per riscaldare enormi serre, al posto di bruciare dei combustibili.

https://uabio.org/en/materials/11178/

italba

NOOOO!!! Non mi dire che mi sono perso un'altra tua grandissima perla di saggezza, te ne prego, dimmi il motivo!

italba

I link non vengono censurati, sei tu che non sai scriverli. Devi inserirli tra (<)code(>) e (<)/code(>), senza parentesi tonde. Comunque il biometano non può essere a CO2 negativa, il carbonio fissato dalle piante per ottenere il biometano prima o poi lo bruci quindi la CO2 rientra in circolo

Dario Perotti

Era meglio se mi avessi chiesto il motivo per cui l'ho detto.
Ma evitiamo.
Finiamola qui.

italba

Fammi capire, secondo il tuo cervello "particolare" tu spari ca####e ed io farei una brutta figura?

Forse hai ragione, a continuare a rispondere ad uno come te faccio una bruttissima figura, avrei dovuto mandarti dove meriti di essere mandato fin dal principio

Dario Perotti

No sei tu che le fai veramente.
Sapere solo un pezzo di verità non è che cambi di molto la tua situazione.

rsMkII

Ok grazie per la spiegazione, ho un paio di appunti.
1. Il tizio non ha detto che l'auto elettrica non sia efficiente, ha solamente comparato le due per lunghe percorrenze (ossia, nel caso in cui servano batterie di dimensioni eccessive). I dati di peso da lui riportati non mi sembrano c*zzate.
2. A seconda di fattori ambientali o condizioni iniziali, si hanno perdite anche durante la ricarica. Quindi sì, vero, l'efficienza è incredibilmente alta se confrontata con altri mezzi di conversione, ma ricordiamoci che si hanno perdite del 10-15% nelle fasi di ricarica. Ciò non vuol dire che non siano efficienti, ovviamente, significa solo che non dobbiamo chiudere un occhio davanti alle perdite per riportare solo il 90% di efficienza in movimento.
3. per le auto cittadine non sarà drammatico aggiungere 300 kg considerando i migliori valori di coppia e quindi spunto, che non li fanno percepire, però non liquidiamo la questione con un "nulla di drammatico". Non è una massa trascurabile. Di nuovo, non è un critica all'elettrico ma noto che si tenda sempre a minimizzare al massimo tutti gli aspetti che si vuole ignorare.
4. il fatto che il peso vada scemando negli anni era chiaro sin da prima. Da un lato per i processi industriali (es. maggior densità). Ciò che di cui parlavo riferendomi alla "speranza" che esca la nuova tecnologia, è proprio su un nuovo tipo di batteria piuttosto che sul miglioramento delle soluzioni attuali. Se ora abbiamo raggiunto un 72% di efficienza di volume con CATL (notizia di pochi giorni fa), allora significa che sì le masse andranno a scemare nel tempo, ma i margini su questa tecnologia non sono di un fattore 2, anzi. Da questo punto di vista, vero che "in una decina d'anni il peso delle auto a motore elettrico sarà ugualo o inferiore a oggi" (e vorrei anche vedere), ma di quanto inferiore? Se sono 40-50 kg è un discorso, se sono 200kg è ben diverso, concorderai.

italba

Il gas ci arriva da molto più vicino, e via gasdotto:
https://www.ilgiorno.it/economia/forniture-gas-norvegia-russia-1.7820713
Cos'è, fai collezione di figure di #####?

rsMkII

Voi fate presto a dire "il tuo ragionamento non ha senso", perché vi fa comodo usare un singolo caso e trarre conclusioni per sparare a zero su tutti quelli che non seguono alla lettera le vostre parole. Conlusioni poi sbagliate perché si superano eccome gli scarti del 10% di cui parli. Ma va bene.
Valuta però cosa succede quando si vuole incrementare il range, aumentando il numero (massa) delle batterie. Con la tecnologia attuale il peso diventa enormemente maggiore, speriamo tutti quanti (o almeno credo! XD) che nuove soluzioni possano aiutare in modo significativo in tal senso, però non si può parlare solo di speranze ma di dati, quelli che abbiamo oggi.
Linko un articoletto con dati e un ragionamento che screenshotto perché non mi sembra corretto riportare le sue parole come fossero le mie. Un mezzo che deve fare lunghissime distanze avrebbe bisogno attualmente di batterie esageratamente grandi, quando invece il peso dell'idrogeno varierebbe molto più lentamente, siccome la maggior parte della sua massa non è tanto nel contenuto di gas quanto delle bombole.

Link: https://www.energy.gov/sites/default/files/2014/03/f9/thomas_fcev_vs_battery_evs.pdf
Altro screenshot:
https://uploads.disquscdn.c...

https://uploads.disquscdn.c...

Dario Perotti

Si ma anche tu te ne inventi per cercare di avere ragione.
Vabbeh tanto qua è la norma.

Dario Perotti

Quindi è quasi peggio del gas che ci portano su una nave dagli USA?

Gianluigi

terre rare nelle batterie non ce n'è.

aerdna

Se anche fosse, abbiamo un delta di peso di massimo il 10%, sostanzialmente il tuo ragionamento non ha senso.

aerdna

Non vuole la stop obbligato alla vendita di veicoli termici, evidentemente credono che la transizione sia troppo rapida. Pensiero comprensibile. Tu invece la comprensione del testo l'hai lasciata sui banchi di scuola vedo.

italba

Quindi non solo non sai niente, parli a sproposito e ti metti a sparare giudizi basati sul nulla ma ti ritieni anche portavoce di otto miliardi di persone? Stai messo proprio bene, lascia rispondere il pupazzo che è meglio.

P.s. La conoscenza non è democratica, se la maggior parte delle persone non sa qualcosa non vuol dire che questa cosa sia falsa

Dario Perotti

Quindi 8 miliardi di persone non saprebbero un accidente di niente?
Non sei molto positivo.

TheEfho

Una questione di ricarica. Un camion può stare fuori per tantissimo tempo e non vedere un piazzale attrezzato per giorni. Mentre le automobili sono più flessibili e possono dirigersi verso le colonnine come più gli fa comodo e variare le soste, un camion no. È molto più legato alle leggi (un camion non può fare gli orari che vuole, ma è tutto schedulato e registrato). Oltre a tutti i problemi di approvvigionamento (la logistica e produzione dell'idrogeno è complesso, ma è meno difficile da gestire che applicare una rete capillare di colonnine ultra rapide per camion in ogni anfratto). Quindi le macchine hanno senso con le batterie mentre per i camion avrebbe più senso la fuel cell nell'immediato futuro

italba

Io invece direi che siamo messi male perché la gente che non sa un accidente di niente si permette di trinciare giudizi su cosa sia migliore e cosa sia peggiore. Torna a giocare con i pupazzi, è meglio

italba

Un'altra volta non hai la più pallida idea di cosa stai dicendo.
L'idrogeno per essere trasportato va compresso a pressioni altissime quindi in un contenitore molto robusto e pesante, ed anche così trasporta molta meno energia per volume della benzina o del metano.
Ovviamente comprimendo un gas si spreca tantissima energia sotto forma di calore, che non puoi in alcun modo recuperare.
Se lo si raffredda a 253 gradi sotto zero può essere liquefatto, con un costo energetico altissimo, e ti lascio immaginare le complicazioni per trasportarlo a questa temperatura.
E avresti il coraggio di dire che sarebbe conveniente trasportare l'energia in questo modo, invece di far passare l'elettricità in un semplice filo?

NULL

Anche i Volvo Trucks sono made in China?

Vae Victis

Se io ti ho detto che esiste il biometano a CO2 negativa puoi dare per certo al 100% che esiste.
Se qualcosa non ti torna è un problema di ignoranza tua.

Puoi stare qui a ripetere all'infinito il libro delle scuole medie, sperando che il tuo interlocutore non lo abbia ancora letto.

Io però non ho piu voglia di mettere cento volte gli stesssi link (che vengono censurati) e le stesse spiegazioni, che tu non leggi...

Vae Victis

Il trasporto dell'idrogeno è molto conveniente rispetto allo sprecosissimo trasporto dell'energia elettrica.
Il vataggio dell'idrogeno è proprio quello di poter trasportare enrgia solare a migliaia di km di distanza.

Tommers0050

non più a patto che la cina la renda indipendente

Dario Perotti

Quindi quello che ho detto? :)

Dario Perotti

Si è vero.
Le cose che si diffondono sono sempre le peggiore.
Ecco perché stiamo messi così male.

Arale's Poopoo

"taiwan non è indipendente e reclama diritti di governare tutta la cina"

Non piú

neripercaso

Assurdo che un motorino al 30% di efficienza come l’endotermico sia appassionante perché scoreggia a volumi alti

italba

Se uno che non sa neanche di cosa stia parlando dice che "fa schifo" è invece assai probabile che si diffonda allegramente alla faccia sua, avrebbero dovuto insegnarti

italba

Peccato che l'idrogeno non esista in natura e si debba fabbricarlo... E poi "più conveniente" è tutto da vedere, va considerato anche il trasporto dell'idrogeno

italba

Il Kuomintang non era la repubblica di Cina allo stesso modo che il Partito nazionale Fascista non era la legittima repubblica italiana nel 1944. Taiwan se non si rende conto della realtà e continua a pretendere di essere la vera Cina farà una fine molto peggio di Hong Kong, prima o poi gli USA si stuferanno di spendere decine di miliardi di dollari per un avamposto di nessun valore strategico ed allora sai benissimo come andrà a finire.

P.s. A Taiwan non c'erano i pugliesi con un dialetto un po' diverso, c'erano delle popolazioni autoctone di una differente etnia con delle differenti lingue, erano stati già ridotti male dai cinesi qualche secolo prima ma non è che con Chiang Kai-shek se la siano passata meglio.

P.p.s. Fino a pochi anni fa a Taiwan c'era al governo un partito unico, esattamente come a Pechino

Dark!tetto

NON HAI CO2 NEGATIVA PER IL PRODOTTO FINALE, ma lo capisci che è IMPOSSIBILE che un vettore eneregetico come l'idrogeno sia più efficiente dell'energia iniziale ? Il processo di SMR produce Nox e Co2 e CONSUMA energia. L'idrogeno non può essere prodotto e stoccato a temperatura ambiente o a valori di atmosfera quindi va rafferddato o compresso il che richiede...ENERGIA, le FC a loro volta hanno problemi se parliamo di efficienza, ti basta anche aprire una banale pagina wiki a riguardo che trovi la formula e amche l'efficienza...che è tra il 40% e il 60%.

Ora genio che non sei, spiega al mondo intero come riesci a produrre idrogeno che sottrae Co2 e che produce più energia di quella necessaria. Ovviamente si specifico, voglio sapere come fai ad applicare il metodo SMR senza consumare energia per portare a temperatura (tra 800 e 1500°) il reattore, come catturi la Co2 derivata dalla vaporizzazione e come poi raffreddi il tutto e lo metti nel contenitore finale. Poi parliamo del processo di sopraindicato per le fuelcell, se ci arriviamo, ma tanto rimarremo bloccati perchè tu non capisci che qualsiasi azione umana ha un costo energetico e un'impatto ambientale.

Auto

Mercedes C300 e, una wagon ibrida plug-in come si deve | Recensione e Video

Auto

Audi Q3 Sportback 45 TFSI e S tronic, per chi la usa più in città | Recensione e Video

Guide

Guida all'acquisto di una bici elettrica da città, cosa guardare, quanto spendere e come non farsi fregare | Video

Auto

Nissan Ariya (63 kWh): ottima efficienza e autonomia nella prima prova | Video