LA Auto Show, due concept elettriche: Toyota bZ e Genesis X Convertible

17 Novembre 2022 0

Domani inizia il Los Angeles Auto Show, e per l'occasione due grandi case asiatiche hanno presentato le loro ultime concept car: la giapponese Toyota con il suo SUV compatto bZ e la sudcoreana Genesis, brand di lusso di Hyundai, con la X Convertible - l'ultimo capitolo della trilogia di concept con il brand X. Naturalmente, non c'è nemmeno bisogno di dirlo: si tratta in entrambi i casi di veicoli 100% elettrici, in cui l'attenzione all'ambiente gioca un ruolo fondamentale. Vediamo entrambe le proposte un po' più da vicino.

TOYOTA BZ

Non solo a zero emissioni, ma "oltre lo zero": con bZ (che sta, appunto, per "beyond Zero"), Toyota realizza uno studio sul modo di costruire un veicolo in modo sostenibile, impiegando materiali ecologici senza dimenticare il piacere di guida e il comfort a bordo. Il SUV compatto, dice Toyota, ha un design futuristico e aerodinamico, reso aggressivo dal posizionamento piuttosto agli estremi delle ruote sia posteriori sia anteriori. Come spesso accade nei veicoli elettrici si nota un tetto spiovente che conferisce al SUV una linea quasi da coupé e contribuisce a minimizzare il coefficiente aerodinamico.

Gli interni sono minimalisti ma hanno un chiaro feeling premium e prestigioso; spicca in particolare il display centrale touch per l'entertainment basato su un pannello OLED flessibile. Toyota spiega che i sedili sono composti di materiali di origine vegetale e/o riciclati. Il veicolo prevede un agente digitale di nome Yui che "connette il conducente e i passeggeri al veicolo". Yui può mostrare segnali sonori e visivi per rispondere a domande o richieste delle persone a bordo.

GENESIS X CONVERTIBLE

Possiamo definirla la versione scoperta della X Speedium Concept che abbiamo visto questa primavera: forse è un filo più distante dalla prima X Concept dell'anno scorso, soprattutto per il muso, anche se naturalmente permane l'impressione di trovarsi di fronte a tre varianti diverse dello stesso progetto (del resto è proprio così). Particolarmente calzante la scelta di presentare quest'ultima parte della trilogia, una spider con tettuccio apribile, in California, per il suo clima sempre mite - ed è anche uno dei terreni più fertili per i veicoli elettrici.

Le tre concept condividono il medesimo pianale e motore elettrico, oltre al design language definito Athletic Elegance. Gli interni sono chiaramente ultramoderni ma con uno stile decisamente diverso da quello minimal visto sulla Toyota - il guidatore si trova avvolto da una plancia che si estende sulla console centrale e in un certo senso lo isola dal passeggero, mettendolo perfettamente al centro di ogni controllo disponibile. Volante e cruscotto fanno ampio uso di superfici touch, tra display e pulsanti a sfioramento.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Auto

Auto Plug-in: come funziona la tecnologia PHEV e cosa significa ibrida ricaricabile

Auto

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025