Renault Twingo Electric: prova su strada, prezzi e test autonomia elettrica in città

23 Novembre 2020 255

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Renault Twingo Electric debutta nella gamma elettrica dei francesi, oggi sempre più ricca. Con i sette modelli distribuiti in tutto il mondo da Renault, incluse le auto dedicate a Cina e Corea, i francesi hanno venduto 360.000 unità alimentate esclusivamente a batteria.

Questo mercato è fortemente spinto dall'Europa, lo confermano i 340.000 pezzi del Vecchio Continente, e anche l'Italia gioca un ruolo fondamentale: Renault ha venduto 15.000 unità nel nostro Paese, facendo dei francesi quelli che hanno venduto più EV in totale . Nel 2020, da gennaio a ottobre, sono state vendute: 3.719 Zoe e 224 Kangoo Z.E, riconfermando Renault sul podio delle elettriche insieme a smart (3.278 unità) e Volkswagen (2.744 unità)

Simile, seppur con un cambiamento importante, la classifica per modelli: Zoe rappresenta il 18% del mercato italiano ad ottobre 2020 con 3.719 unità, seguita da smart ForTwo (2.735) e da Tesla Model 3 (2.258).

DIMENSIONI, CARATTERISTICHE E SCHEDA TECNICA

Sviluppata sulla piattaforma Edison condivisa con smart e concepita fin dall'inizio per l'elettrico, Twingo Electric è costruita in Slovenia insieme alla versione tradizionale a benzina, da cui si distingue per i dettagli in colorazione blu, una tinta ormai universalmente associata alla mobilità elettrica, e per piccoli particolari tra cui lo sportellino della presa di ricarica.


La nuova Renault Twingo Electric misura 3.615 di lunghezza x 1.514 mm di altezza x 1.646 mm di larghezza con un bagagliaio da 240 litri e un passo da 2.492 mm La batteria da 22 kWh di Twingo elettrica pesa 165 chilogrammi ed è posizionata sotto alle sedute anteriori mentre la massa dell'auto è di poco più di 1.100 chilogrammi.


I numeri della Twingo Electric proseguono la scheda tecnoca:

  • angolo di sterzo di 45°
  • raggio di sterzata di 4,3 metri
  • lunghezza di carico max: 2,31 metri
  • 0-50 km/h: 4,2 secondi
  • 0-100 km/h: 12,9 secondi
  • velocità massima: 135 km/h
  • pneumatici 15": 165/65 R15 81T + 186/60 R15 84T
  • penumatici 16": 185/80 R16 81H + 205/45 R16 83H
  • peso in ordine di marcia: 1.111 kg (base) - 1.168k (full optional)
  • bagagliaio max: 980 litri
BATTERIA E MOTORE ELETTRICO

Che batteria monta la Twingo Elettrica? Renault ha scelto una batteria al litio composta da 96 celle fornite da LG Chem per un totale di 22 kWh, 21,4 kW di capacità netta per essere precisi. Renault dichiara fino a 270 chilometri di autonomia nel ciclo WLTP cittadino

L'architettura sfrutta il motore R80, una variante di quello di nuova Zoe con 60 kW (82 CV) e 160 Nm di coppia istantanea. L'unità, un sincrono, è alimentata da una batteria in posizione centrale rispetto al motore posteriore. L'elettrica a trazione posteriore bilancia il peso spostando davanti il sistema di raffreddamento ad acqua. Il circuito di climatizzazione dell'abitacolo è collegabile a quello della batteria in caso di temperature ambientali particolarmente elevate.


Il risultato è una velocità massima di 135 km/h e 4,2 secondi per l'accelerazione (urbana) nello 0-50 km/h. La modalità B-Mode di Zoe (l'abbiamo provata qui) cambia: su Twingo elettrica ci sono 3 livelli di rigenerazione: quella più intensa - maggior recupero - quella intermedia, quella più scorrevole tra le rigenerative (B1) e la modalità che simula una guida tradizionale

Renault Twingo elettrica ha un'autonomia di 190 km nel ciclo WLTP (ciclo misto) e promette 270 km in WLTP CITY, basandosi quindi solo sulle percorrenze cittadine. Con ECO MODE si arriva a 225 km nel ciclo misto limitando le prestazioni, almeno secondo i dati ufficiali dichiarati dai francesi.

RICARICA: POTENZA, TEMPI E COSTI

La ricarica offre tutte le opzioni in corrente alternata (AC)grazie all'ottimo Chameleon:

  • 2,4 kW: 15 ore da casa con presa domestica a 10 A
  • 3,7 kW : 8 ore per il pieno tramite wallbox monofase a 16 A
  • 7,4 kW: 4 ore tramite colonnine monofase a 32 A
  • 11 kW: 3 ore e 15 minuti tramite colonnine trifase a 16 A
  • 22 kW :1 ora e mezza tramite colonnine trifase a 32 A

Non è disponibile il CCS Combo per la ricarica rapida in corrente continua, solamente la Tipo 2 per le colonnine AC: strategia in linea con il posizionamento urbano dell'auto visto che nella gamma sarà Zoe a giocare il ruolo di auto per distanze maggiori.


I costi per la ricarica variano a seconda del contratto che avete a casa e delle tariffe alle diverse colonnine. Una ricarica a casa costa tra i 4 e i 6 euro (0,2/0,25 €/kWh) mentre con le colonnine di Enel X si arriva a 10/11 euro (0,45 €/ kWh).

Per la ricarica casalinga, SCAME ed Enel X sono i partner di Renault per l'installazione delle wallbox, previo preventivo e con costi che varieranno a seconda della situazione dell'impianto elettrico del cliente.

TECNOLOGIA, APP E ADAS

Il sistema di infotainment con Easy Link è di serie e permette di collegare gli smartphone grazie alla compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Tramite collegamento remoto dell'app per Android e iOS, si può sfruttare EV Route Planner per programmare gli itinerari ma anche avviare la pre-climatizzazione, avviare la ricarica, programmarla e ricevere notifiche sullo stato della batteria.


Da un lato l'interfaccia di serie non è tra le più moderne e fluide, pur proponendo i widget personalizzabili, dall'altro è perfetta per gli smartphone perché non mostra impuntamenti (nel video trovate una prova con Android Auto).

Assistenza alle partenze in salita, monitoraggio della corsia e sensori di parcheggio con retrocamera sono le caratteristiche dedicate a sicurezza e praticità scelte per l'elettrica francese. Tra i difetti di Twingo va però citata l'assenza della frenata automatica d'emergenza che avrebbe reso il pacchetto completo, mancanza grave nel 2020/2021 e resa ancora più grave dal fatto che si tratta di un'auto per la città, contesto dove avviene la maggior parte degli incidenti.

INTERNI: ABITACOLO E COMFORT

L'abitacolo è piccolo: se davanti si sta comodi - anche chi è un po' più alto della norma trova facilmente posto, dietro i passeggeri sono sacrificati.

Impostando il sedile di guida per una persona da 1,77 metri, un passeggero della stessa altezza ci sta al pelo, toccando con le ginocchia a salvandosi solo perché lo schienale anteriore è molto morbido.


Da segnalare un rumore di rotolamento presente nell'abitacolo su asfalti non perfetti, anche a bassa velocità, che fa coppia con un'insonorizzazione non eccellente. In autostrada il fastidio è percettibile.

Comandi semplici e quasi tutti a portata: resta il vizio dei francesi di posizionare i tasti del cruise control e del limitatore di velocità sul tunnel centrale. Accessibili le USB anteriori (2) per collegare uno smartphone che trova posto in un vano dedicato. Dietro mancano le USB ma la 12V sul tunnel centrale è raggiungibile da tutti grazie al passo corto della vettura.

TEST AUTONOMIA: LA PROVA IN CITTÀ

Milano, così come Roma, è il tipo di città che nelle intenzioni di Renault rappresenta l'ambiente perfetto per un'elettrica cittadina del genere. La prova di oggi si è svolta proprio in questo contesto, urbano ed extra-urbano, per simulare un utilizzo realistico di questa vettura che non vuole essere l'elettrica per i viaggi.

I dubbi principali sono due: si può usare Twingo in città ricaricando a casa? Posso usarla se non ho la presa in garage? Alla prima domanda, la risposta è un chiaro sì, specie se abitate in grandi metropoli con tutti i servizi e i vostri spostamenti di lunga distanza si svolgono con altri mezzi. A quel punto Twingo Electric può diventare anche l'unica auto per una famiglia giovane che non ha particolari esigenze di carico e di passeggeri.



Nel secondo la risposta dipende: in inverno, situazione difficile per le elettriche, 150-180 chilometri con una carica rappresentano l'autonomia reale mettendo in mezzo un 30% di percorrenze fuori città (tangenziali e simili). In uno scenario del genere, bastano 1,5 / 3 ore alla settimana e una colonnina da 22 kW per ricaricare mentre si passeggia in centro, si fa shopping al centro commerciale, ci si allena in palestra o si guarda un film al cinema... ovviamente non in tempo di pandemia e restrizioni.

Le colonnine da 22 kW sono infatti molto più diffuse di quelle in corrente continua. Twingo può sfruttare questa maggior capillarità nel territorio e può farlo di serie... a differenza di auto più costose.

Il consumo medio rilevato è intorno ai 14,5 kWh / 100 km con una guida identica a quella di una vettura a benzina, senza particolari accorgimenti. Si può scendere anche a 13,5 kWh / 100 km di media con un po' d'attenzione, sfruttando il fatto che Twingo Electric è un'elettrica leggera con una discreta potenza di rigenerazione che in B3 arriva a 20 kW (da 50/60 km/h, senza toccare i freni) e con il pedale raggiunge i 35 kW.

COME VA

Il motore è quello giusto per il tipo di auto: brillante in città nell'accelerazione da 0 a 50 km/h, si siede nello 0-100 km/h per limitare i consumi ma garantisce comunque in autostrada una ripresa sufficiente a fare i sorpassi senza patemi d'animo. Lo sterzo non è tra i più diretti, bisogna abituarsi complice anche la particolarità rara di un raggio di sterzata così ridotto.

La facilità di guida tra le mura urbane è confermata ma, mettendo l'auto alla prova con qualche curva un po' più interessante, si scoprono i limiti in termini di rigidità del telaio, precisione in inserimento e soprattutto rollio: non è da SUV ma resta comunque troppo percettibile, complici i sedili poco contenitivi.

In più di una svolta allegra la gamba ha toccato la leva del cambio, riposizionandolo da B (modalità a massimo recupero) a Drive: non mette a rischio la sicurezza ma è una piccola seccatura.

Ottima la frenata nonostante il tamburo posteriore che risulta giusto su questo segmento: la chiave di tutto è anche la leggerezza che poi è ingrediente per la ricetta di bassi consumi, merito anche di un motore ormai rodato nell'essere efficiente ma elastico.

PREZZI, ECOBONUS, SCONTI E FINANZIAMENTO

Tutte le Twingo Electric sono disponibili in Italia con batteria di proprietà garantita per 8 anni o 160.000 km. Di seguito i prezzi di Renault Twingo Elettrica nei vari allestimenti:

  • Twingo Electric ZEN: 22.450€
  • Twingo Electric INTENS: 23.650€
  • Twingo Electric VIBES: 24.350€

La dotazione di serie di Twingo elettrica, nell'allestimento ZEN, prevede il climatizzatore automatico, sensori luci e pioggia, infotainment Easy Link da 7", cerchi in acciaio da 15", volante in pelle e sensori di parcheggio posteriori, cavo di ricarica Modo 3 con presa Tipo 2 (qui la guida),

Il cavo per la ricarica da casa a 10 o 16 A, di serie insieme a quello per le colonnine con connettore Tipo 2

INTENS aggiunge a ZEN il cruise control, fendinebbia, navigatore, retrocamera, monitoraggio corsia, vetri oscurati, cerchi in lega da 15" e personalizzazioni estetiche esterne (Stripping Z.E.). VIBES porta a 16" la dimensione dei cerchi in lega, cambia la griglia frontale, stripping, sellerie e personalizzazioni interne, rivelandosi un'edizione limitata puramente estetica nelle sue caratteristiche.

L'offerta con gli incentivi statali dell'Ecobonus uniti allo sconto Renault (in caso di rottamazione) è di 11.500€ oppure 89€ al mese nel caso si scelga il finanziamento che prevede un anticipo da 2.655€ e, dopo tre, anni la possibilità di pagare la maxi-rata finale, scegliere un altro modello o restituire l'auto (TAN 5,25% - TAEG 7,28%, valido in caso di rottamazione e incentivi).

Twingo elettrica, come già fatto con Zoe e analogamente a quanto sarà fatto con Dacia Spring, sarà proposta alle società di carsharing.

CONFIGURATORE RENAULT TWINGO ELECTRIC

VIDEO


255

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cecilia Martini

Che autonomia circa in città ? Grazie mille

Cecilia Martini

Spererei che il driver medio della twingo elettrica sia un po’ più sveglio dell’utente della panda sopratutto quella a metano che sembrano degli addormentati patentati, ci passerei sopra con un carro armato

Cecilia Martini

Oltretutto per 89€ al mese mi sembra una offerta da pensarci sopra seriamente , io potrei andare tranquillamente al lavoro-casa e fare una ricarica alla settimana

TheAlabek

Praticamente parli di delocalizzazione, non inquini qui ma inquini li, giusto

Ste

prova a correre vicino a una fila di macchine normali e vedi se è meglio o peggio , la produzione non sarà completamente anti inquinamento ma quando saranno più diffuse molte grandi città sicuramente ne gioveranno

Lupo1

24 k per i fessi, chi la comprerebbe senza incentivi?

Lupo1

Ma abbastanza costoso, senza possibilità di ricaricarla nel tuo box, è un acquisto incauto...

Lupo1

Il contesto giusto per l'acquisto è per chi ha la possibilità di ricaricarla in box, la metti in carica la sera e bon.
Per chi non ha questa possibilità meglio valuti un termico meglio se ibrido...

Mark MILLER

percorrenza ideale 82 km
tempo ideale d ricarica 1 ora 18 minuti
tempo ideale d guida 57 minuti

totale tempo di viaggio 100%
tempo d guida 42,1%
tempo di ricarica 57,9%

Mark MILLER

Renault Twingo Electric, da Predoi/BZ a Marsala/TP, partito/arrivato con l'80% d batteria, 1833 km percorsi in 26 ore abbondanti + 44 ore abbondanti per ricaricare 25 volte, consumo medio 170 Wh/km - 5.79 km/kWh

Tantien64

Stessa cosa per me, domani ritiro la Up, la usero come usavo la Matiz quindi per l citta, ricaricandola ohni 3 o 4 giorni dal box di casa.
con un pieno di 6/7 euro fai 2007300 km ( a seconda delle stagioni )....mi pare ottimo no?
Certo avessi dovuto acquistarla a prezzo pieno non lo avrei fatto ma..gli incentivi servono giusto a..incentivare no?

TheAlabek

Quindi?

gasparro

ti dirò di più: mi hai pagato anche metà degli infissi nuovi, della caldaia a condensazione, della ristrutturazione del bagno, persino delle persiane motorizzate che ho installato l'anno scorso

AstralHD

auguri

Aristarco

Tu la batteria la cambi ogni anno? Inoltre io comunque intendevo la totalità dei filtri...

rexandrex

Ma siamo seri, un filtro abitacolo costa 10€ e non c'entra nulla con la batteria

Mauro B

Che è l'ecobonus statale e non lo sconto di cui stavamo parlando.

rexandrex

Mah, il secondo me conta poco. La batteria è da 22 kWh , Enel mi scrive sulla bolletta che i miei kWh costano 18 cent, costo medio fra fascia F1 e fascia F23. Quindi 22 x 0,18 fa 3,96€ se sei proprio a secco e vuoi arrivare al 100%

rexandrex

4€ tondi con Enel servizio elettrico

rexandrex

L'auto deve essere tua almeno da un anno

rexandrex

Falso. Io ho comprato la Twingo ze, la guido da una settimana. Rottamato un'auto del 2002 ho avuto 10500€ di sconto totale

rexandrex

Io

Aristarco

Ma va? Infatti ora le smaltiamo buttandole in mare

TheAlabek

Sai quante auto ci sono nel po?

Aristarco

non è che a fine vita li si butta nel po...

TheAlabek

Il itio e gli acidi delle batterie sono toriamente green, vero

AstralHD

Auguri

Dr. Lexus

"Il motore è quello giusto per il tipo di auto: brillante in città nell'accelerazione da 0 a 50 km/h, si siede nello 0-100 km/h per limitare i consumi."
il famoso motore che "che si siede" sopra i 50 all'ora per limitare i consumi.... I consumi...i consumi...I cattivoni della Renault si divertono a limitare tutto nei loro EV. A proposito quanto fa la versione termica sullo 0-100? Anche quella è limitata per i consumi ?

SteDS

si ma solo se trovi le differenze, di profilo sembra una fotocopia

Gianluigi

Ma gli incentivi ci sono quindi il prezzo è molto più basso.

Marco P.

Forse ti sfugge il concetto di versatilità, cosa che evidentemente non esiste ancora con l'elettrico. Concordi?

Tasso

Prendi come esempio il suo range di utilizzo migliore, in città dove puoi fare tranquillamente 180 km. (anche molti di più, magari in estate) diciamo che è una auto per chi fa circa 1000 km mese. In un mese quindi farai (esagerando) 6 ricariche complete. Di queste ne farai mettiamo 3 a casa a circa 0,20 al kw (circa 5 euro a carica) 2 al supermercato gratis e una alla colonnina supercostosa da 10 euro. Hai fatto 1000 km con 25 euro di "carburante". E ti assicuro che ho arrotondato tutto per eccesso. Quale altra macchina si avvicina a costi simili?

Mister chuck revenge

Ho una model 3, che alterno per puro sfizio ad altre auto, ma potrei usarla benissimo come prima macchina, ha un'autonomia a dir poco fantastica.
Puoi andare ovunque e quando vuoi.
Certo il discorso per le piccoline é completamente diverso, al momento, ma anche per questa categoria ci saranno a breve importanti migliorie.

dario

discorso perfetto...
il paragone si fa per il semplice motivo che uno deve valutare se una citycar elettrica, per le proprie esigenze, può sostituire l'auto a motore termico che possiede.
la risposta è sì come seconda auto o se non si utilizza mai l'auto per lunghe percorrenze, sì ancora più convinto se si ha anche possibilità di ricaricare domesticamente, no per gli altri.
con la speranza che quando esisteranno solo elettriche i progressi siano tangibili anche in veicoli a costi più contenuti. ma di questo ne sono abbastanza certo, si parla di 10-15 anni almeno per una transizione completa.

Giorgio
Lupo1

Forse...

Tony Musone
(o anche prima)
dario

ma che c'entra, un conto è fare un viaggio più scomodo che con una berlina e con un motore che non ti consente di fare molto più di quanto i limiti di velocità consentano. ma fai rifornimento una volta in 3 minuti e riparti (su 350km neanche è necessario, parlo di viaggi più lunghi).
un conto è fare lo stesso viaggio fermandoti continuamente per 45-50 minuti...
una volta l'anno 350km li puoi pure fare con citycar elettrica da 150-200km di autonomia, ma parliamo di - minimo minimo - 2 soste da 50 minuti, su un viaggio da 4 ore scarse di marcia.
con l'ax o qualunque altro scassone puoi fare tranquillamente viaggi da 7-800km con tempi di percorrenza del tutto in linea con chi viaggia in berlina, se ambedue rispettano i limiti di velocità. con una citycar elettrica impieghi tempi biblicamente superiori.
quello che dico io è che le citycar elettriche hanno riscritto il significato di citycar: era una categoria indicativa, ora è praticamente tassativa, a meno che non si metta in conto di impiegare i tempi necessari in calesse, per effettuare un viaggio.

Lupo1

Hai detto bene, quando il litio scarseggerà quindi forse tra 10 anni...

andrea55

Era riferito al filtro aria motore,

Effettivamente non ci avevo pensato, con un'auto elettrica si è obbligati al tagliando per ben 8 anni e si paga praticamente come fare in officina generica il tagliando di un'auto a combustione, quindi alla fine tutto sto risparmio non c'è

Ugo

ma perchè ogni 50?
con l'80% di batteria hai 130 km di autonomia.
facciamo un discorso serio o no?

certo che non è idonea allo scopo, come non lo è una AX.
tu per primo hai detto che, nell'uso per uno scopo che non è il suo si accetta di avere meno comfort e meno velocità, e visto che non è il suo uso tipico io sono del tutto d'accordo.
allora, lo scopo tipico è l'uso in città e la volta l'anno ti fai il viaggio fuori porta con una pausa ricarica (che sono 350 km di distanza, un Milano-mare tranquillo, per dire...) queste auto sono del tutto utilizzabili.
se invece l'uso tipico è il fuori città ovvio, non è il suo scopo...

Tasso

Su un auto elettrica si usano molto meno i freni.. ad esempio..

Tasso

Con gli stessi soldi di un veicolo normale ma con molti vantaggi che possono sopperire al fatto di doversi limitare negli spostamenti extraurbani.. se mai se ne avesse il bisogno.

Tasso

Se si parla di citycar, e si usa per la città ... oltre a ricaricarla la sera a casa spesso nei pressi di ipermercati supermercati e centri città ci sono le colonnine. Detto questo se per esempio fai 30 km al giorno casa lavoro e il sabato vai all'ipermercato e la carichi gratis... oppure la carichi tutte le sere a casa se hai il box... questo è l'utilizzo ideale. Se invece vuoi essere più "smarcato" ci sono auto più grandi che fanno 500 km e si ricaricano da 0-100 in 1 ora circa.. ma non sono più citycar.

DeepEye

L'inquinamento acustico è una cavolata, la maggiora parte del rumore delle auto in strada è fruscio aerodinamico e rotolamento gomme. Le polveri sottili le producono e sollevano lo stesso al proprio passaggio (gomme, freni). In sostanza la differenza è quasi nulla da questo punto di vista.

DeepEye

Quindi per gli stessi soldi con cui compri un veicolo normale, qui compri un auto che non può uscire al di fuori dai confini cittadini. Conveniente.

DeepEye

'prezzo decente' . senza gli incentivi costa quanto una Golf.

DeepEye

Mi piace questo modo di distorcere la realtà di chi come te vorrebbe far passare per matura una tecnologia acerba ed impopolare.
Puoi fare benzina in 2 minuti in uno dei qualsiasi distributori che trovi sulla tua strada. E stai sicuro che, da qualsiasi parte tu vada, ne trovi almeno uno sul tuo percorso.

Con la macchina elettrica devi preoccuparti PRIMA, se c'è o meno un posto dove caricarla, indipendentemente dalla tua destinazione.

Questo è essere schiavi di una tecnologia.

Mauro B

Esempio di finanziamento riferito a TWINGO ELECTRIC ZEN a € 11.500 (IVA inclusa, IPT e contributo PFU esclusi) valido in caso di rottamazione di un veicolo usato da Euro 0 a Euro 4 con data di immatricolazione fino al 30/12/2010 e di proprietà del cliente o di uno dei familiari conviventi da almeno dodici mesi.

Io intendo che vanno bene auto non immatricolate dopo tale data.

dario

45 minuti di pausa ogni 50km? :D
Dai, non è umano.
Non è idonea allo scopo, renditene conto.

Motorsport

Formula 1: chi è Mick Schumacher? Storia e carriera del pilota Haas.

Auto

Audi Q5: solo mild-hybrid. Prova 40 TDI da 204 CV ibrida diesel con luci OLED | Video

Auto

Honda Jazz Hybrid: solo ibrida, pratica e compatta | Recensione e Video

Auto

Hyundai: auto elettriche e mobilità futura. Intervista a Edoardo Torinese | Video