Mazda CX-3: test di maturità per il restyling 2021 | Prova su strada e video

02 Dicembre 2020 124

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Periodo particolare quello attuale, anche per l'industria automobilistica e per il restyling di Mazda CX-3 2021 che si colloca proprio in questo arco temporale. Il 2020 è l'anno in cui l'Europa stringe sulle emissioni con il passaggio all'Euro 6D. Le multe sono all'orizzonte: c'è chi è riuscito a raggiungere in anticipo i suoi obbiettivi e ci sono (stati) gli incentivi per cercare di abbattere una media italiana che è da tempo gravata da un parco auto troppo vecchio.

Inoltre, c'è stata la recente campagna mediatica contro i diesel, oggi super filtrati ma ieri colpevoli (alcuni) di aver usato trucchetti esposti poi dallo scandalo dieselgate. Il risultato è stato un decremento delle vendite dei motori a gasolio che erano l'arma più facile per abbattere le emissioni di CO2, direttamente proporzionali ai consumi di cui i diesel sono ancora campioni.

In questo contesto sono stati necessari diversi tagli: sforbiciate nette hanno toccato un po' tutti i marchi in vari segmenti. Nel mondo dei B SUV, però, ci sono analogie nel destino di due giapponesi che hanno risposto in maniera simile ma diversa. Simile perché entrambi hanno limitato la disponibilità ad una sola motorizzazione a benzina, diversa perché Juke ha scelto la strada del tre cilindri turbo, CX-30 quella del "quattro" aspirato con tecnologia di disattivazione dei cilindri.

DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Basato su una versione modificata e allungata della piattaforma di Mazda 2 che aveva già fatto sparire il diesel dalla gamma, CX-3 si aggiorna nel listino rispetto al restyling 2018 a gasolio ma non cambia nella forma. Il B SUV model year 2021 ha una lunghezza di 4.275 mm, larghezza di 2.049 mm con gli specchietti (1.765 mm escludendo le appendici) e altezza di 1.535 mm, inclusa l'antenna a pinna di squalo.

Il passo è di 2.570 mm e il bagagliaio può contare su 350 litri VDA in configurazione a cinque posti e 1.260 litri abbattendo il divanetto e sfruttando tutto lo spazio disponibile fino alla linea di cintura. Note particolari? Sul posteriore trovano posto due terminali di scarico tradizionali.

SCHEDA TECNICA
  • Trazione: anteriore
  • 0-100 km/h: 9,1 s (9,9 s con 6AT)
  • Velocità massima: 192 km/h (6MT) - 187 km/h (6AT)
  • Sospensioni anteriori: MacPherson
  • Sospensioni posteriori: ponte torcente
  • Velocità massima: 135 km/h
  • Pneumatici 16": 215/60 R16 95V
  • Penumatici 18": 215/50 R18 92V
  • Freni: dischi anteriori da 295 mm, dischi posteriori da 265 mm
  • Peso in ordine di marcia: 1.254 kg (6MT) - 1.270 kg (6AT)
  • Peso trainabile (rimorchio frenato, pendenza max 12%): 1200 kg
  • Peso trainabile (rimorchio privo di freni): 625 kg (6MT) - 630 kg (6AT)
  • Bagagliaio min/max: 350 litri - 1.260 litri
  • Lunghezza di carico max: 1,44 metri fino alla prima fila
  • Raggio di sterzata: 5,7 metri
  • Consumo WLTP combinato: 6,2 l/100 km (6MT) - 7,1 l/100 km (6AT)
  • Emissioni CO2 combinato: 140 g / km (6MT) - 160 g / km (6AT)

ABITACOLO: INTERNI E INFOTAINMENT

L'abitacolo di Mazda CX-3 è quello che la distingue da molte concorrenti nel segmento B-SUV. Qui troviamo una cura maggiore nelle finiture: pur restando le plastiche dure che confermano la tendenza al risparmio per questa categoria, il crossover Mazda è un passo avanti, con ottimo assemblaggio e uno sforzo estetico nel cruscotto e nelle portiere, sia per i materiali di rivestimento, sia per le texture. Da notare la cura simmetrica tra anteriore e posteriore nelle finiture delle portiere: peccato per l'assenza di bocchette posteriori per il climatizzatore e delle prese USB per i passeggeri.

Davanti la strumentazione è vecchia scuola in alcuni dettagli: questo non è necessariamente un male per un certo tipo di clientela che ripudia gli schermi. Anche l'infotainment non è affatto invasivo: display da 7" posizionato apposta lontano dal conducente. Il sistema è touchscreen ad auto ferma, disattivandosi in marcia e delegando al controller sul tunnel centrale il compito della gestione dei menu.

Di serie Apple CarPlay Wireless (plauso a Mazda per averlo messo su un progetto non proprio nuovissimo) e Android Auto, quest'ultimo utilizzabile solo con il cavo da inserire nelle prese USB; ce ne sono due.



Ottima la gestione degli spazi nell'abitacolo, specie nel tunnel centrale semi-nascosto dal bracciolo: tre vani di cui due con porta bicchieri a scomparsa per contenere lo smartphone o altri oggetti. La distanza permette di raggiungere la presa USB con un qualsiasi cavo di dimensioni tradizionali, manca però la ricarica wireless. Inutile l'Head-up Display: utilizza lo schermo a scomparsa e proietta a livello dei tergicristalli per una persona da 1,77 m di altezza.

Novità - citata per ultima ma importante- è quella dei sedili, oggi nuovi e frutto degli studi ergonomici dei giapponesi, in grado di fare la differenza nei viaggi più lunghi. Jinba Ittai qui non si declina con la sportività alla guida ma con il comfort. Piccolo aggiornamento anche per il retrovisore antiriflesso con antiabbagliamento automatico di serie.


Apple CarPlay Wireless...Climatizzatore automatico con comandi fisiciOttima gestione vani abitacolo
ma Android Auto con cavoManca la ricarica wireless QiHead-up Display inutile

ADAS: TUTTI TRANNE...

Oggi i restyling iniziano ad avere vita dura sul fronte degli ADAS perché, spesso, le piattaforme su cui sono basate non erano predisposte in origine.

Mazda ha però un vantaggio, è sempre stata una precorritrice e questo ha consentito a CX-3 di arrivare nel 2021 con un aggiornamento che ha di serie la frenata automatica d'emergenza con riconoscimento dei pedoni. Il sistema funziona dai 4 agli 80 km/h con i veicoli e dai 10 agli 80 km/h con le persone, anche di notte.

Tra gli altri ADAS ci sono gli abbaglianti automatici, retrocamera e visuale a 360° che soffre però di una risoluzione non ottimale. Sommando dotazione di serie e optional si possono avere anche i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, Cruise Control Adattivo con gestione delle ripartenze (se presente il cambio automatico), monitoraggio angolo cieco, frenata d'emergenza posteriore e monitoraggio del traffico in retromarcia, oltre a lettore dei segnali stradali, monitoraggio della corsia e controllo dell'attenzione del conducente.

La grande mancanza di questa generazione è lo sterzo attivo che non permette di mantenere automaticamente l'auto in corsia.

COME VA: PRIMA PROVA SU STRADA

A livello di telaio le impressioni restano più o meno le stesse, la novità è il motore Euro 6d da 2.0 litri e 121 CV a 6.000 giri, un aspirato che pecca un po' nella coppia massima ma non nel modo in cui questa viene erogata. Lo sterzo non è fra i più diretti: la piattaforma di Mazda 3 e Mazda CX-30 da più soddisfazioni ma l'auto è fatta per chi vuole viaggiare senza troppe pretese in termini di prestazioni sportive. Non è quello il suo mondo.

Comfort (anche acustico, promosso) e facilità di guida sono le chiavi di lettura di CX-3 2021 che nelle situazioni di tutti i giorni si comporta bene, evidenziando i suoi limiti quando la si forza. La rigidità aumentata grazie a nuovi punti di saldatura e il setup delle sospensioni, però, permettono di ridurre quel trasferimento di carico brusco che si innescava esagerando con lo sterzo in curve brusche: l'anticipo dei controlli di trazione riporta tutto ad una situazione gestibile. Nella maggior parte dei casi l'elettronica sarà in grado di restituirvi un taglio di potenza discretamente dolce e farvi uscire dalla curva senza problemi. Difficile che arriviate ad eseguire una manovra d'emergenza ad alta velocità (per evitare un veicolo o un pedone fermo in mezzo alla strada) senza che voi o l'anticollisione abbiate visto l'ostacolo in anticipo.

Il quattro cilindri, con tecnologia di disattivazione dei cilindri, riduce i consumi in fase di "veleggio". La sua efficacia dipende però dall'utilizzo: chi viaggi prevalentemente in extra-urbano o autostrada potrebbe effettivamente riscontrare i benefici di questa tecnologia. Chi fa tanta città o collina/montagna non noterà particolari vantaggi visto che la disattivazione non avverrà quasi mai. In ogni caso il passaggio da due a quattro cilindri è ben gestito e poco percettibile.


Lo Skyactiv-G 2.0 è un motore dall'indole duale: può consumare poco avvicinandosi al dichiarato (6,5 litri ogni 100 km) se gestito da un piede leggero ma raggiunge facilmente gli 8 litri con un piede nervoso. Se poi volete spremergli tutto quello che può darvi, con un piede appositamente pesante più che nervoso, si raggiungono anche gli 8,5/ 9 litri ogni 100 km: il vantaggio è che ha un sound interessante e sentirlo ai 6.000 giri con cambiate alte è un piccolo piacere... anche per il benzinaio.

L'unità di Mazda è in ogni caso ottimamente lineare: nessun vuoto o lag e nessuno strappo, una coppia non eccelsa in valore assoluto (206 Nm) ma ben erogata nella sua curva. Lo svantaggio è che a pieno carico si gioca tanto con il cambio, ma l'auto compensa contenendo la sua massa sotto ai 1.300 kg anche nell'allestimento top di gamma.

A livello tecnico va segnalata l'assenza del FAP perché il motore è stato ottimizzato nei condotti d'aspirazione, nella forma del pistone e negli iniettori a nebulizzazione a più strati. Migliorando la combustione in camera è stato possibile aumentare l'efficienza, "bruciare tutto" e quindi non produrre particolato oltre ai limiti. Sul tema, anche se non strettamente correlato, vi consiglio l'approfondimento tecnico sul motore SKYACTIV-X.

Non c'è il FAPNo al downsizing
Consumi alti quando si spreme tantoCoppia massima non eccelsa

PREZZI E ALLESTIMENTI: PUNTA SULLA DOTAZIONE

Mazda CX-3 model year 2021, prevista in uscita da dicembre 2020, parte da un listino di 23.150 euro, cifre che vanno poi riportate alla realtà dei fatti (e delle promozioni) in concessionaria. L'offerta più recente, alla data di stesura di questa prova, consiste in 3.350 euro di vantaggi su tutti gli allestimenti e due tagliandi in omaggio

Pur non direttamente in linea con alcuni concorrenti, che partono da cifre d'attacco più basse, il B-SUV giapponese gioca su un livello più alto per la cura dell'abitacolo in tanti dettagli, grandi e piccoli: non solo le finiture, ma anche le soluzioni per i porta-bicchieri, i passa-cintura quando si abbatte il divanetto, il bracciolo "piatto" ma con il vano per i bicchieri all'occorrenza, il controller per l'infotainment...


Con Executive si punta su un mix di qualità/dotazione/prezzo piuttosto che sull'aggressività nel listino in generale: significa avere CarPlay Wireless di serie insieme ad Android Auto, frenata automatica d'emergenza, climatizzatore automatico e a cerchi in lega da 18", vetri posteriori oscurati, retrovisori elettrici, bracciolo anteriore e posteriore, volante e pomello cambio in pelle, Bluetooth, due porte USB, cruise control e limitatore, sensori luci e pioggia, retrovisore fotocromatico, sensori posteriori e 3 anni o 100.000 km di garanzia.

  • CX-3 Executive (6MT): 23.150 euro
  • CX-3 Exceed (6MT): 25.000 euro
  • CX-3 Exceed 6AT: 26.750 euro

L'ideale sarebbe fare uno sforzo in più per CX-3 Exceed perché a 25.000 euro (di listino) aggiunge tanti particolari estetici (dai vetri oscurati agli interni in pelle e tessuto) oltre a full LED anteriore (fendinebbia inclusi), sensori anteriori, retrocamera, keyless e monitoraggio della corsia (senza sterzo attivo).

In più è l'unica che può accedere al pacchetto più interessante, i-ACTIVSENSE con cruise adattivo, monitoraggio traffico in retromarcia, frenata automatica d'emergenza anche al posteriore, monitoraggio stanchezza, lettore segnali stradali, videocamera a 360° e fari adattivi a matrice di LED. Prezzo? 1.200 euro.

L'offerta finanziaria da 199€ al mese (TAN FISSO 3,99%, TAEG FISSO 5,63%) permette ad esempio di portarsi a casa una Executive a 19.800€: 6.450€ di anticipo, un importo totale del credito di 13.966€ in 36 rate e una rata finale da 8.565 €. Facendo il calcolo "tutto incluso" (decidendo di tenere la vettura), dopo tre anni avremo affrontato una spesa totale di poco più di 22.300€. Con Mazda Advantage si può anche restituire la vettura, in questo caso non si paga la maxi-rata finale, e cambiare il finanziamento da tre a due anni con interessi inferiori.

CONFIGURATORE ONLINE MAZDA CX-3 (2021)

VIDEO


124

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

La Panda è molto più bassa, ma è inneghabile che con il 4x4 puoi andare su strade sterrate e ripide che con la versione normale te lo sogni. Anche sulla neve c'è una differenza abissale.

Kamgusta

Quindi il pandino 4x4 è diventato un fuoristrada pure lui?
In effetti io al massimo faccio 50 metri per imboscarmi con la tipa e mi va bene così. Mi sembra un po' da ragazzi speciali comprarsi la macchina speciale per andare nelle vie in mezzo al bosco. Quello si fa a piedi e si chiama trekking.

Vae Victis

Dicesi fuoristrada un veicolo che ha trazione integrale, sospensioni robuste, pianale robusto, altezza da terra che consente di andare fuori strada.

Ovviamente serve anche un guidatore fuoristrada, tu evidentemente non saresti capace di andare fuoristrada nemmeno con un carro armato.

Kamgusta

Il Renegade è una 500L per maschietti........ fuoristrada de che!

Vae Victis

Io non ho nessuna Jeep.

Vae Victis

LOL, vai pure con la tua CX-3. E' un ottima auto. Sicurissima!!!!

Hoyz

Tra l'altro, fiattello, sono andato a rivedermi i video della Renegade..non la provano nemmeno a 77km/h come tutte le altre auto :D Ma non solo, la Cx-3 lo supera a 75km/h, il Renegade a una velocità più bassa (72 km/h) e a 75 km/h ha una fantastica reazione per cui fai la prima svolta ma poi non sei più in grado di controllare l'auto per rientrare sulla tua corsia. Il che vuol dire, nella vita reale, che se ti trovi un'auto che ti viene incontro ciaone. La Mazda rimbalza ma quantomeno segue ciò che il guidatore vuole fare. E allora mi son detto: vediamo quella che è la vera anima della Renegade, ovvero la Fiat 500x: si comporta esattamente uguale, ovvero non reagisce al comando sullo sterzo dopo la prima manovra. Tutto molto bello, ovviamente a te invisibile.

Hoyz
Vae Victis

Eh appunto, i video sono lì per vederli.
Con la Mazda fai l'incidente e muori perché rimbalza impazzita e fuori controllo. Anche dopo 10 tentativi il pilota non riesce a tenerla. Mi dispiace che hai comprato un auto di M rda, ma l'opinione è unanime.
La CX-3 andrebbe proibita per legge.

Hoyz

Come ti ho già detto in passato, alla stessa velocità in cui renegade fallisce il test, la mazda lo supera. I video sono lì da vedere. Capisco tu sia un fiattaro con le fette di salame sugli occhi, ma così è. Peraltro non mi dici nulla sul pessimo comportamento in frenata del Renegade. Cosa ben più grave, visto che è molto più probabile dover inchiodare in strada che effettuare manovre di slalom. La Compass è un altro segmento e va tuttalpiù confrontata con cx-30.

Vae Victis

Quella Mazda perde totalmente il controllo!! Al decimo tentativo riesce a centrare i coni per puro caso, visto che l'auto stava saltellando impazzita.

La Renegade non perde mai il controllo e comunque non è un crossover, è un fuoristrada, quindi sarebbe anche giustificato a fare peggio. Invece fa molto meglio.
Il Jeep Compass invece fa un test dell'alce perfetto, come dovrebbe fare Mazda visto quel che costa e visto che non ha un assetto da fuoristrada.

Hoyz

Il 2.0 mazda ha il picco a 2800 giri, e comunque con un'erogazione graduale, non è esattamente un picco alto.

Hoyz

Ancora..lo supera a una velocità maggiore della Renegade, macchina che tra l'altro impenna in frenata.

cipo
Fabrizio

Dipende dai motori, mica avevo parlato di potenza. Un 1.5 3 cilindri può andare anche oltre i 300nm (Puma ST 320nm di serie).
I motori delle ultime Mazda sono dei polmoni, ne ho uno in casa sulla Mazda 3: auto praticamente perfetta in tutto il resto, estetica, qualità, materliali, equipaggiamento.
Ma con i motori non ci siamo proprio, sono rimasti indietro.
E chi critica i 3 cilindri non li ha mai provati seriamente

Pirullo

meglio tardi che mai

MatitaNera

Sono solo 7 anni

Pirullo

da quando ho scoperto di avere sulla mia Opel del 2013 il cruise control mi si è aperto un mondo: non sapevo cosa fosse quella levetta ed avevo paura di fare danni, Poi ho approfondito ed ora lo inserisco tutte le volte che posso

Kamgusta

Sì proprio così boomer

Hall Runner

Quindi in scala, esattamente come il tuo cervello.

Kamgusta

No Peg Perego, è la leader del mercato

Kamgusta

:0

Hoyz
halo

A volte gli spermatozoi non si fanno i fatti propri e generano soggettoni come te.

halo

Hai la macchinina della chicco?

Zer0

No, ma forse non ti é chiaro che hanno criticato la coppia massima di 200nm e non il regime a cui viene erogata.
I 1.4 turbo da 120cv non superano i 210nm, informati. Il Tsi da 150cv ne ha 250nm.

Kamgusta

ah scusa è vero ho detto una ca22ata li ho confusi
c'è c'è

Aristarco

appunto e tra l'altro il multilink sul meb non è di serie

Hoyz

Era considerato un pregio nell'ambito del confronto con la cx-3 (che pure possiedo e apprezzo molto più del t-roc che ho valutato al momento dell'acquisto). Il pianale t-roc è oggettivamente più raffinato rispetto a quello della mazda cx-3, basti pensare anche solo alle sospensioni posteriori, t-roc monta multilink (almeno nella versione awd), cx-3 ponte torcente.

Aristarco

a parte il fatto che qualsiasi auto ha il tachimetro, a meno che tu non l'abbia tolto è impossibile che ne sia sprovvista di fabbrica...inoltre mi sfugge la connessione con il cambio automatico....l'unica cosa che mi viene in mente è che tu stia confondendo contagiri con il tachimetro, il primo per chi ha esperienza può risultare inutile o meglio superfluo, il secondo no.

Kamgusta

La mia auto non ha il tachimetro e comunque non ne avrei bisogno perché é a cambio automatico.

Aristarco

marò quanto sei avanti...dal solo fruscio del vento contro gli specchietti riesci a capire a che velocità stai andando....meglio di uno scout pellerossa....scommetto che sulla tua auto hai eliminato il tachimetro, mettendo al suo posto una foto di una donna nuda

Aristarco

il pianale golf non è un pregio, visto che allungato o accorciato in pratica equipaggia tutte le vag...

RavishedBoy

Ma non conosci la differenza tra singolare e plurale in italiano?
Se ha scritto "erano", si può riferire a "decremento", che è singolare?
La quinta elementare l'hai finita?

Fabrizio

Ok pensavo che intendessi che il decremento dei diesel fosse l'arma per la riduzione della CO2, my bad

Luigi Melita

Quindi se uno non è d'accordo con te significa che è superficiale? O guidi con il sedile completamente abbassato e non sei troppo alto o è inutile comparato a quelli che proiettano direttamente sul parabrezza (e quindi sulla strada). Questo proietta in molti casi sui tergicristalli...

Luigi Melita

Appunto, stiamo dicendo la stessa cosa: il risultato del dieselgate è stato il decremento delle vendite dei motori a gasolio che erano l'arma più facile per abbattere le emissioni". Non un decremento delle emissioni.

"la media era già gravata da un parco vecchio" --> "inoltre meno diesel" (cosa che ha peggiorato la situazione CO2)

Fabrizio

Genio, come hanno fatto tutti gli altri produttori mondiali a non pensarci?
Pensa te che ignoranti tutti quei ingegneri

Fabrizio

E ti sembra poco averla a giri più bassi? Cambia totalmente il modo di guidare (in generale comunque i 1.4 turbo hanno sui 250nm)

Fabrizio

Ci sono pro e contro, a qualcuno piace avere la coppia in basso, a qualcuno tirare il limitatore.
In pianura ci si può accontentare dell'aspirato, in montagna fai fatica

Fabrizio

Bella macchina e ottima dotazione, ma questa frase non mi torna:
"decremento delle vendite dei motori a gasolio che erano l'arma più facile per abbattere le emissioni di CO2"
In realtà è proprio il contrario, dato che i diesel emettono meno CO2. Infatti da quando sono stati "demonizzati" si è visto un incremento delle emissioni medie del venduto

Chiedo_schiuma!

la 6?

GabrielJ

Ha due grandi ma per me: la mancanza di un motore leggermente più potente e la mancanza della trazione integrale. Questa versione 2021 con il 2.0 da 150cv e più coppia (pur mantenendo disattivazione del cilindri, rapporto di compressione elevato ed assenza del fap) e la trazione awd avrebbe venduto parecchio come auto tuttofare. Invece così è un crossover meh. Qualità mazda nulla da dire, ma non trovo una loro macchina, mx5 rf a parte, che non abbia qualche "pecca" o mancanza...

Chiedo_schiuma!

che noia che siete...

Kamgusta

eh si il benzina sui suv fa ca'

Vae Victis

Ha fatto un test dell'alce vergognoso. E' un veicolo totalmente insicuro.
Invece i fare dei restyling inutili dovrebbero riprogettare completamente le sospensioni e il pianale.

Hoyz

Non riesco a capire quale sia il problema del fatto che sia proiettato in zona tergicristallo, è comunque ben visibile in ogni condizione. Poi certo, è una soluzione più economica rispetto all'HUD classico sul vetro, e anche meno elegante, ma in quanto a comodità rimane tale.

Hoyz

spritmonitor, non sprint :D

Comunque ho fatto un controllo a caso, ho preso una Tiguan 1.4 150 cv, consumo medio meno di 12 km/l. Stesso segmento, stessa cavalleria, due filosofie motoristiche diverse.

Hall Runner

Non rompere il c.....

Hall Runner
Motorsport

Formula 1: chi è Mick Schumacher? Storia e carriera del pilota Haas.

Auto

Audi Q5: solo mild-hybrid. Prova 40 TDI da 204 CV ibrida diesel con luci OLED | Video

Auto

Honda Jazz Hybrid: solo ibrida, pratica e compatta | Recensione e Video

Auto

Renault Twingo Electric: prova su strada, prezzi e test autonomia elettrica in città