Lotus potrebbe usare le batterie di Britishvolt per le sue elettriche

21 Gennaio 2022 7

Lotus sta lavorando ad una nuova gamma di vetture 100% elettriche. Come abbiamo avuto modo di vedere, nel corso della primavera debutterà il nuovo SUV elettrico Type 132. Complessivamente, entro il 2026 saranno 4 i nuovi veicoli elettrici che la casa automobilistica inglese lancerà sul mercato. Per portare avanti questa strategia, Lotus ha bisogno di un'adeguata fornitura di batterie.

In tal senso deve quindi essere vista la firma di un accordo preliminare con Britishvolt per valutare una collaborazione nella produzione, ricerca e sviluppo delle batterie. Per il momento non sono stati condivisi particolari dettagli dell'accordo. A quanto riporta Automotive News Europe, maggiori informazioni dovrebbero essere comunicate la prossima settimana. A quel punto si potrà capire meglio quali saranno gli obiettivi delle due aziende.

L'accordo è il primo legame ufficiale con una casa automobilistica per Britishvolt e un passo importante per l'azienda di batterie che cerca di consolidare la propria credibilità presso i potenziali investitori. Britishvolt ha iniziato a lavorare anche su una fabbrica da 2,6 miliardi di sterline (3,1 miliardi di euro) a Blyth, in Inghilterra. Stabilimento che dovrebbe permettere di creare circa 3 mila nuovi posti di lavoro.

Il Governo del Regno Unito ha dichiarato che sosterrà il progetto con un importo non specificato (si parla di circa 100 milioni di sterline, cioè circa 120 milioni di euro) attraverso il suo Automotive Transformation Fund, un programma da 1 miliardo di sterline (1,2 miliardi di euro) per aiutare a costruire fabbriche in grado di produrre batterie su larga scala all'interno del Paese. Il Governo, infatti, intende incentivare la creazione di impianti per le batterie per ridurre la dipendenza dei costruttori dai produttori asiatici di accumulatori.

Britishvolt ha affermato che la sua fabbrica sarà operativa entro la fine del 2023 e alla fine produrrà celle sufficienti per oltre 300 mila veicoli elettrici all'anno. Non rimane che attendere i dettagli dell'accordo di collaborazione tra Lotus e Britishvolt.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Funz

Qualche articolo o inchiesta seria che non sia solo "voce del signor Rossi"?

Signor Rossi
Starelse X

beh però 2 giri al nurburbring riusciresti a farli ahahahahah

GianL

Già la prima Roadster, oggi sul mercato dell'usato con quotazioni stellari.

IGN_mentale

E alla fine erano dei bidonazzi da guidare...

Superdio

il paradosso è che le primissime tesla erano costruite proprio su telaio lotus

DjMarvel

Quando vedremo una lotus elettrica da 250 cv e 900 kg di peso si potrà dire che l'elettrico ha raggiunto un livello di maturazione quasi definitivo. Ovviamente non con 50 km di autonomia...

Auto

Nuova Opel Astra, l'ibrida Plug-In sfida la Golf con 180 CV | Recensione e Video

Auto

Mazda CX-60: prova (su strada) di maturità per il SUV PHEV da 60 km elettrici | Video

Elettriche

Hyundai IONIQ 5 RWD: prova consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Auto

Renault Arkana E-TECH Hybrid 145: alla moda ed efficiente | Recensione e video