Auto elettriche: il punto di ricarica compatibile si cerca su Google Maps (USA)

16 Dicembre 2019 20

Google Maps si mette al servizio delle auto elettriche, e lo fa (negli USA, al momento) indicando i punti di ricarica compatibili con il proprio mezzo. La funzione era già stata anticipata dal teardown della versione 10.30 a novembre, e va così ad arricchire ulteriormente il quadro informativo a disposizione dei possessori di vetture elettriche, che già da alcuni mesi possono contare sulle informazioni in tempo reale sulla effettiva disponibilità dei punti di ricarica direttamente da Google Maps (Stati Uniti e UK).

In un mercato dell'elettrico ancora segmentato (QUI la nostra guida), sapere dov'è non solo il punto di ricarica più vicino, ma anche (e soprattutto) quello più vicino compatibile risulta essere di fondamentale importanza per pianificare al meglio il proprio viaggio. Insomma, una ora si può contare su una mappa personalizzata i cui risultati vengono filtrati a seconda del connettore desiderato.


Il funzionamento è semplice: all'interno della ricerca su Mappe comparirà un nuovo menu a tendina che indica le diverse tipologie di plug: basta selezionare quella che interessa, e il gioco è fatto. Nel menu hamburger sotto la voce Impostazioni, invece, è ora presente una inedita opzione da cui è possibile selezionare il connettore preferito.

Al momento le segnalazioni provengono solamente da utenti Android: attendiamo conferme in merito all'aggiornamento dell'app Google Maps anche su iOS. Ci auguriamo davvero che questa funzionalità possa presto essere estesa anche all'Europa.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Amazon a 704 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrea M.

infatti l'ideale sarebbe stata una erogazione di potenza modulata in base a quello che serve all'auto, usando però un connettore universale. Se la torretta ti da massimo 150kW e l'auto ne accetta 200kW (numeri a caso), la ricarica sarà più lenta, se l'auto ne accetta 50kW la torretta eroga solo i 50kW, questo intendevo.

Flavio Torre

Faranno gli adattatori come hanno fatto per il macbook che avevano solo type-c.

Andrej Peribar

ogni cosa che è standard permette poco lucro

ale

A me tutti gli standard di ricarica sembrano una presa in giro per rubarti soldi. Alla fine se guardi cosa fa un caricatore vedi che non fa nulla di complicato, non fa conversioni sulla corrente in ingresso.

Allora mi chiedo perché non si possa fare che le macchine invece di accettare mille standard proprietari non possano avere qualcosa che abbiamo già, una banale spina CE già standard in tutta Europa, parlo per chi non le conosce di quelle spine blu e rosse già disponibili per diversi amperaggi e già presenti praticamente in ogni contesto industriale, non che si usano già per alimentare i camper ad esempio.

Cosa serve inventarsi altri standard proprietari? Tanto nessuno attraversa l'oceano con la macchina, fa che tutte le macchine vendute in Europa le carichi con una spina CE e pace no?

mail9000it

Non cambierebbe nulla. Il problema non é avere lo stesso connettore, La differenza é la potenza di carica. Se ho una postazione da 50W e una da 350W anche se hanno lo stesso connettore sono diverse. Quindi se la mia macchiana accetta 350W in ingresso devo capire dove si trova la postazione corrispondente per fare la ricarica in meno tempo.

Luigi Melita

CCS Combo e Tipo 2 sono gli standard, e il CCS Combo altro non è che un tipo 2 con un "pezzo" sopra. Il resto è roba Tesla (che con Model 3 si è adattata) e giapponese

The Child

esistono di vari a seconda della "potenza" e del tipo, ma sono standard.

Purtroppo non si può fare come i telefoni dove cambi solo il caricatore, ma mantiene attacco e filo.

The Child

Dato che non sai un ragazzino ti ricordi che all'inizio ogni telefono aveva il suo connettore?
Bene qua è la stessa cosa. Non si sa qual'è il connettore più comodo.
La micro usb si è imposta perchè era già necessaria e quindi si è unito cavo dati ed alimentazione.

ghost

Finchè sono così di nicchia possono sperimentare

Matt7even

Non so se sia possibile... non me ne intendo molto ma so che molte colonnine sono in corrente alternata (AC) e altre sono in corrente continua (DC) penso in base anche alle potenze erogate!

asd555

Boh, io in quel menù vedo un sacco di profili diversi per ogni presa.

Andrea M.

però non ha torto, sono 4 attacchi standard di potenze diverse ma averne una sola compatibile con tutte sarebbe stato meglio, magari in base alla potenza potevano avere più o meno fili attivi, ma con lo stesso attacco e la potenza che venga erogata in base ai fili a disposizione dell'auto.

an-cic

ci sono attacchi diversi in base alle potenze erogate, ma sempre attacchi standard sono. gli unici ad avere attacco proprietario sono le tesla, ma in europa danno in dotazione un adattatore dato che in europa gli standard di ricarica sono OBBLIGATORI

asd555

Le prese sono tutte diverse.

an-cic

ci sono già gli standard di ricarica

T. P.

type R!
battuta da hondisti! :)

asd555

Fare un unico standard di ricarica è troppo difficile vero?
Abbiamo avuto gli smartphone così, e finalmente la situazione si è appianata.

Le elettriche quando? Nel 2050?

marco

Hanno ascoltato il Bordons

Gas_T_one

Spero l'attacco sia almeno type C.

T. P.

perchè non fanno un'app con gli add-on?
sarebbe una grande mossa secondo me... :)

Eventi

Porsche è sempre più Experience

Auto

Tarraco: il nuovo stile di Seat nel SUV spagnolo più comodo di sempre | Video

Curiosità

Aerei troppo inquinanti: quali le alternative e come sceglierle | Storie

Articolo

Un’Alfa Romeo Giulia elettrica affronta la sfida dell’ETCR