BMW punta sulle batterie con celle cilindriche da 46 mm per le future elettriche

09 Settembre 2022 30

BMW ha condiviso importanti novità per quanto riguarda la sua strategia di elettrificazione ed, in particolare, le batterie che troveremo sulle sue future auto elettriche. Dal 2025 il marchio tedesco porterà sul mercato nuovi modelli elettrici basati sulla piattaforma Neue Klasse che disporranno di pacchi batteria dotati di celle cilindriche di nuova concezione. Oggi, il costruttore per le sue vetture utilizza celle prismatiche. Frank Weber, responsabile dello sviluppo di BMW, evidenzia i vantaggi nell'utilizzo delle nuove batterie.

La sesta generazione delle nostre celle agli ioni di litio di nuova concezione rappresenterà un enorme passo avanti visto che aumenterà la densità di energia di oltre il 20%, migliorerà la velocità di ricarica fino al 30% e migliorerà l'autonomia fino al 30%.

NUOVE FABBRICHE PER LA PRODUZIONE DELLE BATTERIE

Da BMW arriva la conferma che per le nuove celle delle batterie seguirà la strada intrapresa da Tesla. Infatti, le celle cilindriche avranno un diametro di 46 mm e saranno proposte in due diverse altezze. Inoltre, avranno una maggiore percentuale di silicio e di nichel e meno cobalto. Stando a quanto raccontato, i nuovi accumulatori potranno contare su di un incremento della densità energetica del 20%. Nei modelli di fascia alta, questo si tradurrà, secondo BMW, in un miglioramento dell'autonomia attorno al 30%.

La nuova piattaforma disporrà di un'architettura a 800 V e questo permetterà di ridurre del 30% il tempo necessario per passare dal 10 all'80% durante la ricariche in corrente continua. Insomma, numeri decisamente molto interessanti che fanno capire che le prossime elettriche di casa BMW offriranno contenuti tecnici di alto profilo.

Ma la casa automobilistica va oltre e racconta anche chi produrrà le nuove celle.

Per soddisfare le nostre esigenze a lungo termine, costruiremo stabilimenti di celle per le batterie con i nostri partner, ciascuno con una capacità annua fino a 20 GWh, in sei sedi nei nostri mercati chiave: due in Cina, due in Europa e due in USMCA (Stati Uniti - Messico - Canada).


Nel dettaglio, i tedeschi fanno sapere di aver assegnato a CATL e a EVE Energy contratti del valore di due miliardi di euro per la costruzione di fabbriche di celle per le batterie. Entrambi i partner costruiranno due fabbriche in Cina e in Europa e ciascuna avrà una capacità annua totale fino a 20 GWh. BMW non ha ancora identificato i partner, invece, per gli stabilimenti che realizzerà nell'USMCA. Per la costruzione delle celle sarà utilizzata solamente energia proveniente da fonti rinnovabili. In questo modo, sarà possibile ridurre l'impronta di carbonio della produzione delle celle fino al 60%, rispetto all'attuale generazione.

BMW lavorerà anche sul fronte del riciclo visto che, nel lungo termine, l'obiettivo è quello di riuscire a utilizzare batterie completamente riciclabili. E sul fronte della ricerca, il costruttore evidenzia che la tecnologia delle batterie di sesta generazione permetterà di utilizzare anche celle del tipo LFP. Inoltre, sta continuando a portare avanti anche lo sviluppo delle batterie allo stato solido. Un primo veicolo dimostrativo dotato di questa tecnologia dovrebbe essere pronto nel 2025.


30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Carlito

Nel nuovo video di Munroe hanno analizzato il catodo delle 4680 che hanno aperto ed è NMC 811

BlackLagoon

non essere così catastrofista. A nessuna delle due parti da te citate interesserebbe entrare in conflitto aperto con l'altra parte. La Cina prospera con la globalizzazione e l'Europa (che ricopre una gran fetta dell'alleanza atlantica) ha ben altri problemi ora come ora. La "guerra" al massimo si manterrà su un piano economico..

Antsm90

Diciamo che se dovesse scoppiare una guerra tra la Cina e la NATO, la produzione di batterie sarebbe l'ultimo dei problemi

Carlito

Giusto per la cronaca, queste non sono 4680, hanno solo il diametro uguale ma con due altezze diverse, 95 e 120 mm

Carlito

BTW BMW non userà le 4680 ma due misure diverse 4695 e 46120

BlackLagoon

Riduce tempi e costi ma ti espone a tutta una serie di rischi che stanno diventando sempre più pericolosi e probabili

Simone

Beh le celle 4680 sono in sviluppo da Panasonic (e non solo), tra poco se ne troveranno tante nel mercato.
Ma il fatto é perché non usare quelle prismatiche, che al dilá di difficoltá di progettazione sono sicuramente piú facili e dense da distribuire in una auto piuttosto che quelle cilindriche.
Il contronto non era tra cilindriche, dove lí é ovvio, ma tra prismatiche e cilindriche

Carlito
In pratica sono una copia ”non ecologica” delle 4680 della Tesla, le batterie della Tesla non utilizzano cobalto

emh no,
prima di tutto dove leggi nell'articolo le percentuali di cobalto presenti in queste, secondo le 4680 che escono dalla Kato ora hanno catodi NCM.
Non ricordo di aver sentito nel video del teardown le percentuali ma di sicuro ora Tesla nelle sue 4680 usa molto più cobalto delle NCA Panasonic.
Gli obbiettivi, di tutti, è quello di usare meno cobalto possibile fino a cercare di eliminarlo del tutto

Signor Rossi
Signor Rossi

Visto che BMW vende già poche vetture elettriche, hanno deciso di vendere anche meno vetture alimentate ad idrogeno. Le X5 ad idrogeno saranno giusto qualche decina per dei clienti “particolari”.

Tanto rumore per nulla ...

Antsm90

Anche in Cina.
Prendi il cobalto ad esempio, si vedono sempre e solo immagini di bambini africani sfruttati (che è vero per carità), senza però aggiungere che anche in Cina sono presenti diverse miniere di cobalto, con la differenza che lì è quasi tutto automatizzato ed estratto con macchinari all'avanguardia, idem per le terre rare

Background 07122017

In realtà le materie prime sono in Africa, Sud America e Australia

ACTARUS
Rick Deckard®

Soprattutto sono in Cina gli acquirenti

sgarbateLLo

fake, la griglia è troppo piccola

Antsm90

E infatti tra 3/4 anni se ne uscirà con le batterie a stato solido

Antsm90

Le materie prime sono in Cina, costruire fabbriche lì riduce tempi e costi di trasporto.
Certo, di questi tempi potrebbe essere un po' pericoloso dato come sta andando la politica...

ACTARUS

+100

SmallSize

L'industria dell'idrogeno non è competitiva come quella delle batterie.

SmallSize

Immagazzinare energia è molto più efficiente nelle batterie che nell'idrogeno. Avremo bisogno di batterie ergo tutta l'industria investe nelle batterie.

Xylitolo

sulla mini lunga, quello brutto per capirci, la faranno a forma di supposta

Simone

ma perchè delle batterie cilindriche dovrebbero avee una maggiore densità energetica di quelle prismatiche?

Walter

coefficiente aerodinamico?

Walter

non solo per loro

Walter

dopo gli orologi le auto con batterie da 40 45 mm ecc

=METTEK=

Bah dillo a Toyota che fino a qualche anno fa pareva che fosse la vera e unica soluzione per loro.

BlackLagoon

Sarà, per me è follia continuare a investire in Cina. Vattene in Vietnam o India.. bah.

aerdna

Nessuno scommette sull'idrogeno, per il semplice fatto che non è una scommessa.
è una tecnologia conosciuta, e di nicchia. A bmw pare interessi quella nicchia, quindi ci investe qualche milione.

=METTEK=

Ma BMW non scommetteva sull'idrogeno?

ACTARUS

Le nuove BMW a celle cilindriche... https://uploads.disquscdn.c...

HDBlog.it

Samsung con gli S23 chiude il cerchio, caos Netflix sulle password | HDrewind 5

HDBlog.it

Libero e Virgilio giorni di fuoco, davvero gli S23 non sono già ufficiali? | HDrewind (4)

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video