Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Incentivi auto 2024, l'Ecobonus riparte il 23 gennaio (con il vecchio schema)

19 Gennaio 2024 296

Gli incentivi auto 2024 stanno per ripartire. Da martedì 23 gennaio, alle ore 10, riaprirà la piattaforma che permetterà alle concessionarie di prenotare i contributi per l'acquisto di veicoli non inquinanti di categoria M1 (autoveicoli), L1e - L7e (motocicli e ciclomotori) e N1 e N2 (veicoli commerciali).

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy fa sapere che si sta lavorando ad una modifica al decreto riguardante l'Ecobonus, per migliorare gli incentivi auto. Non si tratta di una novità visto che se ne parla da diverso tempo e già è stata anticipata come dovrebbe essere la nuova struttura dell'Ecobonus. La riapertura della piattaforma martedì significa che gli incentivi auto 2024 ripartiranno ancora con la vecchia formulazione.

INCENTIVI AUTO 2024

Per le modifiche agli incentivi auto anticipate dal Governo ci vorrà ancora un po' di tempo. Intanto, l'Ecobonus torna con la struttura del 2023 che ricordiamo:

  • Auto 0-20 g/km di CO2 (fino a 35 mila euro + IVA): 3 mila euro senza rottamazione - 5 mila euro con rottamazione
  • Auto 21-60 g/km di CO2 (fino a 45 mila euro + IVA): 2 mila euro senza rottamazione - 4 mila euro con rottamazione
  • Auto 61-135 g/km di CO2 (fino a 35 mila euro + IVA): 2 mila euro con rottamazione

Quanti fondi saranno messi a disposizione? Lo chiarisce una circolare del ministero del 28 dicembre 2023.

  • 1) 205 milioni di euro per l’acquisto dei veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • 2) 245 milioni di euro per l’acquisto dei veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa;
  • 3) 120 milioni di euro per l’acquisto dei veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 61- 135 g/Km CO2 e prezzo di listino pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;

La modifica dell'Ecobonus dovrebbe arrivare tra febbraio e marzo. Anche se gli incentivi tornano ufficialmente disponibili con il vecchio schema, visti gli annunci del Governo è possibile che comunque le persone attendano prima di effettuare l'acquisto di una nuova auto, con precise ripercussioni sul mercato automotive italiano.

IL NUOVO ECOBONUS

Ma come dovrebbe essere la nuova struttura degli incentivi auto? Secondo le informazioni circolate nei mesi scorsi, potrebbe essere questa.

Per quanto riguarda le elettriche, si va da 6.000 euro senza rottamazione, fino a 11.000 euro rottamando una vettura fino ad Euro 2. Per le ISEE sotto i 30.000 euro, si va da 7.500 euro a 13.750 euro. Il limite del prezzo delle auto rimane sempre a 35.000 euro più IVA.

  • No rottamazione: 6.000 euro (7.500 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione Euro 4: 9.000 euro (11.250 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione Euro 3: 10.000 euro (12.500 per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione fino a Euro 2: 11.000 euro (13.750 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)

Per quanto riguarda, invece, la fascia 21-60 g/km di CO2, le Plug-in, lo schema potrebbe essere il seguente (limite di spesa pari a 45.000 euro più IVA):

  • No rottamazione: 4.000 euro (5.000 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione Euro 4: 5.500 euro (6.875 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione Euro 3: 6.000 euro (7.500 per ISEE sotto i 30.000 euro)
  • Rottamazione fino a Euro 2: 8.000 euro (10.000 euro per ISEE sotto i 30.000 euro)

Infine, per le Euro 6 con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km di CO2 (limite di prezzo 35.000 euro più IVA), il nuovo schema potrebbe essere il seguente:

  • No rottamazione: niente incentivo
  • Rottamazione Euro 4: 1.500 euro
  • Rottamazione Euro 3: 2.000 euro
  • Rottamazione fino a Euro 2: 3.000 euro

296

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sistox v2

Del leasing di stato si è saputo più nulla?

gian77

Io invece la mia Fiesta euro 4 con questi prezzi non la cambierò mai a questo punto. Abito in una zona fuori ztl, non mi posso permettere auto sovrapprezzate e con incentivi da elemosina.

boosook

Beh, visti i partiti che lo supportano, non so chi è che si aspettava diversamente. Storicamente, perlomeno Lega e FI sono sempre stati favorevoli all'evasione, e per FdI non è comunque una priorità.

Super Mario Bertozzini

Probabilmente non mi sono spiegato bene, la batteria la carichi quando al motore stai chiedendo meno.
Per esempio, la tua richiesta è di 20cv il che fa lavorare il motore in una zona di bassa efficienza, allora il motore ne eroga 40 spostandosi in una zona della mappa a efficienza più alta e 20 li assorbe il motore elettrico caricando la batteria.
Per cui non c'è differenza di prestazione in quel momento.
A sto punto penso che la logica di gestione sia tarata diversamente, anche se appunto in quei pochi giorni con Corolla mi sembrava fosse quantomeno decente.

Rettore Università di Disqus
Rettore Università di Disqus

In Italia va messo un limite all’evasione.

Rettore Università di Disqus

Sisi non ha esigenze particolari, poi quando ti capita che per loro non è urgente ma in realtà lo è vedi come paghi di tasca tua.

Perché succede, e sono botte di 500-1000 euro.

Rettore Università di Disqus

Andata male pure per la campagna denigratoria messa in atto…

Riccardo Ravaioli

La logica della gestione sarà sempre quella ma un conto è avere il motore della Panamera che ti ricarica la batteria e intanto ti eroga coppia e quasi non te ne accorgi, un conto è chiedere ad un motore di poco più di 90cv di fare tutto questo e in più darti del brio in situazioni di pieno carico o velocità sostenute come in autostrada

Fabios112

La cosa triste e' che in Italia guadagna di piu' un autista di autobus in pensione rispetto ad un ingegnere che lavora.

Super Mario Bertozzini

Chiaro che la Panamera aveva un motore molto più potente, ma la logica di gestione del sistema dovrebbe essere quasi indipendente della potenza.
Sto lavorando con il termico in una zona della mappa a bassa efficienza? Dò un po' più di coppia che assorbe il motore elettrico e carico la batteria, così quando serve ho anche la potenza elettrica.
Piuttosto che, non scendo mai sotto il 20% di carica residua perché se mi fermo in coda di colpo, posso tenere acceso il riscaldamento senza avere il motore in funzione e così via.
Dal GPS vedo che sono in autostrada, visto che l'elettrico mi diventa inutile, tengo la batteria sempre ad una buona percentuale per i sorpassi.
Il discorso montagna secondo me è un po' diverso, anche a pieno carico, se si guida nel modo giusto si riesce ad avere sempre batteria quando necessario, certo occorre prenderci la mano e ragionarci su mentre si guida, quindi non è proprio immediato, ma è fattibile.

Riccardo Ravaioli

Si ma la panamera non credo avesse un motore di 100cv.. il problema è che sono tutte utilitarie e non gliene frega niente se ai 130 in autostrada vuoi fare un sorpasso, la batteria è scarica e ci metti mezz’ora. Oppure sei in montagna, con la macchina carica, la batteria si scarica e hai un po’ di salita da fare. In tutte queste situazioni sei in difficoltà con 100cv e 1700kg da portarti appresso.. da una macchina da 15mila euro sono compromessi che posso anche accettare.. ma ripeto, al prezzo che vendono ultimamente le auto, mi aspetto anche un po’ di brio

Super Mario Bertozzini

È davvero così pessimo l'algoritmo di gestione in genere? A me in quei giorni non è mai capitato di restare senza batteria. Avrei detto che, la macchina si teneva sempre un po' di batteria per darti lo spunto in più quando ti serve.
O comunque nei momenti in cui la batteria è bassa e non c'è piena richiesta di coppia al motore a combustione, usasse un po' di benzina in più per caricare un minimo la batteria.
Sulla Panamera tendenzialmente succedeva questo quando la batteria scendeva tanto (ed era addirittura plug-in)

Riccardo Ravaioli

Perché le full hybrid spesso rimangono senza carica e in determinate situazioni può essere limitante avere un motore spompato. Con quello che costano le macchine oggi vorrei avere un auto pronta in ogni situazione.

Super Mario Bertozzini

Vero è 98cv, ricordavo 108.
Ma alla fine dei conti perché ti interessa la potenza del termico da solo?

Fandandi

Motivo per cui bisogna guidare varie decine di migliaia di km (secondo gli studi) per rientrare di quell'inquinamento extra dovuto alle batterie. Questo valore e' in riduzione perche' prima di tutto le batterie si evolvono e l'obiettivo principale e' la riduzione delle terre rare (meno ne servono e meglio e') e in secondo luogo perche' sono quasi riciclabili al 100% quindi una volta estratto abbastanza materiale in pratica possiamo andare avanti "all'infinito" senza piu' aver bisogno di miniere. Oltretutto il riciclo (come da piani tesla per esempio) e' uno degli aspetti piu' importanti per ridurre i costi di produzione perche' riciclare costa meno che estrarre materiale vergine.
Per riassumere, sempre secondo gli studi, e' comunque meglio l'auto elettrica alla fine del ciclo di vita dell'auto, pur considerando le batterie . Se poi si considerano eventuali salti tecnologici ancora meglio.

Riccardo Ravaioli

30mila la versione 1.8 che sviluppa meno di 100cv a benza.. il 2.0 benza sei sopra i 35mila.

Super Mario Bertozzini

Sul discorso in generale capisco, però allo stato attuale delle cose, meglio averli che non averli.
I salari in Italia sono purtroppo questi, non saprei neanche se si potrebbe adeguarli a quelli tedeschi per dire, non ne ho davvero idea.
Poi chiaro che chi compra auto euro 6 da 2 tonnellate inquina più di una euro 2 da 900kg, però a pari auto o tipologia, una macchina più nuova consuma e inquina meno.

Super Mario Bertozzini

Dovrebbe partire da poco meno di 30.000€, senza eventuali incentivi.
Probabilmente con una Yaris che costa meno si fanno consumi migliori in città e un po' peggiori in autostrada.

Riccardo Ravaioli

35mila euro di macchina..

Davide Nobili

Dal 2025 non potrò circolare in area B a Milano, se però ci sono tot ingressi disponibili potrebbero essermi succicienti.

Tiziano Mele

Ecco, quello con la fiat uno del 1990 inquina meno e non ha debiti, sembrerà un paradosso ma in molti casi è così.
Le auto sono un pretesto per vendere servizi a debito.

M D

purtroppo l'evasione è alle stelle perché l'iva è troppo alta. l'iva deve stare al 5%, se uno evade anche al 5% allora è proprio str0nzo e va bastonato duro

Tiziano Mele

Soldi per comprare auto a debito che ti portano al lavoro per pagare i debiti.

Tiziano Mele

In famiglia abbiamo anche una Toyota Yaris del 2016 Full Hibrid, consumo cittadino dai 4 ai 5 litri/100km, in autostrada intorno 20km/l. Direi che la tecnologia già esiste dal 1997, la Yaris attuale ha 90cv se non sbaglio. L'ho provata in occasione di un tagliando, non è male, deve piacere il cambio e-CVT.

M D

io ho una golf euro 3 del 2002, la 1900 tdi iniettore pompa 101CV, 3 porte e cerchi in lega da 16. leggera e consuma poco. Con un pieno faccio tranquillo 1000 e qualcosa km (55 litri). Il mio record è 1166km e poi entra in riserva. oltretutto la uso pochissimo, perché dovrei cambiarla, è un gioiellino che non mi ha mai dato noie. Mio zio ha una panda più o meno dello stesso anno della tua, e a cambiarla con una elettrica non ci pensa manco per il piffero.

Tiziano Mele

Se la tua auto va bene tienitela stretta fin quando non faranno una leggina che ti renderà "delinquente" e ti imporra la rottamazione. Ho una Panda del 2002, ogni tanto mi capita di pensare di aggiornare il veicolo con uno più recente, quando mi metto alla ricerca di un veicolo ITALIANO al 100% scopro che la più italiana è prodotta in Cina. Alla fine desisto e me la tengo stretta.

Vatyko

Vero però gli incentivi ci sono dal 2008/2009.. i prezzi ai tempi non erano così fuori controllo

Davide Nobili

Certo, ma se continuano con gli incentivi i prezzi reali non scenderanno mai.

Tiziano Mele

Non mi sono spiegato bene, meglio incentivi o salari adeguati all'UE? Incentivo o bonus drogano il mercato, poi non è detto che una euro 2 inquini più di una euro 6. Esempio: ho una Panda del 2002 con 140000km, secondo questa logica malata inquinerei più di uno che cambia un SUV ogni anno. L'impatto ambientale è solo un pretesto per tenerci legati ai debiti. Pertanto meglio denaro sonante in busta paga/pensione che bonus che favoriscono solo determinati settori. Con salari adeguati il mercato girerebbe secondo le reali necessita e non secondo ideali utopici finalizzati a renderci più poveri. I soldi degli incentivi li potrebbero mettere nei servizi pubblici, sanità, assistenza ecc. Mi ricordo il bonus monopattini, forse il più intelligente, con poca spesa garantiva mobilità a basso costo ai poveri. Andato male perché le ideologie della massa è indotta a pensare che bisogna lavorare per comprare un veicolo che ti porta a lavorare. Geniale direi.

M D

c'è il problema delle terre rare con cui sono fatte le batterie, mi sa che chiamandosi rare non ce ne sono poi così molte. per la lavorazione di queste terre non so se usano roba chimica della peggio specie, ma mi sa di si. In quei posto lì lo smaltimento di queste robe chimiche lo fanno : o sottoterra o riversandolo nei fiumi

il pianetino su cui stiamo è uno solo, o le cose si fanno per bene o si va verso la catastrofe, credo eh, non sono un esperto con la sfera di cristallo

Super Mario Bertozzini

Con la Corolla dovresti esserci più o meno.
L'ho usata per qualche giorno e in città facevo comodamente più di 30km/l.
Ok devi essere attento, evitare accelerate brusche e quando puoi fare coasting prima frenare dolcemente per massimizzare la rigenerazione, ma tanto con il limite a 30km/h o a 50 se va bene non è che sia un grande sacrificio.
Autostrada non ne ho fatta molta, ma credo in realtà che a 20km/l ci puoi arrivare se vai massimo a 110km/h. A 130km/h sarai sui 17km/l. Prendi però questi dati autostradali molto con le pinze, perché non ho fatto abbastanza km per affermarli con certezza.

Vatyko

Eh ma anche lì i prezzi sono quello che sono...

Super Mario Bertozzini

Dipende, se l'incentivo ti dà accesso a qualcosa che se no non ti saresti potuto permettere, allora ci può stare.
Alla fine gente che gira con in Euro 2, non può permettersi una Model 3 a 42.000€, però se gli dai 13.000€ di incentivo statale più un eventuale incentivo regionale, allora a 25.000€ può, con un minimo di sforzo magari, comprarsi una macchina decisamente migliore rispetto a quella che si sarebbe potuto comprare normalmente (indipendentemente dalla motorizzazione), sia in termini di costi operativi, che di sicurezza, che di inquinamento, che di comfort.
Capisco però anche il ragionamento che ti porta a dire "ma perché con i soldi delle mie tasse, dovrei pagare la macchina a qualcun altro?"

Davide Nobili

Mi sa che quando cambierò la mia Clio del 2004 andrò di usato a sto punto

damiano l
uncletoma

perché, da noi:
https://twitter.com/giorgiagaibani/status/1748024941184680119

uncletoma

in Italia...

ilariovs

Quasi tutto off-shore.
L'on-shore è vietato in UK da quasi 10 anni.

uncletoma

inshore oppure offshore?

ilariovs

Ma qua non siamo in UK siamo in Italia.
Un paese con 3000 Km di coste e di mare che produce 20/25 TWh di eolico...
In Germania 130 TWh
In UK nel Q1 2023 l'eolico ha fornito più energia del gas... 24TWh in tre mesi più di quello che noi produciamo in un anno...

uncletoma

in uk i comuni fanno a gara per farle mettere *_*

uncletoma

avvisami quando (se) smettono

Tiziano Mele

Sinceramente sono contrario ad ogni formula di bonus, non esiste un bonus o ecoincentivo che faccia bene al mercato, questi metodi forzano l'acquisto di prodotti che diversamente non avremmo preso in considerazione. Non parliamo della coercizione che ruota intorno al mondo auto, oggi incentivi, domani sei delinquente perché inquini... Se non si aumentano gli stipendi possono ecoincentivare qualsiasi cosa, sempre poveri siamo.

PCusen

Le plug-in infatti sono per chi carica la notte a casa dalla normale presa di corrente a 2 kW e non per essere caricate dalle colonnine, per quello esistono le BEV, appunto.

damiano l

perché Stellantis in Italia al momento produce solo plug-in ... che con doppia motorizzazione a bordo alla fine costa di più di una BEV

( 16 mesi fa feci un giro su Tonale - volevo la fullHybrid - ma visto il prezzo delle mild-hybrid .. mi son comprato una BEV 60kW 220CV che mi è costata parecchio meno già senza incentivo che comunque ho avuto ; solo il filtro aria al 1 tagliando ... zero bollo .. e che quando carico alle colonnine pubbliche - raramente ma succede, ho FV a casa - carico in pochi minuti AC22kWh ... invece che a MAX 7kWh delle plug-in che ci stai una vita)

DeeoK

Si, per i primi 5 anni.

talme94

Il trend è quello di usare sempre meno carbone (dovuto pure alla deindustrializzazione, ma tant'è)

Steve Stifler

Perché hanno cambiato l'idea? Pensavamo di prendere una model 3.. Niente continuiamo a girare con euro4.

T. P.

:D

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video

Volkswagen Passat, nuova con ibrido Plug-in da 100 km, ma anche diesel | Video

Volkswagen ID.3 (2023): prova su strada del restyling con software 3.5 | Video

Viaggio nella fabbrica di Brugola (OEB), le viti italiane fondamentali per il mondo auto