Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Decreto targhe storiche, parte oggi la sperimentazione

27 Novembre 2023 32

Il Decreto targhe storiche diventa finalmente operativo a tutti gli effetti. Dopo lo "sblocco" del decreto lo scorso agosto, il 25 novembre è entrato in vigore il "Decreto Ministeriale 468 del 21/11/2023 emanato dalla Direzione Generale per la Motorizzazione che disciplina le modalità operative per il rilascio, ai sensi dell’articolo 93, comma 4, c.d.s., della targa storica per autoveicoli, motoveicoli e macchine agricole di interesse storico e collezionistico di cui all’articolo 60 del Codice della Strada".

Dunque, a parte da oggi 27 novembre è stata avviata una fase di sperimentazione che durerà fino al 5 gennaio 2024. Sperimentazione che vedrà coinvolti un numero ristretto di operatori professionali individuati dalle associazioni nel settore della consulenza automobilistica "per l’immatricolazione e la reimmatricolazione dei veicoli di interesse storico e collezionistico non assoggettati all’obbligo di iscrizione al PRA".

Successivamente e cioè a partire dall'8 gennaio 2024, le procedure per il rilascio saranno utilizzate da tutti gli Sportelli Telematici dell’Automobilista privati e dagli uffici della Motorizzazione Civile.

OTTENERE LA TARGA STORICA

A chi può essere rilasciata la targa storica? Asi (Automotoclub Storico Italiano) spiega:

La targa storica può essere rilasciata ai veicoli già immatricolati in Italia e radiati d’ufficio ai sensi dell’articolo 96 c.d.s.; a quelli radiati per esportazione ai sensi dell’articolo 103 c.d.s.; agli esemplari radiati per ritiro su area privata, ai sensi della previgente legislazione, su richiesta presentata per la prima volta entro il 26 aprile 2006; ai veicoli radiati per demolizione, ai sensi della previgente legislazione, prima del 30 giugno 1998, ad esclusione di quelli per i quali siano stati erogati contributi statali alla rottamazione; ai veicoli immatricolati in Italia e mai dismessi dalla circolazione, per i quali venga richiesta una reimmatricolazione con targa storica; ai veicoli privi di targhe e di documenti di circolazione, quando non risultino radiati né successivamente reimmatricolati in Italia.


Il rilascio può avvenire a condizione che la targa storica risulti essere già stata precedentemente associata al veicolo di interesse storico e collezionistico per il quale viene richiesta l’immatricolazione o la reimmatricolazione. Il Presidente dell’Asi Alberto Scuro, ha commentato:

Siamo alle fasi finali di un importante percorso che, insieme alle istituzioni coinvolte, porta ad una significativa opera di tutela dei veicoli storici. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il Ministro e Vicepremier Salvini ed il suo consulente per il motorismo storico Giovanni Tombolato, la Motorizzazione Civile, con l’attenzione e la competenza del Direttore Generale Pasquale D’Anzi, hanno svolto un lavoro tutt’altro che banale, introducendo una novità assoluta sia a livello normativo, sia di applicazione pratica.


32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aristarco

Se lo fai per quello magari allora in base al budget un alfa o una lancia anni 70/80

g.r.

Si , è vero . Lo vedo come un investimento.

Aristarco

Sicuro, solo che la 500 ora va di moda e un esemplare in buono stato costicchia

Jhon Fred O'Caan

Da quanto so purtroppo non si può far nulla per le targhe, anche perché sono ormai più che decennali le D. Rimane comunque abbastanza indecente come cosa.

Giovanni

Ma non si può sollecitare il ministero dei trasporti magari tramite una associazione consumatori?

g.r.

La 600 ha meno mercato , poi sono gusti personali . Mi piace più la 500

Aristarco

Che ha però prezzi decisamente più elevati, mentre le altre te le.porti via decisamente a meno

cuccuruccu

Io cercherei una X 1/9. Più insoluto di quella c'è poco.

Aristarco

Domanda, perché non puntare su qualcosa di meno ricercato e più insolito da vedere come una 600 o una 850?

Jhon Fred O'Caan

Che poi quasi tutte le serie DX XXX XX hanno un trasparente molto sensibile e sono quelle maggiormente colpite. Avessero almeno fatto un richiamo.

uncletoma

spero solo non l'estendano alle moto, altrimenti slavini inizierà a veder le stelle

italba

E quindi di cosa ti lamenti?

uncletoma

manco ho la macchina :p

g.r.

Ragazzi la butto lì, sto cercando una fiat 500 D , qualche venditore ?

T. P.

vero

Everything in its right place.

Sta cosa di dover reimmatricolare l'auto è allucinante.

Ginomoscerino

procedura snella = meno dipendenti per fare la stessa cosa = meno amici di amici a scaldare le sedie.

Edefilo

Rivoglio le tarche Zara ZA Pola PL Fiume FM

lorenzo68

Quanto costa?

italba

Se non la vuoi non la prendere, non si sta spennando nessuno

italba

La più antica frase scritta in Italiano di cui si abbia notizia, il "Placito Capuano" dell'anno 960, contiene la frase
"Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene trenta anni le possette parti Sancti Benedicti"

Nonno Simpson

E perché non parlare dei numeri arabi!?!

uncletoma

altro modo per spennare i polli

Aristarco

Ci mangerebbero di meno

Aristarco

Ringrazio che la mia sia a posto con quelle originali

L0RE15

Era ora. La procedura sarà comunque farraginosa e nevrotica perchè in Italia le cose semplici non si riescono mai a fare.

L0RE15

Non dico di stamparla in copisteria come in UK, ma non ho mai capito secondo quale logica non possa, pagando e riportando in motorizzazione la targa rovinata, farmene dare una identica nuova.

Giovanni

Ke kaxxata ...

Giovanni

2 auto su 10 hanno la targa posteriore con la vernice staccata.
Non è possibile fare un decreto per poterle ristampare senza reimmatricolare l'auto?
Come posso contattare il ministro Sardini? E' in parlamento o in giro a fare le sagre di paese?

Giovanni

2 auto su 10 hanno una targa posteriore che la vernice bianca si è scollata.
Non è possibile fare un decreto per poterle ristampare senza dovere reimmatricolare l'auto? Come si fa a contattare il ministro Sardini?

IDGAF

fammi dire che non approvo questo tuo uso della lettera "K" al posto della lettera "C". é indubbio che la K sia stata inserita nell'alfabeto latino a seguito di ingerenze europee insieme ad altre lettere difficilmenti pronunciabili. Manteniamo viva la tradizione di quando il nostro alfabeto non era contaminato e lasciamo usare la K agli Yippie e ai Kippie

Fatemi dire che questo è uno dei decreti più importanti dal dopoguerra a oggi, perchè non è accettabile vedere dei gioielli del passato reimmatricolati con targhe nuove con simboli europeisti, quando queste vetture erano nate in tempi in cui l'Europa non era stata ancora ideata. Le auto storiche mantengono viva la tradizione, ci ricordano quando l'Italia sapeva fare auto, l'Europa vorrebbe solo pressare queste auto per toglierci la nostra identità! Ma il Kapitano con il buonsenso e parlando con tecnici non pagati dalle lobby è intervenuto e allora io dico ogni italiano con buonsenso dovrebbe adottare un'auto storica invece di un'auto cinese elettrica! D'altronde le auto storiche sono le auto che inquinano meno, SOLO 0,3% della CO2 globale, perchè fanno pochissimi Km: https://www.youtube.com/watch?v=lgg26LyIics

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video

Volkswagen Passat, nuova con ibrido Plug-in da 100 km, ma anche diesel | Video

Volkswagen ID.3 (2023): prova su strada del restyling con software 3.5 | Video