Auto elettriche e Plug-in: 16% di quota di mercato nel mondo ad ottobre 2022

12 Dicembre 2022 83

A livello globale, le immatricolazioni delle auto elettriche e Plug-in continuano a crescere. Nel mese di ottobre 2022, le immatricolazioni di queste vetture sono aumentate del 55% rispetto allo stesso periodo del 2021. Nello specifico, sono state registrate poco più di 932.000 auto. Si tratta del secondo miglior risultato di sempre dopo quello di settembre 2022 quando erano stati immatricolati 1.040.000 veicoli elettrici e Plug-in.

MOLTO BENE LE ELETTRICHE

Entrando più nel dettaglio dei dati delle immatricolazioni, nel mese di ottobre 2022 i modelli Plug-in ed elettrici hanno ottenuto una quota di mercato complessiva pari al 16%. Vale la pena di notare che sono stati i modelli BEV i più venduti in questo segmento di mercato. Parliamo di circa 641.000 BEV contro circa 291.000 PHEV. La crescita dei modelli BEV è stata del 54%, mentre quella dei modelli Plug-in del 60%. Le 100% elettriche, ad ottobre 2022, potevano contare su di una quota di mercato dell'11%.

Ma quali sono state le vetture BEV e PHEV più vendute a livello globale nel mese di ottobre 2022? Il modello più venduto è stato la BYD Song Plus che è offerta sia in versione 100% elettrica e sia Plug-in.

  • BYD Song Plus (BEV + PHEV): 56.921
  • Tesla Model Y: 46.025
  • Wuling Hong Guang MINI EV: 41.255
  • BYD Qin Plus (BEV + PHEV): 32.201
  • BYD Han (BEV + PHEV): 31.554
  • Tesla Model 3: 28.696
  • BYD Yuan Plus (BEV): 27.521
  • BYD Dolphin: 25.408
  • BYD Tang (BEV + PHEV): 17.323
  • Volkswagen ID.4: 15.429

Vale la pena di notare che dopo il picco di settembre (fine terzo trimestre dell'anno), la Tesla Model Y ha chiuso con volumi inferiori ma pur sempre al secondo posto di questa classifica. Terza la piccola Wuling Hong Guang MINI EV.

Guardando, invece, ai risultati dei primi 10 mesi del 2022, la quota complessiva dei veicoli Plug-in e 100% elettrici è stata del 13% (poco più di 7.750.000 auto), con i modelli BEV al 9,4%. Ecco la top 10 del modelli BEV e PHEV del periodo gennaio-ottobre 2022.

  • Tesla Model Y: 568.965
  • Tesla Model 3: 365.274
  • Wuling Hong Guang MINI EV: 357.511
  • BYD Song Plus (BEV + PHEV): 342.626
  • BYD Qin Plus (BEV + PHEV): 266.588
  • BYD Han (BEV + PHEV): 211.390
  • BYD Dolphin: 152.988
  • BYD Yuan Plus: 144.035
  • Volkswagen ID.4: 130.623
  • BYD Tang (BEV + PHEV): 111.843

Classifica che mette in risalto l'ottimo andamento delle vendite di Tesla con le Model Y e Model 3 ai primi due posti. Molto bene anche la piccola Wuling Hong Guang MINI EV.


83

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Edgardo Da Basketball

Sono vendute dalla casa madre alla concessionaria che risulta primo intestatario. La pagano e la intestano. Poi il problema è della concessionaria vendere l'usato.

Kamgusta

Le km zero sono auto NON vendute, ma IMMATRICOLATE a nome della concessionaria. E' evidente che non hai la minima idea di come funzioni............

Edgardo Da Basketball

...le km sono auto vendute e immatricolate. Possono esserci auto vendute ma non immatricolate. Ma non auto immatricolate ma non vendute.

Kamgusta

Molte auto km zero vengono immatricolate e lasciate nel parcheggio o nel salone proprio per dare modo alle case automobilistiche di poter dire di averne "vendute" tante. Fenomeno che si acutizza, guarda caso, proprio in prossimità del semestrale e del fine anno.

Edgardo Da Basketball

Sono giá vendute. Si vende e poi si immatricola. I km zero che ormai non esistono manco più sono comunque immatricolati e quindi sono venduti.

Kamgusta

Mai sentito parlare di auto a km zero?

Edgardo Da Basketball

L'immatricolato è il venduto di giorni/settimane/mesi prima.

Paolo Giulio

Già fatto... piuttosto vado a piedi. Per quei soldi, ho ben altre aspettative da un'auto, sia a livello di QUALITA' che di UTILIZZO. Anche ora, ben mai comprerei un'auto americana... oggi ci sono alternative ben migliori, magari non come tecnologia (lì Tesla è indubbiamente avanti), ma come qualità costruttiva ed estetica (le Tesla sono BRUTTE come la fame, con la S del 2012 e la 3 del 2016, con uno stile che dimostra TUTTI gli anni ed una qualità costruttiva che definire demmmerda è farle un favore). Poi ci sono i fanboyzzz del brand che vivono su pianeti lontani dalla realtà e che magari non hanno conosciuto la qualità di una Mercedes, una BMW o un qualunque altro brand da 50 e più mila euro. Anche le PSA sono meglio rifinite, cribbio! Non sono io che devo provare una Tesla; siete voi che dovreste guidare delle auto VERE... mi sembrate i "paninari" degli anni 80... LOL... (sì, sono boomer con troppe primavere sulle spalle, ahimè).

Tornando poi al discorso dell'elettrico in generale, io sono il consumatore che decide cosa fare e non certo accetterò MAI che sia il prodotto a decidere cosa devo fare, quando e perchè.
Ripeto una cosa OGGETTIVA: l'attuale tecnologia è uno schifo e rende l'elettrico IMPOSSIBILE per il cliente "medio" (che, ribadisco per la milionesima volta, non è l'early adopter INVASATO adoratore di Musk, ma il cittadino che, nel caso di cambio auto, valuta la scelta se e SOLO se l'auto elettrica gli permette di replicare ESATTAMENTE l'utilizzo delle attuali auto, rifornimento in primis; siccome così non è, l'elettrico è una "scelta" per pochiSSIMI che possono fare fantasiosi discorsi e accettare ogni vincolo come fosse normale quando normale OGGETTIVAMENTE NON E').
Quando la tecnologia sarà diversa (ed io sarò probabilmente morto prima) ne riparliamo... per ora, chi guida elettrico è una limitatissima cerchia di fanatici, contenti dei LIMITI loro imposti, ma pur sempre una sparuta cerchia di gente che, magari senza i bonus e gli incentivi citati, l'elettrico manco se lo cag4v4 di striscio...

Nello_Roscini

provi una tesla qualsiasi e poi ne riparliamo ...

Paolo Giulio

ohi, Fili... io mica ho scritto che non scrivi di BYD... però PER CERTO un sacco di "magagne" di Tesla (quelle citate sopra) e dell'elettrico in generale, spesso "te le risparmi"... ;-) ... un "sospettuccio" di poco obiettività sull'argomento è abbastanza diffuso (non pensavo certo di essere il solo ;-) )

Paolo Giulio

E questo cosa c'entra con il mio discorso? Nulla... o... niente!

Io ho solo detto che l'elettrico ci è stato IMPOSTO dall'alto e che, in un mercato libero, MAI si sarebbe affermato (almeno: non con l'ATTUALE tecnologia) ... FINE.

Passare da una Panda del 1986 ad una Yaris Hybrid è SEMPRE e CMQ un salto generazionale che "lascia di stucco" (ci metta il parallelo che vuole, come la sua 318ti alla Prius: il concetto è UGUALE e non è certo influenzato SOLO dal sistema ibrido della plug-in in questione... anche da una ICE degli "anta" ad una ICE di oggi il salto è NOTEVOLE a prescindere).

Io ho scritto CHIARO che il futuro sarà anche elettrico, ma NON questo (quello attuale) e NON certo perchè IMPOSTO per legge (lo sarebbe diventato quando ci sarebbe/sarà una tecnologia ADEGUATA e non solo per gli invasati early adopter che accettano TUTTO come fosse "normale" anche quando "normale" non è).

Io, nel mentre, morirò per certo PRIMA... son già vecchio oggi, figurati... ;-)

Kamgusta

Considerando si parla di immatricolazioni e tutte le case costringono ad immatricolare le auto per poi lasciarle nel parcheggio della concessionaria............................ dati inutili a uso propaganda.

Nello_Roscini

non ti preoccupare

sono dati MONDIALI

l'Italia è all'utimo posto in Europa

tra un pò ci supera anche l'Ucraina , con i droni elettrici

-_-

Kamgusta

Si parla di IMMATRICOLAZIONI.
Cioè, NON il venduto.
Cioè, NON il circolante.
Ce lo vogliono proprio spingere nel didietro l'elettrico eh?

Signor Rossi
ACTARUS

Furbi usano il petrolio per produrre corrente

ACTARUS

Anche questa mattina sono uscito di casa e non ho visto colonnine in ogni parcheggio

ACTARUS

Io non sono ostile, anzi, sono anche contento che gli altri facciano tutti i test a caro prezzo alle case costruttrici, così quando sarò obbligato a prenderne una perlomeno sarà già efficiente

Nello_Roscini

OMG
ommioddio

ma veramente credi che sarà un cambiamento dal giorno alla notte ?

intanto per il 2025 VW ha annunciato auto da 700 km di autonomia e tempi di ricarica ridotti di almeno un terzo (800V)

Tesla ha aperto i supercharger a terzi

solo tra 2 anni le auto saranno molto migliori delle attuali

gli altri costruttori non saranno da meno per autonomie e prezzi

è stato recentemente nominato presidente di ACEA
De Meo , già CEO Renault
che ha annunciato che la gamma Renault sarà COMPLETAMENTE ELETTRICA dal 2030

le infrastrutture ????

forse nemmeno serviranno
come oggi non servono a TESLA consentendole di aprirle a terzi

se con una con una 250 kW di un supercharger TESLA caricheremo in 10 minuti o meno anche una VW una Renault o una Stellantis del 2030

P.S.
se questo paese non si doterà di infrastrutture adeguate ..
PERDERA' PIL ,per mancato turismo che arriva dal Nord Europa

tutti i mesi dell'anno ..
il problema degli "indigeni" privi di colonnine di ricarica sarà un non problema , rispetto ai mancati entroiti del turismo nord europeo

Cpt. Obvious

Io non voglio tenere proprio niente.
Io dico solo che se dal 1 gennaio 2035 entrerà in vigore l'obbligo di vendita di sole BEV, offerta ed infrastruttura dovranno già essere adeguate alle esigenze di chiunque.
Non si scappa.
Se a tale data non ci fosse una risposta per ogni singolo cittadino, l'obbligo dovrebbe essere spostato.
Mi pare di un banalità assurda.
Bel frattempo, ben vengano le ev, le colonnine e qualunque sviluppo tecnologico ed investimento possa farle diffondere.
Ma l'obbligo dovrebbe scattare solo quando questo avrà senso.
Hanno rinviato non so quante volte una banalità come il DVB-T2 per problemi ben inferiori all'impatto che avranno le ev sulle nostre vite, vedere che sulle EV procedono in maniera ideologica mi fa venire l'orticaria.

Nello_Roscini

Obbligo cosa ?

vuoi tenerti la tua stufa ruote

comprala NUOVA il 31 dicembre 2034 ; puoi ..

oppure acquistala di importazione parallela dall'Africa

se nel frattempo gli africani no saranno più avanti di noi

Cpt. Obvious

Perché non mi leggi con attenzione. Altrimenti vedresti che le mie posizioni non sono contro le ev, ma contro il modo in cui si sta affrontando la transizione.

Nello_Roscini

una cosa giusta l'hai detta
anche gli orologi rotti segnano l'ora giusta due volte al giorno

Cpt. Obvious

Non ha importanza.
Non si parla di tendenze di mercato, ma di un obbligo totale per tutti, ergo il target non può essere la media, ma la totalità dei casi.
E su questo non cambio idea.
Togli l'obbligo al 2035 ed il problema non si pone.
Il grosso comprerà elettrico e chi non può comprerà altro anche a prezzi superiori.
Ma se deve essere elettrico per tutti, allora non c'è Media che tenga, ogni singolo punto della gaussiana deve essere preso in considerazione.

Nello_Roscini

nel caso della "statistica " di Trilussa

c'è non magna polli e chi ne magna due
sostiene la mia tesi , dato che dimunuiscono quelli che fanno tanti km
e aumentano quelli che ne fanno pochi

citazione dl noto portale segugio :

"Ma c’è un altro primato che appartiene al nostro Paese, sebbene non sia noto a tutti: gli italiani fanno meno chilometri. La percorrenza media è più bassa rispetto agli altri Paesi.
È quanto risulta dall’ultima analisi effettuata dall’Unrae, secondo cui
nel nostro Paese si percorrono 6.680 km l’anno pro-capite verso una
media di 7.052 km per gli altri quattro Paesi (Francia, Germania, Spagna
e Regno Unito). I numeri rivelano che vengono percorsi 10.712 km l’anno
per vettura contro 12.743 km di media fra gli altri quattro Paesi."

so numeri lo so che non vi piacciono ma so numeri

Cpt. Obvious

bella storia la media.
Io mango due polli, tu zero, fa un pollo a testa in media, non osare dire che hai fame!

Jay

Vabbè lasciamo perdere

Nello_Roscini

ansia da ricarica ?

la metta così
oggi la maggior parte dei proprietari di EV carica a casa

domani,questi , continueranno a caricare a casa

la maggioranza delle persone in Europa fa meno di 35 km al giorno

in Italia meno di 50 km al giorno

oggi molte auto EV superano i 300 km di autonomia

430 km per stare tranquilli anche nella stagione invernale

quindi per la maggioranza il problema non sarà la colonnina , ma resterà parcheggio !!
ne più ne meno degli utenti fossili

dato che potrebbero ricaricaricare fast una volta a settimana

diciamo che avere una colonnina ogni 50 posti auto sarà già un ottimo risultato maggiore di quanto necessario IMHO

se poi assegnamo metà di quei posti alle lunghe soste , a dipendenti di aziende , PA e insegnanti ..

io faccio la spesa una volta a settimana e presso i parcheggi VUOTI dei supermercati

dove non ci sono colonnine ne tantomeno pensiline fotovoltaiche

le soste sono superiori all'ora , con una fast da 50 kW sarebbe il pieno di una settimana ,300 km, per l'utente medio

mentre si fa altro

è ancora troppo?
presto si scenderà a un quarto d'ora

oggi siamo a 30 minuti per le auto lanciate nell'ultimo anno

come vede le infrastrutture servono ma non è che ne servono tantissime

e diventeranno sempre meno importanti nell'arco di un decennio per le auto che verranno lanciate da qui a 15 anni

mentre per le attuali , che passeranno al mercato dell'usato

servirà ancora un utente consapevole e un mininimo organizzato
con un minimo di infrastrutture ,di cui sopra ..
si spera

Jay

Se pensi che spostando fuori paese le scuole e le università si risolva il problema, dormi pure sonni tranquilli, non lo fa affatto. Ho studiato proprio in un università fuori dalla città, circondata dal nulla intorno, ma nonostante un buon numero di parcheggi non erano lontamanete sufficienti a coprire il parco auto.
E in ogni caso non puoi pensare di costruire dal nulla e nel nulla migliaia di edifici solo per far mettere le colonnine di ricarica

Cpt. Obvious

Dovremmo riprogettare pesantemente l'urbanistica di praticamente tutte le citta' italiane ed anche di molti paesi medio-grandi.
Abbiamo centri storici che non possono continuare ad essere presi d'assalto dai lavoratori.

Nello_Roscini

Forse è il caso ,di spostare scuole e università

come anche ministeri e enti regionali

presso aree commerciali e/o industriali

forse costerebbe meno che ristrutturarle e faciliterebbe la vita e tutti oltre che evitare che cadano i soffitti in testa agli studenti

comunque molte scuole, progettate negli anni 60/70/80/90
possono cominciare con tetti fotovoltaici e cappotti termici

vista la crisi energetica pche permane da quasi un anno e che preannuncia un 2023 ancora peggiore

l'infrastruttura per l'auto elettrica ai ritmi italiani , sarà eccellenza solo per comuni medi illuminati ..
come qualsiasi servizio pubblico in Italia

Nello_Roscini

hai ragione ..
ci restano sempre le mutande di pizzo e la pasta da esportare ..

Jay

Vabbè grazie al caz, praticamente non esistono più endotemriche pure in vendita! Ogni carretto ormai ha la sua parte 'eletteica', non importa che ci faccia 10km di autonomia e solo se non supera i 30km/h, ma fa statistica

Jay

Ma se nelle scuole è università a malapena c'è meno della metà dei parcheggi che servirebbero per coprire chi va in auto, dove le infilano le pensiline per caricare?

Cpt. Obvious

La parità di prezzo non basta più.
Non la parità con i prezzi attuali delle ICE, quantomeno.
Dovranno arrivare alla parità con i prezzi del 2019, ed avere l'autonomia delle attuali top di gamma.
Quando questo si verificherà, allora succederà quanto dici.
Ma secondo me, ci vorrà appunto qualche anno, anni in cui è possibile avere una flessione della vendita delle EV.

Funz

oppure, più probabile, si arriverà entro qualche anno al sorpasso della produzione, alla parità di prezzo, e semplicemente chiuderanno le linee ICE.

Cpt. Obvious

Ottime prospettive per una decisione ideologica presa senza prima fare le dovute valutazioni

Nello_Roscini

se non ci sarà l'infrastruttura ..
sarà l'utimo dei problemi ..
torneremo a emigrare in massa da TUTTA ITALIA come a fine ottocento verso paesi più avanzati

per un piatto di minestra da mettere a tavola

Cpt. Obvious

Il punto è se tra 10 anni i prezzi saranno per la massa e se l'infrastruttura ci sarà.

AlphAtomix

la faccio molto più semplice, l'84% degli acquirenti non vuole certi veicoli. Fine.

Nello_Roscini

questo lo dici tu ..

un'auto elettrica 15 anni fa si caricava in 10 ore

ora in mezzora carica 200 km di autonomia

tra 10 anni saranno peggio o meglio ?

Cpt. Obvious

Ha fissato obiettivi senza nemmeno sapere se siano realizzabili

Nello_Roscini

La UE ha fissato degli obiettivi

ogni paese poi decide i modi su come raggiungerli

Spagna e Portogallo , per esempio
hanno deciso di anticipare al 2030

gli obiettivi delle rinnovabili fissati per il 2050

al 2030

se avessi un gettone per imporre una scelta alla politica ..
COPIEREI LORO !!

serve un po di umiltà in questo paese

persa per una magnifenza persa oramai nei secoli, millenni ,passati

chi è causa del suo mal ...
pianga se stesso !

Andreunto

Non sapevo che fosse pure no vax. Questo rende tutto più magico

Andreunto

Booooooomer!!!!

MatitaNera

Eh oh

From Monkey Island 2 (bannato)

eddai matitanera... è vero che sei tra i miei uteti disagiati preferiti, ma questa lacuna è troppo grande anche per te. PROfile PICture

chester999

se si fosse mossa alla stessa velocità degli olandesi saremmo olandesi

Cpt. Obvious

Profile picture

Cpt. Obvious

Non credo che l'Italia potesse rifiutarsi.
Inoltre, rifiutarsi sarebbe stato stupido, il mondo va in una certa direzione.
Però ritengo il metodo adottato dalla UE sbagliato.
Prima hanno deliberato, poi si sono messi a parlare di fondi, transizione, investimenti, etc.
L'ordine è inverso rispetto a quello che sarebbe necessario

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla