DS 3, arriva il restyling. Anche in versione elettrica con 402 km di autonomia

26 Settembre 2022 58

In occasione del restyling, la DS 3 CROSSBACK cambia anche il nome e diventa semplicemente DS 3. Il nuovo modello si caratterizza per alcuni ritocchi estetici, soprattutto a livello del frontale, nuove tecnologie e l'introduzione di un powertrain differente per la variante 100% elettrica. In Italia, la nuova DS 3 si potrà ordinare a partire dal 27 settembre. Vediamo le principali novità.

DESIGN ED INTERNI

Per quanto riguarda il look della nuova DS 3, il costruttore racconta che con il restyling arriva una griglia ridisegnata, più ampia e migliorata, dai bordi a forma di diamante in vernice nera o cromati in base al modello. Inoltre, i DS Wings sono stati modificati, mentre i nuovi fari Full LED sono di serie su tutta la gamma. Come optional, il marchio propone i fari con la tecnologia DS MATRIX LED VISION.

Le nuove luci diurne sono adesso caratterizzate da due linee di LED disposte verticalmente su entrambi i lati della parte anteriore. DS evidenzia che il nuovo spoiler e la nuova griglia sono stati ridisegnati per ottimizzare l'aerodinamica. Piccoli ritocchi anche al posteriore per mettere in risalto i gruppi ottici. Debuttano pure i cerchi in lega da 17 e 18 pollici dal nuovo disegno. Nel modello 100% elettrico, la DS 3 è disponibile con nuovi cerchi in lega TOULOUSE da 18 pollici con pneumatici "Tall & Narrow Classe A+".

La NUOVA DS 3 è proposta con sette colori di carrozzeria, opachi, metallizzati o perlati, inclusi due nuovi colori perlati: Rosso Diva, un colore a tre strati in esclusiva per la NUOVA DS 3, e Grigio Première. Completano l’offerta Grigio Cristallo, Grigio Platino, Grigio Artense, Nero Perla e Bianco Assoluto, con l’opzione di creare una combinazione bicolore con due varianti di tetto: il Perla Nera o il nuovo Grigio Carat.

Per quanto riguarda, invece, gli interni, il costruttore ha introdotto nuovi rivestimenti e un nuovo volante che combina i controlli degli ausili di guida e i pulsanti dell'infotainment, con le levette del cambio per il cambio automatico. Troviamo pure nuovi sedili che a seconda dell'allestimento scelto dell'auto possono essere riscaldati e massaggianti. Lato tecnologia, spicca il nuovo display da 10,3 per il sistema infotainment, con la nuova piattaforma DS IRIS SYSTEM. La strumentazione digitale dispone di uno schermo da 7 pollici.

Attraverso l'app MyDS è possibile gestire la vettura da remoto.

MOTORI E SICUREZZA

La nuova DS 3 viene proposta con motorizzazioni benzina e diesel oltre che nella variante 100% elettrica E-TENSE. Dunque, abbiamo i modelli benzina PureTech 100 con cambio manuale a 6 rapporti e PureTech 130 con cambio automatico a 8 rapporti. C'è poi la versione diesel BlueHDi 130 con cambio automatico a 8 rapporti.

Il modello elettrico dispone di un nuovo powertrain. Il propulsore eroga 115 kW (155 CV) di potenza con 270 Nm di coppia ed è alimentato da una batteria da 54 kWh (50,8 kWh utilizzabili) che consente un'autonomia fino a 402 km secondo il ciclo WLTP. L'accumulatore può essere ricaricato in corrente continua fino ad una potenza massima di 100 kW. In corrente alternata, invece, fino a 11 kW.

Parlando dei sistemi ADAS, la DS 3 offre di serie il Lane Keeping Assist, il Traffic Sign Recognition con informazioni riprodotte sul display della strumentazione e l'Active Safety Brake fino a 85 km/h. Si può avere anche il DS DRIVE ASSIST che combina il cruise control adattivo con la funzione Stop and Go e l'assistenza al mantenimento della corsia per offrire un sistema di guida assistita di livello 2.

ALLESTIMENTI E PREZZI

La nuova gamma DS 3 adotta il principio iniziato sulla nuova DS 7. Abbiamo, dunque, cinque livelli di allestimento con linee distinte: BASTILLE BUSINESS, RIVOLI e OPÉRA da un lato, PERFORMANCE LINE e PERFORMANCE LINE + dall'altro. I prezzi partono da 28.050 euro.

  • Nuova DS 3 PureTech 100 con cambio manuale: a partire da 28.050 euro
  • Nuova DS 3 PureTech 130 con cambio automatico: a partire da 31.550 euro
  • Nuova DS 3 BlueHDi 130 con cambio automatico: a partire da 33.500 euro
  • Nuova DS 3 E-TENSE: a partire da 41.550 euro

58

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rick Deckard®

Comprane un'altra

Ray

Ma se costa 35.000 euro la Zoe che è una panda elettrica?!

Rick Deckard®

Ma spendi praticamente uguale se cerchi bene... Quella dei 10.000 è una leggenda, vera su certe auto

Rick Deckard®

Però la Kona è brutta forte... Soprattutto dentro...

che pacchianata quelle portiere posteriori deformi mamma mia... Non era facile rendere brutta una cugina della Mokka o della Jeep Avenger

Disqutente

Dove ho scritto che non conviene?

Lo ripeto: il FV non è necessario per possedere una EV, poichè sono decisamente di più le volte che la EV verrà caricata quando il FV non fa produzione.

Questo non vuol dire che il FV non sia utile o che non sia economicamente un vantaggio. Significa quello che sta scritto senza volergli dare altre interpretazioni.

Fandandi

Non sono povero nel vero senso della parola, e no, non guadagno meno di 1500 euro al mese (poco di piu')

fire_RS

in giro ne avrò vista una forse...chissà perchè

tincool59

un'altra cinesata, brutta anche dopo il restyling

aerdna

Anche no. Però non parliamo di utilitarie.

Alex

le acquisti ma di fatto con un bello sconto e se c'è il sole non acquisti nulla
certo su poche centinaia di KWh non te ne accorgi ma con 10000KWh fa molta differenza
in 6/7 anni recuperi l'investimento e gli altri 25 ci guadagni
anzi con i prezzi attuali rientri in 3/4 anni

Disqutente

Sabato e domenica le ricarichi se resti a casa.
E anche se fai scambio sul posto non vuol dire che caricandole alla sera tu utilizzi il FV per quella ricarica.

E' solo un falso mito quello di "servono i pannelli per le EV", perchè nella realtà la maggior parte di energia elettrica che metti nelle batterie la acquiste dal tuo gestore.

Alex

puoi ricaricarle anche durante il giorno (sabato o domenica per esempio) e comunque se hai un impianto fotovoltaico (anche senza batteria) hai un rimborso parziale di quanto immetti
con scambio sul posto (come nel mio caso) ho circa il 65% mentre con il rid meno

detto questo per ora io niente EV sto valutando solo le plug in, le uniche auto che una famiglia normale può prendere in considerazione come unica auto di famiglia e con cui poterci fare tutto
dall'ingresso alle ZTL in modalità elettrica ai lunghi viaggi mettendoci la benzina
peraltro sono le uniche auto che anche con una presa di casa normale riesci a caricarle in tempi "normali" (5/6 ore)

Disqutente

Ad ogni modo vedo che molti sostengono questa "verità".
In realtà mi pare che le EV si mettano in carica alla notte e quindi, anche se si hanno dei pannelli FV, queste vetture si ricarichano spesso quando il FV non produce energia elettrica.

Poi si possono mettere batterie di accumulo, ma sono sistemi che o regaliamo tutti noi a chi usufruisce del 110% oppure economicamente sono assolutamente insostenibili.

Disqutente

Esteticamenteok, ma all'interno quella plancia fatta a losanghe non mi convince molto e trovo detestabili i pulsanti ai lati del cambio: un ricettacolo di qualunque sporcizia possa cadere ed incastrarsi .

Luigi

Mi incuriosisce la tua auto definizione, cosa intendi per povero? Guadagni meno di 1.500€ al mese?

Costo 41.550 Euro https://uploads.disquscdn.c...

Alessandro De Filippo

Sempre masa schei

Alessandro De Filippo

41mila€? Sti caxxi

Alessandro De Filippo

Andate a vedere i concept della "futura" fiat coupé!

Alex

Li recuperi se ricarichi gratis o quasi

Alex

I vantaggi seri li hai se fai 15k km principalmente urbano ed extraurbano e se puoi ricaricartela a casa con fotovoltaico a supporto

Alex

L ev va bene solo se hai una villa con fotovoltaico potente
Le plug in invece sono auto più facilmente gestibili anche come unica auto di famiglia

Alex

Le plug in sono oggi il minimo sindacale per avere un auto elettrica abbinata alla comodità dell endotermica soprattutto per chi vuole avere 1 sola auto che possa fare tutto

Andy M.

La Kona? Perdonami, so che a molti interessa che l'auto ti porti da punto A a punto B e va benissimo così... però la Kona avrà tutta l'efficienza del mondo ma dentro sembra la Peg-Perego di mio nipote.

Fabrizio

Al prezzo di una termica c'è MG4

MatitaNera

Sono francesi del resto

Fandandi

Ovvio che per me che sono povero non ha senso mai attualmente, ma se potessi scegliere devo dire che la silenziosita', il non andare mai piu' dal benzinaio, la comodita' di guida (ok, con un cambio automatico e' simile), la tecnologia (a me piace) mi ispirano tanto, la prenderei in considerazione sicuramente.

Lupo1
Lupo1
T. P.

in effetti, da queste immagini, sono da lacrime!!!
e non di gioia!!! :(

X Wave
MatitaNera

Segando via quello spuntone mi piace

FrancescoB

Veramente l'elettrica parte da 41 mila, le altre sono termiche mi pare di capire (nemmeno plug in).

Ray

Neanche così in termini economici. Paghi ogni auto almeno 10.000 in più rispetto al corrispettivo a benzina. In quanto li spendi 10.000 euro di benzina? Ti godi però la coppia immediata ed il silenzio, oltre ai temi etici.

Fandandi

Assolutamente, non ha proprio senso. I vantaggi li inizi ad avere se puoi, appunto, fare tutto in autonomia.

Lupo1

A mio avviso oggi e specie qui in Italia, è una caxxata comprare un ev se non puoi caricare in box

Gabriele

Appunto con rottamazione e finanziamento, è comunque adesso é aumentata, il listino con tutti gli optional supera i 25 mila.

Gabriele

Ma costa un po' di più

Lupo1

Sei stato poco oculato nell'acquisto, le ev medio piccole sono adatte a uso urbano o extraurbano, non tragitti autostradali!
Se ha questi esigenze vai su una più grossa come le tesla

Ennio

Perché la leva del cambio è rimasta uguale?

Lupo1

La pegeut ha 155cv?

Lupo1

Adesso si ragiona è vicino al prezzo della termica

buona_questa_cadrega

La Dacia Duster full optional te la porti a casa (con rottamazione) a meno di 18.000€ (interessi del finanziamento a parte)

Cpt. Obvious

Anche la Model 3 long range, e forse qualche altro modello ugualmente costoso.

GianlucaA

Plancia inguardabile. MA chi è che ha partorito quei rombi? E soprattutto chi è che li ha approvati

Fandandi

A me piacerebbe provarne una per un po'...L'unico problema e' che non avendo un garage non la comprerei mai, perche' alla fine per me e' super super super raro fare piu' di qualche centinaio di km al giorno e mi piacerebbe come concetto l'auto elettrica...e poi costano troppo, faccio fatica a giustificare 15.000 euro per una macchina, figurati il triplo.

Gabriele

Sicuramente con la nuova versione nel 2023 sarà ancora meglio, ma per dire la Ioniq 5 consuma molto di più essendo molto potente nonostante é stata progettata proprio con piattaforma dedicata e design per consumare il meno possibile,ci sono tante variabili in gioco per i consumi.

Gabriele

Probabilmente solo la kona percorre i 300/350 km a 130 km/h, con la batteria da 64 kw, ma é praticamente la più efficiente di tutte.

eberg93

Beh, sei tu che hai fatto un acquisto sbagliato.
Prima cosa si sa che il binomio elettrico/autostrada non è buono.
Seconda cosa, a 40k c'erano mezzi migliori. In quel range di prezzi la Kona da 64kw/h è imbattile, ha un'efficienza assurda, soprattutto considerato il fatto che nasce su una piattaforma endotermica.

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla