Juice Technology fonda Juice Power per promuovere l'energia idroelettrica

15 Giugno 2022 2

Juice Technology, azienda specializzata nella produzione di stazioni e software per la ricarica, ha fondato Juice Power per promuovere la produzione di energia da fonte idroelettrica per il consumo in tempo reale. "Energia pulita che arriva al consumatore nello stesso momento in cui viene prodotta": è questa l’idea alla base di Juice Power, come spiega l'azienda.

IL PROGETTO

Diverse società elettriche rilasciano certificati per l'elettricità generata in maniera ecologica. Tuttavia, è solo nel momento in cui la corrente viene immessa nella rete contemporaneamente al consumo che diventa davvero verde. Si tratta di un'idea portata avanti da Christoph Erni, fondatore e CEO di Juice Technology, quando nel 2016 assieme a Jörg Huwyler, direttore della sezione di energia idroelettrica e biomassa presso Axpo, aveva fondato l’associazione indipendente Eros Electric.

Con una sottopartecipazione in due centrali idroelettriche classiche, Frisal ed Eglisau, Eros Electric fornisce ai suoi soci energia pulita per i loro veicoli elettrici, 24 ore su 24. Poco dopo la sua fondazione, l’associazione contava già 700 membri a testimoniare il successo del progetto. Adesso viene fatto un nuovo passo avanti visto che Eros Electric sta per essere fusa in Juice Power.

E come mette ben in evidenza Christoph Erni, la "domanda di corrente elettrica ottenuta da una produzione comprovatamente verde sta aumentando tra i conducenti di veicoli elettrici. Se si vuole ricaricare con energia verde la propria automobile in tempo reale, è necessario ricorrere a fonti di energia verdi regolabili come l’energia idroelettrica".

Dunque, l'obiettivo è offrire una garanzia constante di elettricità green nella batteria, indipendentemente da dove si sta ricaricando. Per Juice Technology l’inclusione della produzione di energia elettrica attraverso la nuova società non è altro che il passo logico successivo nello sviluppo della mobilità elettrica.

L’auto elettrica, la stazione di ricarica e la corrente per la batteria del veicolo devono essere considerate componenti inseparabili di un concetto unico. Solo quando tutto sarà generato e alimentato il più possibile senza emissioni, dall’inizio alla fine, la mobilità elettrica diventerà nel suo complesso più ecologica.

Juice, quindi, non vuole solo rafforzare ulteriormente l’impegno relativo all’azienda e ai prodotti, ma anche promuovere attivamente la produzione ecologica di energia. L'ideale, secondo l'azienda, è l'elettricità proveniente da fonti di energia rinnovabili e generata contemporaneamente al processo di ricarica. Nel prossimo futuro, per Juice, il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è quello di utilizzare l’energia idroelettrica.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

Hanno appena brevettato una nuova danza della pioggia.

Dario Perotti

Sono contento di queste iniziative.
Ho investito molto nel green.
Speriamo che queste vakkate che si inventano ogni giorno mi alzino il valore delle azioni.

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla