Auto elettriche: le emissioni di CO2 sono inferiori di quelle a benzina | Lo Studio

26 Marzo 2020 192

Le discussioni sulle auto elettriche non mancano di certo. Una delle polemiche più accese riguarda la loro effettiva sostenibilità in termini ambientali. Se è vero che non emettono CO2 direttamente, molti puntano il dito sul fatto che per produrre energia per il loro funzionamento si vanno comunque a generare ingenti quantità di CO2. Secondo qualcuno, dunque, alla fine le auto elettriche non sarebbero così ecologiche. (Qui la guida su come ricaricare un'auto elettrica)

Un nuovo studio condotto dalla Radboud University assieme alle università di Exeter e Cambridge prova a mettere fine a questa polemica affermando che le auto elettriche portano a una riduzione delle emissioni di anidride carbonica nel complesso, anche se la generazione di elettricità comporta ancora una notevole produzione di CO2.

LA RICERCA

Secondo quanto emerge da questa ricerca, guidare un'auto elettrica è la scelta migliore in termini di emissioni nel 95% del mondo. Le uniche eccezioni riguardano Paesi come la Polonia dove la produzione di elettricità è ancora basata principalmente sul carbone. Entrando maggiormente nei dettagli, si scopre che le emissioni medie delle auto elettriche sono inferiori del 70% rispetto a quelle delle auto a benzina in Paesi come Svezia e Francia dove la maggior parte dell'energia elettrica arriva da fonti rinnovabili e dal nucleare e circa del 30% in meno nel Regno Unito.

Queste percentuali non potranno che migliorare nei prossimi anni visto che globalmente la produzione di energia si sta spostando verso fonti pulite. Lo studio prevede che nel 2050 ogni seconda macchina sarà elettrica e questo permetterebbe di ridurre le emissioni di CO2 a livello globale sino ad 1,5 gigaton all'anno (miliardi di tonnellate), il che equivale alle attuali emissioni totali di CO2 della Russia. Questa ricerca, dunque, mette in evidenza chiaramente che il maggiore inquinamento generato dalle auto elettriche è solo un mito.

Per i ricercatori la soluzione è molto chiara e cioè che per ridurre le emissioni di CO2 nell'aria bisognerà puntare sulle auto elettriche. Secondo la ricerca, questi dati dovrebbero essere molto utili ai politici per prendere decisioni sul futuro.


192

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Hoyz

Ovviamente sono pure più brutto, è chiaro che abbia cercato di migliorarmi no? Ma la base rimane pessima. Però almeno so cosa sono l'ironia e il sarcasmo.
Oh no ma questa risposta non la vedrai mai! Nuoooo! Seppuku!

Bauscia

Tipico troll da 2 spicci su HD blog.
Bloccato e addio giochini.

PS. Se nella realtà sei brutto come in quel disegno sei inguaiato.

Hoyz

1) Lo so benissimo, stai parlando con uno che ama la meteorologia, ma non capisco cosa c'entra col mio commento o ancor di più col tuo precedente. Peraltro non è tipico solo del bacino padano ma di praticamente qualunque vallata, almeno in questa zona del mondo.
2) Ma non mi dire, se non fossimo in quarantena oltre al traffico veicolare (che non ho mai negato causi inquinamento, se solo leggessi davvero i miei commenti) ci sarebbero aperte molte più aziende e uffici oltretutto.
3) Gnegnegne.

Tu chiudi, eppure io non ho aperto, ma magari finalmente mi levo dai piedi le tue risposte casuali!

Hoyz

Beh direi che ti conosci bene!

Tony Musone

Ci sono tre cose certe:
1. Nel bacino Padano esiste un fenomeno meteorologico che si chiama 'inversione termica' il quale in inverno contribuisce a peggiorare la qualità dell'aria
2. Checché tu ne dica, nelle aree urbane il traffico veicolare contribuisce alla formazione del Particolato primario ed è uno dei principali responsabili dei PM secondari
3. Sei un cafone.

Passo e chiudo.

Bauscia

Musone tu parli tanto ma hai chiari problemi di astrazione.

Presenti dati influenzati da giornate di forte vento e che tipicamente presentano cali di particolato.

Ma soprattutto tenti di avvalorare la tesi che il particolato sia sceso perchè non circolano auto, non considerando il fatto che la maggiorparte di aziende e uffici pubblici sono ora chiusi con riscaldamenti staccati!

Vedi, le persone come te dovrebbero pagare una tassa speciale!

Bauscia

Io invece credo che il problema sia sempre lo stesso, si parla di euristica, che qui sopra serpeggia e prevale.

Hoyz

Mah, immagino un po' entrambi. Ma troppo lunga da spiegare perché, non ne ho voglia.

Marco

Grande Bauscia, continua così che non ti smentisci!

Bauscia

Manco sai cosa sono i dati purple air.

Bauscia

Magari l'ho comprata prima per altre esigenze.

C'è da dire che se nella vita sai fare solo astrazioni semplicistiche sei sicuramente molo p I r l a :)

Hoyz

Tony, che palle che sei, come al solito porti al tuo mulino solo ciò che vuoi. Peraltro già dal tuo grafico potrei risponderti che il rialzo del PM si ha -guardacaso - in concomitanza dei giorni più freddi del mese di marzo, ma mi sembra giusto approfondire per darti una risposta più corretta. Vai sempre sul sito ARPA Lombardia e guarda i dati non solo del PM10 ma anche del PM2,5, ci sono giorni in cui la regione padana ne è completamente sommersa, a fronte di un traffico sostanzialmente nullo e invariabile di giorno in giorno. Immagino di non doverti linkare nulla, saprai ritrovarlo da solo. Peraltro, i giorni in cui il particolato è sceso sono correlati a una più intensa ventilazione generale (titolo d'esempio il 23 marzo, quando si sono registrate numerose raffiche di vento fino ad oltre i 30 km/h).
Il tutto in una situazione, oltre che di stallo del parco veicolante, anche di fermo di molti uffici e aziende (e quindi di contributo ulteriore alla sua discesa).

Quindi Tony, non venire a rompere le balle a me sotto a un commento "generalista", sai benissimo dai nostri scontri passati che sono uno che ripenserebbe la mobilità cittadina e di trasporto merci in tempo zero, pur non condividendo per nulla il tuo incondizionato amore verso il passaggio 1 a 1 elettrico su petrolio.

Hoyz

C'è da dire che se prendi la macchina a gasolio, con tutti i costi aggiuntivi connessi, per farci 40 km alla settimana sei un po' p i r l a :)

Marco

Solito italiano medio che, per aver voce in capitolo, infanga gli altri.
In più pensi che i dati di Purple Air non siano falsificati... Su dai... Tutto ciò che c'è sul web viene controllato e se vogliono falsificano qualsiasi dato.

Ehhh si... Sei il solito Bauscia. Bye Bye

Bauscia

I dati di ARPA sono affidabili, le stazioni le stesse, i dati però sono diversi.

Fino a 2 secondi fa non sapevi manco di cosa parlavi, mi hai detto di guardare le previsioni, ora sai bene che le centraline sono le stesse.

Sembri la parodia di te stesso.

Marco

Io fare il saccente..? Bella questa...
Io cito la Arpae e tu dai a me del saccente? Ma fammi il piacere. Proprio perchè cito una fonte attendibile ti dico di aggiornarti... Se non facessi riferimento ad una fonte attendibile avresti ragione, ma questo non è il caso per tua sfortuna. Ne consegue che non ti ho mancato di rispetto... Tu invece si, poichè hai offeso esplicitamente.

Parli di dati indipendenti... Peccato che vengano rilevati dalle stesse stazioni... Dai su...

Bauscia

Dopo 2 giornate di vento in cui quasi si portava via gli alberi del parchetto di fronte casa mia, grazie al c a z z o.

Bauscia

Guarda che quelli che ho messo sono dati rilevati e vengono inviati in tempo reale.

L'analfabetismo funzionale nel 2020 è reato morale!

peyotefree

già tutto vero

Tony Musone

Peccato sia una riflessione basata sul nulla ;)

Tony Musone

Invece non è vero nemmeno riguardo al particolato. Questo è il grafico sulla base dei dati rilevati dalle colonnine di ARPA Lombardia che analizzano il PM10, situate a Milano Città Studi e Verziere:
https://uploads.disquscdn.c...

Tony Musone

Un conto è il costo dell'elettricità per gli utenti domestici, un altro è per quelli non domestici. Nel primo caso l'Italia non è il Paese europeo più caro ma è dietro a Germania, Danimarca, Belgio, Irlanda e Spagna.

Invece nel secondo caso è vero, gli artigiani, più delle altre categorie come le piccole/medie/grandi industrie italiane, pagano l'energia più cara in Europa, soprattutto a causa delle tasse.
https://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php?title=Electricity_price_statistics/it#Prezzi_dell.27energia_elettrica_per_i_consumatori_domestici

Marco

Io prendo i dati da Arpae (poichè abito in ER) e non sono previsioni... Rinnovo il consiglio di andare, esempio, sul sito Arpae dove rileva i dati da stazioni presenti su tutto il territorio dell'ER.

Tu ti basi su previsioni, io sui dati reali rilevati. I livelli limite sono posti da gente che studia e non persone qualunque come te che si basa su previsioni e si lascia impressionare da quest'ultime.
Ripeto aggiornati... Da Febbraio i livelli sono calati anche da satellite si vede.

Io ti ho portato rispetto.. Tu parti ad offendere; ciò denota una persona di scarsa elevazione culturale... Infatti ciò che scrivi lo dimostra.

Bauscia

Assurdo che lo abbiano permesso.

Ma vuoi sapere ancora di più cosa è assurdo?

Che ho abitato per anni in un appartamento in condomionio classe energetica G e c'erano 25 gradi per tutto l'inverno!

Bauscia

Ma va la colpa è delle auto, io non vedo l'ora che sia tutto elettrico, per prendere sta gente che parlava di riduzione dell'inquinamento e sputargli in faccia.

Bauscia

Ma aggiornati tu tafano!
Guarda oggi che non c'è mezza macchina in giro neanche per sbaglio qual è la situazione.

Domenica sono previsti picchi fino a 200.

La gentaglia come te è la stessa che derideva chi metteva la mascherina qualche settimana fa e ora va a fare la spesa con gli occhiali da chirurgo!

https://uploads.disquscdn.c... G

ermete74

Interessantissimo dato quello che hai esposto.
Ma se nel 2018, l'86/3% è stato soddisfatto da produzione nazionale, ti chiedo, perché il costo dell'energia elettrica in Italia è più alto degli altri stati Europei?
Dipende da come è stato prodotto, oppure è un'altra bufala che viene riportata, in particolar modo dalle aziende italiane per giustificare che lavorano in condizioni sfavorevoli rispetto alle altre Europee?

peyotefree

quanto è stato furbo quando c è stato il boom delle stufe a pallet??

Felipo

Detta anche "botta di deretano"

Marco

Io non so in quale zona della padania abiti... Ma da diversi giorni, anche prima che chiudessero buona parte delle aziende (tipo ai primi di Marzo), il PM e gli NOx sono calati ben al di sotto del limite; questo in tutta Emilia-Romagna.
Vai su Arpae... Meglio che ti aggiorni.

Hoyz

Sul particolato indubbiamente è vero, e tanto bisogna fare lato riscaldamenti (alla faccia di chi diceva che non è vero che i riscaldamenti non emettono particolato, perchè tanto vanno tutti a metano). Una soluzione, indubbiamente costosa ma altrettanto indubbiamente efficace sarebbe quella di obbligare, e quindi fortemente incentivare, i locali in classe energetica A (e niente di inferiore).
Ma altri inquinanti hanno certamente beneficiato della drastica diminuzione del traffico.

Don Peridone

Riflessione interessante... ci pensavo ieri

Bauscia

Tutta sta caccia alle streghe contro l'inquinamento, qui in padania con lockdown e auto in garage siamo comunque a livelli critici di PM10 e PM2.5.

La prova che le lavatrici con le ruote sono solo business.

Bauscia

Ma invece il gasse?

stefano

1) emissioni = inquinamento. In base a cosa fate questa analogia?
Non è così, e come semplificazione è estremamente dannosa.

2) ci sarà una riduzione delle emissioni effettivamente?
Boh in realtà non lo sappiamo perché non sono le auto i principali emettitori di queste sostanze

Tony Musone

"Il fabbisogno di energia elettrica 2018, pari a 321,4TWh (+0,3% sul 2017), è stato soddisfatto per l’86,3% da produzione nazionale (277,5TWh: -1,9% sul 2017) e per la restante quota da importazioni nette dall’estero (43,9TWh: +16,3% sul 2017)."
https://www.terna.it/it/sistema-elettrico/statistiche/pubblicazioni-statistiche

simone

Interessante! Ma quanto viene importato sul totale?

Tony Musone

Studi che sono stati tutti ampiamente smentiti.

Tony Musone

Nature sustainability
- Net emission reductions from electric cars and heat pumps in 59 world regions over time
https://t2m.io/Q63ps9D1

Tony Musone

GSE - FUEL MIX, DETERMINAZIONE DEL MIX ENERGETICO PER GLI ANNI 2017-2018
https://www.gse.it/servizi-per-te/news/fuel-mix-determinazione-del-mix-energetico-per-gli-anni-2017-2018

Enel - Tabella Mix Energetico Energia
https://uploads.disquscdn.c...

simone

Noi compriamo sono in questi contesti qui? Mica siamo autosufficienti?

danieleg1

Usiamo l'energia nucleare degli altri paesi per una questione meramente economica: nei periodi di sovraproduzione sono costretti a vendere ad un prezzo negativo (cioè pagano l'acquirente) perché non possono spegnerle.

RavishedBoy

Considera anche che errare è umano, ma perseverare è diabolico.

RavishedBoy

Genialità involontaria?

RavishedBoy

Speriamo il più presto possibile.

RavishedBoy

Verderame strikes again?

Dan Morrison

D'accordo, assolutamente.

Comunque questi scooter fanno quelle percorrenze più in autostrada ai 110-120km/h di tachimetro, in città si scende ai 23/25km/l, purtroppo.

simone

Al momento attuale perché nel nostro paese dobbiamo approvvigionarci di energia da altri paesi che hanno il nucleare? Che senso ha? Sia a livello di ambiente che a livello economico per il cittadino?
Inoltre perché c’è tutta questa ritrosia nei confronti degli inceneritori se poi tutta l’immondizia viene mandata via vagone in Austria negli inceneritori stesi??

L0RE15

Fa sorridere tutto il discorso di riduzione innquinamento, buoni propositi, ecc...poi si parla di energia nucleare. Cioè, magari non si morirà più per inquinamento, ma la volta che succede una nuova Chernoby 10 volte maggiore si morirà tutti di radiazioni...

alessandro

È importante avere le fonti e lo studio esatto, magari con un link e sapere chi ha finanziato la ricerca.

Fiat 500e elettrica 2020: caratteristiche, prezzi e i preordini | Video

Toyota, il nuovo B-SUV ibrido in anteprima mondiale al Salone di Ginevra

Honda e: prova su strada, autonomia e prezzo dell'elettrica tecnologica | Video

Honda CR-V Hybrid AWD: prova, consumi reali e come funziona l'ibrido serie | Video