MeV BeeAnywhere, nel 2021 arriva l'auto elettrica accessibile inglese per la città

09 Marzo 2020 12

Dacia ha promesso di portare al debutto un'elettrica per la città davvero accessibile. C'è però chi punta a fare ancora meglio. La startup inglese MeV ha fatto sapere che nel 2021 lancerà il modello BeeAnywhere che sarà ancora più economico. Non ci sono particolari dettagli tecnici su questa autovettura. Questo veicolo è stato appositamente creato per la città e disporrà di 2 posti. Inoltre, è stato progettato appositamente per essere abbordabile dal punto di vista economico con prezzi simili a quelli di una berlina usata di 8 anni di vita.

Disporrà di un design innovativo ed utilizzerà materiali come il grafene per ridurre il peso complessivo. L'auto sarà ovviamente connessa e viste le sue caratteristiche potrebbe essere scelta anche come soluzione ideale per il car sharing. BeeAnywhere attualmente è in fase di pre-produzione ed è stata sviluppata in collaborazione con il National Center for Motorsport Engineering dell'Università di Bolton e il Graphene Engineering and Innovation Center dell'Università di Manchester. La startup, invece, è stata fondata dall'ex ingegnere dell'Agenzia spaziale europea Tim Harper e da Tony Keating, proprietario della Keating Supercars.


Un progetto sicuramente interessante che, però, non può essere giudicato oggi sino a che non arriveranno più dettagli su motore, batteria, autonomia e dotazioni. In ogni caso questo ennesimo progetto di una citycar elettrica è il chiaro segnale del dinamismo del settore. Visto il progetto, comunque, più che con la Dacia, la BeeAnywhere sembra doversi confrontare con la Citroen Ami presentata a fine febbraio, un'auto da città elettrica a due posti che arriverà sul mercato molto presto e che sarà proposta con formule di acquisto molto interessanti, basate anche sul noleggio.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Ecco rispuntare il grafene...

GinoGinoPilotino

Carina, in città la vede bene come auto a noleggio

Matt7even

Ma ste microcar le sognano solo chi spinge nelle utopie delle smart cities.

camillo777

Il titolo dell'articolo è proprio tradotto con Google Translate

roby

Stilosa. Anche se a me queste maccchinine non le comprerei mai se non per andare a fare la spesa, questa qui ha un design futuristico e secondo me spacca

Per le persone alte potrebbe essere un problema.

Cristian Louis Watta

Illeggibile!

Garrett

È accessibile inglese

MatitaNera

Mamma mia che noia tutto sti concept, e smart, e sostenibile, e il grafene, e la guida autonoma, e l'AI

Cristian Louis Watta

Cosaa??

Garrett

Il titolo è stato imposto dall'inserzionista?

ghost

Il titolo è un hashtag praticamente

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla