Ford Edge, il SUV all’americana: recensione e prova su strada

10 Agosto 2019 189

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ford Edge, il SUV degli americani, si è rinnovato ed è diventato decisamente un po’ più europeo, almeno nel look. L’abbiamo provato con il nuovo due litri biturbodiesel da 238 cavalli abbinato all’inedito cambio automatico a otto rapporti, nell’allestimento ST-Line, altra novità dell’offerta dell’Ovale Blu. Non è sportiva ma brillante, e consuma anche meno di prima. S

e la cava bene anche nel traffico cittadino ma il meglio di sé lo dà nei lunghi viaggi. Si ripropone ancora più confortevole e con la già conosciuta ottima abitabilità. Ora però offre più tecnologia ed è ancora più sicura.

L’americanona si è rinnovata qualche mese fa, decisa a stupirci di nuovo. Come ricorderete, dopo il suo arrivo sul mercato europeo nel 2016, Ford Edge nel nostro primo test ci era piaciuta molto. Sarà migliorata? Saprà conquistare il cuore di altri italiani?

CON IL RESTYLING È PIÙ EUROPEA

Beh, una cosa è certa: con questo restyling ora si propone con un design dal gusto decisamente più europeo. Come per le più piccole Kuga ed EcoSport il frontale è nuovo, con un family feeling piuttosto evidente: ti accorgi subito che è una Ford. Rivisti i gruppi ottici, il paraurti e la griglia del radiatore, non è cambiata, ma evoluta: il design è diventato più moderno e muscoloso, con la nuova calandra, più sportiva su questo nuovo allestimento ST-Line (che sostituisce la precedente versione Sport). Anche la zona posteriore è inedita, con un nuovo paraurti, nuove luci e un trattamento diverso dell'area intorno alla targa. L’immagine di Edge è sempre quella, aggressiva e imponente, con quel cofano alto.


Le dimensioni non sono cambiate (è sempre lunga oltre 4 metri e 80), è grande, larga 1,98 e alta 1,73 Continua a farsi notare, con questo design molto personale ma ora la sua linea è ancora più dinamica: linea di cintura alta, passaruota ben scolpiti. L’esemplare in prova è nell’allestimento ST-Line, quello che più mi piace, nel colore Agate Black, nera e ancora più cattiva. In tinta sono anche la calandra, le minigonne, lo spoiler e i bellissimi cerchi da 21”, che sono un optional consigliatissimo. Di serie sono da 20. E’ sportiva esteticamente, con l’estrattore posteriore e la griglia inferiore davanti. Lo spoiler superiore sopra il lunotto, i terminali di scarico cromati e altri dettagli di questo allestimento la rendono molto grintosa.

Edge è offerta in altri due allestimenti: Titanium, l’entry level ma con una dotazione già molto ricca, e Vignale, se la preferite più elegante ed esclusiva. Li distinguete subito osservando la griglia frontale e poi la differenza c’è anche negli allestimenti interni.

PIÙ CURA NEI DETTAGLI E PIÙ COMFORT

La ST-Line è grintosa anche dentro in molti dettagli come la pedaliera in alluminio e le finiture della plancia. La forma della plancia e del cruscotto, dal design razionale, non sono cambiate.

La maggior parte dei materiali è di qualità però alcune plastiche continuano a essere un po’ troppo spartane. Complessivamente l’abitacolo non è stato stravolto, ma sono stati curati di più i dettagli per aumentare la qualità della vita a bordo.

Al volante, la seduta è un po’ troppo alta e anche la pedaliera dovrebbe avere una posizione più profonda, però è indubbio che la posizione di guida vi dà il senso di vero controllo sulla strada. I sedili, rivestiti parzialmente in pelle, qui regolabili elettricamente, sono belli con le impunture rosse e comodi. Ventilati, che quando fa caldo sono spettacolari e non vorrete più farne a meno, e riscaldati. Vantano anche un'ottima ergonomia.


Tra le novità, la tradizionale leva del cambio sul tunnel centrale è stata sostituita da un nuovo rotore. Devo ammettere che ci vuole un po’ per farci l’abitudine…Ci sono comunque anche i paddles al volante, quando la volete guidare con un ritmo un po’ più brillante.

Per i più attenti alla tecnologia, sul tunnel c’è anche la novità della base per la ricarica wireless dello smartphone. Poche auto sono così spaziose: con ben 2 metri e 85 di passo, questa #Edge è davvero grande davanti e anche dietro, per la testa, per le gambe e per le spalle. Anche con il sedile regolato per uno alto come me (2 metri…) rimane ancora tanto spazio dietro e ci sta comoda anche un’altra persona alta. In cinque si viaggia proprio comodi.

Tra i suoi pregi c’è sicuramente ancora l’abitabilità e, proprio per questo, tempo fa è stata premiata come una delle migliori auto da famiglia dall’Automobile club americano. Peccato, anche con questa nuova versione non hanno pensato a chi ha una famiglia numerosa, e non c’è a 7 posti.


Il portabagagli è molto pratico, in ogni dettaglio. Ripiegate i sedili posteriori e a quel punto, come nella precedente versione, potete caricare a bordo oggetti lunghi, anche oltre i 2 metri senza problemi. Offre più di 600 litri di capacità e, a sedili posteriori ripiegati, si arriva a ben 1847 : insomma ci sta proprio tutto.

Con la nuova Edge si può parlare di connettività: c’è il SYNC 3, una buona interfaccia infotainment che finalmente l’accomuna alle altre auto dell’Ovale Blu più recenti, con display touch da 8 pollici. A mio avviso l’assenza di un controller continua a farsi sentire, perché a volte si è costretti a distrarsi un po’ troppo ed è meglio che se ne occupi, se c’è, chi è al vostro fianco.

Tra le novità c’è un modem integrato, una connessione permanente al web che funziona da hotspot. In pratica riceve le informazioni sul traffico e volendo vi permette di gestire l’auto da remoto tramite un'app (per ricordarvi dove l’avete parcheggiata, per accendere il motore, aprire e chiudere le portiere, oppure conoscere il livello di carburante).

Per chi ama la buona musica, il nuovo sistema audio di Bang & Olufsen suona davvero bene: 1.000 watt di potenza, 12 speaker più subwoofer e dieci canali audio compreso il surround per un sound bello pieno. E in più, il sistema è capace di riprodurre qualsiasi tipo di formato audio.

Il NUOVO DIESEL PROMETTE BENE

Con questo importante aggiornamento, la #Edge mette sul piatto due novità molto importanti: un motore a gasolio EcoBlue Euro 6.2 in due step di potenza e un cambio automatico dotato di convertitore di coppia a otto rapporti. Il nostro è il due litri biturbodiesel da 238 cavalli e 500 Newton per metro di coppia, quindi stiamo parlando di un propulsore a gasolio da quasi 120 CV/litro.

Se siete tipi tranquilli nella guida, vi consiglio di scegliere l’altro 2.0 turbodiesel, che ha una sola turbina, e comunque 190 CV e 400 Newton per metro di coppia: viaggerete bene e con consumi che vanno decisamente d’accordo con il portafoglio. Per ora non è previsto alcun motore a benzina, mentre in America, beati loro, hanno anche la versione sportiva ST, il primo SUV firmato Ford Performance, con un 2.7 V6 bi-turbo EcoBoost benzina da 335 CV e 515 Newton per metro di coppia, e altre tecnologie che invidio un po’.

Questa versione a gasolio più potente spinge bene la #Edge e non vi fa rimpiangere cilindrate più importanti: è capace di renderla brillante, nonostante il suo peso. Il motore risponde bene, e sembra davvero ben accoppiato alla nuova trasmissione automatica a 8 rapporti. La buona gestione del cambio consente passaggi di marcia quasi inavvertibili, a tutto vantaggio del comfort.

Questo nuovo cambio include anche le funzioni Adaptive Shift Scheduling, che identifica stile di guida salite, discese e curve strette e regola di conseguenza i cambi di marcia, e l’Adaptive Shift Quality Control che gestisce la fluidità nell’inserimento dei rapporti in salita e scalata. Se selezioniate la modalità S, che sta per Sport ovviamente, alza il regime medio a cui far lavorare il propulsore e ne aumenta la prontezza. Questa è anche l'unica regolazione su cui potrete intervenire per quanto riguarda la dinamica dell'auto: non ci sono modalità di guida da poter scegliere.


Questo nuovo propulsore non è proprio un motore sportivo, non nasce certo con quello scopo, ma ha tanta coppia in basso ed è sempre pronto a regalare un buon spunto, nonostante il peso elevato.

Dopo pochi chilometri vi accorgerete di quanto è silenziosa, il motore, anche quando spingete, anche a velocità più elevate non diventa mai invadente. E se ricordate, questo è un pregio che avevamo già sottolineato nella generazione precedente. I responsabili del progetto hanno lavorato ulteriormente su ogni aspetto che poteva generare rumore e si percepisce una migliore cura nell’assemblaggio degli interni.

E’ più piacevole da guidare con lo sterzo adattivo (che è un optional): facile da manovrare alle basse velocità e in spazi ristretti. Più agile e preciso alle velocità più elevate. Non ha l’assetto ribassato, come su altri modelli ST del brand, ma le sospensioni hanno una taratura più sportiva.

Sterzo adattivo, sospensioni sportive e cerchi da 21” l’aiutano a renderla più agile: non sembra proprio di guidare un’auto così grande. Certo non è l’auto adatta per esagerare su una strada tortuosa e tutta curve o tornanti: il peso le renderebbe la vita difficile.
Però sul misto veloce è già un’altra storia: l’importante è guidarla in modo pulito, senza provocare trasferimenti di carico eccessivi, altrimenti il suo peso torna a farsi sentire e diventa tutto più complicato.

Anche nei lunghi curvoni autostradali non è male: senti che si appoggia e poi se tieni giù il gas segue la traiettoria e non si scompone. Tiene proprio bene la strada. Certo non è nata per la città, ma se la cava bene anche nel traffico cittadino. Ma il meglio di sé lo dà nei lunghi viaggi, su strade extraurbane e autostrade, dove potete macinare chilometri senza stancarvi. Tra i suoi punti di forza una guida sempre facile e rassicurante.

La trazione integrale, che è stata ulteriormente migliorata, s’inserisce da sola sui terreni più difficili. Quando non è necessario, il sistema disinserisce automaticamente la trasmissione alle ruote posteriori, risparmiando energia e carburante. La sua decisa altezza dal suolo, oltre 19 cm, mette subito in chiaro che può fare bella figura anche nell’off-road. Nell’abitacolo non ci sono tasti o altro per regolarne le performance in fuoristrada: qui il sistema, grazie a un chip dotato di intelligenza artificiale, autonomamente capisce in che condizioni si trova l'auto e agisce di conseguenza. Voi dovrete solo occuparvi di dosare l’acceleratore e muovere lo sterzo con grande cura. Non essendoci ridotte o blocchi ai differenziali, la #Edge non è proprio nata per l’offroad più tosto, ma riesce comunque a portarvi a casa.

I consumi erano un po’ il punto debole del precedente motore da 210 cv: qui invece la doppia turbina, i cavalli in più, un migliore abbinamento con il nuovo cambio automatico è migliorata. Se avete un piede particolarmente leggero, potete raggiungere una media anche di oltre 14 km con un litro: se viaggiate a velocità da codice, senza tirare ma sfruttando la sua ottima coppia, viaggiate sui 13, 14 con un litro. Per arrivare ai 10 al litro dovete davvero spingere. Ma non le si possono nemmeno chiedere i miracoli: il peso (circa più di due tonnellate), le dimensioni e la trazione integrale certo non aiutano.

ADAS AL TOP E TANTO DI SERIE

E’ diventata più sicura: ha fatto un grande passo in avanti, un vero salto di qualità, e vanta tanta #tecnologia in più proprio per proteggervi al meglio. Cruise control adattivo con Stop&Go: si ferma e riparte da solo entro tre secondi. Mantenimento della corsia. Frenata automatica con riconoscimento di pedoni, ciclisti e animali.

C’è anche il Post-Collision Braking: una funzione di frenata “post collisione” per evitare che, dopo un incidente, l’auto continui a spostarsi magari invadendo la corsia opposta. Se, con l’aiuto di telecamera e radar, si accorge che l’auto davanti a voi ha frenato all’improvviso o ci sono veicoli fermi in coda, la #Edge può anche invitarvi a eseguire una manovra di emergenza con lo sterzo, per evitare il peggio spostando l’auto dalla sua traiettoria. Per i sistemi di guida semi-autonoma siamo ormai al livello 2.

C’è anche l’illuminazione dinamica adattiva (di serie sulla Vignale) che, con la #tecnologia della telecamera e un sistema di matrici a LED, offre sempre la massima illuminazione proteggendo dall’abbagliamento gli altri veicoli.

PIU’ CONCRETA E PIU’ RICCA DI PRIMA

Il listino parte da 50.400 euro, per la Titanium con il turbodiesel 190 CV e cambio manuale a 6 marce. Questo esemplare costa 56.900 euro, ma qui c’è qualche optional in più: insomma diciamo che non ci siamo fatti mancare proprio nulla.

Ford non si è limitata a semplici ritocchi estetici: l’ha resa ancora più concreta e oggi di serie offre ancora di più. Qualunque scegliate, si viaggia sempre in un ambiente molto confortevole. Per ora è il SUV più grande della gamma Ford per l’Europa, ma se proprio non vi basta, a fine anno dovrebbe arrivare la Explorer, lunga oltre cinque metri.

Comunque ribadisco quanto ho detto nel video: Edge guardatela con calma, provatela per bene e poi farete la vostra scelta, in base al vostro temperamento e alle vostre esigenze. E sarete soddisfatti di qualsiasi versione.

VIDEO


189

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
masked?who

W l'America. Che muoiano tutti gli sporchi comunisti . M5s ritardati

Frederik

Non sei informato, adesso come adesso sono più puliti i diesel che i benzina. C'è tutto un giro sotto per spingere i benzina elettrici e tutto il circo visto quanto costano

dicolamiasisi

se vabbeh...se i diesel inquinano così poco come mai sono stati bannati?...i diesel hanno i giorni contati

Frederik

Dai...da dove vogliamo iniziare? E' un diesel 6.2 che probabilmente inquina meno delle milioni di auto a benzina in circolazione. Senza contare che da Roma in giù aumentano in maniera esponenziale fino in Sicilia dove 9 auto su 10 non sono in regola e sono ECO 0 o sottozero. E questo solo in Italia. Inquinamento nel mondo è dato soprattutto dalle fabbriche..dai riscaldamenti... Stiamo qui a pensare a questa auto ma serio? Inquina di più un finesettimana di Formula1 da prove libere qualifiche e gara che uno che si compra questa e fa 50mila km. Inquina di più solo il campion che porta in giro la Sauber...ma di cosa state parlando??

1) La Swift è stata alleggerita di 100-120kg (a seconda delle versioni), non di 200kg.
2) "Senza un grande sforzo" è discutibile, visto che hanno dovuto riprogettarne la piattaforma.
3) Tra togliere 120Kg e toglierne 500 ci passa in mezzo un Boeing. Hai un'idea delle proporzioni totalmente sballata.

LaVeraVerità

Chiacchiere please, non chiacchere.

sopaug

sono troppo ingombranti, è quello il problema principale. Ma l'umano maschio medio è affetto da micropenia e deve compensare.

Luigi Fontanella

Come avevo intuito, sei solo chiacchere e distintivo...chiacchere e distintivo(cit.)

LaVeraVerità

Tranquillo, nessuna affermazione barocca, nessuna Accademia della Crusca. Lascerò che altri ti rispondano per conto mio.

https://www.youtube.com/watch?v=UkGcGV9y5iU

Luigi Fontanella

Veramente non guardo la tv dal 2005 , seleziono quello che voglio vedere tramite prime video , netflix e streaming vario da internet e non mi serve parlare altisonante come fai te per sentirmi migliore agli altri e soprattutto io ammetto a differenza tua che il nostro lato animale comanda sul raziocinio e puoi smenartela quanto vuoi su questo blog ma di fronte ad un paio di t3tte soccombi come tutti gli altri e cosi su qualsiasi altra cosa materialista che sia di tuo gusto , io per esempio sono un appassionato cultore della f1ga, dei gatti, delle reflex e del fitness, e si leggo su blog che parlano solo di cose futili e materialiste come questo qui.A questo punto mi domando cosa ci facevi tu a commentare un articolo di auto se sei cosi superiore alle debolezze dei comuni mortali... So gia che risponderai con qualche affermazione barocca piena di termini vetusti e degna dell'accademia della crusca e io ti dico gia che scritta tra i commenti di un blog che tratta di minchiate risulterà essere un mero tentativo di salvare le apparenze perchè, ripeto , alla fine sei un povero materialista come tutti noi , smettila di lottare e vieni giu da quel pulpito da cui ti erigi a paradigma per l'uomo comune e togliti la foto della scimmia che ne sanno molto più di noi loro su come si vive.....

LaVeraVerità

Se ti cibi di TV generalista, con il suo immancabile corollario di liti e scontri, non sei affatto al di sopra della media.

Luigi Fontanella

meglio la versione russa con i sedili in pelle di scroto di balena , vuoi mettere?

Vincenzo

La urus è tutto carbonio, ha i dischi freno carboceramici più grandi mai costruiti se non ricordo male, ti ripeto che stiamo parlando di LAMBORGHINI no di una marca qualsiasi, li non badano a spese...anzi,per loro se potevano farla ANCORA più leggera ecc ecc tanto meglio perché i clienti che pagano li hanno, quelli che la comprano solo per la posa, probabilmente uscirà un giorno la versione SuperLeggera....

Maurizio

Il fatto che non facciano questa scelta, non vuol dire che non sia la scelta giusta e il ragionamento corrretto, ma semplicemente che per loro è più conveniente forzare il turbo o altro aggiungendo cavalli e coppia per uovere più peso piuttosto che alleggerire tutto... Questo non vuol dire che non si può fare come dicevi.
I costruttori non lo fanno perché la gente è in gran parte ignorante e guarda solo i numerini di cavalli e forse di coppia ed è più facile mettrglielo in cul0 piuttosto che in testa e nella testa degli ignorantoni 800 cavalli che smuovono 2000kg fa più figo di 400 che ne muovono 1000kg, poco importa che alla seconda curva in discesa il primo ha i freni che fondono e il secondo gira come una lama...

Il fatto che tutti o quasi facciano qualcosa, non vuol necessariamente dire che sia la cosa migliore, ma in questo caso è sicuramente la cosa migliore per i costruttori certo non per i clienti.

saetta

In questo caso considero valida la seconda

JUDVS

Era una battuta sul nome ford EDGE

Vincenzo

Neanche la Lamborghini urus pesa 1600 kg e quella di più pesante avrà il motore rispetto a questa..poi 'è grande' insomma,Lamborghini di certo non bada a spese per materiali ecc ecc...la Stelvio? È leggera ma appunto usa materiali pregiati ed è anche di un'altra fascia di mercato. ..

Il discorso come già detto se un auto è grande ha anche bisogno di certi standard...se il tuo ragionamento fosse giusto allora auto come la urus doveva pesare molto meno.. .

lurdz
LaVeraVerità

Vero, ma ciò che ci differenzia dagli altri appartenenti al mondo animale è, oltre alla capacità di astrazione, il filtro che la corteccia prefrontale applica agli inpulsi del tronco encefalico. Senza di questo andremmo ancora in giro mostrando il buco del c*lo o prendendoci a cornate (cosa che a dire il vero è ancora metaforicamente in voga proprio tra gli strati meno "evoluti" della popolazione).

Maurizio

Il paragone è in proporzione all oggetto, è ovvio che questo suv non potrà mai pesare 850kg come la swift.
La serie precedente della swift pesava quasi 1050kg quella attuale 850kg.
Questo suv 2000kg circa, dico solo cheche si può alleggerirlo fino a 1600kg senza usare carbonio o chissà cosa altro.

https:// www Google com/amp/s/www sicurauto it/news/come-si-riduce-il-peso-di-unauto-del-25/amp/

Si può fare, basta volerlo

lurdz

Bella risposta, te lo riconosco. Certo, io resto convinto che l'uomo non si è evoluto, 200.000 anni sono troppo pochi per farlo, è diventato semplicemente abile a spacciare per virtù necessità come un riparo, nutrimento, accoppiamento. Anche le esibizioni dei maschi per ottenere favori sessuali sono rimaste, cambiate con il passare del tempo dal mostrare prestanza fisica (comunque ancora eradicata, dato i mr muscolo che riempiono le pubblicità) all'esibizione del denaro.
In ogni caso, il divario di ricchezza è più pesante di quello che si creda nel mondo dell'istruzione, chi cresce in famiglie istruite ha ricevuto una costante immersione nella cultura, non solo in quelle poche ore di lezione offerte dallo stato, quindi

Vincenzo

Ma che paragoni fai? Una cosa è la Swift, un'auto che è un buco in confronto a questa...per rendere più sicura vo auto GRANDE come questa devi usare certi materiali, certi spessori ecc ecc, automaticamente il prezzo SALE

Maurizio

Non ho mai parlato didi carbonio, bastano acciai ad altaalta resistenza un po di volontà e poco altro, suzuki sulla swift ha tolto così quasi 200kg senza grande sforzo, toglierne 400 - 500 su una macchina così è un attimo.
All aumentare del peso aumenta tutto per compensare e cioè ammortizzatori e molle maggiori per reggere il peso freni maggiori per migliorare la frenata telaio più spesso e via via si aggiunge sempre più peso, lo stesso vale al contrario, se allegerisci puoi usare telai più leggeri freni più leggeri molle e ammo più leggeri ecc ecc...
Si possono fare auto più leggere senza carbonio ecc...

dicolamiasisi

condivido in pieno...la vera utilità di questi SUV sarebbe inoltre la percorrenza su strade difficili (sterrate...) ma per lo più vengono usate 100% in città

LaVeraVerità

Partiamo dalla fine: le tue supposizioni basate sul nulla.

- Ho studiato un sacco? Si, per curiosità e per una mia crescita personale.
"Fatti non foste per viver come bruti..." cit.
- Gli introiti? Sufficienti a permettermi ben più di qualche sfizio. La psicologia lasciala fuori, non è alla tua portata.
- Studentello? Mia madre se ne è andata già da anni e mio padre è 84enne. Lascio a te la facile stima su quale possa essere la mia età.

"la cultura è stata pagata, e profumatamente"

No, ti assicuro che al giorno d'oggi, con i mezzi a disposizione di chiunque (anche i barboni sotto i ponti hanno lo smartphone e una connessione ad internet), solo chi vuole restare ignorante lo resta. La pochezza spirituale è l'unico tratto della umanità non migliorabile con iniezioni di cultura a pagamento, e ti posso citare numerosi casi di persone cresciute in famiglie disfunzionali ma, grazie al medio quoziente intelletivo posseduto, affrancatesi dalla miseria materiale ed intellettuale.

Buttarla in caciara non ti aiuterà a tirati fuori dalle conseguenze di un commento maschilista e, sinceramente parlando, anche parecchio demodè. Sei liberissimo ovviamente di continuare a massaggiarti la leva del cambio (manuale, mi raccomando, che il vero uomo guida solo col cambio manuale) e di ricavarne tutto il piacere che desideri.

roby

Ok renault puo anche andar bene ma skoda? Audi bmw etc non sanno fare i suv, a parte i prezzi, e se uno deve prendere un vero suv vai su marchi americani come jeep ford dodge cadillac

Vincenzo

Proprio perché siamo nel 2020 pesa 2000 kg ed è un auto tutto sommato acquistabile da molti...inutile tirare in ballo carbonio ecc ecc,l'auto non sarebbe più una Ford e diventerebbe troppo costosa

Maurizio

Si e no, se si vuole con la tecnologia di oggi si può fare la stessa auto con un 20% in meno di peso, migliorando automaticamente consumi sicurezza maneggevolezza tenuta di strada e chi più ne ha più ne metta.

Maurizio

Quasi 2000kg di auto, auguri a chi la compra con la speranza che non faccia mai un incidente...
Per chi non capisse, la forza di impatto é direttamente proporzionale al peso...
Si,so dei test euroncap, assicuratevi quindi di schiantarvi alle stesse velocita e punti di impatto, in bocca al lupo.
Cercate online che fine ha fatto un audi q7 schiantandosi in modo diverso da quanto previsto da euroncap...

roby

Da quando usci la Stelvio per vederla qualcuna in giro te la devi immaginare.. E io sono fuori ufficio almeno 10 ore al giorno.
Si vedono più Kia che alfa romeo, dovresti dare un occhiata ai numeri

Boots Boot

e quelli che si scannano per uno smartphone?

Boots Boot

ma non era più bella la griglia frontale del precedente modello?

Boots Boot

forse intendeva dire che non c'è più la leva del cambio

Boots Boot

ma che stai a di?

lurdz

Con uno zio gay dichiarato e benvoluto in famiglia, non ci sono mai stati particolari pressioni in tal senso.
In ogni caso l'esibizione di una bella auto non è diversa dall'esibizione della ruota di un pavone, pensiamo di essere più evoluti degli animali, ma in realtà non manchiamo mai di mettere in mostra le nostre qualità. E la qualità più importante oggigiorno è la pecunia, esibita con l'uso di accessori costosi: gioelli, orologi, occhiali, scarpe, vestiti, acconciature, smartphone, e anche l'auto, la vera regina per l'esibizione dello status sociale del maschio.Poi c'è chi come te preferisce esibire la cultura, pensando che sia una cosa più elevata rispetto un auto o un bel pataccone di orologio.. ma in realtà la cultura è stata pagata, e profumatamente, è anch'essa dimostrazione di opulenza, e infatti è un esibizione imperniata di arroganza e superbia.
Ma se ti sei elevato davverto così tanto da staccarti da qualsiasi necessità di esibizione (anche se i tuoi commenti da professorino mi dicono di no), ti faccio i miei complimenti, perchè vuol dire sei riuscito a estinguere una buona parte dei tuoi istinti primordiali. Il prossimo passo è trovare patetici anche i riti di accoppiamento.

andrewcai

Quanto sei ridicolo, possiamo dire la stessa delle tue passioni

Clifford

Certo, anche io ho avuto bene o male tutte le tipologie di auto, nei vari momenti della mia vita e secondo le mie esigenze del momento. Ed è per questo che rimango della mia idea.

Vincenzo

E quelli che si scannano per una squadra di calcio allora? Per giunta neanche della propria città natale magari...

Vincent Zeitgeist

chi vuole un grosso suv e vuole spendere "poco", ne spende 40 e non 70 o 80 come nel caso di audi e compagnia bella.....sono scelte...se hai 40 mila da spandere è hai 3 figli è chiaro che prendi un Koleos e non un Audi Q2

Vincent Zeitgeist

sono 2 segmenti diversi....è chiaro

Ratchet
losteagle17

in città ovviamente...

piervittorio

Ti pare male.
Io ho sempre avuto nei box, alternativamente o contemporaneamente, spider sportive e suv.

xMx

Capisco il tuo punto di vista , ma i motori sono una passione cosi come lo è l'elettronica , si potrebbe fare lo stesso discorso per gli smartphone dicendo "non capsico che senso ha comprare uno smartphone da 1000€ quando poi dovrebbe solo chiamare e mandare messaggi" se si applica questo ragionamento su ogni cosa non te ne esci più .

Clifford

Mi pare evidente che una Mustang non abbia lo stesso target di un suv Ford, anche a parità di prezzo.

Desmond Hume
rsMkII

Se dici che gli appassionati di auto sono barbari, è ancor più evidente che non sai affatto di cosa si stia parlando. Perché sì, se per te essere appassionato di auto significa apprezzare e discutere auto come questa, beh, ti dirò: è una visione profondamente sbagliata. È la stessa cosa del parlare di film Marvel a un appassionato di cinema. Secondo il tuo ragionamento, gli appassionati di cinema devono essere quelli che discutono dell'ultimo Avengers, oppure gli appassioanti di libri sono quelli che leggono e discutono solo di Harry Potter. Io la vedo più così: la passione nasce anche e soprattutto dalle persone che hanno dato vita a ciò che vediamo ora. Che siano Ferrari, Ford, Koeniggsegg, Pagani, Tonino Lamborghini, ecc. Poi vengono i loro capolavori, le loro storie di sacrifici, le gesta, gli studi e il design, che è assolutamente una forma di scultura. I grandi carrozzieri e le loro linee innovative che seguivano (e seguono tutt'ora) la tecnologia, il pensiero e la società sono degli scultori, non sono affatto meccanici come ti viene sicuramente da dire. Insomma, non sto neanche a dirti quanto questa visione sia profondamente sbagliata perché mi sembri una persona intelligente (non sto facendo ironia!), per cui voglio lasciare il beneficio del dubbio e pensare che ciò che hai scritto sia volutamente provocatorio. Il fatto che l'automobilismo sia fortemente improntato sul lusso è normale, dato che servono grandi investimenti per fare anche piccole cose in questo settore. Ma non è forse vero anche per lo sport? Ci sono dietro tanti di quei soldi che neanche ha senso discuterne. Certo, mi dirai, la passione per lo sport praticato è una cosa diversa, ma allora anche il vero appassionato che ha in garage un'auto giapponese di 25 anni fa e la cura, la mentiene, la studia, non è anch'essa una passione che richiede ingegno e alte qualità? Ovvio, 1 su 1 milione sono davvero così, gli altri fanno tutto con i soldi. Ma non si deve mai guardare alla massa, che volente o nolente è anche limitata in quanto a tempo a disposizione e occupazioni. Altrimenti anche nel calcio potrei fare di tutta l'erba un fasc1o e dire che siano tutti 1dioti urlanti che corrono dietro un pallone e basta. La vera passione, quella elevata come la intendi tu, va sempre cercata in chi le cose le sente davvero e le coltiva migliorando negli anni, facendo quindi uno sport con del lavoro. Perché sì, uso sport come "divertimento", che è quindi la vera essenza della passione.

Simone Vinci

Bionde e slanciate e due bocce così.

Simone Vinci

Godo come un mandrillo.

piervittorio

Volvo non molto conosciute?
E secondo te sto bidone a pedali avrebbe piú appeal di una Stelvio o di una Velar?
Ma sei serio?
Pure la Hyundai Santa Fe ha piú appeal della Edge, ed infatti vende, a paritá di prezzo, circa il triplo...
La Edge al massimo se la gioca con la Kia Sorento.
Ma perde anche lí.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti