Mazda3, la quarta generazione passa all'ibrido e diventa autonoma

28 Novembre 2018 129

Al Salone di Los Angeles, l'ultimo grande appuntamento dell'anno per quanto riguarda le fiere motoristiche, Mazda3 si presenta nella sua quarta generazione. Dopo essere stata anticipata dai teaser nelle scorse settimane, la compatta si mostra ufficialmente con una linea stilistica simile alla Concept Kai, il prototipo in chiave futura esposto al Tokyo Motor Show 2017. Il modello verrà commercializzato su tutti i mercati mondiali a partire dall'inizio del 2019.

"La Nuova Mazda3 che abbiamo svelato oggi segna l’inizio di una nuova era per Mazda", ha affermato Akira Marumoto, Representative Director, Presidente e CEO di Mazda. "La nuova generazione di vetture Mazda accentuerà il valore dell’esperienza di possedere la vettura. Attraverso i nostri prodotti, innalzeremo ulteriormente il valore di Mazda e proseguiremo verso il nostro obiettivo di realizzare un legame ancora più forte con i clienti di tutto il mondo".

Il design Kodo si evolve

Nuova Mazda3 porta nella produzione di serie i nuovi canoni stilistici del design Kodo, con proporzioni filanti, un cofano motore allungato, un abitacolo raccolto al posteriore che include un lunotto fortemente inclinato, oltre ai gruppi ottici affusolati che si fondono nella calandra anteriore. Nel complesso, la vettura si presenta semplice e di forma unica, lievi ondulazioni conferiscono vitalità al design attraverso i movimenti della luce e i riflessi.

Realizzata sulla base della nuova SkyActiv-Vehicle Architecture, la quarta generazione è lunga 4.459 mm, larga 1.797 mm e alta 1.440 mm, con un passo di 2.725 mm. Rispetto alla generazione uscente, quella nuova ha migliorato il comportamento su strada nelle fasi fondamentali di accelerazione, curva e frenata, oltre a raggiungere nuovi livelli di rigidità torsionale, migliorando inoltre il comfort acustico grazie a nuove soluzioni, come la struttura two wall che lascia uno spazio vuoto tra i rivestimenti interni e la carrozzeria. L'assetto prevede uno schema sospensioni MacPherson all'anteriore e barra di torsione al posteriore.

Sicurezza e... guida autonoma

Nuova Mazda3 si aggiorna non solo nell'estetica e nelle componenti, ma anche negli interni. L'abitacolo si sviluppa seguendo i dettami dello Jinba-ittai, la perfetta armonia fra uomo-macchina, e infatti i tecnici giapponesi hanno riprogettato la posizione di guida per migliorare la visibilità e la sicurezza. All'interno è previsto l'MZD Connect con schermo da 8 pollici per il controllo dell'infotainment, gestibile attraverso un selettore rotativo collocato nel tunnel centrale. Le novità, oltre all'impostazione minimalista, riguardano il libretto delle istruzioni digitali incluso nel sistema e l'opzionale impianto audio Bose con 12 altoparlanti.

Sul fronte sicurezza, la quarta generazione adotta le principali funzioni del pacchetto i-ACTIVSENSE, partendo dalla frenata automatica d'emergenza fino al Driver Monitoring System, che monitora il guidatore (movimenti degli occhi, apertura palpebre, frequenza battiti ciglia e angolazione labbra e testa) attraverso una videocamera a infrarossi e un sensore a LED. Disponibile anche il Cruising & Traffic Support, una funzione di guida autonoma che combina il cruise control adattivo al sistema di mantenimento della corsia, assistendo il conducente e controllando sterzo, acceleratore e freno.

Il nuovo SkyActiv-X affiancato dal sistema M Hybrid

La gamma motorizzazioni include a listino quattro differenti unità. Si parte con i benzina 1.5 e 2.0 litri SkyActiv-G, aggiornati per ridurre ulteriormente i consumi e le emissioni di CO2, oltre al turbodiesel 1.8 litri SkyActiv-D, tutti abbinabili alle trasmissioni manuali o automatiche a 6 rapporti, alla trazione anteriore o all’integrale i-Activ AWD con ripartizione elettronica della coppia tra i due assi (probabilmente proposta solo per il 1.8 SkyActiv-D). Tuttavia, la novità principale riguarda l'approdo dell'ibrido in gamma, con il motore SkyActiv-X con tecnologia HCCI (il primo a benzina a livello mondiale con metodo di accensione a compressione) affiancato dal sistema M Hybrid, incaricato di abbattere consumi e le emissioni.

Tra i più desiderati del 2018, superato solo da Mate 20 Pro? Huawei P20 Pro, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 514 euro oppure da Amazon a 580 euro.

129

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kratox

la golf non lo monta, la giulietta nemmeno. è semplicemente la soluzione piu economica che adottano honda e fiat sulla tipo e la bravo.
non amo i tedeschi, ma la leader del segmento è la golf, è lunga 4.20 metri e adotta soluzioni ingegneristiche piu pregiate.
questa è lunga come un auto di segmento superiore lasciando scoperta la dimensione classica da segmento C e non puo tecnicamente offrire lo stesso piacere di guida della concorrenza piu pregiata. è un vero peccato. con queste caratteristiche non la prendero in considerazione. purtroppo.

Mattia

Strizza l'occhio alle linee di Giugiaro in certe Alfa, è comunque molto bella. Se la rivale è la golf direi che stravince sulla tedesca. Per non parlare della qualità Mazda, per me oggi una delle migliori sul mercato mondiale.

Mattia

Credo sia stato necessario per aumentare la capienza del bagagliaio, unica vera pecca del modello precedente

Mattia

Un ponte torcente su una macchina ad uso stradale, abbinato ad un macpherson all'anteriore..in cosa consiste la cavolata? È la soluzione ideale, o volevi farci un rally?

S_N_K

Concordo, per il posteriore avrebbero dovuto dare una svecchiata ai fari e stop. Quello di prima era riuscitissimo. Posteriore vecchio e anteriore nuovo e sarebbe stata il TOP.

marcoar

Non ti è chiaro, ancora che io non ho affermato da nessuna parte che nell'uso di tutti i giorni non cambia. Cambia, come ti ho scritto in 3 commenti, anche nell'uso di tutti i giorni. Hai, oltre ad un cambiamento dinamico anche cambiamenti in termini di confort di marcia.

Discorso conigli:
Nel termine sciatto (che riporto dal vocabolario significa: . Fatto, eseguito senza cura e impegno; che denota sciattezza, trascurataggine) non c'è nessuna offesa (e il ricondurre la differenza ai tamarri che fanno le corse in città è sciatto).
Purtroppo ormai è difficile anche utilizzare la lingua italiana senza che chi interloquisce non si senta in qualche modo vilipeso.

Andy M.

La differenza è stata sottoscritta alla domanda dell'utente sopra: "cambia qualcosa per l'utilizzo di tutti i giorni?"
La risposta, sia mia che tua, è stata in sostanza NO.
Tu poi hai fatto un decalogo tecnico (e ci sta pure) aggiungendo però, senza motivo, che il mio discorso era sciatto.
Purtroppo le persone non riescono ad esprimere opinioni senza dover necessariamente usare parole che tendono ad offendere o sminiure...ovviamente questo su Internet, dal vivo tutti conigli.

Marco Chieppa

Che delusione, non ci somiglia proprio al Kai :/
7 mesi ad aspettare per niente. Ora non mi resta altro che riporre tutte le mie speranze nella futura nuova Giulietta...

Nitro

si concordo con te, come sensazioni di guida meglio alfa.
Però nella sua piattezza la Golf mi ha dato la sensazione di essere una macchina che ho guidato da sempre.

Gark121

A primo impatto il retro non mi piace tantissimo, ma è anche una questione di "farci l'occhio". Comunque son curioso di vedere prezzi e performance dell'hcci, specie se abbinato ad un ibrido decente.
Certo che è diventata proprio grossa...

ormonello

Vero

ormonello

Delusione..peggiorata.. il dietro così come la fiancata nella parte posteriore sono pesantissimi..peccato

Kratox

Occasione persa

Kratox

4 metri e mezzo col ponte torcente posteriore come un utilitaria e dimensioni assurde? Che cavolata

sagitt

Elle ma strumentazione analogica e infotaimet osceno

Hoyz

Nella guida di tutti i giorni, ad andature da codice stradale o poco più, assolutamente no. Ma diciamo che va a inficiare sull'anima sportiva della macchina, il torcente collega direttamente le due ruote (detto in modo bruto), che in una curva non avranno mai a che fare con le stesse condizioni o rotolamento, per cui va da sé che in una guida allegra avrai un comportamento meno "nobile" rispetto a sospensioni indipendenti.

FRANCO

Si sta arrampicando sui muri senza parlare del merito.
Detto questo è ormai palese che le case automobilistiche si stiano concentrando più sull'estetica e sul infotaiment. E fanno pure bene, d'altronde pochi sanno la trazione della serie 1 che stanno comprando (che posseggo e il cessionario mi aveva confermato proprio questo)

DAV'74 GE

Innanzitutto, il fatto che non siano diffusissime mi rende strafelice, permettendomi di distinguermi dalla miriade di pupazzi che acquistano solo le auto che hanno tutti.
Scrivendo poi W Audi a1, un vero cesso su ruote per pollastri da spennare ammaliati dagli anelli, dà totale conferma del tuo essere pupazzo.

marcoar

In teoria uno dovrebbe saperlo prima di andare in concessionaria.
Rimane assurda la leggerezza con cui si trattano determinati argomenti, a mio modo di vedere. Se per te non passa nessuna differenza tra un ponte torcente e una sospensione completamente indipendente, rimane un tuo parere strattamente personale, e non puoi circoscrivere la differenza "ai tamarri che fanno le corse in paese". Fai del becero pressapochismo.
Buona serata.

Andy M.

Grazie per il servizio. Da domani le persone andranno in concessionaria chiedendo se l'auto ha il multilink, il ponte torcente
Ecc. perché è importante per la sicurezza stradale.
Infatti abbiamo un mare di utilitarie che si ribaltano a causa del ponte torcente.

Igi

... penso la stessa cosa

marcoar

Si ripete qui la (pericolosa) deriva "tedeschi versus resto del mondo" nei commenti, come in tutti gli altri siti

G. Vakarian

Come ho fatto a non notarlo, ha 4 ruote esattamente come l'Alfa GTV! Grazie che me l'hai fatto notare

Desmond Hume

Ce ne vuole per vederci la Classe A (manco il nome sa scrivere), magari una visita oculistica... E comunque la Classe A l'ho sempre elogiata nella precedente generazione a dire la verità. Le tedesche mica fanno schifo in generale ma siccome hai il cuIo bruciato mi stai mettendo parole in bocca che non ho detto.

G. Vakarian

Caspita, è vero! Ha quattro ruote pure questa! A prima vista non l'avevo notato

Adriano

Stai trollando vero?

Francesco Renato

Esagerati! Non passa all'ibrido, semplicemente presenta una versione ibrida per farsi pubblicità, unica vera funzione attuale delle ibride.

marcoar

Hai dato una soluzione sciatta proprio perchè il comportamento cambia anche nelle situazioni quotidiane. Per avere sottosterzo e delle reazioni scorbutiche al posteriore ti basta anche scartare un ostacolo su una strada extra-urbana a velocità da codice, senza quindi "fare il tamarro facendo le corse in città".
Avere un comportamento dinamico un minimo decente è alla base della sicurezza stradale, che sicuramente non sarà il problema della fame nel mondo, ma è altrettanto importante.

jojo

mi piacciono gli interni minimal. Il montante C sembra ingombrante… ma aspetto di vederla dal vivo per un giudizio, sono curioso di vederla in movimento.

Andy M.

Quindi, se ho capito, visto che ho fatto un esempio con un altro settore per dire "nell'utilizzo di tutti i giorni non cambia nulla"...avrei dato una "soluzione" sciatta.
Tu hai fatto un papello tecnico e in pratica hai detto la stessa cosa e cioè "nell'utilizzo di tutti i giorni non cambia nulla".
Io direi che qualcuno non ha il dono della sintesi ma non capisco questa cosa di dover sempre attaccare in ogni cavolo di discorso, si parla di auto, non della soluzione della fame nel mondo.

Ngamer

si bè chiaro se è evidente che è un rottame ...

Ngamer

a ok tecnica dello sfinimento :P

marcoar

Ci andrei un attimo più cauto, le cose non sono cosi semplici (e sciatte) come le fai tu.
@gianfraGianfranco
Il ponte torcente non è di per se un difetto.
Il discorso è abbastanza lungo e complesso (e mancano comunque dati per poterlo affrontare).
L'efficacia di una sospensione dipende, oltre che dallo schema, anche dai materiali utilizzati per gli ancoraggi al telaio e le interconnessioni tra i vari elementi. Ogni materiale conferisce un certo grado di rigidità o flessione.
Di base il ponte torcente è un sistema sospensivo nel quale le ruote non sono totalmente indipendenti, ma sono interconnesse tra loro (il comportamento di una ruota influenza l'altra) da un asse a forma di U (nella maggior parte dei casi) e ancorato al telaio per mezzo di bracci.
Questo consente di avere le ruote quasi sempre perpendicolari al terrene in ogni condizione, ma con una minore accuratezza rispetto ad una sospensione multilink.
Il ponte torcente consente di risparmiare spazio (oltre che costi) e se correttamente realizzato non sacrifica la guidabilità delle vetture (tendenzialmente nelle vetture che utilizzano questo sistema hai un maggiore sottosterzo). Non è una soluzione raffinatissima ma è usata anche da vetture prestazionali (tra tutte mi viene la megane rs, e la corvette c7 se non erro).
Il multilink mantiene le ruote completamente indipendenti e controlla il movimento della singola ruota tramite un sistema di bracci. In genere se ne usano 3, ma nei sistemi più raffinati si arriva a 5. Qui si cerca di avere il maggiore controllo possibile su tutti i movimenti che la ruota compie (che non sono solo quelli oscillatori verticali)
Questo sistema è molto più costoso e soprattutto occupa molto più spazio.

Tra le due soluzioni poi esistono una miriade di variazioni che cercano di abbracciare più vantaggi possibili dell'una o dell'altra soluzione.

marcoar

Questo è opinabile, nel senso che dipende di che pasta è fatto il progetto base.
LA megane rs, per dire, monta un ponte torcente. Eppure è una delle berlinette più veloci

FRANCO

ma certo che no, nessuno guarda sotto al vestito e ormai con l'elettronica si può soprassedere anche ad una meccanica più scarsa...ma, non puoi competere con le altre, ecco

FRANCO

Te ne accorgi sulle curve soprattutto se hanno asperità, te ne accorgi quando una ruota modifica il comportamento del'altra...te ne accorgi soprattutto guidando una macchina con o senza (il successo dovuto dalla prima focus era dovuto anche ad un perfetto multilink...il piacere di guida della 147 era dovuto anche al mcpherson dietro).
Non è un difetto, ma se vuoi fare la "sportiveggiante" sì..e soprattutto non può costare come un'altra di pari segmento che lo monta

dolcecomeunlimone

Nell'uso normale non lo noti. Nell'uso anomalo e/o anormale si.
Semmai l'usura degli pneumatici ne risente, ma dipende dall'uso e dal modello specifico.

Luca

1) Guido una mx5 ncfl, so di cosa parlo

2) sono auto che si guidano molto bene, oltre a produrre LA ROADSTER PIÙ VENDUTA NELLA STORIA, giusto per farti ricredere su quello che hai scritto.

3) la linea attuale con vernici associate è decisamente superiore alla media, hanno fatto un gran lavoro

4) non ha le lucine a leddddddde sparse ovunque, cosa che per me è decisamente un pro.

5) Sono affidabili (mi gratto i mar0ni)

Albi Veruari

Il retro si.

Andy M.

Non è assolutamente un difetto.
È la stessa cosa di quando uno smartphone nuovo non esce con l'ultimissimo processore, fa le stesse identiche cose nella vita di tutti i giorni di quello che invece lo monta ma viene comunque sbeffeggiato dai "puristi".
Diverso è il discorso se devi fare le corse in città, cosa che ormai (per fortuna) fanno solo i tamarri dei paesini che non hanno un euro in tasca ma viaggiano in auto da 40 mila euro a salire.

Nitro

*alfetta gtv

Nitro

eppure io ho provato praticamente tutte le segmento C generaliste principali e, non vorrei deluderti, la Golf è a mio avviso la migliore, non in tutto, ma nel complesso.
Non mi voglio inoltrare nella qualità percepita all'interno (sulla golf le plastiche a vista sono decisamente meglio assemblate delle altre), ma penso ad esempio il design.
La sua forma, seppur squadrata, è sempre un classico longevo e soprattutto le permette di avere un'abitabilità interna che le altre si ahimè non hanno (giulietta e v40 ad esempio sfruttano gli spazi veramente male e per questa mazda 3 credo sarà lo stesso).
Per il resto influiscono anche i gusti ovviamente, io che amo le linee razionali e sobrie trovo piacevole il design della Golf 7.5.

Che poi questa Mazda 3 mi ricorda terribilmente una alfa sud o una gtv.... non la vedo molto innovativa.

Erik

Quel 3/4 dietro è allucinante in effetti! È enorme, pesantissimo... Che strana scelta da parte di Mazda.

Albi Veruari

Bella questa classe A.

zzzz

il posteriore ha un che dell'alfa brera, almeno qui il vetro è più ampio

Albi Veruari

Il fatto che continui ad ostinarti con "elettrodomestici" ti mette sullo stesso piano di chi sulla parte tecnologia di HDBlog usa termini alla lagsung, iphogn e cavoli vari. Commenti inutili senza senso, da bambini quasi.
Ma poi scelta stilistica.... frontalmente è la copia una serie A che però essendo tedesca è una cattivona lavatrice e bla bla bla.

DefinitelyNotBruceWayne

Sono della stessa idea.

G. Vakarian

La cx5 è già molto simile (per quanto possa esserlo un SUV) a questa, della cx3 è appena uscito il restyling che mentuene la linea precedente, simile alla Mazda 3 "vecchia"

marcoar

Per carità, le manie di persecuzione anche qui no eh

ellios76

Che per natale sono il top!

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE