Auto elettriche: ultra-condensatori e batterie al litio per una maggior autonomia

09 Maggio 2018 91

Gli ultra-condensatori potrebbero essere più rapidi ad accumulare e rilasciare energia, oltre a permettere una riduzione del peso del veicolo grazie alla nanotecnologia ma, a differenza delle batterie agli ioni di litio, non possiedono una grande capacità di archiviazione. Secondo NAWA Technologies, l'ultra-condensatore potrebbe essere incorporato agli accumulatori al litio per migliorare l'efficienza e incrementare l'autonomia delle auto elettriche.

L'azienda francese è infatti impegnata nello sviluppo di una nuova generazione di batterie che dovrebbe iniziare a produrre in piccole quantità già dal prossimo anno fino a raggiungere il pieno regime nel 2022. Denominate Ultra Fast Carbon e dotate di elettrodi di nanotubi di carbonio allineati verticalmente, punteranno a stabilire nuovi standard nella velocità della ricarica.

L'ultra-condensatore di NAWA offre maggiore densità di energia rispetto ai rivali abbinando un elettrolita con rivestimenti microscopici ai miliardi di nanotubi di carbonio all'interno della pila. Un esempio pratico è stato fornito da Lamborghini lo scorso anno che, insieme al Massachusetts Institute of Technology (MIT), ha realizzato Terzo Millennio, un concept dotato della tecnologia a supercondensatori che accumulano grandi quantità di energia in tempi rapidi.


91

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
zegalvis

Il motore di una lavatrice...
Col giusto controller e le giuste modifiche, ci vai molto più lontano di quello che immagini.

zegalvis

Si ma qui non si tiene conto che se anche si avesse che tutte le batterie di tutte le auto elettriche fossero capaci delle prestazioni in carica di un supercondensatore, quindi con un tempo di ricarica di frazioni di secondo, quella corrente ci deve arrivare alla macchina e prima di arrivarci deve essere trasportata e trasformata varie volte.
Il supercharger v3 di Tesla può erogare 250kW di potenza per una carica rapida di una singola macchina.
Ora un'utenza casalinga è da 3.3 kW, ossia una singola auto, con quel caricatore assorbe quanto 75 famiglie che consumano la loro intera potenza istantanea per ore ed ore.
Le reti elettriche cittadine italiane sono in grado di sopportare un carico del genere MOLTIPLICATO per 38 milioni di veicoli?
No, non lo sono.

Qua si parla di MEDIA TENSIONE, ossia elettrodotti in cui la corrente elettrica viene trasmessa tra 1 ed i 35 kV (kilovolt).

Qua si parla di cavi spessi 85 mm!

Per intenderci, un trasformatore per quelle tensioni, è grosso come una stanza.
E dove li metti dentro i condominî ossia dove sarebbe più sensato caricare le auto elettriche?
E come ce la porti la MEDIA TENSIONE nei condominî?
E come la produci tutta quell'energia?

Col fotovoltaico?!

zegalvis

È come parlare con gli adepti di una setta.
Fargli prendere contatto con la realtà e notare che 30mila € per un'auto sono una follia.

zegalvis

5,250 milioni.
Sono gli abitanti dell'intera Norvegia.
Se in Italia avvenisse una massiccia elettrificazione dell'autotrazione si dovrebbe rifare DA ZERO l'intera infrastruttura elettrica nazionale perché quella odierna non è oggettivamente in grado di sopperire alla domanda elettrica di milioni di veicoli che DI NOTTE di attaccano alla rete e ciucciano corrente per centinaia di megawatt o addirittura gigawatt per città...
L'auto elettrica non può essere una cosa per tutti e chi non è d'accordo mi dovrebbe spiegare come si giustifica un acquisto da 20/30 mila € e come possono essere ecologiche 1 o 2 tonnellate di ferraglia, gomma, vetro e plastica che vengono messi in moto per spostare 70 kg di cog...ne.

Carlo Corelati

bhe' pero' non e' che Tesla se la stia passando proprio bene e fa solo questo,elettrico

Tommaso Rinaldi

Direi necessita'. E' un passaggio obbligatorio e secondo me e' per questo che le case automobilistiche tutte si stanno preparando

Carlo Corelati

piu' che moda direi coscienza

zegalvis

11 anni fa sbattendo a 35 km orari contro un palo di cemento, senza cintura di sicurezza, volai dritto con la testa contro lo specchietto retrovisore interno, distruggendo il parabrezza.

L'urto contro il palo ha distrutto: Faro, freccia, piegato il telaio, paraurti, braccetto, cerchione e gomma.

zegalvis

Comprate l'auto elettrica per portare in giro al doppio o triplo del prezzo il solito scancascione da una tonnellata, e tutto per spostare 70/80 kg di utonto.
Compra consuma crepa...

Ma tra il consuma ed il crepa ricordati di piegarti a 90 ed aprire bene le natiche con entrambe le mani.

Oliver Cervera

AHAHAHAHAHAHAHAH
Non colgo la provocazione, ma ho sentito il tuo cuore esplodere! Mi dispiace ma l'inglese maccheronico non lo accetto :D

Maxim Castelli

Perché hai mantenuto la prima parte della frase in italiano? Così ti ridicolizzi.
(Attendo la risposta in inglese maccheronico che gli utenti come te scrivono. Sempre.)

Oliver Cervera

Maxim perchè non vuoi una battery powered car? It's the future! Superchargers! Autopilot!
* MAXIM TRIGGERED *

andrea55

Alcune lavatrici usavano motori a induzione negli anni 80 e si sono evolute fino al motore direttamente sul cesto a controllo elettronico, stessa tecnica utilizzata sulle auto, ovviamente cambiano le dimensioni e potenze in gioco.
In ogni caso la sola pompa ad alta pressione di un motore diesel è parecchio più complessa di un motore elettrico, figuriamoci il motore completo.
Un altro vantaggio dei motori elettrici è la modularità, per aumentarne la potenza basta metterne due in serie, mentre un motore va riprogettato.

Riccardo

mah guarda un po qualche manuale tecnico e poi ne riparliamo. o guarda qualche programma universitario sui motori elettrici da corsa, poi parliamo di tecnologia insomma. non è che se metti un motore da lavatrice attaccato ad una batteria arrivi lontano eh.

andrea55

Dove sarebbe la tecnologia? Non metto in dubbio che in futuro le batterie si evolveranno ma al momento stiamo usando le 18650 dei portatili che risalgono agli anni 2000.
Le nuove batterie, insieme all'elettronica di controllo, cercano di ridurre il danno ma non lo eliminano, è un limite della tecnologia al litio e per superarlo definitivamente bisogna cambiare tecnologia

Maxim Castelli

Non sei in grado di vietarlo ai tuoi figli?

Maxim Castelli

Bene, adesso ci siamo. Vedrai quando i rubinetti degli incentivi verranno chiusi.

Riccardo

Di tecnologia c'è poco nn si può leggere. Dai seriamente.

É cmq le ricariche rapide nn fanno bene alle vecchie batterie, la ricerca fortunatamente va avanti.

andrea55

Di tecnologia c'è poco, più che altro le batterie costano per i materiali, per il resto l'auto dovrebbe costare meno essendo più semplice, così come si paga di più il diesel rispetto al benzina perchè più complesso.
La ricarica è lenta in funzione dell'autonomia, un'auto diesel 300 km li fa con circa un quarto di serbatoio.
Tralasciando il fatto che le ricariche rapide non fanno bene alle batterie ma servono sempre almeno 1-2 ore, finchè si sta nel raggio di 50 km tutto bene ma se si deve andare oltre bisogna viaggiare a tappe, su youtube c'è un canale di un utilizzatore di Tesla model X e nei viaggi deve ricaricare lungo il percorso

Riccardo

Considerando che si tratta di una tecnologia relativamente nuova nn è così male. Scarsa autonomia e tempi di ricarica lunga nn direi, ormai la situazione sta migliorando giorno per giorno. Concordo sui costi ma nn mi meravigliano insomma.

Dike Inside

E beh, normale che dopo 80 anni che si vendono auto a combustione interna il circolante sia ancora principalmente quello, ma stiamo parlando del mercato attuale, dove le vendite costituiscono più della metà.

andrea55

Beh scarsa autonomia, costi elevati a parità di categoria e tempi di ricarica lunghi

Salvatore Sgambato

Meglio la pubblicità che i cartoon di Uncle Granpa o Gamble che tu e i miei figli vi vedete...

Maxim Castelli

Potere della pubblicità...

Fer

Credi?... Dai qualche esame in ingegneria, magari sui trasporti elettrici....poi ne riparliamo.

Fer

Come?

Salvatore Sgambato

Parla per te...io l'auto elettrica la vorrei, la mia prossima auto sarà elettrica

Riccardo

In realtà fai tutto da te, fortunatamente nn sto attaccato ad aspettare di leggere i tuoi commenti.

Omar Lorenzi

Ciao topo Gigio, è madre luna che ti parla, gli alieni esistono.. Puffffff

Maxim Castelli

Nessun problema. Solo amarezza nel vedere quel soggetto che comanda utenti obbedienti come cani.
Spero non rientri nella cuccia anche tu.

Maxim Castelli

Obbedisci pure al tuo padroncino, quello che ti dice di non rispondermi.

Riccardo

Ahah ma che problema hai:)!?

Maxim Castelli

Obbedisci pure a quell'utente che ti vuole comandare a bacchetta.

Maxim Castelli

Cerca di non farti sottomettere da soggetti che ti dicono cosa fare.

Makiè

Bravissimo.
Ignoralo proprio.

Riccardo

benzina. auguriX2.

Maxim Castelli

Ripeto: è un dato riferito al venduto, non al parco circolante.

Dike Inside

"Norvegia sempre più green: elettriche oltre metà delle auto vendute
di Michele Pignatelli
05 Gennaio 2018"

Dal sole24ore. Non ti posso mettere il link perché Disqus li blocca, ma su google lo trovi subito.
La Norvegia è la prima ma anche negli altri paesi Europei la antifona è chiara e la tendenza segnata.
Solo l'Italia è tristemente indietro.

Maxim Castelli

Valuta se obbedire a @Makiè, come fossi il suo cane.

Maxim Castelli

Ecco bravo, allora obbedisci a @Makiè.

Maxim Castelli

"la vera ragione della diffusione delle eletriche in Norvegia è l'alto reddito dei cittadini": questa affermazione non si sposa con l'esistenza degli incentivi, anzi, ci fa a botte (a dimostrare quale è la vera ragione della diffusione fittizia dell'elettrico).

Tom Smith

Il tizio sopra non ha specificato. Comunque se imparassi a cercare sa solo troveresti che le auto elettriche in Norvegia sono vicine al 50% di quota. Gli incentivi ci sono fino a quando le elettriche non caleranno di prezzo. Ma la vera ragione della diffusione delle eletriche in Norvegia è l'alto reddito dei cittadini.

Maxim Castelli

Con la solita auto a benzina o metano.

Maxim Castelli

Valuta se obbedire a @Makiè, come fossi il suo cane.

Maxim Castelli

L'hai letto l'articolo? Si parla di nuove immatricolazioni (non parco circolante). Inoltre c'è un incremento dovuto a...ta-taaann! Incentivi! Che bello.
Prova a leggerlo dai.

Maxim Castelli

Bravo dagli ordini come fosse il tuo cagnolino.

ModderPro

basta leggere i suoi messaggi nel profilo per capire la sua inutilità

Makiè

Non rispondergli, lo farai morire d'inedia da tastiera.

Makiè

Lascialo perdere.
Dammi retta.

Makiè

Lascialo perdere, perdi tempo.
Fidati.

Auto

Gomme invernali, quando si cambiano. Regole e sanzioni

Auto

Nuova Volkswagen Polo 2022: prova in anteprima, 1.0 benzina e metano | Video

Economia e mercato

Viaggio nella Turchia delle auto: quello che (forse) non sapete e perché serve saperlo

Auto

Dacia Spring: recensione, confronto consumi reali e test autonomia | Video