Volocopter: all'aeroporto di Helsinki i taxi volanti volano insieme agli aerei

30 Agosto 2019 7

L'azienda tedesca Volocopter ha dimostrato con successo l'efficacia del proprio sistema di gestione degli atterraggi e dei decolli dei mezzi e-VTOL (la categoria dei taxi volanti con decollo e atterraggio verticale) integrata all'interno degli aeroporti destinati al traffico di aerei di linea. Nella giornata di ieri, Volocopter ha fatto volare il proprio prototipo 2X nell'aeroporto di Helsinki, nell'ambito del programma SESAR (Single European Sky ATM Research) e del progetto Gulf of Finland U-space, dimostrando che l'integrazione tra taxi volanti (ma anche droni per il trasporto di merci e mezzi simili) e aerei di linea sia possibile, fattibile e rispetti gli standard si sicurezza.

Il volo pilota GOF U-Space ha dimostrato come l'integrazione tra Air Traffic Management (ATM, la gestione dei voli di linea per il trasporto passeggeri) e Unmanned Aircraft System Traffic Management (droni, taxi volanti e piccoli velivoli) possa garantire una circolazione sicura ed efficiente dei taxi volanti in ambito urbano, compresi gli aeroporti cittadini. L'obiettivo della sperimentazione è quello di inserire nella ATM la gestione del traffico VLL (Very Low-Level Airspace), che viaggia ad altezze differenti a causa della diversa natura di questi mezzi. Il progetto SESAR mira a creare un vero e proprio "unico cielo" a livello Europeo, in cui questi diversi mezzi di trasporto aereo possano "convivere" rispettando un regolamento omogeneo.


Durante la sessione di ieri Volocopter ha svolto una serie di test con tre diversi provider di servizi UTM (AirMap, Altitude, Angel e Unifly) che hanno preso parte nel progetto di integrazione tra ATM e UTM a livello VLL. I risultati? Volocopter è stata in grado di svolgere tutti i test, simulando diversi scenari di utilizzo e dimostrando di poter adattare i propri taxi volanti (mediante modifiche hardware e software) ai diversi servizi UTM. Come ha spiegato il CTO di Volocopter, Jan-Hendrik Boelens:

Siamo felici di dire che tutti i fornitori che abbiamo testato fossero compatibili con i sistemi Volocopter. Come membri del consorzio SESAR, abbiamo la rara opportunità di lavorare in prima linea nell'integrazione di ATM / UTM con tutte le parti interessate al tavolo: regolatori, aeroporti, fornitori di servizi di navigazione aerea e fornitori UTM. Questa iniziativa paneuropea dà il via ad un'altra parte indispensabile dell'ecosistema di mobilità aerea urbana. Sappiamo che la tecnologia dei taxi volanti è praticabile: la certificazione è stata definita dall'EASA, costruiremo la nostra prima infrastruttura VoloPort prima della fine dell'anno e con la dimostrazione GOF U-Space abbiamo ora dimostrato che le tecnologie UTM esistenti sono praticabili per la mobilità aerea urbana. Gli aspetti indispensabili dell'ecosistema ci sono, ora è il momento di dare vita alla mobilità aerea urbana.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Desmond Hume

se non mi cadono in testa e si diminuisce il traffico a terra non vedo il problema

Tizio Caio

se questo li toglie dalla strada ben venga :D

Garrett

Quindi adesso non bastano i 10.000 metri, i 4.000 o gli elicotteri. Ci ritroveremo oggetti volanti anche a 500 metri

Felipo

Infatti aerei, camion ed esplosivi sono stati banditi per questi motivi, no? :facepalm:

È un elicottero alla fine

Aristarco

anche una forchetta può essere usata per un attacco terroristico, le vietiamo?

mattia

fino a quando non andranno addosso ad altri aerei o fino a quando non verranno usati per attentati terroristici non sembra una cattiva idea...

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti