Skoda Kamiq: prova del SUV comodo con CarPlay Wireless | Prezzi da 18.000 euro

01 Settembre 2019 387

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Aggiornamento del 01/09: prova su strada e video

Dopo due giorni passati in compagnia di Skoda Kamiq, provato su strada sia in versione benzina (95 e 115 CV) che diesel, il B SUV è giù riuscito a restituire un'idea abbastanza chiara delle sue prestazioni. La piattaforma MQB A0, in questa declinazione, si trasforma in un SUV compatto più votato al comfort rispetto alla cugina Arona (provata di recente proprio con il metano) e tutto sommato in grado di reggere bene l'approccio sportivo alla guida con l'allestimento ribassato di 10 mm e dotato di risposta più rigida in ammortizzazione. Si tratta di un sistema a due step (Normal e Sport) che cambia la rigidità ma non la adatta ad ogni condizione come i veri adattivi; nonostante questo, la differenza si nota.

In questa versione, affrontare le curve in salita diventa più facile, specie se uniamo l'assetto e la modalità Sport che agisce anche su sterzo, di base facile e progressivo, alla taratura del DSG 7 (potete saggiarne la velocità nel video). Il tre cilindri da 115 CV va spremuto quasi al limitatore, è vero, ma riesce a tirare fuori potenza sufficiente e una buona coppia lineare.



Solo quando provo la versione da 95 CV con il cambio manuale, però, mi accorgo definitivamente che il fratello mediano (esiste anche un benzina da 150 CV) è il motore giusto per Kamiq e che questa versione d'ingresso richiederà qualche sacrificio se viaggiate a pieno carico e con i bagagli in zone collinari come quelle della prova...ma è perfetta per la città ed è interessante al prezzo di lancio promesso intorno ai 18.000€.

Con il cambio manuale si perde il divertimento del DSG e delle palette al volante e non si guadagna quella sensazione "sportiva" dato che, pur sfoggiando innesti precisi e non impuntandosi, il feedback restituito dalla leva non è all'altezza dei migliori del segmento: senza infamia e senza lode.

CONSUMI REALI: SERVE IL DIESEL PER UN SUV?

Serve il diesel su Kamiq? La risposta alla domanda è chiaramente "no, non per forza", e il mercato lo ha dimostrato da tempo. Dopo la prova, che ha permesso di valutare insieme il tre cilindri benzina 1.0 da 95 e 115 CV oltre al diesel da 1.6 litri e 115 CV, è chiaro che il diesel non diventa fondamentale a meno che non viaggiate tanto, a lungo, in collina/montagna e a pieno carico.

In quel caso la coppia maggiore vi da un aiuto non indifferente e vi evita di buttare giù, in situazioni limite, anche un paio di marce. Va detto che il benzina si comporta bene anche in autostrada, sia per quanto riguarda i consumi che per la rumorosità: perfettamente insonorizzato per essere un tre cilindri, tanto che a 140 km/h i rumori nell'abitacolo sono quelli dei fruscii aerodinamici e del rotolamento degli pneumatici, il millino brucia 6/6,5 litri ogni 100 chilometri a velocità da crociera con ACC attivo, a fronte di un diesel che riesce a stare intorno ai 4,5 litri. La differenza non è tantissima e va fatto bene il calcolo sulle percorrenze annue per scegliere.

COMFORT E QUALITÀ INTERNI

Affrontate le questioni su dinamica e motorizzazioni, la prima prova di questo Skoda Kamiq restituisce impressioni positive anche per qualità degli interni e vita a bordo: lo spazio per chi siede dietro non manca: posizionando il sedile conducente sulla mia altezza provo a sedermi sul divanetto posteriore e scopro subito i vantaggi del passo maggiorato rispetto al segmento per cui è pensata la piattaforma A0. Risulta subito chiaro che su Kamiq si avrà vita facile durante i viaggi, anche perché non mancano vani porta oggetti e optional come poggiagomiti, tavolini con portabicchieri e chi più ne ha più ne metta.

I sedili sportivi sono da preferire per il sostegno ai fianchi e alla parte alta del busto, specie se si sceglie l'assetto Sport e si punta ad una guida più aggressiva.

Svolto alla perfezione il compito di rispondere agli impallinati delle plastiche morbide: la dashboard non ha niente di croccante e anche i punti in cui si è risparmiato risultano comunque piacevoli alla vista perché propongono texture che richiamano quelle della zona alta.


Praticità ai massimi livelli, tanto spazio, assolutamente nessuna sensazione di claustrofobia per i passeggeri posteriori: questi i pro degli interni di Skoda Kamiq che pagano solamente una sobrietà eccessiva di linee e colorazioni che incupisce l'ambiente. Meglio con il tetto in vetro.

Infine il bagagliaio risulta sfruttabile più in altezza che in profondità e offre una buona versatilità grazie a tutti gli accessori tipici di Skoda.

LAURA NON C'È: PROVA INFOTAINMENT E CARPLAY WIRELESS

La nuova piattaforma hardware di VAG utilizzata da Kamiq risponde alla prova proprio come mi aspettavo, con un'interfaccia fluida in navigazione nonostante l'utilizzo delle mappe 3D, menu scorrevoli e transizioni da un'app all'altra immediate nonostante l'utilizzo massiccio di animazioni nella UI.

Non pervenuta Laura: l'assistente digitale deve ancora crescere e migliorare per essere davvero in grado di riconoscere il linguaggio naturale e restituire chiacchierate al posto che risposte meccaniche. Sappiamo già che si tratta di un sistema in grado di migliorare con il tempo e gli aggiornamenti, vedremo di dare all'assistente una seconda possibilità in futuro: al momento resta più vicino ai classici comandi vocali.


Ottima prova di forza quella di Apple CarPlay wireless: Kamiq porta in un segmento accessibile una funzionalità tanto desiderata dagli utenti (arriverà anche Android Auto wireless) e, con la ricarica Qi a induzione, il cerchio è completo. L'alloggiamento per la ricarica wireless serve anche ad amplificare il segnale di rete ma continua ad avere un difetto che Skoda condivide anche con marchi ben più costosi: non sarebbe male un sistema di raffreddamento del vano.


Aggiornamento del 29/08

Prime indicazioni del prezzo Italia in promozione lancio e la dotazione di serie dei due allestimenti specifici per il nostro Paese. Skoda Kamiq arriverà in commercio da novembre 2019 in tutte le motorizzazioni, inclusa la G-TEC a metano. Il listino completo sarà annunciato a ottobre con l'apertura dei preordini; la cifra di partenza, circa 18.000€, è riferita a Kamiq Ambition 1.0 95 CV in promozione e non è da intendersi come prezzo di listino.

IN ITALIA TUTTO DI SERIE

Skoda Kamiq conferma le ultime strategie di Skoda Italia di partire con una versione già ricca nella dotazione di serie. L'allestimento base è assente, si parte con Kamiq Ambition che include tutti gli ADAS (incluso il Cruise Control Adattivo), Full LED (eccetto le frecce), infotainment da 8" Bolero, connettività Android Auto e Apple CarPlay e ombrello nella portiera oltre a Bluetooth, cerchi in lega da 16", due prese USB C, clima manuale, sensori luci, sensori parcheggio con frenata automatica, volante in pelle con comandi, Skoda Care Connect con 10 anni di servizio proattivo, eSIM e sedile anteriore con supporto lombare.

L'alternativa è Skoda Kamiq Style, top di gamma con cerchi da 17", clima automatico bi-zona, Full LED con indicatori di direzione dinamici e illuminazione adattive, fendinebbia LED, Amunden da 9,2" con controllo a gesti e mappa Europa aggiornabile a vita, retrovisore interno elettrocromatico, accesso remoto e infotainment online per 1 anno e Virtual Cockpit da 10,2".

I PACCHETTI OPTIONAL

La già ricca dotazione può essere completata da alcuni pacchetti:

  • City Pack: sensori anteriori e posteriori, specchietti elettrici, telecamera posteriore, sensore pioggia
  • Ambition Pack: 2 USB-C per i passeggeri posteriori, Drive Mode Select, sedile passeggero anteriore regolabile in altezza, clima bizona, retrovisore elettrocromatico
  • Style Pack: 2 USB-C posteriori, Drive Mode Select, sedile regolabile, cerchi da 18", cornice cristalli cromata, vetri posteriori oscurati
  • Connectivity Pack: Virtual Cockpit, keyless (KESSY Full, anche con avviamento), ricarica wireless per gli smartphone con amplificazione segnale, servizi di accesso remoto per un anno, protezione bordo portiere.

Tra gli altri pacchetti ci sono poi gli interni in pelle con sedili riscaldabili, tavolini, vani porta oggetti aggiuntivi, parcheggio assistito, pacchetto per il carico con soluzioni aggiuntive per l'organizzazione dei bagagli, pacchetto Winter con volante, sedile e ugelli lavavetro riscaldabili e Side Assistan.

Articolo originale del 28 /08

Skoda Kamiq sarà protagonista a breve della nostra prova su strada in anteprima e, in attesa di riportarvi le prime impressioni anticipando la recensione, vediamo tutto quello che c'è da sapere su caratteristiche, dotazione, prezzi, allestimenti e motori disponibili per il SUV compatto che completa la gamma dopo Karoq e Kodiaq.

I prezzi di Skoda Kamiq saranno un elemento fondamentale per valutare questo SUV che si posiziona in un segmento sempre più agguerrito e lo fa con tante carte da giocare: non si parla solo di dimensioni in grado di garantire una buona abilità nonostante il segmento B, ma anche di dotazione tecnica e tecnologica ricca e interessante perché sono tanti gli accessori - tipici dei livelli superiori - che il B-SUV permette di scegliere dal catalogo.

La data di uscita di Skoda Kamiq in Italia sarà svelata fra pochissimi giorni, l'auto sarà presente in mostra al Salone di Francoforte.

Avete domande sulla nuova Skoda Kamiq? Volete qualche foto particolare o vi interessa approfondire qualche caratteristica specifica dell'auto prima della prova? Fatecelo sapere nei commenti

DIMENSIONI E INTERNI

Le dimensioni della nuova Skoda Kamiq sono fondamentali per capirne la filosofia: il segmento è quello dei B-SUV, nati molto compatti con la prima generazione di Nissan Juke ormai diversi anni fa ed evolutisi oggi per migliorare l'abitabilità, specie nel posteriore. Kamiq misura 4.241 mm di lunghezza x 1.793 mm di larghezza x 1.531 mm di altezza con un passo di 2.651 mm, cerchi da 16, 17 e 18 pollici e linee che evitano quella sensazione di claustrofobia anche grazie ad una buona superficie vetrata per chi siede dietro.

Skoda Kamiq ha una luce da terra di 188 mm ed è disponibile la protezione sottoscocca in plastica rinforzata in fibra di vetro (optional)


La piattaforma MQB A0 è ormai nota: in casa Skoda l'abbiamo vista di recente con l'anteprima di Skoda Scala e gli interni garantiscono una versatilità degna di segmenti superiori, specie se consideriamo le piccole-grandi attenzioni che i cechi ormai riservano ai loro clienti. Presente l'ombrello nascosto, la luce del bagagliaio che diventa una torcia e il raschietto per il ghiaccio nello sportello del serbatoio.

Il bagagliaio di Skoda Kamiq spazia dai 400 litri in versione cinque posti ai 1.395 litri ottenibili quando si abbattono i sedili posteriori (40:60), con l'interessante optional di abbattere anche il sedile anteriore del passeggero e caricare oggetti lunghi fino a 2.447 mm. A questi dati vanno aggiunti ulteriori 26 litri, il volume disponibile nei vari cassetti e vani sparsi per l'abitacolo.

ABITACOLO E TECNOLOGIA: ARRIVA LAURA

L'abitacolo abbraccia uno stile sobrio ma moderno grazie alle ultime tecnologie del gruppo Volkswagen. Davanti arriva il Virtual Cockpit da 10,25 pollici, un display optional personalizzabile nell'interfaccia e affiancato allo schermo touch dell'infotainment. Come da tradizione ci sono diverse opzioni, dai 6,5" di Swing (modello base) ai 9,2" della top di gamma (8" la versione intermedia Bolero).

Display a parte, sono le funzionalità nascoste che fanno la differenza portando nel segmento un assistente digitale che promette di essere degno di quelli visti nel mondo premium: si chiama Laura e risponde al comando "ok, Laura", sfruttando la connettività tramite SIM di bordo per elaborare nel cloud i comandi del conducente, migliorando quindi la comprensione del linguaggio naturale.

Il riconoscimento vocale è di ultima generazione, questo significa che è fatto anche per evolversi nel tempo imparando sia le abitudini del proprietario, sia sfruttando i big-data per migliorare la comprensione analizzando anonimamente i comandi di tutti gli acquirenti delle auto che lo utilizzano e restituendo, in cambio, aggiornamenti OTA sempre più efficienti.

Skoda Kamiq propone luci diurne a LED con l'optional Full LED che porta nel segmento B gli indicatori di direzione dinamici

INFOTAINMENT CONNESSO CON CARPLAY WIRELESS

La base hardware di Laura e dell'infotainment è MIB III, l'ultima generazione del gruppo Volkswagen (nata con il restyling di Passat) che nella top di gamma Amundsen è un concentrato di tecnologie tra cui l'SSD da 64 GB per le mappe, modem LTE con eSIM per la connessione, hotspot WiFi, Bluetooth e Apple CarPlay e Android Auto: il primo sarà wireless dal lancio, il secondo nasce cablato ma diventerà wireless tramite WiFi nel primo semestre del 2020.

Il touchscreen è capacitivo e integra il sensore per il riconoscimento dei gesti ormai disponibile da tempo e l'interfaccia è ricca di funzioni, dalla navigazione con mappe 3D alle possibilità di personalizzazione. Da segnalare anche l'app Skoda Connect, aggiornata di recente e in grado di controllare la vettura da remoto.

Kamiq può inviare notifiche push in caso di furto, superamento di una certa velocità o uscita da un'area definita (geofencing)

Il pacchetto servizi offre diverse possibilità: la eCall è garantita a vita, i servizi proattivi di sicurezza durano 10 anni e le funzioni più evolute, dall'app agli aggiornamenti online in auto, sono gratis per i primi tre anni.

La compatibilità con gli smartwatch abbraccia i modelli Apple, Wear OS e Tizen e si può utilizzare Connect per collegare Alexa all'auto con la skill ufficiale.

MOTORI: RESTA IL DIESEL...

Contrariamente alla tendenza che vede sparire i diesel dai segmenti più bassi, tra i motori di Skoda Kamiq resta quello a gasolio proponendo un'unica scelta, il quattro cilindri 1.6 TDI nel taglio da 115 CV e 250 Nm (manuale a 6 marce o DSG optional a 7 rapporti) con tutte le ultime tecnologie per ridurre le emissioni, specie quelle di NOx (qui il nostro speciale sulle emissioni): filtro anti-particolato e AdBlue.

Il filtro arriva però anche sui motori a benzina (spremuti sempre più al limite, ne parliamo in questo speciale) di Kamiq, tre tagli di potenza e due cilindrate, tutte Euro 6d-TEMP con Start/Stop:

  • TSI 1.0 da 95 CV e 175 Nm di coppia massima(M5)
  • TSI 1.0 da 115 CV e 200 Nm di coppia massima (M6, optional DSG 7)
  • TSI 1.5 da 150 CV e 250 Nm di coppia massima (M6, optional DSG 7)

I motori a benzina consumano, dati dichiarati secondo ciclo WLTP, tra i 5,1 e i 6,8 litri ogni 100 chilometri per le versioni da 95 e 115 CV. Il diesel promette un range tra i 4,8 e i 5,8 litri a seconda del cambio e delle condizioni di guida.

Il benzina 1.5 TSI è dotato di tecnologia di disattivazione dei cilindri e viaggia a due cilindri nelle condizioni di minor carico

Il blocco elettronico del differenziale XDS+ è di serie per gestire la trazione delle ruote anteriori e si affianca a sistemi come il monitoraggio della pressione e l'assistenza alla partenza in salita su pendenze superiori ai cinque gradi.

...E ARRIVA IL METANO

Skoda Kamiq a metano sarà disponibile con il tre cilindri nella versione 1.0 G-TEC: in questo caso la scelta dei cechi è stata quella di utilizzare la versione da 90 CV e 160 Nm di coppia massima come abbiamo visto nella prova di Arona TGI, la versione CNG che affianca nel gruppo tedesco il nuovo 1.5 litri provato su Seat Leon TGI. Kamiq 1.0 G-TEC sarà disponibile con il cambio manuale a sei rapporti, senza l'optional del doppia frizione a sette marce.

ADAS E SICUREZZA ATTIVA

Il segmento B oggi abbraccia tutti gli ADAS visti qualche anno fa solo sui modelli superiori: Skoda Kamiq propone di serie la frenata automatica d'emergenza con riconoscimento dei pedoni grazie al Front Assist e Lane Assist si occupa di avvisare in caso di uscita dalla corsia e mantenere l'auto in carreggiata.

Caratteristiche più evolute sono optional, qui ad esempio troviamo il Cruise Control Adattivo fino a 210 km/h che sui modelli DSG ha la funzione stop&go con ripartenza automatica entro tre secondi. A completare la dotazione ci sono anche il monitoraggio del traffico in retromarcia con frenata automatica, abbaglianti automatici, Side Assist che evolve le funzionalità di monitoraggio angoli ciechi, assistenza al parcheggio, monitoraggio attenzione del conducente e Crew Protect Assist, l'insieme di automatismi che predispone la vettura in modo da minimizzare i danni in caso di incidente imminente, chiudendo i finestrini aperti e pretensionando le cinture. Per il "post impatto" c'è invece la frenata automatica del Multi-Collision Brake.

TUTTI GLI OPTIONAL CHE VOLETE

L'elenco degli optional di Kamiq attinge a piene mani dai segmenti superiori, a partire da volante e parabrezza riscaldato con sbrinamento rapido e proseguendo con il Keyless o con Sport Chassis Control, un setup ribassato di 10 mm che cambia la rigidità della risposta in ammortizzazione con le modalità Normal e Sport selezionabili tramite Driving Mode Select.

Su Skoda Kamiq sono disponibili fino a quattro porte USB-C e la ricarica wireless Qi per gli smartphone e le soluzioni smart includono la protezione automatica per le portiere (come in casa Ford), portellone bagagliaio elettrico, gancio traino elettrico, bracciolo posteriore centrale, supporto lombare per i sedili anteriori, possibilità di riscaldamento anche per il divanetto posteriore e regolazioni elettriche per il sedile del conducente.

Configuratore Online Skoda Kamiq

VIDEO

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 382 euro oppure da ePrice a 755 euro.

387

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
bac24

fari orripilanti

bac24

Scusa ma 10000 euro del 2015 con quanti chilometri?

Igi

Falso... e ti cito un esempio:
quante Arteon vedi in giro?

Aristarco

Come.gia scritto in precedenza vw batte tutti per quanto riguarda la percezione dei suoi prodotti, rimarchiassero un juke diventerebbe l'auto dell'anno

Igi

Chi sei ... Sgarbi?
Chiaro che non può piacere a tutti, ma se ha tanto successo significa che alla maggioranza piace e che ancora una volta a Wolfsburg ci hanno visto giusto...

Jam

Un auto deve portati da un punto a ad un punto b.
Stop. È un mezzo di trasporto e basta.
Ogni altra considerazione sulle auto riguarda le auto per scendere in pista.
Non esistono idiozi3 come quella che hai scritto e che in tanti altri pensano.
Un mezzo di trasporto non serve per "parlare di sé" al mondo. Quello è il marketing che ti vuol fare credere che quell'auto ti farà apparire in un certo modo.
Purtroppo i medioman, quelli veri, capiscono e giudicano come se il loro farneticare abbia un senso.

Desmond Hume
Serve il diesel su Kamiq?

E' IMPRESCINDIBILE. Forse non hai idea di cosa significhi in termini di costi annui passare da 6,6 litri per 100Km a 4,5 litri per 100Km, anche per chi non fa un chilometraggio elevato.

Aristarco

No confermano che la gente compra qualsiasi porcheria con marchi vag

Ema

q2 sembra un q3 in miniatura, t roc è l'unica che ha personalità. e i numeri di vendita lo confermano...

Ema

q2 sembra un q3 in miniatura, t roc è l'unica che ha personalità. e i numeri di vendita lo confermano.

Aristarco

La t-roc é la.piu brutta del suo segmento, batte pure la q2, a partire dai finti scarichi cromati, passato per le fiancate simili opel e finendo per quelle tamarrate di fari led anteriori

Vincenzo

Cosa non è paragonabile? Tu hai paragonato la kamiq alla troc...io la karok alla ateca

Ema

T roc è bellina dai, infatti sta vendendo parecchi. Questa mi sembra un po' anonima. Sembra una Suv in miniatura. La t roc una coupe cross style.. una sorta di CUV. Una categoria a parte

Ema

Non sono paragonabili. E' come paragonare una polo ad una Golf. I pianali sono i medesimi. Il rollio e la tenuta di strada di una Golf è superiore. La percezione di padronanza della strada cambia e non di poco

Ema

Gran bell'auto, non vedo perché rimpiangerla con queste SUV "rimpicciolite" e sproporzionate. Vogliono imitare i veri SUV da 5mt in poco piu di 4mt. Almeno la C3 aircross e' personale e sicuramente più originale e pratica rispetto a questa pseudo SUV. Sedili posteriori regolabili e scorrevoli come una vera monovolume - cross styler !

gastro67
Luigi Melita

Scusa il ritardo nella risposta: i listini arriveranno a ottobre

Gianni

Beh 130 kmh erano 130 kmh anche 90 anni fa

il Gorilla con gli Occhiali

È una Seat ma teutonica.

Cristmas

a pensare che due mesi fa ho comprato una c3 aircross, mi sto mangiando non poco le mani caspita

Vincenzo

Anche io ho scritto in italiano, 4 gatti sceglievano la serie 1 per la trazione posteriore...in ogni caso qual'è il target della serie 1 posteriore? Al 95% può comprarsi una serie 2 quindi non vedo il problema... Anzi io comprerei direttamente un coupé essendo giovane

Vincenzo

Ricorda che ci sono ALMENO 5000 euro di differenza tra le 2...io francamente preferirei la Skoda, come linea la troc non mi piace, neanche la Skoda mi fa impazzire ma almeno ha una dotazione che è di tutt'altro livello (leggasi anche le kikke che hai citato,io invece della karok ho preso una ateca solo perché mi piace appunto ca linea più sportiva ma non nego che l'allestimento Skoda mi sarebbe piaciuto)

eberg93

Non ho detto che TUTTI sceglievano la serie 1 per la trazione posteriore, ho detto che CHI cercava un certo piacere di guida si orientava su tale auto rispetto alla concorrenza. C'è una differenza di fondo in termine di concetti espressi, è italiano.

Poi certo, non è la sola trazione a giocare un ruolo decisivo sullo stile di guida, ma è comunque uno dei più influenti.

Poi BMW può fare quello che gli pare, non mi interessa, non ci guadagno nulla. Ben venga se vende ugualmente guadagnando anche di più (una trazione anteriore costa meno in progettazione), è lo scopo di ogni azienda, nessuna è una onlus. Ciò non toglie che, per quel che mi riguarda, è una grossa caduta di stile la nuova serie 1. Così come, ripeto, lo sono tantissime altre auto moderne tutte uguali salvo per dettagli inutili come i leddini interni e varie ammeniccoli per far scena.

Aristarco

la differenza è che questa è guardabile, la t-roc no...

Ema

a parte il porta ombrello nella portiera, il raschietto e paracolpi sulle portiere che trovo chicche non di rilievo, non vedo sto gran salto di qualità rispetto ad una t roc che nonostante abbia le stesse dimensioni esterne beneficia di ben 4cm in più di spazio per le spalle, un bag più capiente di +45l e con ampia superficie in ingresso per ospitare trasversalmente un passeggino ad ombrello....

Vincenzo

qui tutti che si lamentano dei 'motorini' ma nessuno pensa che quello che conta di più è la coppia? a quanti giri è erogata e per quanti giri è 'spalmata'? una coppia quasi 'piatta' da 1800 a 4000/5000 giri muove il mezzo senza problemi, se poi uno vuole fare Schumacher è ovvio che devo comprarsi un mezzo più performante ma questo non è certo un mezzo da fuorigiri con i motori 'base' ma più un mezzo da 'famiglia' e un 40/50enne che certa un auto con 150/200cv che spinge come un dannato non è certo facile da trovare…..che compra un 1.0 da 100cv tranquillo, SI!

Vincenzo

ti faccio presente che quello che conta a parte i cv sono la coppia e il 'solo' 1.0 ne ha 175nm la coppia che aveva la mia 2.0 a benzina che però pesava 1450kg rispetto a questa che pesa 1200kg.....il 2.0 che avevo la aveva a 3800giri essendo aspirato, questa turbo ce l'ha a partire da 1800 quasi piatta fino a 4000, sono tutta unl'altra cosa

Vincenzo

la casa madre pensa a vendere mica a quei 4 gatti che compravano la serie 1 per la trazione posteriore, voglio proprio vedere se tutti i possessori della serie 1 si divertivano con i controlli di trazione spenti LOL…..tra l'altro il piacere di guida non è certo dato solo dalla trazione e 156 147 gt ecc ecc insegnano….

Igi
Igi

Skoda si sta già facendo, anzi rifacendo (per chi conosce la storia automobilistica), un nome... guardatevi le vendite dei loro modelli, ok non è una vettura premium, ma in quanto al rapporto quantità/prezzo non saprei chi fa meglio!!!

Igi

Milano - Genova... ma quale pietà dovrebbe chiedere sto motore???
Mica sei in montagna...

Igi

Se hai quella necessità scegli altro...

Leon

Brutta è brutta..

darkn3ss1

sono diverse invece, prova a fare il tagliando a una bmw :)

majs

Capisco le tue considerazioni ma così va il mondo.

È lo stesso motivo per cui non hanno messo il 1.5 130cv su questa. Non avrebbero più venduto golf a metano.

È lo stesso motivo per cui in FCA hanno messo il 900 sulla 500L /XL, dovevano riusarli.

Per lo stesso motivo la gente compra i SUV coi motori piccoli.

Fabrizio

Gusti. Ormai i suv li trovi anche nelle patatine, ma almeno alcuni sono più guardabili (anche se probabilmente sempre inutili)

Desmond Hume

una polo / ibiza è sicuramente più dignitosa di questo vorrei ma non posso.

majs

Dalle mie parti (prov.AN) l'auto più usata è la vecchia panda 1.2 Natural Power ed il Qubo (due polmoni su ruote) e le utilizziamo anche per i viaggi lunghi.

Conta di più pagare il bollo ridotto e spostarsi da A a B con minor spesa possibile.

Fra una Polo/Ibiza a 17000 euro e questa a 19900 sono sicuro che questa venderà di più.

Desmond Hume

su auto del genere è sottodimensionato quel frullatore poi fate come vi pare dalle tue parti. Voglio vedervi a fare anche solo un Milano Genova col motore che ti chiede pietà.

Davvero, non riesco a capire come si possa comprare della roba così brutta...

eberg93

Quella BMW che ormai è caduta così in basso da togliere la trazione posteriore alla serie 1? L'unica compatta che chi cercava piacere di guida sceglieva a occhi chiusi perchè differente da TUTTE le altre?. Ora nemmeno quello. Bah, è un piattume unico il mondo dell'auto odierno. Sono tutte uguali. Cambiano solo le i giochini di luci a led negli interni a la "cucitura a contrasto" perchè "fa sportivo".

GinoGinoPilotino

Allora si torna a dire che si sta demonizzando il diesel.
Perché non valutare, se si usasse il gpl il divieto di parcheggiare in determinati posteggi ? Oppure la sua eventuale esenzione dal bollo.
Commentavo puntualmente l’affermazione che 4,5 e 6 sono praticamente uguali come indicato nel pezzo ieri.

Vincenzo

Non è una questione di prezzi ma di segmento, la tipo come detto costa poco ma è da paragonare ad una segmento c no b

Roberto

In linea generale sono d'accordo, ma andrebbero considerati anche i minor costi di bollo, assicurazione e manutenzione.
Senza pensare alle beghe di un diesel Euro6d senza AdBlue usato in città...

dicolamiasisi

la karok costa di piu

dicolamiasisi

ok però la fascia di prezzo è la stessa

luca bandini

Eh allora c’è Pure il doblo che batte entrambi :)

dicolamiasisi

stessa fascia di prezzo xo

Pistacchio
Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti