LG Chem fornirà a Tesla le batterie delle auto elettriche prodotte in Cina | Rumor

23 Agosto 2019 52

Tesla e LG Chem: accordo in vista per la fornitura di batterie? Sembrerebbe proprio di sì, almeno stando a quanto riportato da Bloomberg. La Casa automobilistica californiana avrebbe scelto l'azienda sudcoreana, leader nel settore delle soluzioni energetiche, per la fornitura dei pacchi batterie da installare all'interno dei veicoli elettrici prodotti in Cina (ovvero le versioni cinesi di Tesla Model 3 e Tesla Model Y, costruite a partire da fine 2019 nella Gigafactory di Shanghai).

L'uscita dell'articolo, che cita fonti molto vicine ai protagonisti di questa notizia di fine agosto, ha subito provocato un aumento repentino del valore azionario di LG Chem in borsa (con un picco massimo massimo di + 3,8%): tuttavia l'azienda non avrà l'accordo di fornitura esclusivo per Tesla, la quale potrà dunque decidere di affidarsi ad altre aziende per l'approvvigionamento di batterie. Come riportato negli scorsi mesi, Tesla è infatti da tempo in contatto con altre realtà come la cinese Contemporary Amperex Technology, e va ricordato che attualmente il principale fornitore di batterie per Tesla è Panasonic (le cui azioni, tuttavia, hanno perso quasi l'1% del valore a seguito della notizia).

LG Chem fornirà a Tesla le celle 21700, prodotte nello stabilimento cinese LG Chem di Nanjing, circa 320 km a ovest di Shanghai. Una posizione strategica per un'azienda che punta a ridurre sempre di più la propria dipendenza dal business dei prodotti chimici a favore della produzione di batterie per veicoli elettrici (altri contratti di fornitura sono in essere con Volvo/Polestar, Renault e General Motors).


52

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aristarco

causa autopilot

Claudio Marangone

l'hanno ritrovata incidentata pochi km dopo...

Claudio Marangone

dubito fortemente che lg chem (che è koreana al di là del sito di produzione, pure vw ha siti in Cina e produce in cina con tecnologia e specifiche tedesche) possa produrre le celle 21700 che sono state sviluppate da Panasonic, benché in esclusiva per Tesla, e quindi saranno certamente coperte da brevetto Panasonic, e dubito fortemente che quest'ultima vi rinunci, molto più probabile (e nell'articolo lo dicono abbastanza chiaramente) che lg chem sviluppi delle nuove celle su specifiche Tesla ma con la loro tecnologia

"LG Chem fornirà a Tesla le celle 21700, prodotte nello stabilimento cinese LG Chem di Nanjing, circa 320 km a ovest di Shanghai."

LG è coreana (che si scrive con la c, in italiano), ma le batterie utilizzate per lo scopo descritto nell'articolo sono di produzione cinese.

Teomondo Scrofalo

Elon farà la fine dei motori a combustione, verrà rimpiazzato presto....

Claudio Marangone

veramente lg chem è koreana...(come Samsung)

Vae Victis

Ecco la tecnologia Tesla: batterie LG cinesi!
Penso che questa azienda prima o poi subirà un tracollo epocale in borsa.
Musk l'ha pompata all'inverosimile e ha ridotto la sua quota azionaria al 20%. Ora il cerino è quasi tutto in mano ai piccoli investitori.
tic tac..
tic tac...
tic tac....

Vae Victis

Il rendimento delle batterie è pessimo, quello della produzione di energia elettrica è ancora peggio, inoltre c'è un 10% di energia che finisce disperso lungo i cavi elettrici.
Di solito il costo economico totale è inversamente proporzionale all'efficienza energetica totale. Ahimè le auto elettriche costano più delle altre, nonostante siano prodotte in cina ed esentate dalle accise.

Vae Victis

No, babbo natale la produce al polo nord. Lo sanno anche i bambini.

Vae Victis

La ritroveranno sicuramente abbandonata da qualche parte, ma senza batterie.

Kent_Carl

il punto è che in USA e Europa i rifiuti vengono comunque gestiti, a parte una piccolissima percentuale di popolazione, i cittadini riciclano e e se non lo fanno non si sognano mai di gettare una batteria nell'Arno
o una tanica di benzina vuota in una foresta, alla peggio quei rifiuti vanno nell'indifferenziata che è comunque gestita ed una batteria trovata in un cestino viene smaltita dall'azienda che la carica come costo al comune, l'inquinamento della plastica nei mari o il non riciclo e non per ultimo la produzione c02 non è una nostra responsabilità oggettiva, noi facciamo di tutto e ci viene imposto di farlo, nei paesi del terzo mondo non è così, i rifiuti vengono lasciati dove avviene il loro ultimo utilizzo, se cambiano una ruota all'auto la si lascia dietro all'officina o lungo la strada, se cambi l'olio non c'e' smaltimento e viene scaraventato in un fiume o direttamente a terra.

No non clona, é un ripetitore e basta. Un conto é aprire l'auto. Tipo Toyota non inserisce allarmi nelle sue vetture, non serve a niente, se non disturbare inutilmente i vicini.
Una volta all'interno, molte vetture poi usano un sistema diverso per l'avvio del motore.

Il fatto é che questi elementi non dovrebbero essere bruciati. Se muoiono le persone per estrarle dalle miniere, é da veri Co.. Ioni buttare via questi materiali se con poco impegno potremmo recuperarli tutti

Si si, batterie normali... Se così le si possono chiamare.
Giusto per far capire la mentalità delle persone.

Grazie, sarà fatto :)

Tony Musone

(HDblog non pubblica nessun link senza prima verificarlo a meno che tu non lo includa dentro il tag: < code> link senza spazi. Da qualche mese c'è anche la funzione direttamente in disqus, quella col simbolo )

ciccio35

Comunque il litio ha un peso irrisorio sul costo finale della batteria. Il materiale più critico sia a livello economico che etico è il cobalto

1984

hai ragione.. ero rimasto fermo ad inizio 2018 e pensavo il trend fosse stato mantenuto!

momentarybliss

A dire il vero non sapevo che questo sistema potesse essere usato per clonare i telecomandi in generale, però pensavo che Tesla fosse più avanti della concorrenza anche su questo, invece si ruba allo stesso modo dei concorrenti :)

Ginomoscerino

quello è il problema di quasi tutti i sistemi keyless presenti non solo di Tesla

MatitaNera

Ne hai una migliore che la confuti?

Kent_Carl

guarda, in parte ti do pienamente ragione perchè il riciclo dovrebbe essere il naturale proseguo dell'oggetto acquistato, ma in realtà non è proprio così perchè in USA e Europa la spazzatura viene gestita, il cittadino butta i suoi scarti dentro ad un cestino che sia una batteria al piombo o un pannolino che viene raccolta o smaltita o bruciata in ambienti predisposti, in continenti come l'India o l'Africa tutto viene gettato in un fiume o lasciato sul terreno, quando si parla di produrre meno plastica ed Europa e USA aboliscono cannucce o bottigliette a livello di inquinamento non cambia nulla perchè comunque un Parigino la getterà in un cestino dove verrà gestita e non lanciata nella Senna, a Bangkok dopo aver bevuto un milkshake gettano l'involucro nel fiume, in Nigeria se cambi la batteria all'Auto poi la lasci sul ciglio della strada dove rimarrà per sempre, tenendo conto che prevedono il raddoppio della popolazione africana per il 2050....

Igi

Come tanti parla solo per sentito dire e/o auto-convinzione, nemmeno si spreca ad informarsi...
Credo sia inutile anche solo provare a spiegarli certe nozioni!!!

italba

Neanche per il petrolio, ovviamente... Stai studiando da trollino dilettante? Studia di più, sei scarso!

Igi

Cavolo che ignoranza ...

teob

Con pochi euro ti compri un aggeggio che intercetta e clona il segnale della basculante del garage .... figuriamoci che attrezzatura hanno per rubare una auto di lusso

italba

Veramente il litio sta scendendo di brutto...

Igi

Esatto

Igi

La parola "rendimento" ti dice niente...

Andreas

Esatto, anche con altre marche funziona uguale e ci vogliono anche meno di 30 secondi.

Igi

Informati bene!

teob

Lo stesso che c'è oggi per il recupero olii esausti ... E dove oggi governa la mafia

Igi

Ci sono già!

1984

con i costi del litio in veloce ascesa, penso che non ci metteran molto ad aver processi sostenibili (ammesso che non ci siano già) recuperar tutto

Kent_Carl

come qualsiasi auto da +100.000€, la Tesla è solo una delle tante, con uno scanner intercetti e cloni la frequenza e la replichi, su alcune auto funziona se scansioni e sblocchi l'auto mentre il telecomando originale è sempre nel raggio di portata dell'auto, in altre funziona senza troppi compromessi, e più investono in sicurezza e più i ladri hanno strumenti "potenti".

MfS

cavolo che nozione tecnica di gran spessore

MfS

be certo, per estrarre, lavorare e trasportare queste materie non inquina nulla

momentarybliss

Appena visto il video sul Corriere in cui si vede una Tesla rubata in 30 secondi netti, viene clonato il telecomando dall'esterno della casa e "addio", come direbbe il buon Cannavacciuolo

MatitaNera

il buon senso dice che è meglio produrla in un punto solo che in ogni auto

ciccio35

Leggendo l'articolo di cui parli, le tonnellate non sono di litio bensì di batterie al litio (che se ricordo bene hanno una percentuale di litio sotto al 4% in peso sul totale). Nello stesso articolo si dice anche che riciclando correttamente si recupera circa il 95% del materiale. Ora, visto che come dici tu è difficile buttare nel secco le batterie di un'auto direi che l'inquinamento dovuto al loro smaltimento è un problema secondario.
Aggiungici poi che comunque in Italia il grosso dell'energia elettrica è prodotto dalla combustione di metano (ritenuto all'unanimità il carburante più "Green" per gli spostamenti), che una centrale che lavora a regime bene o male costante (o comunque prevedibile) e quindi ha un rendimento migliore un veicolo che fa start/stop nel traffico cittadino e soprattutto ti delocalizza la produzione di gas di scarico ed eccoti spiegato perché anche in Italia le auto elettriche sono comunque un'alternativa meno inquinante delle tradizionali auto con motore a combustione anche da noi, figurati in paesi europei tipo Francia, Germania o Svezia dove hanno molto più nucleare e rinnovabili

italba

In Italia i combustibili fossili (quasi tutto metano) contano per il 60%, 10% importazione, 30% rinnovabili, petrolio quasi niente. Conosci Google?

Ruppolo

Anche le auto a combustione hanno l'olio e non lo sversiamo nei fiumi. Viene completamente recuperato e riciclato. Tutte le cose si possono fare bene o male come comprare un coltello da cucina e non ammazzate nessuno in tutta la vita del coltello stesso. Purtroppo capisco cosa vuoi dire ma è un modo ottuso di vivere e ci si auto danneggia ne conosco parecchie di persone così e sono inconcludenti.

MfS

penso che sarà un bel business in futuro

Pip

Inoltre già esiste un fiorente mercato di batterie per auto di seconda mano. Ad esempio basta cercare che in due minuti trovi interi kit per sostituire le batterie Toyota, e anche quelle delle tesla

MfS

già perché la corrente la produce babbo natale in Italia!?

Pip

Esattamente, il problema è proprio quello, chi è che porta il cellulare a riciclare?
Però per le batterie per auto è un tantino diverso, a meno di essere nell'illegalità più totale, non puoi sbarazzarti di un'auto senza portarla da qualche sfasciacarrozze, e non è neanche conveniente...

HDBlog non vuole pubblicarmi il link che ho inserito prima.
In Australia ad esempio c'è uno scarto di 3300 tonnellate di litio ogni anno.
Solo il 2% della popolazione le porta a riciclare. Contrariamente al 99% (mi sembra) delle batterie al piombo.
Il problema forse é che essendo piccole, le persone non si fanno problemi a gettarle nella spazzatura

Pip

Si, penso che le ditte che fanno riciclaggio si divertiranno molto a rivendere i materiali recuperati...

Ikaro
italba

Ancora con queste #######? Un pieno di gasolio lo bruci in qualche giorno, una batteria dura dieci anni!

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti