Renault Captur: recensione e prova su strada | VIDEO

12 Giugno 2018 73

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La prova della ENERGY dCi 110 Initiale Paris. Dopo averne venduti quasi 100.000 solo nel nostro Paese, lo scorso anno Renault ha rifatto il trucco al Captur, rendendolo anche più tecnologico. Tra i punti di forza di questo crossover di segmento B: l'abitabilità e lo spazio disponibile in rapporto alle dimensioni compatte e la versatilità. Ma non solo: sono interessanti anche i bassi costi di gestione, il comfort e la qualità di guida. Dopo il restyling merita ancora di essere tra i più desiderati?

I crossover basati sulle compatte sono un grande successo e il Captur ne è un esempio concreto: è simile alla Clio da cui deriva e ne utilizza la stessa piattaforma, ma offre più spazio, una posizione di guida rialzata, che vuol dire una migliore visibilità, e un look più alla moda. Il crossover più piccolo della gamma Renault è diventato una delle auto più famose del brand transalpino, in vetta alle classifiche di vendita italiane ma soprattutto europee, grazie anche alla grande possibilità di personalizzazione.

E’ cambiata ma non troppo

Nella sua prima serie vantava già un aspetto moderno ed elegante, quindi non ha avuto bisogno di molti ritocchi: ora comunque ha un aspetto più importante e assomiglia di più al “fratellone” Kadjar, con un frontale più grande, la mascherina rinnovata, i nuovi fari, le luci diurne a forma di C, l’ormai famosa C-Shape. Anche le parti in plastica per proteggere il sottoscocca sono più grandi. Anche dietro i designer hanno ricreato lo stesso motivo a C nel disegno delle luci.

Rinnovata dentro e più raffinata

Anche dentro hanno cercato di migliorare ciò che a volte veniva criticato: per esempio hanno usato plastiche più morbide nella parte alta della plancia. Ora vanta materiali e rivestimenti migliorati, oltre a nuove scelte di colori per gli interni. L’ambiente è decisamente migliore rispetto a prima, inoltre la Casa offre una vasta gamma di pacchetti di personalizzazione per l’abitacolo, per conferirle più stile, renderla più esclusiva o più vivace e colorata.

Inoltre gli allestimenti più ricchi come questo Initiale Paris vi permettono di avere un Captur su misura senza spendere una fortuna per gli optional: è quasi tutto di serie. Hanno ridisegnato volante e leva del cambio e, a parte questa versione un po’ snob, anche quelle più normali hanno sedili meglio imbottiti e più confortevoli, con nuovi rivestimenti.

Ancora più versatile e pratica

Ha invece mantenuto uno dei suoi punti forti: la versatilità. Vanta infatti ancora una grande abitabilità a bordo e rimane molto pratico. E’ più grande della “sorellina” Clio, eppure rimane un'auto compatta: è lungo 4,27 metri, più largo di soli 46 mm ma è più alto: 118 mm che fanno una grande differenza.Offre infatti una sensazione di grande spaziosità, migliore di quella di una normale berlina, che eppure è di solito più grande. Quell’altezza in più offre maggiore spazio per la testa di chi siede dietro, e anche quello per le gambe non è male.

Il posto di guida è comodo, grazie anche alla seduta più alta, e tutte le versioni sono dotate di serie di un volante regolabile in altezza e profondità. Tra i suoi difetti la visibilità limitata: gli enormi montanti anteriori fanno vedere poco agli incroci e sui tornanti; anche il lunotto è piccolo: molto utile la telecamera, qui di serie.

In quattro si sta sempre molto comodi e poi dietro c’è il sedile scorrevole che, all’occorrenza, oltre a essere frazionabile 60:40, scorre in avanti per lasciare posto alle gambe di chi è seduto dietro o ai bagagli. Spingendolo in avanti di 160 mm, il bagagliaio diventa di 455 litri, con i sedili alzati. Se li ripiegate, c'è un pavimento piatto che vi consente di portare un bel po’ di bagagli con voi; il bagagliaio ha comunque una capacità di 377 litri che possono diventare 1.235. E poi, per chi di spazio non ne ha mai abbastanza, ci sono ben 9 nove vani portaoggetti, compreso il mega cassettone davanti al passeggero.

Come si guida

Una piccola gamma di motori, tutti turbocompressi, non particolarmente potenti ma efficienti, sia a gasolio che a benzina. Tutti offrono quella dose di coppia in più che nel traffico di oggi è diventata fondamentale. Il Captur compensa in parte la mancanza di prestazioni con l’efficienza nei consumi e le ridotte emissioni di CO2.

Per chi fa molti chilometri, l’ormai collaudato e affidabile 1.5 dCi da 110 cv della versione in prova, abbinato al cambio manuale a 6 marce, garantisce bassi costi di gestione e consuma davvero poco. Questo propulsore può contare su una coppia di 260 Newton per metro a 1.750 giri che aiuta nei sorpassi e a riprendere meglio. In città si fanno più di 17 km con un litro, che sulle strade extraurbane diventano anche 22; in autostrada, a velocità da codice, si fanno più dei 16. In media è difficile scendere sotto i 19, grazie anche alla sesta marcia. Ma qui ci starebbe bene anche il cambio automatico, peccato che con questo motore non sia disponibile. Però non pretendete di ottenere grandi prestazioni perché non è proprio l’auto giusta. In questa versione del test potete anche scegliere il dCi da 90 cv, con l’EDC, il cambio automatico a doppia frizione della Casa francese.

Questo urban crossover è rimasto facile da guidare, agile anche nel traffico cittadino più intenso: in effetti sembra nata per la città. Con la Clio condivide telaio, motori e meccanica, e sfrutta la sua altezza extra con sospensioni che consentono di affrontare con meno patemi le tante buche che purtroppo spesso contraddistinguono le nostre strade urbane. Rispetto alla prima versione è migliorato l'assorbimento delle sospensioni posteriori, le sconnessioni in generale si sentono meno: assorbe meglio ed è ovviamente più comodo.


Lo sterzo è quello che ti aspetti su un’auto di questo tipo, è molto leggero in manovra, magari a volte manca un po’ di precisione ma non è certo pensata per gli appassionati della guida, però è sicura, senza sorprese. Captur si corica un po’, è normale, è molto morbido l’assetto, come te lo aspetti su un’auto del genere, ma non preoccupatevi, è sicuro e tiene bene la strada. Non ha i freni a disco posteriori, anche se la frenata ci è sembrata buona in ogni circostanza. Cambio manuale e frizione vanno molto bene.

Come detto nel video, non è possibile averla con quattro ruote motrici, comunque per il nostro mercato va benissimo e i numeri lo confermano. Però Renault offre tra gli optional un pacchetto che chiama Extended Grip: è un sistema avanzato di controllo della trazione, grazie ad un'evoluzione del sistema antipattinamento, associato a pneumatici 4 stagioni, che vi permette di guidare con più sicurezza sulla neve più soffice, nel fango e sulla sabbia. Grazie a un selettore presente sulla consolle centrale potete scegliere manualmente la modalità di assistenza che desiderate. Bello vero? Peccato che non si possa avere con questo allestimento…
Sul nuovo Captur è stato migliorato anche l’isolamento acustico: è ben insonorizzato e il rumore del motore si sente solo se ci si avvicina al fondo del contagiri.

Tecnologia e Infotainment
Chi ha già guidato una Renault negli ultimi anni, con Captur si trova a suo agio e la parentela con la Clio è evidente: dalla strumentazione al quadro fino allo schermo touch centrale, seppure con un layout del cruscotto più verticale. Dietro al volante non c’è la strumentazione dei “fratelli” più grandi e, sinceramente, se c’è molto sole si fatica a vedere tutti i dati necessari e più utili per il viaggio.
Di serie o come optional, in base alla versione che scegliete, sono disponibili tre step di infotainment fino ad arrivare a questo
R-Link Evolution, che qui è di serie: un sistema multimediale con schermo touch capacitivo da 7'', che ha la radio DAB (che auto molto più costose e di segmenti superiori a volte, inspiegabilmente, non hanno) e il Bose Sound System, è compatibile con Android Auto e il navigatore TomTom ha la cartografia europea. Il touchscreen è luminoso, chiaro, ma a volte non risponde agli input e se gli mettete fretta può d’improvviso rallentare. E’ necessario abituarsi ai tanti menu, con i quali è facile perdersi.
Per evitare inutili distrazioni, i comandi vocali vi permettono di telefonare pronunciando il nome della persona da chiamare o di dettare un indirizzo da raggiungere. R-Link è sempre connesso alla Rete per offrirvi servizi utili mentre guidate, come le informazioni sulla viabilità (con TomTom LIVE) o la segnalazione dei punti pericolosi (con Coyote).
Affidabile e anche più sicura
Il crossover transalpino in questi anni ha rivelato una buona affidabilità e il restyling è, come sempre, un’occasione per migliorare i suoi punti deboli.
Ed è anche sicuro: si è guadagnato le cinque stelle di Euro NCAP e fin dal 2013 vantava già un buon risultato per la protezione degli adulti e dei minori. Tutte le versioni sono dotate di airbag frontali, laterali testa-torace, conducente e passeggero; ci sono gli attacchi ISOFIX per seggiolini per bambini sul sedile del passeggero e quelli più esterni del sedile posteriore; gli appoggiatesta anteriori sono regolabili in altezza e consentono di evitare il “colpo di frusta”. Anche nella versione “entry level” di serie ci sono il controllo pressione pneumatici e i fari fendinebbia con funzione cornering, molto utili.
Su questa c’è anche il sensore che individua la presenza dei veicoli che entrano nell’angolo cieco e vi avvisa con un segnale luminoso negli specchi retrovisori esterni.
Per parcheggi più facili, ci sono la Parking Camera e i sensori di parcheggio a 360° e, volendo, lo fa praticamente da solo.
Prezzi e allestimenti

Con questo allestimento e questo motore costa 28.100 euro, comprese IVA e messa su strada. L’Initiale Paris vanta colori esclusivi come questa versione bicolore che chiamano Be-Style Versailles, nell'abbinamento Nero Ametista e Grigio Platino, i cerchi in lega da 17" diamantati Black, la griglia esclusiva con la firma Initiale Paris, vetri posteriori e lunotto scuri. Dentro ci sono sellerie in pelle Nappa bicolore e anche il volante è in Nappa, c’è la pedaliera in alluminio, i sedili anteriori sono riscaldabili e tanto altro. Stiamo parlando dell’allestimento più ricco e anche più costoso, che però saprà soddisfare anche i più esigenti. Sarete voi a scegliere la versione che ritenete più adatta alle vostre esigenze e al vostro budget.

Si parte dai 16.200 della versione entry level Life con il 3 cilindri turbo 900 Tce a benzina da 90 cv e cambio manuale a 5 marce, che possono guidare anche i neopatentati. Fin dal primo livello di equipaggiamento trovate Cruise Control, Radio con supporto Smartphone, Bluetooth, presa USB e comandi al volante. C’è anche il 1.2 turbo 4 cilindri da 120 cv, disponibile con cambio automatico a doppia frizione EDC e con il manuale a 6 rapporti. E poi i due propulsori a gasolio.

Cinque gli allestimenti tra cui scegliere: oltre al Life, ci sono Zen, Intens, Bose e questo ricco Initiale Paris. Captur vanta un buon rapporto qualità-prezzo negli allestimenti d’ingresso mentre quelli più ricchi come questo hanno prezzi che si avvicinano a vetture del segmento superiore, con le quali non può certo competere per la qualità degli interni, tecnologia e piacere di guida.

E’ tanta la concorrenza per Captur: dal “cugino” Nissan Juke, con cui condivide molte parti, alla Peugeot 2008, che è più grande; nella lista ci sono anche Citroen C3 Aircross, Opel Crossland X e Seat Arona. Se il vostro budget è meno importante ma avete bisogno della trazione integrale c’è anche la Dacia Duster.

Se ne state valutando l’acquisto, sappiate che sono soldi spesi bene perché appartiene a un segmento molto popolare e in continua crescita ed è una delle auto più richieste sul mercato dell'usato, soprattutto con il navigatore satellitare di serie. Questo significa che complessivamente mantiene bene il suo valore.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, in offerta oggi da Clicksmart a 409 euro oppure da ePrice a 499 euro.

73

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gabriele

Il design secondo me è la prima cosa quando si sceglie un auto

Gaetano

Ognuno ha la sua opinione. Credo che tu non sia corretto. Io ho la captur vecchio modello e mi ci trovo molto bene. La consiglio. E' una buona macchina, ha una bella linea e non ti stanchi nemmeno di guardarla... poi se vuoi fare numero e metterti in mostra scrivendo cavolate, allora parliamo di altro!

daniele

Un auto best seller appena uscita non te la scontano come una fine serie o come un modello invendibile: ripeto questione di esigenze.

Desmond Hume

appunto, gli sconti li fanno su tutto (tanto poi recuperano con gli interessi se fai il finanziamento con loro) e li faranno anche sul nuovo.
Ha android auto ma non apple carplay...

Stefano79

moda moda e poi moda...e poi auto alta e si fermano lo stesso per fare i dossi...

Gunny35

Io ero rimasto ai tempi in cui se non facevi almeno 20.000 km all'anno non conveniva il diesel considerando costi di acquisizione e manutenzione, forse non è più così.

Gunny35

I fattori principali che decretano il successo di questo tipo di auto sono secondo me:
- La moda (elevata rivendibilità nell'usato)
- Sospensioni alte (meno sobbalzi sui bumper e con le buche)
- Seduta alta (comodo salire e scendere, e sensazione di maggior controllo)

daniele

Dipende dalle esigenze, é un auto completa pure con andorid auto, il motore con tutta probabilità rimarrá lo stesso (vedi nuova classe a) e gli sconti renault sono decisamente sostanziosi: talisman 1.6 edc da 36.200 a 23.400 proposta fattami qualche mese fa (ma non acquistata). Probabile portarla via a 15.000 euro o meno

Desmond Hume

Appunto è un'auto non recentissima che sta per andare in pensione a breve quindi se non si ha fretta tanto vale aspettare il modello nuovo con specifiche attuali o qualcosa della concorrenza più a fuoco. Gli sconti renault lasciano il tempo che trovano, quelli li faranno quando il modello nuovo sarà già stato presentato.

Carlo

Sicuramente non è una macchina nata per lo sterrato, ma il primo grande viaggio che ho fatto l'ho fatto in Albania e mi sono trovato a dover affrontare km e km di sterrato, devo dire che si è comportata molto bene e che il selettore per il terreno sterrano ha fatto il suo!

Carlo

infatti, io ho il DCI e mi trovo proprio bene, motore senza grandi pretese ma ben prestate e affidabile!

alexhdkn

Scusa ma con questa captur ci vai sullo sterrato?

alexhdkn

Ma il senso dei crossover? Qual è? Ci vanno per i greppi? Nei boschi? Il 4x4 dove sta? Non capisco perché le fanno rialzate e le fanno pagare di più se poi sono auto cittadine

alexhdkn

Dipende se vuoi pagare la benzina 1.6 al litro e con un litro vuoi farci non più di 15km

daniele

buona macchina, poi il dci è super affidabile

daniele

è un auto non recentissima e e con i suoi anni alle spalle: garantito un bello sconto all'acquisto ha comunque il suo senso, e giusto perchè citi le tedesche anche li ultimamente si fa largo uso di plastiche rigide (vedi t roc arona etc.). qui se non altro hai il plus di avere il migliore più economo della categoria: e non è poco

Desmond Hume

Sai i tempi cambiano, le esigenze pure e la tecnologia fa progressi. Un "elettrodomestico" del genere non ti deve portare solo dal punto A al punto B, lo deve fare con un certo comfort in linea con le concorrenti.

Sarebbe come dire "perché cagate tanto il caxxo sulle specifiche degli smartphone se un tempo si usavano le cabine telefoniche?"

Desmond Hume

Non costa certo poco questa Captur... Senza tirare in ballo Vw o Audi anche rispetto a Peugeot o alle Coreane gli interni di questa Renauñt fan cacare. Tra l'altro l'infotainment non fa girare neanche apple Car play...

Stefano79

certo che ha ancora senso...se si comrpa come seconda auto forse no, ma altrimenti il diesel è ancora la scelta obbligatoria...

Aster

Si ho paura anche io,visto che hanno cambiato le norme sulle emissioni delle auto a benzina e hanno quasi tutti stoppato la produzione o gli ordini.

ciro

Assolutamente, ma tra le 2 meglio la Kadjar. Questa Captur è uno spreco di plastiche e metalli

matteventu

La Kadjar è meglio, ma comunque non è che brilli... come design soprattutto.
Plastiche invece ottime, morbide quasi ovunque.
(l'ho presa a noleggio una settimana)

matteventu

Non vedo l'ora che presentino la nuova CX3, anche se mi sa che mancherà ancora un po' :(

Desmond Hume

Intendevo il TCE tre cilindri da 90cv

Gunny35

Ha ancora senso comprare un diesel nel 2018? A parte il 900 tre cilindri questa auto ha tutte motorizzazioni diesel.

Desmond Hume

Comunque i sedili lavabili li salvo, non piangere.

Carlo

beh, ti sei perso perché hai carenti capacità cognitive, infatti non ho mai scritto che "più venduto" significhi migliore. Ma se uno arriva ad affermare "No l'ho anche guidato quel cesso", ecco, qui si che si capisce che sto parlando con uno che ha una straordinaria povertà intellettiva. Capita eh, non ti crucciare troppo!

Desmond Hume

Mi sono perso da quando "più venduto" significa automaticamente migliore. Vai a vedere le specifiche del portatile più venduto su amazon ci hanno fatto anche l'articolo.
Effettivamente a leggere queste cose un po' mi sconvolgo quel tanto che basta.

Carlo

una delle auto più vendute in Italia nel 2017 per categoria, mi sa che l'emotivamente (s)co(i)nvolto qui sei tu

Desmond Hume

No l'ho anche guidato quel cesso.

Carlo

eh si, allora fidiamoci di te che, se va bene, l'avrai vista in foto...

Desmond Hume

No non sei attendibile perché sei emotivamente coinvolto.

Daniele Davide

non so mai provata, la Kona.è davvero bella.
Vag da sempre problemi ai motori e alla meccanica, inoltre si fanno pagare la manutenzione come se fossero marchi premium, non vale la pena.

Carlo

se permetti io ho una Captur e la ritengo un'ottima macchina, forse sono più attendibile io che ce l'ho rispetto a chi fa le valutazioni a tavolino, no?

ciro mito

La Juke è il male , nissan mi farei solo il cascai

Massi91

AHAH, è una modalità eco, ti dicono che serve per risparmiare però semplicemente alzo i valori di quando cambio.. mah!!

luca bandini

Beh credo proprio che essere vag sia un pregio... Sonic la ritengo migliore della kona

DunKel

Ma quelli che vengono a reclamare sulla qualità degli interni e altro?!?
Peggio di quelli che dicono che Audi e Vw sono fatte meglio...

Desmond Hume

ormai è vecchia

Desmond Hume

altro cesso a pedali con l'aggravante dell'inguardabilità

Desmond Hume

l'estetica è bellina ma sul resto... il tce benzina fa già ridere sulla clio figuriamoci su questa.
poi in renault mettono il 4x4 su quel cesso a pedali della duster e non sulla captur...

Max

segnalato anche te

ca600lg

bello schifo

ciro mito

No dicevo dopo

Max

Ahahahah con quella macchina ti conviene nasconderti... Dai su studiavi e avresti guadagnato di piu, almeno ti prendevi una macchina decente e non da povero barbone sfigat

John277

No no era un Capture benzina TCe, credo fosse un mille o giù di lì, guarda un roba atroce, non andava nemmeno in discesa, non so come sia possibile anche solo pensare di venderla una macchina simile

Stefano79

uno che ha una ferrari come avatar e poi dice che i b-suv sono un buon compromesso la dice lunga...a cosa servono sti cosi non l'ho mai capito...cmq contenti voi...

Carlo

Ho iniziato con un'alfa 2000 senza servo sterzo e con sincronizzatore rotto tra terza e seconda (doppietta obbligatoria), direi che se n'è fatta di strada! :)

Daniele Davide

detto da te

Daniele Davide

2008 è da mamme, bella l'arona, ma è vag, stonic sembra una lavatrice.

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini