Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

19 Aprile 2018 161

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Non è mai per niente facile mettere d’accordo genitori e figli: soprattutto nell’acquisto di un’autovettura. La nuova Ford Fiesta ci riesce, perché è molto tecnologica, offre tanta sicurezza e comfort. Mi rendo conto che oggi più che mai non è semplice acquistare un’auto, soprattutto nuova, per i propri figli neopatentati: oltre all’aspetto economico, c’è anche quello psicologico che spesso ci porta a pensare più adatta una vettura usata, magari anche un po’ vecchiotta, così almeno i “danni” inevitabili provocati dall’inesperienza al volante potrebbero essere meno difficili da digerire.

Ma i problemi più recenti legati alla mobilità urbana non rendono la vita facile alle vetture più anziane, soprattutto con i sempre più frequenti divieti alla circolazione nelle piccole e grandi città del nostro Paese. Inoltre, e questo sta a cuore soprattutto ai genitori, le utilitarie e compatte con qualche anno di vita non sempre hanno nella propria dotazione gli ausili alla guida e i sistemi di sicurezza necessari per proteggere al meglio i nostri giovani al volante.

Auto per neopatentati: regole 2018 e kW

Inoltre ci sono i limiti che il Codice della strada impone per i neopatentati: prima di un anno dal conseguimento della patente non possono usare l’auto di famiglia, la stessa che magari hanno guidato per esercitarsi con il foglio rosa. Una regola davvero strana ma alla quale non ci si può sottrarre. Non possono guidare auto con potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW per tonnellata, e nemmeno auto con potenza massima superiore a 70 kW, cioè 95 cavalli. Ovviamente per questo i Costruttori introducono nella propria gamma modelli meno potenti, proprio per i più giovani.

Questi motivi, unitamente alle promozioni molto allettanti e le tante modalità d’acquisto agevolate proposte da un po’ tutte le Case, possono però farci optare per un’auto nuova, che accontenterà anche la voglia di tecnologia di quelli della Generazione Z (cioè nati dopo il 1995), come la definiscono gli esperti di marketing.

Quanto è cambiata

La bestseller dell’Ovale Blu, giunta alla settima generazione, ha compiuto un notevole salto di qualità, pronta a confermare il successo ottenuto negli ultimi 40 anni che l’ha resa un’icona: nata nel 1971, solo in Italia hanno venduto oltre un milione di esemplari e da anni è sempre nella top ten dei modelli più venduti.

Nell’offerta di Ford, che è molto articolata, ci sono ben tre modelli che vanno bene per i neopatentati: a benzina un 1.1 aspirato da 70 oppure 85 CV, e poi il diesel 1.5 TDCi da 85 cavalli. Quella scelta per il nostro HDtest è la millecento a benzina da 85 cv, nell’allestimento Titanium, e a tre porte. La Fiesta è ormai una delle poche ormai del suo segmento a offrire la 3 porte, che si presenta davvero bene.

E’ stata realizzata su una piattaforma che è un’evoluzione della precedente e con una linea più attuale, ma simile, per non stravolgere troppo una formula di successo. Infatti, in continuità con il passato, la nuova generazione si propone con un design dalle linee semplici, avvicinandosi un po’ alla Focus. Ora è anche più lunga e più larga e mantiene però quello stile giovane e dinamico, che ne ha decretato il successo negli anni.

E’ offerta in quattro allestimenti diversi: l’entry level Plus, poi il classico Titanium, il più sportivo ST-Line, e Vignale, la più sofisticata ed elegante. Ora è arrivata anche la Active, più alta e stile crossover. Recentemente è stata presentata la ST, quella cattiva con 200 cv, ma prima dovranno fare esperienza, senza fretta, e quando saranno più grandi e avranno imparato davvero a guidare, allora potranno comprarsi la “piccola peste” e divertirsi al volante.

La Titanium, oltre ad alcuni dettagli esterni che la distinguono, vanta una bella dotazione di serie, che comprende le luci diurne LED anteriori e posteriori, i fendinebbia anteriori e i cerchi in lega da 16’’. Anche dentro offre tanto: volante a tre razze, leva del freno a mano e pomello del cambio in pelle, console centrale con bracciolo, regolazione lombare per il sedile di chi guida, climatizzatore manuale e illuminazione interna a LED. Tutto di serie. Tecnologia parlando, c’è anche il SYNC 3 con controllo vocale e touchscreen a colori da 6,5”. Nell’esemplare in prova ci sono due optional interessanti offerti in unico pacchetto: il clima automatico e il touchscreen da 8” del SYNC 3. Per averli tutti e due bastano 700 Euro in più.

Il sistema di infotainment è comodo da usare e intuitivo, con le schermate che scorrono come quelle degli smartphone: per esempio la funzione ‘Pinch to zoom’ per una navigazione ancora più intuitiva. Rispetto alla precedente versione, è nuova la grafica, ci sono nuove funzionalità del touchscreen e sono stati riorganizzati i comandi in modo decisamente più logico. Si possono inoltre comandare vocalmente le proprie App preferite attraverso AppLink; la funzione ‘mirroring’ consente poi di vedere le informazioni dello smartphone sul display ed è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Insomma accontenterà i più giovani che potranno sempre restare in contatto con il resto del mondo, ma in modo sicuro: però, mi raccomando, ricordatevi prima di tutto di guidare e guardare la strada. Oppure lasciate che siano gli altri a “smanettare” mentre siete in viaggio.

Gli interni sono stati completamente ridisegnati e l’abitacolo è più spazioso, anche per chi siede dietro. Quando vi metterete al volante vi renderete conto che la Fiesta va bene per qualsiasi taglia: si sta seduti in basso e grazie alle ampie regolazioni manuali si trova sempre la posizione giusta. Peccato per la leva del cambio, che mi sembra un po’ troppo in basso. La forma un po’ arcuata dei finestrini e le dimensioni piuttosto ridotte del lunotto non aiutano certo la visibilità posteriore ma, a dire il vero, è un difetto che accomuna quasi tutte le auto di oggi. Per questo consiglio vivamente di ordinarla almeno con il City Pack con i sensori di parcheggio posteriori; meglio se ci sono anche quelli anteriori altrimenti dopo un po’ bisognerà già portarla in carrozzeria…

Rimane il piacere di guida

Il piacere di guida è, da sempre, uno dei punti forti della compatta a trazione anteriore dell’Ovale Blu. E’ sempre a suo agio in città ma su strade extraurbane e autostrada si è rivelata silenziosa, comoda e facile da guidare. Per quello che riguarda l’assetto, hanno ottimizzato le sospensioni per renderla più reattiva ma anche più confortevole; quindi su una bella strada tutta a curve se la cava bene e, pur essendo cresciuta, non ha perso la sua proverbiale agilità, con un buon inserimento in curva, ed è precisa nelle traiettorie.

Lo sterzo sembra migliorato, con una risposta più immediata: è preciso e piuttosto diretto. E’ migliorato anche l’impianto frenante. Tutto questo le conferisce un comportamento sincero, prevedibile, sicuro, come è giusto che sia un’auto da affidare a chi è fresco di patente.

Ci ha piacevolmente sorpresi la silenziosità dell’abitacolo: in autostrada a 130 km/h offre un comfort acustico da auto del segmento superiore.

Questo 1.1 tre cilindri aspirato a benzina condivide l’architettura con l’EcoBoost, sostituendo il vecchio 1.2 da 82 cavalli della versione precedente, ed è abbinato a un cambio manuale a 5 marce. Quest’ultimo è ben manovrabile, i rapporti però sono un po' lunghi, quindi nelle marce alte non è così pronta. Consuma davvero poco: in media si fanno tra i 18 e i 20 km con un litro a velocità da codice e in città non si scende mai sotto i 15; se volete fare di meglio c’è anche il pulsante Eco, che consente al piccolo propulsore di risparmiare ancora più carburante. Comunque già consuma poco, ma se ci fosse anche la sesta nei lunghi viaggi farebbe davvero i miracoli.

Tanta sicurezza in più

Un aspetto molto importante per i genitori che giustamente desiderano un’auto sicura per i propri figli: la nuova Fiesta si è guadagnata le 5 stelle EuroNCAP, quindi si tratta di una vettura solida, ben fatta e con un equipaggiamento di sicurezza notevole.
Di serie, già sulla versione d’accesso Plus, ci sono l’assistenza alla frenata d’emergenza, quella alla partenza in salita, il monitoraggio e il mantenimento della corsia di marcia e il limitatore di velocità regolabile. Sugli allestimenti più ricchi, o come optional, sono disponibili anche il Pre-Collision Assist con sistema di rilevamento pedoni, il cruise control adattivo, il riconoscimento dei cartelli, l’assistenza al parcheggio e all’uscita in retromarcia, e tante altre tecnologie inedite. Per scoprirne di più, restate sintonizzati su HDmotori per la pagella "guida autonoma" dedicata a questo modello.

Se l’auto invece non si rivolge a un neopatentato, si può scegliere anche con il pluripremiato Ecoboost 1.0 turbo benzina a 3 cilindri da 100, 125 o 140 cavalli. Con quello da 100 c’è l’automatico a 6 marce e paddles al volante. Per chi viaggia molto c’è anche il potente turbodiesel da 120 CV, abbinato al cambio manuale a 6 marce. Per ora mancano versioni a gas o ibride, speriamo che in futuro Ford provveda ad ampliare l’offerta.

Quanto costa?

Parliamo di prezzi: questa versione di listino costa 16.500€, con gli optional 17.200, ma con la promozione in corso si può portare a casa con meno di 13.000€. Se volete acquistarla nella più comoda versione a 5 porte ce ne vorrebbero 17.950, ma potete averla a 13.300. Non male…

Se avessi un figlio neopatentato, questa nuova Fiesta la considererei tra le più probabili candidate, perché ha rivelato molti pregi e pochi difetti. Ha compiuto davvero il famoso salto di qualità: in un’auto così compatta trovate il confort e la tecnologia che un tempo era solo prerogativa delle vetture più grandi. La concorrenza nel segmento B? Renault Clio, Peugeot 208, Opel Corsa e altre, ma la piccola Ford ha ottimi argomenti per farsi scegliere.


161

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Albi Veruari

La polo è la polo, pure io ce l'ho. Ogni tanto prendo l'A3 in famiglia e anche se va meglio ecc alla fine ritorno sempre sulla polo, troppo comoda, piccola ma comunque spaziosa dentro. Sarà da malati, ci chiamano vaggari ma cavolo, non hanno mai guidato una polo secondo me.

Albi Veruari

La mia polo 1.4 tdi da 70 cavalli ha pure fatto i 195 ed era a quasi 6000 giri (ne segna 220 di limitatore comunque).

Oliver Cervera

Non so voi ma il modo in cui parla questo recensore mi piace tantissimo!

Gpat. (Android/macOS)

Lo scopriremo a breve, comunque credo che non dovrebbero esserci problemi, stesso telaio alla fine

checo79

a vedi che han fatto na cosa intelligente sicuramente meglio il 1.0 eco che il 1.1 di pari cavalli. però non è che la active pesa quel poco di più per farla rientrare?

Gpat. (Android/macOS)

Sulla Fiesta Active (crossover) ha debuttato l'Ecoboost Turbo da 85cv come entry level, con 85cv ci stai dentro, spero lo estendano al resto della gamma

checo79

a si?

Gpat. (Android/macOS)

Era comunque fuori per il rapporto peso/potenza

Gabrix93

io ho iniziato con il pandino 1100, padre pio mi ha portato sano e salvo!
Comunque ben venga la sicurezza, ma quella cifra è fuori portata per la maggior parte delle famiglie. E se un ragazzo se la volesse comprare da solo dovrebbe lavorare 2/3 anni. Il gioco varrebbe la candela? no, meglio l'usato.

Gabrix93

lascia perdere le automatiche tipo smart ecc

Damiano

E se prendessi una Ford Focus Hoonigan di Ken Block da soli 600 cv??

checo79

certo che potevano fare una ecoboost con 5 cv in meno e bon

Orgath

Beh, no. Spendi meno.

Orgath

Assolutamente d'accordo. Possiedo anche io il modello precedente e questo nuovo, seppur non brutto, è un po' troppo anonimo.

Grass

Devi rispettare entrambi

Mattia Cristofaro

io ho preso la patente a 18 anni e il primo anno non ho guidato. Adesso ho 20 anni e vado ancora a lavorare in scooter, perché non ho voglia di buttare soldi su un auto e trovo p@lloso guidare in mezzo al traffico. Probabilmente punterò su un auto con cambio al volante, ma non si sa mai.

Adriano

Eh?

Adriano

Le linee tese le prediligo, sarà quello. Questa nuova è decisamente anonima ed anche dal vivo lascia con un bel punto interrogativo. È discreta solo st o molto accessoriata esteriormente. D'altro canto anche la mia 2015 se non fosse così accessoriata, perderebbe molto. In generale sul nuovo anteriore potrei anche passarci, ci si fa l'occhio, ma quel posteriore davvero no... E lo dico da uno che trova il posteriore della mia, il vero punto debole. È la linea della nuova serie che in generale non mi piace. Anche le nuove fiesta, EcoSport, Kuga le trovo inferiori alle vecchie. Non parliamo della nuova ka perché la bruceremo dov'è, eppure il primo modello del nuovo corso lo adoravo. Adesso ho paura per la nuova Mondeo. Stupreranno anche quella. Ne vedo una in versione Vignale tutti i giorni ed è semplicemente da sbavo. Una Mustang signorile

Dea1993

stesso modello.
anche io la trovo molto più bella.
però vista dal vivo anche questa nuova fiesta 2018 non è male. dal vivo è decisamente meglio che in foto, però la "vecchia" aveva più carattere, era più sportiva

Tony Musone

Forse dovresti essere tu a cercarti le statistiche, perchè non so a quali dati tu ti riferisca e quale significato/valore abbia per te l'unità di misura "la stragrande maggioranza" o "una frazione dei danni". Ma i dati Istat riferiti al 2016 (l'ultimo anno di cui si hanno dati completi) direbbero altro:

"Con riferimento alla categoria della strada, la prima causa di incidente ... sulle strade extraurbane è la guida distratta o andamento indeciso (pari al 19,6%), seguita dalla guida con velocità troppo elevata (15,3%) e dalla mancata distanza di sicurezza (14,7%)"
Fonte: Aci - Istat. INCIDENTI STRADALI - Anno 2016

Ora (anche senza azzardare un'ipotesi del tutto plausibile per la quale, la concausa degli incidenti per distrazione o mancato rispetto della distanza di sicurezza, possa essere anche una velocità sopra i limiti) non mi sembra sufficiente la differenza di 4,3 punti percentuali per minimizzare.

Dopodichè, basterebbe il buon senso per capire che la strada pubblica, con tutti gli imprevisti connessi, non è il luogo ideale per "divertirsi alla guida" nemmeno "con la piccola peste". IMAO

p.s.
- Limiti di velocità: se aumentano del 10% si ha un +40% di vittime:
"per ogni 1% di incremento dei limiti di velocità, aumenta del 2% il rischio di incidenti, e de 4% gli incidenti mortali. "
https://www.sicurauto.it/codice-della-strada/news/limiti-di-velocita-se-aumentano-del-10-si-ha-un-40-di-vittime.html

Carl Johnson

non è la nuova fiesta 2018

Carl Johnson

Penso che il governo ne abbia infilata una dietro l'altra per ammazzare il mercato delle auto, tasse sui carburanti, super bollo, indeducibilità, limiti neopatentiati, spesometro/redditomtero... alla fine siamo costretti a girare con questi trabiccoli da pochi cavalli che non san più cosa fare per contenere l'inquinamento che magari un bel V8 aspirato darebbe molte più soddisfazioni e anidride carbonica a parte potrebbe essere meno pericoloso di ciò che circola attualmente.

Dea1993
anche per i neopatentati


piccolo OT: a me comunque sta legge del limite di potenza per i neopatentati mi sembra una cosa assurda.
cioè mi sembra ovvio che adesso non possano guidare supercar o auto chissà quanto potenti, ma hanno esagerato un po.
ho sentito di tante persone che in casa non potevano guidare nessuna auto perchè troppo "potenti", ma in realtà sono tutte auto normalissime.
alcuni (chi se lo può permettere) hanno dovuto cambiare l'auto con una che potesse guidare anche il figlio, altri invece non avendo questa possibilità, non l'hanno cambiata e quindi il figlio è stato 1 anno senza guidare, il che è anche peggio di guidare subito un'auto che non rientra nei limiti visto che appena presa la patente ancora la maggior parte delle persone non sa guidare perfettamente, non ha esperienza quindi i primi anni sono fondamentali.
ad ogni modo se sta 1 anno senza guidare, per legge a quel punto può guidarsi anche un'auto potente (che non sia una supercar), ma alla fine lui è vero che ha la patente da 1 anno, ma gli manca l'esperienza ed essendo stato fermo 1 anno, probabilmente è più imbranato di quello che ha appena preso la patente ed ha subito iniziato a guidare.

zSyntex

Non direi, un ragionamento non esclude un altro. Vedo tanti 30enni, o 40enni con anni di oatente alle spalle guidare peggio di un bambino di 3 anni sul triciclo, veramente.

Solo che grava sulle famiglie italiane. Spendere 5000/6000€ di usato oer una scarioletta e poi passare ad una macchina migliore dopo.
Non è libertà di scelta..

Desmond Hume

in caduta libera da un burrone

Desmond Hume

potevano fare almeno una versione ibrida stile yaris...

ca600lg

hai ragione... ho provato un po' a tirare l'acqua al mio mulino, ma alla fine non c'è nulla da dire...hai ragione..
è che le auto(specie quelle sportive, o sportiveggianti) sono così dannatamente belle

u

Tanaeva... ne hai avuto di Fiesta eh? :D
https://uploads.disquscdn.c...

peyotefree

Si ovvio.

StefanoS8+

io ho imparato a guidare sulla fiat uno 60sx e faceva i 160kmh...vent'anni fa ormai...

Danny #

No, l'alta velocità è la prima causa di danni.
L'auto più cara ovviamente è più confortevole e sicura ma questo non significa che puoi fare il pazzo su strada, anche perché gli altri non è detto abbiano un'auto altrettanto sicura.
Non esistono posti dove poter fare il pazzo se non su pista, e anche lì...
Quando guidi non sei da solo e sei responsabile di tutto.

StefanoS8+

me la ricordo, erano altri tempi...quando i 15" pollici sembravano cerchi enormi...

u

No, quelle sono le Leagoo...

Danny #

Fatto perché i neopatentati sono spesso pazzi da evirare.

ca600lg

in realtà io non ci vedo nulla di male a togliersi lo sfizio della "piccola peste". e i dati mi danno ragione. la stragrande maggioranza degli incidenti stradali è dovuta a disattenzione(chi guida guardando il telefono su tutti, vatti a cercare le statistiche) e la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droghe.
quando ero un po' più giovane sono stato parecchio indisciplinato alla guida e qualche disastro l'ho combinato, ma non

Danny #

200 km/h dove? In pista?

Tony Musone

Condivido parola per parola.

Nella speranza e nell'attesa che, alla luce dei tanti troppi morti, dei feriti e invalidi, anche chi scrive le recensioni collabori nel divulgare una modalità di guida più consapevole/rispettosa/prudente e quindi smetta di scrivere frasi tipo: "... quando saranno più grandi e avranno imparato davvero a guidare, allora potranno comprarsi la “piccola peste” e divertirsi al volante."

per conoscenza:
@Nicola Villani

Stefano Vago

buffoneeee

ferragno

ho avuto tutte le fieste che sono uscite, ma questa proprio non mi piace...

Gigiobis

le wiko delle auto sono le DR!

u

Le Ford sono i Wiko delle auto! :) :) :)

u

Sembra quasi una Golf non è proprio un complimento... anonima all'inverosimile! :)

u

Leggera discesa+vento a favore+tachimetro con scarto eccessivo ecco fatti i 200kmh... :)

Gigiobis

strano, la mia fiesta da 97cv e 1.050kg non supera i 180 segnati...
e quella lancia Y di cavalli ne aveva 86 e dichiaravano 177 di punta.

u

Ma dove vai a 200kmh con una Y?

lore_rock

Ho preso proprio la fiesta 1.5 diesel st line a 15500 5 porte, una favola.

ca600lg

purtroppo hai ragione, ma il me 18enne non la pensava esattamente alla stessa maniera, non mi è mai capitato di mettere in pericolo la vita di chi stava all'esterno della macchina, ma tra me e i miei amici dell'epoca di catsate ne abbiamo fatte tante

Danny #

Basta guidare piano e avere un po' di fortuna dato che l'incidente non dipeso da te può starci sempre.
Però se si guida bene diciamo che diventano rari.
Da neopatentato ricordo che spuntò un bambino piccolo e lo salvai proprio perché andavo piano e riuscii a frenare, altrimenti l'avrei semplicemente ucciso.
Situazione simile su strana veloce con ragazzini in bicicletta.
Da quei momenti ho avuto piena coscienza e consapevolezza che andare piano è un obbligo, che l'imprevisto è dietro l'angolo e non puoi prevederlo ma prevenirlo sì, che il divertimento alla guida e la "guida sportiva" non esistono a meno di non andare in pista dove muori da solo senza rompere a nessuno.
L'auto serve per spostarti dal punto A al punto B, fine.

Frankbel

Io avevo una suzuki swift gti da 101cv che arrivava a 205Km/h e ed era forse anche più leggera della Y.

peyotefree

Bene. Vedo che parli per sentito dire..
Io parlo di 90cv sotto una macchina che superava di poco la tonnellata.
Faceva 200kmh. Stessa velocità della macchina che ho avuto dopo di quella( mini cooper) con ben 30cv in più e molti kg in più..

Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani