Tesla, in ritardo la Gigafactory di Berlino: la produzione potrebbe partire nel 2022

03 Maggio 2021 38

Sembra che per l'entrata in funzione della Gigafactory di Berlino si dovrà attendere qualche mese in più rispetto alle previsioni iniziali. Elon Musk, infatti, era fiducioso che la produzione delle Model Y potesse iniziare già a metà del 2021 con le consegne che sarebbero partite poco dopo. Ma già da alcune settimane si parlava di ritardi dovuti, per lo più, a questioni burocratiche tanto che Tesla aveva spostato l'inizio della produzione per la fine del 2021. Adesso, però, sembra che per l'entrata in funzione dello stabilimento si dovrà aspettare l'inizio del 2022.

GIGAFACTORY IN RITARDO

A quanto riporta la stampa tedesca, infatti, ci sarà un ritardo di circa 6 mesi con Elon Musk che avrebbe approvato la nuova tabella di marcia. I problemi sarebbero legati principalmente ai tempi per la realizzazione dell'impianto per la costruzione delle celle per le batterie e per ottenere le relative approvazioni. In particolare, gli ostacoli maggiori sarebbero di natura burocratica e già di recente, Elon Musk si era lamentato di questa "lentezza". Del resto, Tesla ha fretta di far entrare in funzione la sua nuova fabbrica.

La casa automobilistica americana ha chiesto una modifica per poter ottenere le autorizzazioni per poter realizzare il sito dedicato alle celle delle batterie. A quanto pare, questo significa che il processo autorizzativo del sito dovrà ripartire quasi da zero. Addirittura, dovrà essere avviata pure una consultazione pubblica, cosa che potrebbe portare ad ulteriori ritardi visto quanto già successo in passato. Nel corso dei mesi, infatti, la società americana aveva avuto diversi problemi soprattutto con gli ambientalisti che hanno provato a bloccare il progetto di costruzione.


Dal ministero dell'ambiente, comunque, fanno sapere che parlare di tempi è prematuro visto che "non ci sono ulteriori dettagli sulla natura e la portata delle modifiche pianificate". In ogni caso, dal ministero dell'economia evidenziano che la fabbrica potrà iniziare a produrre auto solo quando saranno arrivate tutte le autorizzazioni e lo stabilimento sarà completato. Impossibile, dunque, accelerare i tempi. Va detto, comunque, che anche Tesla ci ha messo di suo per complicarsi i lavori.

Le autorità tedesche, infatti, hanno bloccato le attività di costruzione per alcune settimane dopo che hanno scoperto che Tesla aveva installato alcune tubazioni per le fognature senza autorizzazione. Per la società americana potrebbe arrivare pure una multa. In ogni caso, il dato oggettivo è che la Gigafactory di Berlino non potrà entrare in attività nei tempi stabiliti inizialmente. Questo significa soprattutto che il debutto della Model Y in Europa avverrà con diversi mesi di ritardo. Chi l'aveva prenotata, dovrà pazientare ulteriormente. Secondo Tesla, una volta a regime il sito potrà arrivare a produrre sino a 500 mila autovetture all'anno.


38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lou54

Appunto, e immagina quando uscirà la model y prodotta li, insieme alla model 3

mattbra

Purtroppo è sempre una questione di soldi.....e non puoi vincere la guerra contro chi ha 1.5 miliardi di soldati!!!!!!

Signor Rossi

La Tesla Model 3 è la vettura elettrica più venduta in Germania ...

Daniele Colombo

Si al 51% gli porti il tuo know how e poi pensi di fare profitti e affari , sino a che va bene .
Guarda il discorso dei chip , abbiamo iniziato a delocalizzare l assemblaggio , poi la diffusione del silicio , la centralizzazione su 3 megafabbriche che adesso chiudono i rubinetti e ci lasciano a piedi .
Meglio bloccare la produzione di VW e Peugeot o di Xpeng e Nio .
Se non lo capiamo svelto lasciamo stare perché è una gara persa

Lou54

Il problema, secondo me, è che Musk ha voluto infilarsi nella tana del lupo. Secondo voi in un paese dove ci sono Audi, BMW, Wolksvagen che hanno iniziato a puntare sull'elettrico non faranno del tutto per ostacolarlo, con la paura che hanno, giustificata, che ruberà loro il mercato?

Davide

lo dici ad uno che se fosse presidente avvierebbe una riforma della burocrazia e della giustizia come prime mosse dopo l'insediamento.
La burocrazia è necessaria ma ciò che va migliorata è l'agilità delle procedure. Un'impresa privata non potrebbe mai permettersi cose del genere

teo

E i tedeschi sono particolarmente bastardi in questo e sono appoggiati da politica giustizia e polizia ... Vissuto di persona per lavoro, trattamento per i non tedeschi da fascimo

mattbra

Lo diceva già Giolitti nel primo dopoguerra....le leggi per gli amici si interpretano per i nemici si applicano!!!
E Tesla non credo sia considerata amica....

mattbra

Quello dicevo.
In Cina zero diritti.
Però apri presto perché lo stato è tuo socio

Daniele Colombo

Che ti blocca la circolazione delle Tesla in alcune zone

Signor Rossi
an-cic

Veramente le due fabbriche, che sono 2 edifici separati, sono stati da sempre dichiarati. La questione è semplicemente che tesla ha fatto una scommessa da 4 miliardi di dollari pensando di vincere ed ora invece ci sono possibilità che la perda.

In Italia prima di iniziare a costruire devi avere tutti i permessi, in Germania invece ti dicono che basta presentare il progetto e se vuoi puoi iniziare a costruire il giorno dopo anche senza alcuna autorizzazione. Se poi le autorizzazioni non arrivano devi smantellare tutto e ripristinare. Tesla ha iniziato a costruire dopo il progetto senza avere ancora le autorizzazioni

Davide

quindi per te far partire un processo in cui dichiari di voler fare su una fabbrica di auto e poi volerla convertire ad uso batterie è la stessa cosa? E' come far partire una trattoria e poi espanderla a centro termale. Ovvio che la cosa richieda un nuovo processo amministrativo ed eventuale rivalutazione.

Signor Rossi

È assurdo che in un mondo dominato dal Covid, dove un sacco di gente ha perso il lavoro ed innumerevoli aziende sono fallite, dei burocrati mettano i bastoni fra le ruote a chi sta creando decine di migliaia di posti di lavoro.

Molto meglio produrre tutto in Cina ...

Daniele Colombo

Guarda che in Cina può essere peggio

Daniele Colombo

Per me avremo le Model Y in Europa che saranno americane ,in attesa della Giga Berlin

Daniele Colombo

I Tedeschi hanno il sindacato come membro del CDA aziendale e decidono insieme assunzioni ed esuberi per fare il bene della azienda e delle persone .
E un concetto difficile da fare passare in una azienda americana .
Per cui se Tesla non vuole i sindacati in Azienda e tutte le altre aziende tedesche si , il braccio di ferro non porterà lontano .
Infatti i Tedeschi , Skoda ,Audi ecc si sono inventati la Cekia per produrre

teo

Nel mondo civile ci dovrebbero essere leggi. Qui i tedeschi se ne infischiano e le usano a proprio tornaconto e fidati che lo fanno senza problemi a tutti i livelli

Daniele Colombo

Infatti i nostri superpolitici italiani si erano candidati per Tesla in Italia?

Daniele Colombo

Le 4680 sono il top della tecnologia , forse la prima che arriverà sarà Panasonic ,

teo

Non è burocrazia è voluta ... Fanno così .. ognuno difende il proprio ... Dalla giustizia alla polizia alla politica... Ho avuto modo di provarlo nel mio lavoro .. sono delle bestie

Ginomoscerino

i tedeschi pensano al loro "orto". fosse stata una fabbrica VAG, BMW, MB a quest'ora era già operativa e 0 discussioni sugli alberi

MatitaNera

come suona cool

MatitaNera

era quella degli italiani che si sput#tanano sempre

mattbra

Nel mondo civile ci sono regolamenti e leggi.
l'Europa non è la Cina!!!!!
Musk finalmente se ne è accorto.

Wolfy

Si, ma anche in quel caso non è chiaro quando e quante ne riusciranno a produrre. E' un processo nuovo anche per loro.

R_mzz

Praticamente il tempo necessario a costruire questa fabbrica di batteria a Berlino e quasi sicuramente anche ad Austin.
Comunque nell’attesa non possono usare delle 4680 realizzate da LG, Panasonic o CATL?

an-cic

Sei fantastico

Wolfy

Non riescono a produrre le batterie.
Musk stesso ha detto che sono a 12-18 mesi dalla produzione in volumi delle 4680.
Non diamo la colpa ai tedeschi.

ally

"La casa automobilistica americana ha chiesto una modifica per poter
ottenere le autorizzazioni per poter realizzare il sito dedicato alle
celle delle batterie" l'analfabetismo funzionale scorre vigoroso...

ally

"La casa automobilistica americana ha chiesto una modifica per poter
ottenere le autorizzazioni per poter realizzare il sito dedicato alle
celle delle batterie" l'analfabetismo funzionale scorre forte...

ally

"La casa automobilistica americana ha chiesto una modifica per poter
ottenere le autorizzazioni per poter realizzare il sito dedicato alle
celle delle batterie" l'analfabetismo funzionale scorre possente...

ally

"La casa automobilistica americana ha chiesto una modifica per poter
ottenere le autorizzazioni per poter realizzare il sito dedicato alle
celle delle batterie" l'analfabetismo funzionale scorre poderoso...

Seraph84

manco fosse in italia...certo che i tedeschi ultimamente....

ameft

Forse andare a costruire a casa del "nemico" non è stata una grande idea... Credo che i vari gruppi automobilistici tedeschi stiano usando tutte le loro pressioni politiche per rallentare Tesla.

Super Rich Vintage

Oh ma che peccato, Tesla si è impantanata con la burocrazia tedesca, non come Vw nel '38 dove bastava la sola approvazione del Führer.

an-cic

com'era quella cosa che la burocrazia c'è solo in italia?

Sergey Bubka

vuoi mettere la produzione in una gigafactory piuttosto che in fabbrica

Auto

Kia XCeed Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi, risparmio e costi

Auto

Hyundai IONIQ 5: quanto costa e quando arriva in Italia | Video anteprima

Suv

Opel Grandland X Hybrid4, in pista da cross con un SUV Plug-in 4WD | Video

Auto

Volkswagen ID.4: consumi reali, autonomia, prezzo e prova su strada | Video