Airbus con Renault per lo sviluppo della tecnologia delle batterie

30 Novembre 2022 0

Il mondo dell'aviazione si è posto dei precisi obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti e si stanno sperimentando diverse tecnologie tra cui quelle legate all'elettrificazione dei motori degli aerei. Un lavoro complesso che richiede precise competenze e investimenti nello sviluppo di nuove soluzioni tecniche. Sull'elettrificazione le case automobilistiche stanno investendo molto e hanno già maturato una buona esperienza.

Per questo, Airbus ha deciso di siglare un accordo di ricerca e sviluppo con il Gruppo Renault per rafforzare le sinergie e rispondere al fabbisogno di elettrificazione di entrambe le aziende.

AL LAVORO SULLE BATTERIE

Le due aziende metteranno insieme i loro team di ingegneri per lavorare principalmente nell'ambito delle batterie. Si tratta degli elementi più importanti per tutte le tipologie di veicoli elettrici. Secondo quanto raccontato, ci si concentrerà nel far progredire le tecnologie degli accumulatori, in particolare sull’ottimizzazione della gestione energetica e sulla riduzione del peso delle batterie.

L'obiettivo è quello di riuscire a trovare le migliori soluzioni per arrivare a raddoppiare la densità energetica delle batterie entro il 2030. In particolare, si punterà sugli accumulatori dotati della tecnologia allo stato solido. Ma non è finita qui in quanto le due aziende lavoreranno pure sul ciclo di vita completo delle future batterie, dalla produzione alla riciclabilità, per prepararsi alla industrializzazione di questi futuri modelli di accumulatori.

I vantaggi per Airbus sono chiari. L'azienda, infatti, potrà migliorare le tecnologie per i futuri aerei ibridi-elettrici. Collaborazione di cui potrà beneficare pure il Gruppo francese. Lo sviluppo di nuove batterie permetterà a Renault di poter offrire vetture elettriche con autonomie superiori e tempi di ricarica ridotti. Si tratta, dunque, di un interessante progetto che vede due importanti aziende mettere insieme le proprie competenze per accelerare lo sviluppo delle tecnologie legate all'elettrificazione.

Sarà quindi interessante scoprire nel corso del tempo i risultati di questa collaborazione. Gilles Le Borgne, Direttore Ingegneria del Gruppo Renault, ha commentato:

Per la prima volta, due leader europei provenienti da settori diversi condividono le conoscenze tecniche per forgiare il futuro degli aerei ibridi-elettrici. Quello dell’aviazione è un settore estremamente esigente in termini di sicurezza e consumo energetico, proprio come l’industria automotive. Come Gruppo Renault, i nostri 10 anni di esperienza nella catena del valore dei veicoli elettrici ci permettono di contare su una delle migliori competenze sul campo che ci siano, ma anche su una vera e propria competenza nelle prestazioni dei sistemi di gestione delle batterie. Spinti dallo stesso obiettivo ambizioso di fare innovazione e ridurre la carbon footprint, i nostri team di ingegneri si confrontano con quelli di Airbus per far convergere tecnologie trasversali che consentiranno di far funzionare gli aerei ibridi, ma anche di sviluppare i veicoli del futuro.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

Libero e Virgilio giorni di fuoco, davvero gli S23 non sono già ufficiali? | HDrewind 50

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!