Porsche Taycan, grazie a TechArt diventa ancora più aggressiva

07 Agosto 2021 6

La Porsche Taycan è una sportiva elettrica che sta avendo un ottimo successo in termini di vendite. Per chi vuole qualcosa di più e non ha problemi di budget, il preparatore tedesco TechArt ha deciso di proporre uno speciale kit aerodinamico tutto in fibra di carbonio. Un pacchetto che permette di personalizzare ulteriormente questo modello, donandogli un look ancora più aggressivo.

I componenti, come detto, sono realizzati in fibra di carbonio e sono disponibili con finitura lucida o opaca e in una varietà di colori personalizzati. Frontalmente, troviamo un nuovo splitter e delle alette per direzionare meglio i flussi dell'aria. Il profilo è caratterizzato dai nuovi cerchi in lega da ben 22 pollici TechArt Formula VI e dalle più vistose minigonne laterali. In fibra di carbonio anche le calotte degli specchietti laterali.

Guardando al posteriore, invece, l'intervento di TechArt ha riguardato un nuovo spoiler, il diffusore e alcune parti del paraurti. Tutti gli elementi, ovviamente, sono sempre in fibra di carbonio. Particolarità, al posto del classico badge di Porsche con il nome del modello posizionato dietro, è stato installato un pannello con la scritta TechArt. Si tratta di un modo per distinguere ancora di più la Taycan modificata dal preparatore tedesco da tutte le altre.

NESSUNO RITOCCO AL MOTORE

Nessun intervento è stato fatto a livello del motore. Del resto, tutte le versioni della sportiva elettrica sono in grado di offrire prestazioni elevatissime. Per esempio, la top di gamma Taycan Turbo S può contare su di un powertrain da 560 kW in grado di spingerla a 260 km/h e di farla accelerare da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi. L'intervento di TechArt è stato dunque puramente di natura estetica ed aerodinamica. Il preparatore ci tiene a sottolineare che ogni componente è stato realizzato secondo elevati standard di qualità. Inoltre, tutte le parti possono essere installate con facilità.

I fortunati possessori di una Taycan interessati a queste modifiche potranno presto personalizzare la loro auto attraverso il nuovo configuratore 3D del preparatore tedesco. Una piattaforma che permette di osservare da vicino e nel dettaglio tutte le modifiche che si desiderano richiedere.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Roman

non capisco come si fa a chiamare tuning ad una auto elettrica senza toccare il motore, il tuning lo si fa solo sulle auto termiche perché hanno il motore e ha senso farlo, una Taycan elettrica non sarà mai aggressiva perché è elettrica

Deimos

Da appassionato e frequentatore dei raduni (ultimo fatto circa un mese fa a Milano) ti dico che il tuning da noi è invece vivo e vegeto per fortuna.
La vera tristezza sarebbe quella di un mondo con le auto tutte uguali...brrrr!!!
Poi ci sono elaborazioni e elaborazioni...ho visto tamarrate assurde come anche modifiche molto eleganti.

Alessandro Peter

Se c’è una cosa di cui proprio non se ne sente la mancanza è il tuning. Detto da uno che a 18 anni aveva tamarrato una a3

Chicco Bentivoglio

Ma se c'è già chi fa hacking sulle Tesla...

Adri949

Non che fosse complicato,l. Stock é parecchio anonima, oltre che molto lontana dal sembrare una Porsche

GianlucaA

Nessun ritocco al motore. Mi sa che con l'avvento dell'elettrico le elaborazioni andranno a farsi benedire

Auto

Kia UVO, 5 cose da sapere | Prova infotainment su Kia XCeed Plug-in Hybrid

Auto

Arrival Van: furgone elettrico che cambia tutto. Tesla dei veicoli commerciali? | Video

Auto

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Auto

Tesla Model Y, i consumi reali sorprendono nel nostro test: autonomia e noleggio