Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

BYD Seal U: prima prova su strada e prezzi per l'Italia (prende gli incentivi) | Video

29 Gennaio 2024 210

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Con BYD SEAL U la gamma del produttore cinese si espande, andando ad affiancare alla versione berlina, la Seal, anche il SUV che inevitabilmente andrà a scontrarsi con quella che è stata l'auto più venduta in Europa, la Model Y. BYD Seal U è infatti un SUV di segmento D, per questo guarda a chi cerca un'auto elettrica di dimensioni importanti visti i suoi 4,78 metri di lunghezza con un passo di 2,76 metri.

Curiosa la strategia di lancio per questo D-SUV: gli allestimenti sono due, Comfort con batteria da 71,8 kWh e Design con 87 kWh. Il motore, però, è lo stesso e la SEAL U si accontenta di 217 cv, con una coppia tra i 310 e 330 Nm a seconda della versione. Niente di estremo, quindi, specie se consideriamo che l'auto deve portarsi dietro più di 2 tonnellate, ma questa scelta potrebbe avere interessanti ripercussioni sul contenimento del prezzo.


SCHEDA TECNICA BYD SEAL U

  • Motore: anteriore, motore elettrico sincrono a magneti permanenti.
  • Potenza: 160 kW/217 cv e 310/330 Nm
  • 0-100 km/h: 9,3 s (Comfort), 9,6s (Design)
  • Velocità massima: 175 km/h
  • Batteria: 71,8 kWh (Comfort), 87 kWh (Design), entrambe LFP "Blade Battery"
  • Sospensioni anteriori: MacPherson
  • Sospensioni posteriori: indipendenti, multi-link
  • Raggio di sterzo: 5,5 metri
  • Pneumatici: R19
  • Freni: dischi ventilati
  • Peso a vuoto: 2.020-2.147 kg
  • Bagagliaio min/max: 552 - 1.440 litri
  • Frunk (bagagliaio anteriore): no
  • Lunghezza: 4.785 mm
  • Larghezza: 1.890mm
  • Altezza: 1.668 mm
  • Passo: 2.765 mm
  • Cd: 0,32
  • Ricarica: AC 11 kW, DC 115 kw (batteria da 71,8 kWh) o 140 kW (batteria da 87 kWh)
  • Pompa di calore: sì, di serie
  • Vehicle-to-Load? sì, 3 kW in uscita e di serie
  • Autonomia dichiarata (WLTP): 420 km (Comfort) - 500 km (Design)
  • Consumi dichiarati (WLTP): 19,9 kWh/100 km (ciclo combinato WLTP, Comfort) - 20,5 kWh/100 km (ciclo combinato WLPT, Design)

COME VA? PROVA SU STRADA

L'impostazione di BYD SEAL U è chiara fin da subito: si tratta di un SUV molto spazioso, con tantissima luce in altezza anche per la testa degli occupanti più alti che trovano spazio e agio sia davanti, sia dietro. Il bilanciamento tra passo, 2,76 metri, e bagagliaio, 552 litri, è quello giusto per restituire un'esperienza a tutto tondo rispetto al solito "vizietto" dei cinesi di sacrificare lo spazio di carico a vantaggio della necessità di creare un enorme salotto nella seconda fila di sedili.

All'interno dei 4,78 metri di lunghezza, che non sono certo pochi e richiedono uno spazio adeguato per parcheggiare l'auto, BYD SEAL U propone una suddivisione molto vicina ai gusti europei.

La guidabilità, complice anche una carrozzeria marcatamente da crossover che si sviluppa 5 centimetri più in alto di una Model Y, risente quando cerchiamo di portare l'auto al limite. Il motore è uno, la scelta è quella della trazione anteriore (ma arriverà anche una 4x4 visto che la piattaforma lo consente), e la taratura delle sospensioni è morbida.

Ottimo l'assorbimento, ottimo il comfort acustico, mediocre la risposta del telaio nelle curve strette e nel misto dove il rollio si fa presente. In alcune situazioni l'ho sentito addirittura io stesso da conducente e, di solito, il conducente lo percepisce in maniera più ridotta rispetto al passeggero perché il suo corpo, inconsciamente, si prepara a contrastarlo e perché è "ancorato" al volante con le braccia.

Riguardo alle prestazioni, l'unità elettrica da 217 cv scarica rapida a terra la coppia di 330 Nm, e su questo punto forse servirebbe un fine tuning nella curva del "gas" come fatto sulla nuova Kona, per evitare quel comportamento aggressivo e "mangia gomme". A meno che non siate fan di un'erogazione brutale, ma occhio allo sterzo che non è direttissimo: essendo abbastanza demoltiplicato vi richiede più movimenti, e un'affondo sull'acceleratore con ruote leggermente storte si fa sentire in termini di torque steer.

Il torque steer è l'influenza, tipica delle auto a trazione anteriore dotate di un propulsore brillante in termini di prestazioni, della coppia del motore sullo sterzo. L'auto ci "tira" da una parte e dobbiamo essere rapidi nell'intervenire per contrastarlo. Il comportamento, comunque, si mitiga facilmente anche senza essere dei piloti, basta dosare il gas inizialmente, scegliere una mappatura più tranquilla oppure mollare il gas immediatamente.

RICARICA E CONSUMI

Per le opzioni di ricarica BYD si è mantenuta con lo standard da 11 kW in AC (corrente alternata), mentre in corrente continua, presso una colonnina rapida in DC, ci sono due picchi a seconda della batteria utilizzata.

Quella da 71,8 kWh negozia, tramite il BMS di bordo, un picco massimo di 115 kW con le colonnine che supportano potenze pari o superiori, mentre la batteria da 87 kWh arriva fino ad un picco di 140 kW. Sarà però importante vedere la curva di ricarica per capire se il lavoro svolto nella gestione termica del pacco batterie è di buon livello o meno, e per questo l'appuntamento e a test successivi. Per entrambe, il produttore dichiara un tempo di ricarica dal 10 all'80% di 42/43 minuti.

Lo stesso vale per i consumi: il primo contatto ha visto un percorso misto con una parte di autostrada, ma a limiti più bassi dei classici 130 km/h italiani, un'arrampicata sui monti tra strade urbane ed extra-urbane senza mai troppo spazio per sciogliere i muscoli del motore e una tranquilla strada costiera lungo l'oceano.

In questa situazione la BYD SEAL U ha fatto registrare un consumo medio di 18 kWh / 100 km. Trattandosi però della prima prova dinamica, è chiaro che le condizioni di test reali per i consumi saranno possibili solo durante un test più lungo.

PREZZO, ALLESTIMENTI E INCENTIVI

BYD non si schioda dalla strategia, specie per le top di gamma, del tutto di serie. L'elenco della dotazione delle due versioni, la Comfort e la Design, lo dimostra. Sulla Comfort si parte con luci Full LED, fendinebbia, portellone del bagagliaio elettrico, cerchi in lega bi-color, specchietti elettrici regolabili, ripiegabili e riscaldabili, vetri oscurati, interni in pelle vegana, volante riscaldato, sedili ventilati e riscaldati con regolazioni elettriche (8 vie per il conducente, 4 vie per il passeggero anteriore), clima automatico bi-zona, display da 12,3" per la strumentazione e display rotante per l'infotainment e via dicendo. Immancabili i vari ADAS (Livello 2) incluso l'assistente al cambio di corsia.

La Design ha qualcosa in più: luce ambientale multi-color, sistema di purificazione dai PM2.5, lo schermo rotante più grande (15,6" al posto dei 12,8" della Comfort), un impianto audio più potente (l'Infinity da 10 speaker) e l'Head-up display. Qui abbiamo anche la videocamera a 360° e i fari adattivi di serie.

Entrambe le auto hanno una garanzia di 6 anni e 150.000 chilometri, con 8 anni e 200.000 chilometri sulle batterie (al 70% della capacità) e sul motore elettrico.

BYD Seal U può usufruire degli incentivi? Sì, se verrà confermato il prezzo: finora BYD ha annunciato solamente i prezzi europei della BYD SEAL U:

  • BYD SEAL U Comfort (71,8 kWh): 41.990€
  • BYD SEAL U Design (87 kWh): 44.990€

Le prime indiscrezioni confermano un prezzo per l'Italia sotto alla soglia degli incentivi, almeno per quanto riguarda la Comfort, in linea con le cifre europee/tedesche per poter sfruttare gli incentivi per le auto elettriche. Aggiorneremo non appena ci sarà la conferma ufficiale, ma ipotizzando un costo massimo di 42.700€, nella formula attuale la SEAL U sarebbe disponibile a 37.700€ con la rottamazione, in attesa dei nuovi incentivi che saranno comunicati l'1 febbraio.

Entrambe sono a trazione anteriore e la differenza la fa, sostanzialmente, la batteria: la Comfort da 71,8 kWh si ferma a 115 kW in DC e ha una potenza di scarica leggermente inferiore che influisce su coppia e accelerazione del motore, da 160 kW per tutte e due ma limitato a 310 Nm sulla versione d'ingresso. La Design da 87 kWh arriva a 140 kW di picco in ricarica e a 330 Nm di coppia per quanto riguarda il propulsore.

VIDEO


210

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Loris Lorenzi

Per me, bocciata in partenza.

Loris Lorenzi

con 72Kwh di batteria arriva solo a 420 km wltp? Dovuto solo alla sua pesantezza???

Loris Lorenzi

con 72Kwh arriva solo a 420 km wltp? Dev'essere pesantissima sta macchina....

Disqutente

Si, quello delle persone che conoscono cosa sia l'ironia.

Loris Lorenzi

allora dimezzate i prezzi, e pubblicate annunci di prezzi che siano reali e non per imbrogliare, fregare la gente.
Altrimenti compreremo solo le cinesi, garantito!

Loris Lorenzi

secondo me voi vivete evidentemente su un altro pianeta....

Loris Lorenzi

perchè purtroppo???? stai scherzando spero... ci sono ben 3 motivi importanti per preferire la trazione anteriore.

Loris Lorenzi

che fa 42.700.... sveglia...

Dark Entries

Purtroppo Byd Seal U, Atto 3 e Dolphin sono tutte a trazione anteriore

Masashi Obata

Guarda è indubbio che ha comunque una componente di emissioni che non troverai nelle BEV e, parlando di Pm 2.5, quella derivante dalla combustione degli HC, è molto bassa rispetto agli altri “contribuenti”, ma di contro delle BEV andrai a consumare più asfalto e pneumatici. Potremmo parlare di PM 1, PM 0.1 etc. ma qui la letteratura latita. Ripeto quanto ho scritto ad un altro utente, è il concetto di mobilità che deve cambiare. L’automobile è un lusso. Io avrei potuto non comprarla, di contro avrei perso 2 ore al giorno in più andando col pubblico invece che con l’auto; l’ho ritenuto un pochino troppo…Ma per il resto in città l’auto faccio finta di non averla, 10/15 min in più li posso perdere.

Masashi Obata

Hai comunque un maggior consumo di pneumatici e asfalto. Ripeto il concetto di mobilità deve cambiare. Ma se si prende la macchina per fare 2 km con la scusa del fa freddo/caldo/faccio prima non si va da nessuna parte.

Disqutente

Come darti torto, il posteriore è sempre gradito... https://media0.giphy.com/me...

checo79

ok l'auto migliore è quella che non compri e sono d'accordo con te ma non hai risposto alla domanda e non posso verificare perchè non c'è link. un diesel tanto boicottato non ha nel nomale utilizzo emissioni così alte di pm 10 pm2,5 peccato però che il fap crei poliveri più sottili del pm2,5 e che quando viene pulito sfora di circa un migliaio di volte i limiti.

Giampiero Guarnerio

Esattamente la mia sensazione quando mi capita di guidare o salire su auto ICE: mi fanno “effetto auto d’epoca”.
È pensare che quando la comprai ero molto scettico sulle complicazioni e praticità. Ora provo un gusto immenso ad usarla.
E anche mi è tornato il gusto di aspettare le novità sui miglioramenti, che negli ultimi 15 anni per le ICE sembrava un “mondo piatto”.

Giampiero Guarnerio

È certo che se non ti muovi non inquini.
Ma se ti muovi, con le Bev sei a livello di un treno. Pure i treni emettono particolato: basta vedere le vie milanesi dove passano i tram.
A proposito, ricordo una ricerca che era giunta alla osservazione che il luogo a Milano con la più alta concentrazione di particolato è le stazioni della metropolitana

Giampiero Guarnerio

A meno che usi una elettrica…

Giampiero Guarnerio

Le Bev non consumano i freni. Dopo 160.000 km al cambio gomme il gommista è rimasto a bocca aperta quando ha visto le pastiglie ancora nuove.
Inizialmente non voleva crederci, ma poi ha notato che i cerchi internamente erano puliti, mentre di solito sono neri dal particolato dei freni

Giampiero Guarnerio

Tieni conto che si tratta delle primissime batterie. Quelle di oggi hanno fatto passi da gigante rispetto a quelle. Ed è migliorata anche la loro gestione.
Chi ha comprato Tesla nei primi anni andrebbe straringraziato…

Giampiero Guarnerio

Segnalo la mia esperienza con model S: dopo 165.000 km in 4,5 anni l’usura della batteria esatta del 6,7%. Il grosso nei primi 2 anni (5%).
Ma ho recuperato un 5%secco quando ho sostituito i pneumatici con quelli in classe A di resistenza al rotolamento.
Le batterie LFP dovrebbero essere anche meglio di così: la mia risale a 5 anni fa e da allora le cose sono migliorate

Rick Deckard®

In realtà è più con l'endotermica che devi guardare i consumi...
Le elettriche raggiungono subito la velocità target e grossomodo procedono costanti

Rick Deckard®

Si appunto.. qualcuno sopra non ha ben chiaro cosa sia l'elettronica e la associa soltanto alle elettriche

Luigi Melita
Vae Victis

I prezzi delle termiche sono aumentati a causa delle tasse e limitazioni sulla CO2. Sono norme dell'UE. I cinesi non possono farci nulla.

ACTARUS

Ne ho segnato 10 in vendita, dopo un mese sono ancora lì a fare muffa

ACTARUS

Perché così chi aveva già intenzione di acquistare un auto elettrica la potrà acquistare con più accessori a spese degli altri

Pooh Teen

Allora c'è davvero tutta questa differenza come mi dicevano.

ilariovs

Incentivano auto termiche con limite 35000€ + iva...

ondaflex

Ma come si fa ad incentivare auto da oltre 40k. Che schifo

Rompiballe

"Il motore è uno, la scelta è quella della trazione anteriore"
"Entrambe sono a trazione posteriore"
Anteriore o posteriore?

Masashi Obata
checo79

ci sarebbe il discorso freni ma tralasciamo.Ma come viene calcolato? nel calcolo c'è anche la pulizia di fap e compagnia bella?

Dave

beh sei stato di parola, uno dei pochi

Masashi Obata

E cosa c’entra di grazia se non viene fatta attività di manutenzione a un veicolo con quello che ho scritto?

Antsm90

Che il particolato che ho respirato per tutto il tragitto non veniva dalle ruote ma dallo scarico

Considerati i consumi imbarazzanti forse era il caso di abbassare anche il prezzo della versione con batteria da 87 kWh per farla rientrare negli incentivi.

420km di autonomia è roba da segmento B non D.

Costava tanto ricavare un piccolo bagagliaio sotto il cofano come in altre elettriche?

Infine non è male come estetica, per il cassone che è...

hai detto sana di mente

Mario Rossi

si ok, ma se lo sai perche discuterne l'acquisto? non la prendi e basta.

TheAlabek

Si parlava di prendere questa auto per avere una vita piena di guai e tu hai chiesto quali, ti ho risposto nel merito

Disqutente

Stava parcheggiando, faceva retro.

gino123456

Grazie per le info sono 2 posizioni totalmente diverse ma entrambe ragionate .
È da capire quando si potranno usare le macchine con batterie V2H li cambia il concetto di fine vita di un auto ....almeno di ina parte

Mario Rossi

come detto prima: se lo sai le eviti.

Mario Rossi

nessuno ti obbliga a comprare una cinese. prenditi qualcos'altro.

Mario Rossi

prima o poi comunque le metteranno.

Giulk since 71' Reload

A parte che il fatto che la gente compri un EV non significa necessariamente che lo facciano perchè pensano che siano "durature", ad oggi gli utenti consapevoli che comprano una EV credo siano ancora pochini eh

Comunque se vai sul forum Tesla americano potrai trovare gente con batteria andata fuori garanzia, e spesso è di gente che l'ha presa usata, sono pochi? certamente ma ci sono, io preferisco non rischiare almeno fino a quanto avrò o una garanzia di riparazione, o si potranno riparare o sostituire le batterie a basso costo, per me è una spada di damocle sulla testa non indifferente

BlackLagoon

Fra 8 anni quanto credi costeranno le batterie LFP? Già entro quest'anno le celle dimezzeranno il proprio costo..

Seraph84

mah, de gustibus...io ti dico, da possessore, una elettrica difficilmente si rompe "da sola" ed è progettata per durare molto di più di una termica senza manutenzione, a meno di problemi (tenuta male dal vecchio proprietario) e molto difficile che ciocchi la batteria così a caso...se ha un difetto lo vedi subito e non dopo 3-4 anni, è come un telefono, se ha un problema tecnico non lo vedi dopo 2 anni ma lo vedi subito, sul termico ci sono molte più variabili, e in primis, da qualche anno a questa parte...a garanzia scaduta inizia a rompersi roba a rotazione...l'elettrico ad oggi NON PUO' dare problemi, altrimenti la gente non lo compra, anche per questo è progettato MEGLIO, incluse tedesche e coreane. Tesla in primis, AD OGGI ha un problema a smaltire manutenzioni e riparazioni (ha pochi centri) quindi progetta le macchine perchè NON diano problemi, al contrario di tutto il resto del mondo ICE dove i concessionari aspettano clienti in officina a braccia aperte, ho avuto Audi, Bmw ,Mini, Alfa romeo ecc...in 2 anni ho SEMPRE fatto almeno un giro in officina per qualcosa da sostituire o un richiamo o una manutenzione straordinaria...con tesla in 2 anni e 65k km ho rabboccato il liquido tergicristalli, cambiato 1 volta filtri abitacolo e spazzole tergi...fine. Comprerei una model 3 usata? si, assolutamente...

Giacomo Cecchin

lo facevo anche con l'auto da 90 cv se è per questo...

Giulk since 71' Reload

Anche no, un motore endotermico è composto da nmila componenti che chiaramente possono danneggiarsi o usurarsi, ma il costo di manutenzione rispetto a quello del veicolo è relativamente basso, a meno di fondere tutto il motore.

Qui il discorso è diverso, io non comprerei mai una EV sapendo che se si rompe la batteria fuori garanzia butto l'auto visto che il costo della batteria stessa è praticamente il valore residuo dell'auto, e guarda che di gente a cui è successo ce ne è, come detto caso raro? si ok ma io il rischio non me lo accollo ai costi attuali

Seraph84

mah...io direi il contrario, da possessore di elettrica, valuterei meglio una EV usata piuttosto che un diesel, a parità di KM chessò, 100k, un diesel è in zona manutenzione pesante (e obsolescenza programmata, centraline maledette), una elettrica invece no, la batteria perde in media un 8-10% il primo anno ma poi si stabilizza e perde pochissimo, soprattutto se si carica poco alle colonnine fast, se la batteria ha un problema inoltre, si manifesta ben prima della scadenza della garanzia, salvo auto inondate, incidentate ecc dove la tenuta stagna del pacco batteria potrebbe essere compromessa e col tempo si ossidano delle schede o delle celle...ma può capitare in finlandia, qua da noi direi che è raro, anche perchè il parco circolante è ridotto e di usate ce ne sono poche

Masashi Obata

Ma cosa c’entra scusa?

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025