Sono Motors Sion, nuova batteria e più autonomia per l'auto a pannelli solari

25 Giugno 2021 12

Torniamo a parlare di Sion, la "controversa" auto elettrica di Sono Motors che si caratterizza per poter essere ricaricata parzialmente attraverso i pannelli solari presenti su buona parte della carrozzeria. A quanto pare, lo sviluppo sta continuando e il costruttore ha annunciato un'importante novità.

L'AUTONOMIA AUMENTA

L'azienda ha fatto sapere che ha svolto un sondaggio relativo alla batteria tra coloro che hanno già prenotato la vettura. Il 90% ha risposto che voleva una maggiore capacità. Per questo, Sono Motors ha deciso di modificare il progetto e di inserire nella sua vettura un accumulatore da 54 kWh al posto di quello da 35 kWh che, oggi, risulterebbe comunque inadeguato visti gli attuali standard delle auto elettriche.

La nuova batteria dispone di celle del tipo LFP (litio ferro fosfato). La più diretta conseguenza di questa novità è che aumenta l'autonomia della vettura che passa da 255 a 305 km. Inoltre, il nuovo accumulatore permette di ricaricare in corrente continua sino a 75 kW contro i precedenti 50 kW. Aumenta anche la durata: 3.000 cicli di carica o fino a 900.000 km percorsi. Il costruttore evidenzia di aver scelto celle LFP per la batteria anche in ottica di sostenibilità visto che non contengono cobalto, nichel e manganese.

Tutte le altre caratteristiche rimangono immutate, compresa la capacità potenziale di disporre in media di 112 km in più di autonomia a settimana grazie alla ricarica con i pannelli solari. Il costo del veicolo rimane sempre di 25.500 euro e la produzione dovrebbe iniziare nel corso del 2023. Il costruttore ha fatto poi sapere di aver ricevuto già oltre 13.000 prenotazioni per l'auto.

Non rimane che attendere ulteriori novità sullo sviluppo di questo modello. Si ricorda che Sono Motors ha dovuto affrontare diverse difficoltà, tanto che ad un certo punto sembrava che il suo progetto potesse naufragare. Problemi che sembrano essere stati superati. Attualmente, l'azienda sta anche collaborando con altre realtà per portare la sua tecnologia di ricarica fotovoltaica su altri veicoli.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
andrea

Ma qualcuno pensa davvero che questa auto uscirà mai?

andrea

Non si sa SE verrà commercializzata.... anche se non scommetterei 10 centesimi sul fatto che uscirà mai....fino a 5 cent me li rischierei però...sia mai che qualcuno rilevi il progetto, se c'è qualcosa...

Aristarco

perchè in campo automobilistico non sono nessuno e non danno nessuna affidabilità, oltre che ad offrire un modello di un segmeno morto (quello delle monovolume)

Davide

Quando sarà consolidata e confermata la pratica dell'acquisto, perché no?

FabriFi

Sarebbe bello usare i pannelli solari per ricaricare l'auto. Il problema è che i pannelli solari moderni installabili su un tetto medio sono nell'ordine di 2 300w al massimo e non servono praticamente a nulla. Difatti 112 km a settimana sono niente

ACTARUS

Poi dopo un paio d'anni spariscono

Davide

Autonomia bassa con 54 kWh di batteria

Aristarco

una monovolume di una ditta sconosciuta che non si sa quando verrà commercializzata? ottimo investimento

Davide

io comunque la prenderei.

Aristarco

Sola Motors

Antonino Lo Piano

si parlava di 16000 euro inizialmente e adesso siamo a 25500 :-(

Anto71

"A volte ritornano..." (film horror)

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

eRaid, un racconto di 1.000 chilometri in viaggio con (quasi) tutte le auto elettriche

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video