Tritium: le auto si potranno ricaricare senza app e tessere

25 Maggio 2020 18

Tutti coloro che dispongono di un'auto elettrica sanno quanto può essere scomodo doversi dotare di app e di tessere per ricaricare il loro veicolo da una colonnina. Il "sogno" è di poter fare rifornimento di energia semplicemente collegando l'auto al cavo e di pagare automaticamente. Tritium, azienda australiana che si occupa di sviluppare soluzioni di ricarica per i veicoli a batteria, ha lanciato sul mercato la sua soluzione Plug and Charge, la prima nel suo genere al mondo.

Questa sua colonnina per la ricarica rapida in corrente continua utilizza lo standard ISO15118 che permette all'auto elettrica di poter dialogare con l'infrastruttura di ricarica per poi addebitare il rifornimento direttamente sul conto dell'utente. Il tutto, senza usare tessere o app ed indipendentemente dall'operatore. In breve, la persona arriva, attacca il cavo e lo stacca alla fine della ricarica con il pagamento che sarà saldato automaticamente. (Qui la guida su come si ricarica un'auto elettrica)


Questa nuova soluzione è già disponibile per tutti gli operatori infrastrutturali e permetterà di offrire un'esperienza di ricarica più semplice. Eliminando le app e le tessere si andrà a rimuovere un altro ostacolo per la diffusione dei veicoli a batteria. Molti interessati alla mobilità elettrica "frenano" quando sentono che è necessario dotarsi di tante app e tessere differenti. Secondo l'azienda, questa tecnologia è anche molto sicura nella protezione dei pagamenti. L'infrastruttura è stata testata, dal punto di vista operativo, in diversi ambiti come all'interno di diverse colonnine ad alta potenza in Germania.

Ovviamente, per poter far in modo che questa soluzione prenda piede, è necessario che gli operatori la adottino su larga scala all'interno della loro rete e che le auto risultino compatibili visto che dovranno conservare e proteggere una chiave crittografica specifica.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 275 euro oppure da Amazon a 333 euro.

18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Granduca di Populonia

..per fare una ricarica mi devo portare un cavetto lightning, uno type-C, uno microUSB, uno miniUSB.....poi tutte le tessere dei supermercati in corso di validità, una trentina di app diverse ed uno smartphone che prende il segnale.... https://media2.giphy.com/me...

Tizio Caio

"Questa sua colonnina per la ricarica rapida in corrente continua utilizza lo standard ISO15118 che permette all'auto elettrica di poter dialogare con l'infrastruttura di ricarica per poi addebitare il rifornimento direttamente sul conto dell'utente"

Aristarco

perchè la gestione del contante aggiunge costi

BerlusconiFica

Aspetto uno standard, poi ne riparliamo

Riddorck

Si ma in questo caso devi lasciare la macchina in carica per diverso tempo, se hai pre autorizzato dei soldi, come fai a sapere che qualcuno non stacca il cavo e lo mette alla propria auto? C'è bisogno di un sistema che "riconosca" l'auto a cui è collegata e invii i pagamenti al proprietario

Trhistan

I contanti no?

cuccuruccu

È troppo anonimo. Se crei un account devi fornire una mail, i dati di residenza, un codice fiscale, magari accetti anche di essere profilato e ricevere pubblicità mirata. Così sanno sempre dove vai, quanto spendi, che strade fai. Andare come al distributore di benzina è troppo anonimo. Non anonimo di certo se paghi con una carta, ma molto più che pagare tramite un account. È il progresso. E questa cosa dimostra che non sempre il progresso è un bene.

MatitaNera

Da questi casi si evince che il 90% di questi progetti è fuffa per spillare soldi, come dicono sotto la soluzione più semplice c'è già. Ma non è smart, non fa scena...

MatitaNera

Ma che dici, se non hai l'app sei out

MatitaNera

Ci provano tutti a fare le robe proprietarie

ca600lg

troppo poco smart! perchè rendere le cose semplici quando puoi renderle belle macchinose e complesse?

The_Th

anche secondo me è la soluzione migliore, contando che ci possono essere 20 gestori diversi e magari non tutti aderiscono ad un aggregatore mi trovo ad avere 15 app per usare la macchina.
Non capisco perchè sulle elettriche ci si debba reinventare le cose che funzionano, ok darmi la possibilità dell'app (come accade per alcuni distributori), ma dammi la possibilità di pagare come ho sempre fatto.

Alexcasa

Ma un pos? Troppo semplice?

Iveco Turbo Daily a kryptonite

cavallo e carretto, un po scomodo sulle asperità delle mulattiere... ma che vita

PilotaFulmine

Alla fine 'basta' che ci si logghi con i vari servizi o tessere varie all'interno del sistema dell'auto e poi quando vai ad attaccare la presa la colonnina comunica con l'auto e ti addebita il costo della ricarica. La parte più difficile ovviamente è trovare un accordo comune tra fornitore/distributore del servizio e costruttore d'auto per implementare il tutto
Anche se credo che attualmente una persona che usa un auto del genere, che si ricarica ecc, è un minimo conoscitore di app/tessere o tecnologia in generale

Stefano Paoli

Auto usata di 10 anni che a suo tempo costava 100 milioni di lire . Rifornimento al distributore con contanti. Che vita

Aster

E certo un altro account.

MartinTech

Si ma non è ancora sufficiente o con il genere di "universalità" che mi piacerebbe, poichè presuppone che io debba avere un account a "tritium" sul quale verranno poi addebitati i pagamenti. E se vado da un altro gestore? Un altro account? E' un po' come dire che per fare i pagamenti alla esso devo avere l'account esso, poi se vado all'agip devo avere l'account lì e così via.
Il sistema migliore, universale e pratico, è quello attualmente già in uso nei vari distributori. Si va alla colonnina col display ed il pos, si inserisce il bancomat o carta di credito, ed il distributore pre-autorizza l'importo di 100€ di carburante, dopodichè fai benzina e quello che hai messo nel serbatoio effettivamente ti addebita. Sostituite la parola "benzina" con "kw" ed il gioco è fatto. Niente app, niente account, niente. E' così difficile da realizzare?

MyMi: la recensione del cuscinetto anti abbandono che protegge i bambini | Video

Come lavare l'auto a casa per farla rinascere | Guida e Video

Tempo di ricarica auto elettrica: a casa e alle colonnine AC/DC | Video

Fiat 500e elettrica 2020: caratteristiche, prezzi e i preordini | Video