Imparato: entro marzo 2023 una decisione sulla supercar Alfa Romeo

04 Novembre 2022 94

Da tempo si parla della possibilità che Alfa Romeo possa decidere di avviare un progetto per la realizzazione di una nuova supercar. A quanto pare, il momento della decisione sarebbe molto vicino. All'interno di un'intervista con Autocar, il CEO Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, ha affermato che tale progetto potrebbe essere annunciato già a marzo 2023. Dunque, entro pochi mesi potremo capire se il marchio italiano deciderà davvero di tornare a proporre una vettura ad altissime prestazioni.

UN MODELLO TUTTO NUOVO

Ma come sarà questa supercar? Imparato fa capire che un progetto è già sul tavolo. La cosa interessante è che tale modello non sarebbe basato su altre auto ad alte prestazioni del Gruppo Stellantis, come la Maserati MC20. Dunque, si tratterebbe di un modello tutto nuovo, progettato partendo da un foglio bianco. Inoltre, questo eventuale modello sarebbe proposto in serie limitata. Una supercar non solo per la pista ma pure omologata per un utilizzo stradale.

Se si tratterà davvero di una serie limitata, si può già ipotizzare che il prezzo sarà alla portata di pochi collezionisti. Per quanto riguarda il motore, al momento non si sa nulla di preciso. In passato, lo stesso Imparato, parlando sempre di un'eventuale supercar Alfa Romeo, aveva fatto sapere che avrebbe potuto essere elettrica o endotermica. Se il progetto sarà approvato, tra pochi mesi capiremo in che direzione si vuole muovere Alfa Romeo. Inutile dire che gli appassionati preferirebbero ovviamente una supercar tradizionale con propulsore endotermico.

Durante l'intervista, il CEO del marchio italiano ha ribadito alcuni punti del piano di rilancio di Alfa Romeo iniziato con il debutto della Tonale e che prevede il lancio di un nuovo modello all'anno fino al 2027. Imparato accenna anche ad un possibile ritorno della Duetto con una motorizzazione elettrica. Tuttavia, dalla parole del CEO sembra un progetto molto più teorico o comunque lontano nel tempo.

Dunque, entro pochi mesi capiremo se Alfa Romeo davvero inizierà a mettere in cantiere una supercar. Se il marchio italiano avrà il via libera dai vertici di Stellantis, potrebbe approfittare dell'annuncio anche per presentare un concept, anche solo digitale. Non rimane che attendere l'arrivo di novità.

Copyright immagine: radub85


94

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
FioM7

beh c'è chi ritiene una bella auto sportiva anche la giulietta per cui nulla di cui stupirsi.. e si, conosco gente che la paragona a macchine che ti assicuro che in comune hanno solo il numero di gomme. per cui si, comprendere che un alfista sia ironico diventa complesso

cuccuruccu

Addirittura mini supercar. La Mito. Se ben motorizzato è un ben coupettino divertente ed anche economico da mantenere, ma mini supercar addirittura...

STAFF

Sì, è proprio la presenza della MiTo e dell'Arna a rendere palese l'ironia, nonché anguillone anziché biscione. E non era impossibile da cogliere, visto che altri ci erano arrivati. Ma ci sta non capirla, come scrivi tu è difficile dare il tono ad un messaggio, ma preferisco non mettere faccine, emoji, o renderla troppo palese l'ironia. Credo sia divertente proprio per questo, il fatto di non riuscire ben a capire se i miei messaggi siano ironici o no. Dovresti leggere quelli che faccio sul GP, vaccini e compagnia cantante, molti mi prendono per complottista e novax.

FioM7

evidentemente conosco solo io gli alfisti che sostengono che la Mito sia una mini super car :( perchè ne conosco diversi

FioM7

solitamente chi fa ironia non mischia ironia e realtà proprio per non rendere impossibile cogliere l'ironia ;) secondo il tuo strano metodo di ragionamento io avrei dovuto cogliere l'ironia dalla presenza della mito, mescolata in mezzo ad auto che effettivamente non rientrano nella tua ironia... in un testo ove non si colgono i toni. Colpa mia che provo a parlare in italiano, ci mancherebbe..

Alex Li

Se non investono oggi per riempirsi il portafoglio....come dici tu....finiscono come quando facevano investimenti diversificati negli anni novanta.
Perdere tutto e trovarsi in tribunale per il fallimento.

Alex Li

Hai fatto dietrologia....anche tanta senza capire perché ci sono pochi modelli sia per i marchi italiani che quelli americani che non siano Jeep e RAM.
Fiat Brasile dipendeva, anche se aveva molta autonomia progettuale per la particolarità di quei mercati, da FCA Italy. FIAT è l'unico marchio STELLANTIS ad avere un Global President invece di un CEO.
Non hai capito la convenienza?
Ti ricordo che quando Elkann abbandonò il tavolo con PSA per rivolgersi a Renault Tavares rabbioso disse che gli stabilimenti italiani erano penosi...peccato fosse sbagliato!
Capisci che erano tutti interessati a concludere perche' nessuna delle due sarebbe sopravvissuta al passaggio alle BEV.
Lo hanno ammesso anche i francesi per bocca di Tavares e tu ti domandi cosa ci hanno trovato!!!

Alex Li

È troppo semplice guardare il risultato senza aver controllato lo svolgimento della operazione.
La colpa è degli Agnelli certamente ma risale alla fine del secolo scorso.
Quello che tu vedi oggi trova fondamento allora quando FIAT AUTO spa
valeva meno del bussolo della spazzatura.
Oggi se uno...che non c'è più... non avesse messo mano non potresti parlare nemmeno di quel poco che c'è .

Andee Kcapp

Dietrologia? Ma cosa racconti? Hai visto l'offerta asfittica dei modelli dei marchi Italiani? E' chiaro che non c'è volutamente nessun investimento, in tanti anni, nei marchi Italiani e la Fiat Brasile non è certo un investimento in Italia. Non ho mai capito che convenienza abbiano avuto in Peugeot ad allearsi con gli Agnelli.

Andee Kcapp

Accredine? Io guardo i fatti e constato il pessimo stato in cui versano i marchi Italiani. Di chi sia la colpa è facile da capire.

Andee Kcapp

Non investiranno per riempirsi il portafoglio, semplice.

Andee Kcapp

Va bene ma io ci crederò solo quando li vedrò. Della parola di Stellantis non sò che farmene, considerati i numerosi precedenti.

Walter

La volontà di investire c'è, il problema sono stati i numerosi piani industriali cambiati ora i modelli arriveranno.

Alex Li

Tavares farà quello che ritiene necessario fare.
Io al contrario di te penso che il presidente...
sono lui e Tavares, solamente, a rivestire cariche esecutive....lavoreranno per l'azienda e investiranno dove necessario (anche in Italia)
Detto questo dovresti chiarire in base a quale criterio ritieni che non investiranno in Italia....magari evitando la acredine evidente verso la famiglia sabauda cosa che a me non interessa

Alex Li

Ormai è chiaro che cosa?
Spiegati meglio ...magari evitando di ripetere spasmodicamente la tua acredine verso gli Agnelli Elkann.

Alex Li

Secondo te....
Durante il periodo in cui tutte le operazioni erano volte all'azzeramento tutti i marchi FCA erano messi a stecchetto.
Non mi sembra che CHRYSLER e DODGE abbiano avuto caterve di nuovi modelli.
Gli unici che hanno visto qualche soldo sono stati JEEP, RAM e FIAT Brasile.
Per il resto evito di rispondere ad una evidente dietrologia

Andee Kcapp

Tavares farà quello che dice "l'Azionista" e gli ordini sono quelli di non investire in Italia, ormai è chiaro.

Andee Kcapp

Ma chi se ne frega della piattaforma Giorgio, se poi non si producono modelli. Guarda il listino delle 3 marche Italiane e confrontalo con un listino a caso di BMW oppure Audi. Persino la Porsche ha un listino più grande dei tre marchi Italiani. Servono modelli da vendere. Non ci sono più ingegneri per progettare o reparti ricerca e sviluppo prodotti. Ora c'è solo il deserto. Emerge solo la volontà di non investire e questo per ordini dell'Azionista principale, ovviamente.

Andee Kcapp

No, secondo me c'è un interesse recondito per mantenere a stecchetto solo e ripeto solo, i marchi Italiani. I soldi ci sono ma vanno nelle tasche della "Azionista" .

ACTARUS
ACTARUS
Cloud387

Ma che bello sarebbe un duetto spider rivisitato

Cloud387

Se vabbeh modello tutto nuovo, finirà che devranno solo capire dove appiccicare lo scudetto su una ferrari o maserati....

Enrico Garro

Considerando che sarà una Maserati mc20 rimarchiata non vedo motivo di hype.
Intanto una coupé 2+2/4 posti di serie sono più di dieci anni che non c'è e tempo un paio d'anni ammazzeranno anche la Giulia. Marchio finito.

FRENCY31

un'auto tipo la GR86 con stile 8C sarebbe l'ideale

ACTARUS

Scoop...!!!! Scappato dalla cassaforte il progetto del prototipo...
. https://uploads.disquscdn.c...

Alex Li

Negli anni ottanta ALFA ROMEO era una costola di IRI.
Prodi decise di svendere ALFA ROMEO al miglior offerente tra Ford e Fiat.
La spuntò Fiat....ma eviterei la dietrologia.
GM stava acquistando Fiat ma si ritirò per propri problemi...infatti pochi anni dopo fallì come Chrysler mentre Ford si salvò per il rotto della cuffia.
Di VW ci furono illazioni ma l'unico risultato è stato vedere le due sigle diventare naming di due SUV Audi.....

piero

Tranquillo, io di macchine non ne capisco una ceppa. Mi piace il rombo però

cuccuruccu

Come cosa è? É la 8c competizione. Prodotta in 829 pezzi dal 2007 al 2010 come berlinetta e spider, su piattaforma Maserati, con v8 4700 450cv. Non è certo una macchina da shopping in centro come una lambo qualsiasi, è un pezzo da collezione da esporre in eventi, saloni, musei dell'auto.

piero

Forse l'ho trovata. 8c?

Preferisco la 4c però

piero

Bellina. Cos'è?

mister x

non so quando c'è stata la visita a Pomigliano ma credo che VW avesse puntato ad AR già più di 10 anni fa, per non parlare di Ford negli anni 80.

Alex Li

Penso tu ti riferisca alla visita fatta a Pomigliano.
Credo fossero li per altro i tedeschi.....
Tipo comprare qualcosa che contraddistingueva le Alfa cioè Q2 e Q4 e contemporaneamente mostrare un'altra cosa di FCA....le linee di COMAU.
Marchionne non ha mai pensato di vendere Alfa

mashiro84

Sì, è vero. Sinceramente non consideravo i veicoli a tiratura ridotta ma soprattutto quelli dai grandi volumi (che servivano a invogliare gli acquirenti).
Le supersportive servono soprattutto a valorizzare il marchio ma avendo impatti ridotti sul fatturato non penso cambiano particolarmente le carte in tavola in caso di cessione.

Antsm90

Dati i tempi medi di Alfa Romeo conviene farla elettrica se la vogliono vendere... (sempre che davvero nel 2035 vietino la vendita delle endotermiche)

Antsm90

Non che la MiTo sia mai stata sto gran capolavoro (era una Punto rimarchiata praticamente)
Comunque in generale tutte le auto europee sanno di vecchio, hanno sottovalutato troppo l'ibrido prima e l'elettrico poi (e la concorrenza cinese) ed ora stanno arrancando

mister x

Non l'hanno mai voluta vendere. Il gruppo VW era seriamente interessato a comprarla perché ne vedeva la potenzialità del marchio, e aveva i soldi per il rilancio, tuttavia l'affare non si fece e i tedeschi puntarono sulla rinascita del brand Cupra.

Domenico Belfiore

Duetto elettrico, imparato levati dai c...

L0RE15

Alfa Romeo, un morto che cammina.

Kodak

Invece di pensare stupidaggini pensassero alla linea morta delle proprie auto, obsolete con cambi chissà previsti, povere giulietta e mito morte di stenti.

Alex Li

Ti anticipo che non è una sua difesa.
Marchionne ha avuto un difetto cioè annunciare modelli conoscendo il suo modus operandi.
Molto attento ai conti e alle evoluzioni del mercato.
Quel piano e non solo quello Alfa Romeo è stato disatteso in tante sue parti per scelta.
Dieselgate... successiva decisione univoca della Comunità Europea di passare alle EV PURE in tempi stretti... necessità di trovare un partner per investire quel passaggio, necessità sentita anche da altri e che ha richiesto di rinforzare la situazione economica abbattendo il debito per sedersi ad un tavolo in modo da non farsi sbranare.
Tutto questo è stato fatto sulle spalle del prodotto.
Anch'io sono diversamente giovane e ricordo la situazione in cui si trovava FIAT AUTO quando Marchionne passò dal CDA ad essere CEO.....macchine costruite con i piedi, stabilimenti in condizioni pietose, pochissimi progetti e soprattutto zero cassa.
Sono passati quasi vent'anni e FCA.... società nata da due gruppi falliti è passata da spazzatura a circa venti milardi di euro.
Poco prodotto ma ottime condizioni per ripartire.

Maxatar

E qui, realmente, sbagli.
La 33 stradale esula dal concetto di supercar, anche di hypercar, con le quotazioni che ha adesso.
Ma anche quando venne presentata, costava anche più di Ferrari.

cuccuruccu

Parli di una vettura tipo la GR86. Assolutamente convinto che dovrebbero farla. Ma per quanto sia una vettura veloce, agile, divertente ed importata in pochi numeri in europa, fatico a chiamarla "supercar". Certo rispetto ad una Aygo lo è, ma rispetto ad una 8c come quella sopra, decisamente no.
La 4C costava più di 50k, aveva il telaio in carbonio made in Dallara, auto pregevole, ma non so se la chiamerei "supercar".
Le supercar che ha fatto alfaromeo sono state diverse, nella storia. Certo una macchina da 50k con un 4 cilindri 1.8 è difficile definirla tale e non vedo il senso di farla in tiratura limitata. Dovrebbero farne una ma in serie, niente collezioni numerate o sold out già alla presentazione.
Credo invece che con la prossima supercar si voglia creare qualcosa che sia prodotto in piccola serie numerata (500 o magari anche 1000 esemplari), che sia oggetto di collezione come la 8C nell'immagine, o come le recenti giulia gta e gtam che già ora valgono più che da nuove, auto che non girano mai per le strade, che molto raramente si sgranchiscono i giunti omocinetici in pista (ma senza esagerare, mica si vuole rischiare che si schiantino...), e che sono più che altro oggetto di investimento economico, per quanto mantenere una vettura costi anche se fa 500km all'anno e presenza fissa nei concorsi di eleganza o manifestazioni espositive/musei dell'auto. Auto che fra 15-20 anni vengono scambiate nelle aste a cifre multiple di quella del loro acquisto.

Maxatar

Prendi tutte queste auto, mettile accanto alla 33 Stradale.
Ciò fatto, di supercar ne resterebbe soltanto 1, a mio parere.

Vae Victis

La specialty era in canna, ma alla fine invece di presentarla come Alfa 6C hanno deciso di presentarla come Maserati MC20

Maxatar

Ma se qualcuno avesse voluto veramente Alfa Romeo per farla rinascere, non l'avrebbe già comprata?

Maxatar

Senza Marchionne non ci sarebbe stat neanche FCA e la FIAT con i suoi annessi e connessi sarebbe bella che fallita, con tutti i lavoratori a spasso, ma sembra brutto ricordare in che condizioni il canadese prese il gruppo FIAT.

Alex Li

Alfieri una Supercar?
Alfieri era pronta?
Al primo interrogativo rispondo granturismo
Al secondo concept...nato su pianale accorciato della Granturismo...mai arrivato in produzione

Maxatar

Opera d'arte. Sic et simpliciter.

FRENCY31

la Maserati aveva già pronta la sua super-car ; Alfieri ! ! !

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Auto

Auto Plug-in: come funziona la tecnologia PHEV e cosa significa ibrida ricaricabile