Noleggio a lungo termine: privati ed auto green trainano il mercato

13 Aprile 2018 5

Il primo trimestre ci regala una visione diversa del mercato automobilistico italiano. Un mercato più maturo, dove si evidenziano cambiamenti significativi nelle scelte degli automobilisti italiani:

  • I privati acquistano meno autoveicoli.
  • Le motorizzazioni diesel cominciano a cedere il passo alle alimentazioni ibride.
  • Il noleggio a lungo termine continua a crescere a doppia cifra.
I numeri del noleggio a lungo termine

Che il potere di acquisto delle famiglie italiane non aumentasse in maniera adeguata era cosa nota e si era ben visto anche nel 2016 e nel 2017, ma nel primo trimestre di quest’anno le vendite di vetture nuove sono crollate di quasi il 15%, valori che non si registravano dagli anni più difficili della crisi. Probabilmente però il quadro non è così nero come potrebbe sembrare: ad un primo sguardo le famiglie italiane hanno trovato una soluzione alternativa per la loro mobilità ed il noleggio a lungo termine, dopo essere stato un prodotto appannaggio delle società e dei liberi professionisti, ha cominciato ad insinuarsi anche tra i dipendenti ed i pensionati.

Le offerte sempre più agguerrite e in alcuni casi calibrate proprio sulle esigenze dei privati sono riuscite a scalfire la diffidenza che gli italiani hanno a lungo mostrato contro questa formula di utilizzo dell’auto. Significativo il fatto che, mentre gli acquisti dei privati calano del 15%, il noleggio cresce del 10% in un mercato stabile.

La crescita del mercato eco - friendly

Sul diesel dopo molte voci si è passati finalmente ai fatti. Mentre in Europa le propulsioni a gasolio erano in discesa già da qualche tempo, in Italia queste motorizzazioni continuavano ad essere preferite a tutte le altre. A marzo di quest’anno invece sembra essersi concretizzata un’inversione di tendenza che vede le vetture diesel perdere il 9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno e contemporaneamente le motorizzazioni ibride e metano crescono rispettivamente del 28,5% e del 27,9%, fagocitando praticamente le vetture diesel perse nello stesso mese.

L’offerta ibrida, in special modo, si è molta arricchita nell’ultimo trimestre e quasi tutti i costruttori hanno in gamma dei veicoli con propulsione mista benzina/elettrico. Non più solo Toyota, ma anche i marchi tedeschi e coreani hanno saputo rinnovare la loro offerta con vetture ibride interessanti per l’utenza italiana. L’ibrido ha ora una platea di acquirenti più ampia e variegata, si va dalle aziende che vogliono dare un’immagine green al loro marchio alle famiglie spaventate dai continui blocchi del traffico nelle grandi città. L’ibrida non è più vista come vettura alternativa ma come scelta ponderata per rispondere alle mutate esigenze di mobilità.

Noleggio Semplice, perché il noleggio a lungo termine conviene

Noleggio Semplice, è un esempio del successo del noleggio a lungo termine. Abbiamo chiesto ad Alessandro Borrelli, fondatore e general manager di Noleggio Semplice, azienda leader del noleggio a lungo termine, di spiegarci il motivo di queste statistiche e, nello specifico, di farci capire perché il noleggio a lungo termine privati conviene.

"Il processo di scelta dell'auto da parte dell'utente finale sta profondamente cambiando in Italia ed in Europa, per la nascita di nuove leve e nuove necessità. Prima, erano per lo più le aziende a desiderare vetture di nuova generazione ed in linea con le normative sulle emissioni; oggi, invece, questo interessa anche i privati, che si sono resi conto dei repentini cambiamenti normativi che rischiano di far svalutare i loro investimenti in mobilità nel giro di pochissimi anni.

Il noleggio a lungo termine ha saputo soddisfare queste esigenze, concentrando le forze nei settori che meglio potevano aiutarlo ad aumentare le sue quote di mercato: i privati e le alimentazioni ibride. Grazie ad attenti studi, le società di noleggio hanno creato prodotti ad hoc che potessero risultare interessanti per un’utenza privata che ha poca dimestichezza con i prodotti finanziari e che probabilmente non avrebbe visto di buon occhio clausole contrattuali troppo stringenti.


Da qui la proposta di prodotti semplici, come la "Promo Privati" di Noleggio Semplice: offerte di numerosi modelli di auto adatti alla famiglia con penali di uscita basse e canoni non eccessivamente alti, comprensivi di:

  • IVA
  • 100.000 KM
  • tassa di proprietà
  • copertura assicurativa
  • manutenzione, sia ordinaria che straordinaria.

Il privato non dovrà preoccuparsi di nulla, neanche delle pratiche burocratiche necessarie alla guida di una vettura; potrà richiedere assistenza tutti i giorni H24 ed usufruire di soccorso stradale in caso di incidenti.


Con la lungimiranza di avere un parco circolante moderno e dall’alto valore residuo, le società di noleggio hanno cominciato ad investire anche su prodotti ibridi, con lo scopo di incentivare tale scelta. Da qui il nascere di una nuova categoria di offerte: la “Promo Green”, disponibili a canoni più bassi rispetto alle vetture a benzina o diesel. Per adesso, grazie a queste felici strategie di marketing, il mercato sta dando ragione al noleggio a lungo termine e in questo terzo mese dell’anno la quota sul totale venduto è salita di altri 2 punti percentuali rispetto a Marzo 2017".


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Silvio Bressani

Conti alla mano, stesso modello di auto stesso allestimento stesso colore, tramite concessionario piu 600 euro al mese per 48 mesi, da sommare dopo assicurazione RCA + kasko, tagliandi ordinari e straordinari, gomme inv/est e imprevisti, poi alla fine o maxi rata o restituisci o prendi nuova auto. Con NLT quasi 200 euro in meno, stesso anticipo, senza dover pensare a nulla da aggiungere. Parlo da privato che non puo dedurre nulla, e personalemnte mi piace cambiare auto ongi 4 anni.

CariatideX

Alle aziende non conviene

StefanoS8+

ecco come immaginavo, anche perché ad esempio si parla di 36 mesi nel sito citato nell'articolo, ho guardato alcune auto che vorrei acquistare l'anno prossimo (usate max 2 anni) e si parla di 20-21000€ in 3 anni, non penso che un'auto nuova da 35000€ dopo 3 anni si svaluti così tanto...

stiga holmen

a chi vuole cambiare l'auto ogni 2 anni, finito il primo noleggio ne prendi un'altra..spendi meno. Ma al 99% dei privati non conviene, si è visto il mercato dell'usato aumentare ogni anno infatti, con la stessa cifra prendi un ottimo usato da tenere quanto vuoi e fare quanti km vuoi

StefanoS8+

ma a chi conviene un noleggio a lungo termine?

Elettriche

Salone dell'Auto di Monaco: ecco 3 concept interessanti (+ 1) | Video

Auto

IAA Mobility 2021: tutte le novità su auto, tecnologia e non solo | Live Blog

Auto

Seat Leon SportsTourer 2.0 TDI 150 DSG: la rivincita delle wagon | Recensione e Video

Auto

Skoda Fabia (2022): come va la nuova generazione. Prova su strada e Video