Il nuovo ponte hi-tech di Genova prende vita: posata la prima parte di impalcato

01 Ottobre 2019 412

Al via la ricostruzione del ponte di Genova nel punto in cui il 14 agosto 2018 crollò il Ponte Morandi, una tragedia che provocò la morte di 43 persone e innumerevoli disagi alla circolazione. Le operazioni per la costruzione del nuovo viadotto Polcevera era già iniziata all'indomani della spettacolare demolizione degli ultimi piloni 10 e 11, avvenuta lo scorso 28 giugno, ma stamattina i genovesi hanno potuto finalmente vedere concretizzarsi l'unione tra i piloni 5 e 6 e la trave che sorreggerà il primo impalcato, e dunque avere una prima idea (anche se parziale) di come sarà il ponte vero e proprio.

Stamani è infatti avvenuta la cerimonia di avvio delle operazioni di sollevamento della prima parte di impalcato del nuovo viadotto, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli e di tutte le principali autorità locali tra cui il Sindaco di Genova e Commissario straordinario per la ricostruzione Marco Bucci e il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti.


Presente anche l'architetto genovese Renzo Piano, che alla propria città ha donato il progetto del nuovo Ponte e che, in occasione della cerimonia, ha sottolineato l'importanza della sicurezza non solo di chi transita sui ponti, ma anche di chi li costruisce. Il completamento dei lavori, come più volte annunciato da Bucci, è previsto entro la fine del 2019, mentre per l'effettiva entrata in funzione dell'opera (vincolata alle operazioni di collaudo e finitura) sarà necessario attendere fino ad aprile 2020.


Struttura minimalista, costruzione affidata alla cordata Salini Impregilo-Fincantieri-Italferr, il nuovo viadotto Polcevera (il nome ufficiale ancora non c'è) sarà dotato di sistemi di automazione robotica e sensoristica per il controllo infrastrutturale e la manutenzione. Non solo: uno speciale processo impedirà la formazione di condensa salina, limitando i danni da corrosione. Non mancheranno, infine, i pannelli fotovoltaici per l'alimentazione dell'illuminazione, della sensoristica e degli impianti.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS è in offerta oggi su a 800 euro oppure da ePrice a 929 euro.

412

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DeeoK

Pensa che metà dei posti che hai segnato è raggiunta dall'AV, lol. L'altra metà non conta semplicemente granché.

Joel

Allego img dell'AV che progetteresti tu per raggiungere tutti

https://uploads.disquscdn.c...

Joel

quindi confermi che tu saliresti sulla montagna a 250 metri di altezza per poi tornare sulla costa immediatamente, praticamente le montagne russe, lo stesso errore che hanno fatto in fase di progettazione dell'autostrada SA-RC che ha determinato il mito negativo della stessa, poiché lì nascono tutti i problemi, sul Pollino. Il tracciato costiero era più corto di 40km e drasticamente più facile ed economico. Perfetto, direi che la discussione si può chiudere qui, sei un amante delle scelte sbagliate.

DeeoK

Perché è a Cosenza che servono trasporti veloci per incentivare sviluppo economico e tecnologico, lol.
Sei rimasto al 1300, il resto del mondo trafora le montagne se serve, tu non sali manco le colline.
Ed è il motivo per cui non puoi comprendere il problema dell'intero sud Italia.

Joel

Tu invece ignori le leggi della fisica e l'orografia del territorio. Che senso avrebbe portare l'AV a Cosenza scalando la montagna della Sila per poi tornare sulla costa a Lamezia Terme? Sarebbe una spesa immensa di tempo e denaro, e per cosa? Per evitare che i cosentini si facciano 20 minuti di treno / auto sulla trasversale Paola - Cosenza? Suvvia, non esageriamo...

DeeoK

E qui continui a mostrare l'incapacità di avere una seria visione d'insieme.
A che ti serve avere l'AV a Paola e non a Cosenza dove si concentra l'economia dell'area? Stai ragionando sull'avere ben coegato un comune di 15k abitanti e non uno di 700k abitanti.
Continui a non avere la benché minima visione d'insieme e semplifichi tutto convincendoti che un ponte risolva tutti i problemi ignorando l'esercito di elefanti nella stanza. Un ponte è una tessera di un puzzle a cui mancano metà dei pezzi.
La discussione è inconcludente e non posso costringere ad osservare chi preferisce vedere. Adieu.

Aristarco

Mai inutili, dipende...

TLC 2.0

No, ma appunto il Mose è inutile eppure eccolo li. Un ponte, una ferrovia, un autostrada non sono mai inutili

Aristarco

Ho scritto che il Mose é utile?

Aristarco

Si quindi anche da noi, allora perché sprecare soldi di tutti?

Joel

Non devi fare Cosenza, devi fare paola. Cosenza è sulla montagna, paola sulla costa dove c’è l’alta velocità che a Cosenza ovviamente non può arrivare. Ma sono vicinissime, paola è la stazione principale di Cosenza e ci vogliono solo tre ore. Non fare il manipolatore. E comunque non ho cambiato nulla, devi normalizzare i dati a parità di tempo

DeeoK

Cioè, cambi numero di ore da un commento all'altro...
Comunque, se adesso provo a fare una ricerca su Maps per Roma-Venezia mi da 4 ore scarse. Roma-Cosenza 7 abbondanti.
Direi che chiunque con un briciolo di intelligenza riesca a comprendere la situazione.

Joel

40%? Sono 5 ore al posto di 4... semmai 20%

TLC 2.0

I problemi grossi sono 2: il terreno montagnoso praticamente ovunque in Sicilia e Calabria, che comporta anni di ritardi a causa di ponti e gallerie, e Trenitalia che non vuole spendere per ammodernare il parco treni.

DeeoK

Per te il 40% è leggermente? Ma poi hai visto la frequenza di treni veloci?

DeeoK

Quello che c'è già è poco. È così difficile da capire che avere due punti collegati bene e tutto il resto con infrastrutture da secondo mondo non ha senso? Che te ne fai di arrivare in fretta a Messina se poi oltre la metà delle linee ferroviarie va a diesel?
E guardando i dati di Trenitalia, a parte sporadici casi pure in Calabria il treno è un optional, anche per zone relativamente ben collegate.

Joel

Appunto! Quello che sostengo anche io

Kamgusta

E' un ponte che permette di vedere il cielo, nonché di facile realizzazione e manutenzione.
I ponti sospesi lasciamoli sui libri.

Kamgusta

Dai 28 paesi membri? :/

Kamgusta

Vi sfugge il punto più importante, non sono 4 miliardi di spesa.
Sono 4 miliardi che possono essere riallocati verso aziende italiane di costruzione e creano un indotto.
Al completamento, oltre a tutti i benefici economici (commerciali, di turismo, di efficienza) ci sarebbe la possibilità di "mettere a reddito" l'opera chiedendo un ticket, il quale se gestito dallo stato italiano sarebbe esigibile a vita (100 anni di ticket da chiunque passi dal ponte sono un po' di soldini).
Il ponte è un progetto che andava fatto già 20 anni fa appena entrati nella EU, a quest'ora ci stavamo guadagnando.

Kamgusta

Sono obbligati a farlo dalle nuove regole europee...

TLC 2.0

Si potrebbe dire lo stesso del Mose, eppure eccolo li. E fa più danni che altro

TLC 2.0

Ci sono passato il 10 agosto, ritornando da Camigliatello, e la fila per gli imbarchi arrivava a Palmi. Una cosa assurda proprio

TLC 2.0

a me risulta che nella mia città, che tanto denigri, arrivino ogni giorno sia Freccia Bianca sia Freccia Argento, e quelli non sono di certo Intercity Notte, ma camminano belli spediti quando il macchinista si decide ad abbassare il piedino sull'acceleratore. Poi che le strade interne facciano schif0, nessuno lo nega, ma si può dire lo stesso della Sicilia. Solamente che hai dimenticato un piccolo particolare: la Sicilia come comformazione urbana è praticamente tutta sul mare, le strade interne servono a poco e nulla. Quello che serve davvero sono le autostrade per collegare Messina-Catania-Palermo-Siracusa e Trapani, e sopratutto le ferrovie, che sono penose. Della strada per Enna e Caltanissetta non se ne fanno nulla, basta quella che c'è già

Joel

E quindi? Sarebbe come dire "eh ma Fiumicino per Roma non vale, perché poi ti devi spostare"
Da Roma a Reggio Calabria, l'estrema fine della Calabria, sono solo 5 ore per una distanza di 700 km. Dove sarebbe la catastrofe? Leggermente più lento del Frecciarossa tra Roma e Milano (3 ore per 550 km) ma niente di catastrofico

DeeoK

Non sai nemmeno scrivere le località giuste e poi sono io quello confuso. Ed a Paola ti devi anche spostare, almeno un'altra mezz'ora per Cosenza, due ore per RC.
No, caro, sei tu che vedi le cose col lumicino.

giuliano canevazzi

NON uno di quelli proposti da Calatrava, perfino più brutti, assurdi e costosi di quello di Renzo Piano, ma quello originale di Cimolai, tutto in tralicci di acciaio, più bello, più veloce da realizzare, più duraturo, più rispettoso dell'ambiente, e meno costoso da gestire e da mantenere, oltre che meno costoso da realizzare

LaVeraVerità

Con tutto il rispetto ma paragonare i giapponesi ai siciliani è una vera bestialità.

cipo

Anche a me piaceva molto il ponte di Cimolai progettato da Calatrava.

Joel

Non devi fare da Roma a Cosenza ma da Roma a Paola, la stazione ad alta velocità di Cosenza. Confermo che hai le idee molto confuse in materia ferroviaria.

DeeoK

Roma - Cosenza in tre ore quando mai? Basta una ricerca sul sito Trenitalia e viene fuori che se ti va bene ce ne metti 5 e mezza. Ed ho parlato di Basilicata e Puglia, non di Campania.
In Sicilia non c'è neanche la media velocità, altro che l'alta. Pensare che fatto un ponte magicamente si crei una rete ferroviaria è a dir poco ridicolo.

NAPOLETArgentiNO

si chiamava Laika

Igi

Non scriviamo cavolate, prima si creano le infrastrutture... poi vengono gli investimenti in ambito industriale.

Igi

Ottimista !

NAPOLETArgentiNO

sì, ma con un'altra tipologia di ponte non sarebbe crollato, anche speronato da una nave o da uno shuttle, quantomeno non tutta la sua sezione

Igi

Mi sa che non conosci Fincantieri!!!

NAPOLETArgentiNO

idem le leggi, che si fanno dopo i morti

andrea55

Quello speronato dalla nave è stato subito riparato ed è ancora funzionante.
Devo dire che la pensavo anch'io così però leggendo in giro ho scoperto che è più l'informazione italiana che mira volontariamente a incolpare la struttura del ponte per discolpare il più possibile chi non lo ha tenuto in ordine.
Di fatto la pila crollata non aveva subito alcun intervento quindi è li da 50 anni, impensabile per un ponte in acciaio.
Gli stralli hanno fatto il loro lavoro fino alla fine, c'era un problema più grave che Autostrade conosceva benissimo e a cui avevano tentato di lavorare la notte prima del crollo

Joel

Stai continuando a fare disinformazione. In Calabria arriva sia freccia bianca che freccia argento, in particolare con freccia argento puoi fare Roma-Cosenza in sole tre ore. In Campania arrivano sia Frecciarossa che Italo, quindi alta velocità completa mentre per la Puglia stanno costruendo l’alta velocità fino a Bari. In Sicilia l’alta velocità ci può arrivare soltanto tramite il ponte. Non puoi imbarcare le Frecce sui traghetti.

DeeoK

A parte che la Calabria di abitanti ne ha il doppio, in nessuna delle tre regioni arriva l'alta velocità. Le Frecce che arrivano sono sostanzialmente intercity e per fare Reggio - Napoli ci mettono qualcosa come 4 ore, giusto per far capire il livello.
In Sicilia la rete ferroviaria è pressoché assente, di conseguenza pensare che sia il ponte la priorità, considerato che poi non hai modo di spostarti all'interno dell'isola, implica una visione terribilmente miope.

Joel

Che paragoni. La Calabria è una regione con solo un milione di abitanti. E comunque è messa molto meglio della Sicilia lato infrastrutture. Ci sono pure le Frecce. Idem le altre due.

DeeoK

Eh, lo capisco. Senza un collegamento di terra è difficile fare investimenti. Guarda Puglia, Basilicata e Calabria.

Joel

Una cosa non esclude l’altra. Inoltre l’AD di RFI ha confermato che senza ponte non può fare interventi sostenibili in Sicilia

DeeoK

No, perché stai collegando benissimo la Sicilia che poi al suo interno è sostanzialmente priva di strade decenti. Fai le cose nell'ordine sbagliato.

Gatsu

Si, forse è vero... Ora che me lo dici anche io ricordo una cosa del genere, ciò non toglie il demerito di tale tecnica è evidente, vista la scarsissima diffusione e la fine di due ponti su tre (il nostro e quello ancora in piedi ma a carichi ridotti)

zzzz

guarda, da ingegnere civile che ha lavorato su ponti i primi anni della professione, ti confermo che su diversi libri di testo è riportato -erroneamente-come esempio di risonanza. In realtà è distacco alternato di vortici: il vento era infatti costante, nella risonanza invece sono previste forze periodiche. C'è un ottimo approfondimento, comprensibile anche ai profani, del prof. Ricciardelli, in penultima pagina accenna anche alle errate convinzioni pure di redattori di articoli tecnici

https://www.u n i r c . i t/documentazione/materiale_didattico/599_2010_264_7525.pdf

togli gli spazi

andrea55

A dire il vero quello caduto quasi subito è stato colpito da una nave...

Joel

il progetto del ponte sullo stretto prevede l'ammodernamento della rete AV/C da Salerno a Palermo, inoltre scegliere il treno consente di inquinare molto meno dell'aereo, ed è conveniente sotto ai mille chilometri di percorrenza (es. uno che vuole andare in Sicilia da Roma o da Napoli)

Joel

esatto, e cose come SS106, AV/AC Salerno - Palermo, quindi ponte sullo stretto, ammodernamento dei tre lotti della A2, ecc sono utilissime

DeeoK

Sono le infrastrutture utili che rendono potenti le realtà.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti