UE, in arrivo la riforma dei pedaggi autostradali: paga di più chi inquina di più

03 Novembre 2018 23

"Chi più inquina, più paga": anche tenendo conto di questo principio i membri del Parlamento Europeo hanno approvato, lo scorso 25 ottobre, un progetto di direttiva per garantire un trasporto più pulito e maggiore equità all'interno dei Paesi dell'Unione Europea.

Addio alle vignette

Si inizia prima di tutto con la proposta di "livellare" tutti i paesi dell'Unione Europea alla tariffazione stradale basata sulla distanza (come avviene in Italia), anziché sul tempo (la vignetta autostradale presente in Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca e altri stati).

Se le norme verranno approvate anche dai Ministri dei Trasporti, tutti i Paesi dell'UE che impongono una tariffazione stradale basata sul tempo dovranno passare a quella basata sulla distanza. Le regole entreranno in vigore entro il 2023 per i veicoli pesanti e i furgoni destinati al trasporto di merci (peso superiore alle 2,4 tonnellate) ed entro il 2027 per veicoli commerciali leggeri, ossia furgoncini e minibus.

Chi più inquina più paga

In aggiunta, per incoraggiare un maggiore uso di veicoli a basse o zero emissioni, i Paesi dell'UE dovrebbero introdurre nuovi pedaggi differenziati, in base alla quantità di CO2 emessa e alla categoria del veicolo (i cosiddetti "oneri per i costi esterni").

Dal 2021, se uno Stato membro applica un pedaggio per l'uso della strada ai veicoli pesanti e ai grandi furgoni per il trasporto merci, l’ammontare dello stesso dovrebbe prendere in considerazione anche l'inquinamento atmosferico o acustico dovuto al traffico. Questo potrebbe essere applicato, dal 2026, anche alle altre categorie di veicoli, automobili comprese.


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrearocca

così anche gli altri stati europei si beccano i pedaggi rapina che abbiamo qua in italia ma metterli tutti a tempo invece? è così comoda la viglietta e molto più economica...

Desmond Hume

non sarebbe male, certo sarebbe da vedere se è possibile elaborare questi dati nelle tempistiche della percorrenza in modo che ad esempio siano disponibili al momento del pagamento in uscita.

Si potrebbe anche pensare di associare un account al numero di targa dove ci sono inserite delle coordinate di pagamento dalle quali prelevare in automatico l'importo se non è possibile processarli in tempo reale o comunque per evitare file ai caselli.

axoduss

Tutto vero tranne che al casello può essere riconosciuta la targa e calcolato l’importo corretto, anche per chi paga in contanti

axoduss

Quello ne dovrebbe fare il gestore dell’autostrada è un sistema tariffario come quello ferroviario: biglietto singolo e abbonamento

Roberto

Sono d'accordo, ma dovrebbero imporre misure restrittive sugli inquinanti cancerogeni, più che sulla C02.
Il ciclo di C02 è comunque un ciclo chiuso nel nostro ecosistema.

Eros Nardi

Seplicemente è ritenuta il principale gas serra nell'atmosfera terrestre (da una sua produzione incontrollata deriva infatti un aumento dell'effetto serra, il quale contribuisce al surriscaldamento globale per il 70%),

Il surriscaldamento globale è causato principalmente dall'effetto serra che è causato principalmente dalla troppa CO2

Eros Nardi

Basterebbe implementare un targa system in uscita dal casello.
Quando arrivi a pagare viene letta la targa e si pesca online l'omologazione quindi la tariffa viene calcolata di conseguenza.

Se vogliamo fare gli sboroni lo mettiamo anche all'ingresso: appena entri registro targa, orario e casello di ingresso e in uscita so già quanta strada hai fatto, se hai fatto una media troppo veloce e puoi pagare di conseguenza anche la maggiorazione multa per superamento limite / mancata revisione / assicurazione scaduta

Francesco

se la guidi come un auto normale (a 130) non credo consumi molto più di 10 al litro

Desmond Hume

e che faranno? caselli separati per euro 1, euro 2, euro 3 ecc ecc? Improbabile visto che certa gente non sa neanche perchè sta al mondo figuriamoci se conosce questo dato.
Oppure un sistema di lettura della targa che individua automaticamente l'importo tipo quello della pedemontana?

Ogni tanto mi danno da pensare… Ma giusto ogni tanto…
Come l'obbligo di inserire "Acoustic Vehicle Alerting System" su tutte le elettriche ed ibride a partire dal 2019.
Non dico che non sia pericoloso se una vettura a 10km/h si stia avvicinando senza far rumore (a 20km/h no, perché gli pneumatici ne fanno anche troppo), ma qualsiasi autista di elettriche/ibride lo sa bene e si comporta di conseguenza.

qandrav

"Chi più inquina più paga"

quindi una ferrari pagherà centinaia di euro anche solo per far milano-bergamo? (calcolando che una ferrari fa a dir tanto 4 km con un litro)

Paolo Giulio

... voglio proprio vedere come li conteggiano e controllano i "nuovi pedaggi differenziati, in base alla quantità di CO2 emessa e alla categoria del veicolo" (cit.) ... LOL...

Mi spiace leggere che anche da me in Ceska spariranno le vignette che permettevano un ENORME risparmio sull'utilizzo autostradale in cambio di un esiguo esborso economico, ma DI FATTO è innegabile che c'è una grossa sperequazione tra chi utilizza l'autostrada per gli spostamenti occasionali e chi ne fa un utilizzo "professionale" e continuativo (tra gli altri, i trasportatori in primis, con vignette apposite che, anche se più costose di quelle per i veicoli fino a 3.5T, cmq restano "convenienti" nell'anno solare) ... metterli "economicamente" sullo stesso piano è concettualmente errato e non penso ci sia molto da discutere.

Bah, a me sembra cmq una proposta di "vorrei, ma non posso"; a parte i problemi tecnici di controllo dei vari accessi, anche il parametro CO2 è già di per sè "discutibile" se inteso come metro di giudizio ambientale.

Roberto

Il ricambio del parco auto è influenzato dal reddito in una certa misura

Roberto

Io ancora non capisco il parametro CO2 come indice di inquinamento

Matty Gnani

Hanno bisogno di tante tante tante m@zzate a Strasburgo...

Matty Gnani

Perché, non è la verita?

Antares

Se penso che ci sono stati in cui l'autostrada costa circa 50 euro all'anno, mentre in italia con la stessa cifra ci fai nemmeno roma napoli andata e ritorno, e che aumenteranno ulteriormente, mi vengono i brividi.
Un'ulteriore decisione per spillare soldi e spingere al cambio auto.
Vogliono ridurre l'inquinamento? e allora perchè circa un anno mezzo fa hanno tutti votato per il raddoppio dei limiti di emissione del NOx a livello europeo?

Facce

Beh, stanno dichiaratamente cercando di far compare auto nuove alla gente, ergo...

Jimbo Kern

Quando nelle leggi è contenuto il termine "equità", si può star certi al 100% che è una fregatura in tutti i sensi.

CAIO MARIOZ

Ottimo!!!

Bestmark 3.0

E chi ha detto questa cosa? Ho solamente detto che se entrasse in vigore questa normativa, chi ha un auto vecchia (che può essere la panda 750 ma anche una volvo xc90 di prima generazione) pagherà ancor di più, mentre per chi ha un'auto nuova non cambierà nulla

GianlucaA

Avanti con questo luogo comune che chi ha pochi soldi gira con la panda euro 0

Bestmark 3.0

Quindi in Italia chi ha una macchina un po' più vecchia pagherà ancor di più e per chi ha un auto nuova non cambierà nulla

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE