Bici elettriche: guida al Codice della Strada per eBike

18 Marzo 2018 162

Se per hoverboard, monopattini elettrici e simili la legislazione è ancora in fase di transizione, per le bici elettriche il Codice della Strada si è già pronunciato. Bisogna indossare il casco sulla eBike? Si può percorrere una pista ciclabile con la bici elettrica? Serve la patente? Queste alcune domande che ronzano nella testa dei meno esperti, vediamo quali sono le regola da seguire.

pedelec e S-pedelc: qual è la differenza?

Con pedelec, termine a mio avviso terrificante per indicare le eBike, si indica un veicolo dove la forza muscolare è quella che si occupa del moto e il motore elettrico è un supporto. In pratica voi pedalate ma l'elettrico vi aiuta a faticare meno.

Come funziona la eBike? I sensori misurano la potenza fornita dalla nostra pedalata, la relativa cadenza e la velocità della bici elettrica. In base aquesti parametri (e alla modalità di assistenza scelta) si attiva il motore che comunque smette di fornire supporto oltre i 25 km/h: superata questa soglia tocca a voi pedalare senza alcun aiuto (norma valida anche in Europa). La pedelec, che può avere un motore da potenza continua di 250 watt, segue le stesse regole delle bici tradizionali: non serve l'assicurazione, non serve la patente, non c'è bisogno di un'età minima e il casco non è obbligatorio.

S-pedelec sta invece per Speed Pedelec. Il motore resta attivo fino ai 45 km/h, la potenza sale a 500 watt e, a livello di legge (in vigore dal gennaio 2017) , le eBike di questo tipo sono inquadrate come i ciclomotori. Per guidarle serve il casco, il patentino o la patente AM. Inoltre deve esserci lo specchietto retrovisore, clacson e cavalletto e la bici elettrica va omologata, assicurata e immatricolata. Età minima per guidare la S-pedelec? 16 anni.

Da notare anche che, essendo paragonate ai "cinquantini", si incappa nella "noia" legislativa relativa ai ricambi, che devono essere omologati e corrispondenti a quelli sul libretto di circolazione.

Posso percorrere le piste ciclabili con la bici elettrica?

Sì, le eBike possono andare sulle piste ciclabili. In più, seguendo le regole delle bici tradizionali, va ricordato che bisogna condurle a mano su marciapiedi destinati a pedoni. Si può restare in sella negli attraversamenti ciclopedonali che vengono indicati con in quadrati posti al lato delle classiche strisce, anche se visto l'utilizzo misto va adattata la velocità riducendola.

Per gli attraversamenti pedonali, l'obbligo di conduzione a mano scatta nelle situazioni in cui il ciclista rischia di essere un intralcio o un pericolo per i pedoni, ad esempio in spazi stretti con folla numerosa.

Accessori: posso montare un carrello, un seggiolino o le luci?

Partendo dall'illuminazione, le eBike devono utilizzare luci bianche o gialle sull'anteriore e un catadiottro rosso sul posteriore (o un'illuminazione - sempre rossa - di tipo attivo. I catadriotti si trovano poi anche sulle ruote o ai lati del telaio e sono di colore giallo.

Il seggiolino per i bambini può essere montato sulle bici elettriche così come su quelle tradizionali e consente il trasporto per bambini fino a 8 anni, a patto che il dispositivo sia omologato e non intralci i movimenti o la visuale (standard EN14344).

Sulle eBike si può montare un carrello che non super il metro di altezza e i 50 chili di peso, da equipaggiare con le stesse luci o catadiottri previsti per la bici.

Infine è possibile montare accessori come computer di bordo, oggi sempre più vicini a vere e proprie strumentazioni da auto con tanto di navigatorei, supporti per smartphone e action cam. Attenzione alla musica con gli smartphone, vietato isolarsi con le cuffie perché rischia di distogliere l'attenzione dai rumori della città e degli altri veicoli/pedoni. Consentite la chiamate ma solo con vivavoce o auricolare.

eMTB: le mountain bike elettriche e cenni sul fuoristrada

Anche nel caso delle eMTB le regole da seguire sono le stesse se si viaggia su strada. In fuoristrada si incappa nel solito discorso relativo a limitazioni, ecologismo estremo e spesso pregiudizio; discorsi validi per i mezzi a motore e ripresi, anche se in una forma più leggera, per bici e bici elettriche

Il codice di condotta prevede di percorrere solo sentieri dove l'accesso in bicicletta è consentito, evitare quelli limitati ai soli pedoni o le proprietà private, informarsi sulle limitazione delle aree di interesse naturalistico. Portare le ruote al bloccaggio danneggia il sentiero e andrebbe evitato, così come sono da evitare passaggi a velocità folli di fianco agli escursionisti a piedi o il "fuoripista" che influirebbe negativamente sull'erosione causata dalla scorrimento delle acque piovane causa abrasione del manto erboso o del sottobosco.

Il buon senso suggerisce di utilizzare il casco, validissimo salvavita anche in strada, per via dei maggiori rischi di un percorso fuoristrada, dalla radice alla pietra passando per il ramo d'albero...

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Tiger Shop a 764 euro oppure da ePrice a 959 euro.

162

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ale

Dimmi in quale parte d'Italia hai visto motorini che fanno i 45. Io mai nemmeno uno, ma da sempre, dai tempi di quando era piccolo mio padre che si divertiva ad elaborare i motorini al giorno d'oggi dove praticamente i fermi nessuno sa cosa sono.

È la classica cosa che sanno tutti e che non ti fanno storie, fin che togli i fermi la cosa passa anche, se cominci con elaborazioni più pesanti come cambiare cilindri, marmitte aperte e simili forse ti fanno storie, forse perché un mio amico è andato in giro per anni con l'80 e mai gli hanno detto nulla, anche quando lo hanno fermato. Alla fine fin che non vai in giro a fare lo stupido e vai piano, rispetti il codice della strada, non fai troppo casino per strada, ti lasciano andare.

ale

Oddio, ho visto parecchi caschi distrutti di miei amici, sicuramente se non lo avevano si sarebbero fatti ben più male. Ovviamente parlo di gente che va in giro con la bici da corsa e fa velocità elevate, per dire in discesa si arriva agli 80/90km/h, mettersi il casco invece per andare in giro con una city bike lo trovo pure io ridicolo.

Mistizio

Ma io ci giro in bici! Ed é per questo che mi incacchio di più. Sia chiaro che la rabbia sale quando si piazzano a 25km\h e lì li vorrei sorpassare e farmi tamponare. La medesima rabbia mi é provocata dai camperisti.
Ps per assurdo vorrei che tutti coloro che infrangono il cds venissero puniti (auto in primis)

gatano

In Europa è omologabile al più come motociclo, sono "schifezze" come queste che fanno credere che la bici elettrica non sia una bici (infatti questa è un motociclo), chiunque abbia usato una e-bike seria sa che si deve comunque sudare, spesso di meno, ma anche di più (se si vuole) di una bici non elettrica.

Elvin Cannibale Barca

Abbi pazienza ma se per una bici devo fare Assicurazione, Bollo, Immatricolazione, Revisione ecc allora mi conviene usare una Smart in città. La uso tutti i giorni, quando piove, fa freddo, nevica, fa caldo bsstia, faccio la spesa ecc. Ecco perché nel 2018 ancora si usano auto anche per fare 2 km fino al lavoro con relativo inquinamento, massimo a motore freddo.

gatano

Lascia perdere l'Italia, non generalizzare, che i maggiori fanatici di sblocco velocità sono i tedeschi ... sarà che sono abituati a non avere limiti sulle autostrade gli sembra ancora più assurdi su una bici.

Il limite assurdo (per un ciclista allenato) dei 25km/h è colpa delle "vecchiette" che usano la bici elettrica, perché un ciclista minimamente allenato tiene facilmente i 35kmh per decine di chilometri e molti stanno sopra i 40km/h con punte ben oltre i 50km/h negli strappi.

Personalmente con la mia Specialized elettrica, a motore spento, raggiungo i 40km/h in pianura con le mie gambe ed è un "trattore" con gomme plus (il suo vero terreno è i fuoristrada), con una bici da strada solo meccanica ovviamente posso andare più veloce, come me milioni di ciclisti allenati vanno da sempre più veloce di un cinquantino, il limite dei 25km/h puramente arbitrario è palesemente pensato da chi non ha mai usato veramente una bici (e pensa che l'elettrico serva solo ad aiutare, giustamente, le vecchiette a superare una salita) in USA il limite di 20mph ossia 32km/h è più realistico ed anche li comunque il ciclista allenato va più veloce.

iclaudio

conviene non creare un altra categoria di veicoli ,conviene farli diventare come motorini quindi per fare 4 pedalate ti massacrano di tasse , vai con le assicurazioni ,la revisione ,e altre invenzioni locali per far andare avanti comuni (continuamente commissariati per default finanziari) ...lo fanno per noi ? per la nostra sicurezza? seeeeeeee imbottito di tasse e di lucette per evitare che qualche stordito ti si "incolli" ,percorri la strada come tutti e scoprirai come ti tutelano...eviti i tombini sprofondati,le buche,i cocci a bordo strada...e sulla strada c'è la formula uno dove baldi giovani con i loro SUV ti sfiorano a 70 khm e se stai in mezzo alla corsia ti suonano e ti sorpassano infastiditi con sgommata sul finale....ma qualcuno invece di farci pagare la qualunque non dovrebbe "purgare" sti faggiani che corrono o guidano mentre uazzappano ?

con simpatia e amore da un affezionato ciclista

Sheldon Cooper

eheheheh

Vincy Misterx

I 5 stelle porteranno un boccata d'aria su questi settori ,elettrici, domotica, riciclo..... attendiamo. Resta da dire che io continuo a girare in bici ( scatto fisso o la mia Benotto da corsa modificata per città e sto sopra i 25 orari e punte sopra i 45 pertanto sfreccio ma, ho esperienza a detta di certi elementi che con le ebike han rischiato di farmi volare e far volare i pedoni indecisi sulle ciclabili, quelli che camminano a rete umana,coi cani,con le carrozzine,overboard....ma dico ci sono i segni a terra e sui pali, dureziodi su o giù per le bici e a lato i pedoni, imparare e rispettare la segnaletica ,troppo complesso? In altri paesi europei però ci riescono. Va a capirne il perché.

Giorgio Perini

Non puoi fare niente secondo la legge, se vuoi andare contro puoi fare tutto e te ne assumi le responsabilità.... il discorso verteva appunto sull'assurdità della legislatura che toglie le pagliuzze ed ignora le travi..... adesso non mi rispondere che le travi le spezzi con un colpo di Karate :-))

Tony Musone

Anche tu saresti altrettanto assennato se in sella ad una di quelle bici ci fossi tu. Anche tu gireresti in gruppo se venissi sorpassato costantemente a velocità superiori ai limiti e spessissimo a filo, in barba a qualsiasi basilare concetto di prudenza, perché nella corsia opposta transita un'altra autovettura.

Come ho scritto altrove, io renderei propedeutico al conseguimento della patente, l'uso della bicicletta per almeno un anno. Anzi, ne obbligherei l'uso un mese l'anno per tutti gli anni a seguire, dato che con l'età cambia la percezione del rischio e del pericolo, così, giusto per vedere l'effetto che fa.

Per assurdo, sarebbe più serio se tutti gli automobilisti insofferenti alle biciclette proponessero che ne vietassero la circolazione, saremmo i primi al mondo in qualcosa... di stupìdo ;)

checo79

la ho da qualche anno e sono moderatore di un forum di emtb quindi parlo con cognizione di causa

Gabrix93

in effetti tra mettersi a discutere tra persone e animali sicuramente è meglio la seconda

Gabrix93

Si ma tu parli di allenamento. Lo fai per sport, sai condurre una bicicletta e non stai usando "aiuti", ma solo le tue gambe. Dai una bici da 45km/h a donzelle e signorotti che neanche il triciclo sanno guidare, in mezzo alla strada, sui sampietrini e tra le macchine. Andranno sicuramente addosso a qualcuno. Poi c'è anche il discorso che allora non avrebbero senso di esistere i "cinquantini".

MeneS

mi spiace ma per tutti gli "accelleratori di velocità" con potenza superiore a 1 kw e che possanono viaggiare a oltre i 6 km/h, sono considerati come ciclomotori
Nel caso di quest'articolo la discriminante è oltre la potenza, il fatto che l'elettrico aiuta a rendere la pedalata leggera ma non che viaggia da solo (come l' hoverboard)

MeneS

Capisco la lamentela, però teoricamente dovrebbe garantire a chiunque di raggiunge facilmente andature da ciclomotori quindi immettersi nel traffico alla pari di quest'ultimi con tutti i rischi del caso.
Giusto (per me ) quindi accertarsi che si conoscano le norme stradali, un assicurazione per tutelare gli altri e il casco per tutelare se stessi

MeneS

E' come il discorso fermi/cinquantini
Teoricamente li devi avere, in pratica non ho mai conosciuto (ai tempi) ragazzi e ragazze che li avevano ancora
Magari per la ebike la situazione è diversa, io stesso non avrei motivo di levarli ma basta osservare le persone sulla strada per vedere che la maggior parte non ha il limitatore attivo
Il discorso che ha fatto è corretto, leggi bene
"...è che chiunque abbia una e bike non accontentandosi..."
cioè chiunque non si accontenta puà tranquillamente fare la modifica non che tutti la fanno

Jardim

ma tu hai una bici elettrica? sembra di no:devi cmq pedalare intensamente per produrre una certa velocità. E io personalmente non saprei neanche come sbloccare la mia

Jardim

"Il discorso è che chiunque abbia una e bike non accontentandosi dei 25km /orari, elimini o "inganni" il limitatore....avendo perciò a disposizione una bici che comunque arriva a fare 45 km /h.....come sempre in Italia...tutto è fatto e venduto legalmente.....anche se legalmente nn sarebbe"
Ma sai comprendere l italiano scritto(anche se scritto male)?
Questo è quello che ha "CHIUNQUE... abbia una bici.. la modifica" secondo lui : questa io la definisco una MINKI@ TA

checo79

a 50 è dura davvero arrivarci cmq sul discorso sblocco in caso di incidente concordo io non ci andrei leggero

Mauro Battistoni

Età minima x guidare un ciclomotore, con patente di categoria AM, sarebbe 14 anni.
Stando al codice della strada ovviamente.

Massimo Carra

in che senso minchiate?ha scritto una cosa vera...rebelle,badass,polini...son solo 3 esempi di modifiche che portano la bici a 50kmh...poi se ti fanno controlli(e li fanno)o causi incidente,sei rovinato penalmente ed economicamente

Lino Torvaldi

Spedelec! E Harry Potter mi fa un baffo

Jardim

non scrivere minkiate perfavore

Mistizio

Hai mai sentito parlare della costiera amalfitana? Non saresti così assennato se l'avessi percorsa da automobilista coi ciclisti avanti IN GRUPPO. E questa considerazione si può traslare a qualsiasi litorale in periodo estivo.
C'è anche da dire, però, che le Fdo non si scomodano mai a comminare multe, eppure non è che i gruppi di ciclicsti passino inossevati.

ilmondobrucia

Si

Giuliano M.

Se per ragazzini sono compresi quelli di 41 anni allora hai ragione :-D
Uso il ninebot mini pro da ormai un anno e mi ci trovo benissimo

ilmondobrucia

Non puoi prevedere la dinamica, ma almeno un buon casco ci vuole è il minimo.
Nessuno ti vieta di mettertia protezione per la spina dorsale o altro.

Seby Galano

Io tengo l'acceleratore haha bufu

ilmondobrucia

"Sempre mettere il casco, sempre."
"tranne quando vado in paese al bar"

Decicidi

Garrett

Dici bene. Dalla qualità e spesso dipende dalla dinamica. Se viene investito da un'auto, le variabili sono tante. L'ideale inoltre sarebbe una protezione più completa ma non è praticabile per ovvie ragioni.

ilmondobrucia

Io lo metto sempre.

E lo faccio mettere anche alla mia ragazza obbligatoriamente ... Anche in città...
Lei mi dice che si sente schema.... Io gli dico che gli schemi sono gli altri.. Saluti

ilmondobrucia

Non dire eresie.

Ovvio che dipenderà dalla qualità del casco e dalla velocità.

ilmondobrucia

Io vedo solo bambini / ragazzini con gli hoverboard

Sheldon Cooper

Avrete la fibra... ma vivete proprio male, in città.

Tony Musone

Io ho solo risposto al tuo commento che inveiva contro lo Stato italiano definendolo "uno dei paesi più di m che esiste" specificando che il nostro Ordinamento non ha fatto altro che adeguarsi alla legislazione europea.

Dopodichè, se sia giusto o meno che una bicicletta elettrica, e non a pedalata assistita, sia equiparabile ad un ciclomotore non lo so e personalmente non m'interessa ma, da ciclista urbano, non mi passa nemmeno dall'anticamera del cervello pensare di sostituire la mia bici con una di quelle e nemmeno valutare come alternativa una smart.

Imparziale

Il monopattino te lo porti in ufficio e lo porti con te in casa. Direi che è proprio a prova di ladro nel suo uso ideale.

Tony Musone

"È come dire"? Ma che davvero?

L'articolo che ho citato (e che spero tu non abbia letto) è specificatamente riferito alla "circolazione dei velocipedi" e fa parte del "TITOLO V - NORME DI COMPORTAMENTO" e i link che ho allegato (e che ti saranno sfuggiti) sono sufficienti per approfondire l'argomento. Punto.

Se invece, al posto di fantasiose iperbole, conosci degli articoli del Codice della Strada ITALIANO che confutano quanto ho scritto, sono qui.

Elvin Cannibale Barca

Ma non è nemmeno prendersela. Il mio ragionamento è semplice quanto banale. Io ho fatto ciclismo e di media in un allenamento si va da 10 km/h in salita a 70 km/h in discesa. La stessa bici (stesso peso circa, stesso volume) nel caso della pedalata giustamente non deve pagare il bollo, assicurazione, immatricolazione ecc mentre con le stesse prestazioni medie (40 km/h) una bici elettrica deve avere tutte queste limitazioni e costi. A questo punto compro una Smart usata che tanto la uso anche quando fa freddo, piove o fa un caldo bestia !!

digitalfranz

Sono d'accordo. Io uso mezzi elettrici che sarebbero "illegali" ma corro il rischio, naturalmente cercando di dare meno nell'occhio possibile, vivendo in una città dove le buche sono ammesse ma non i mezzi elettrici "sprintosi".

Tk Desimon

Ma non buttare via soldi in una cosa che è a rischio furto in meno di due nanosecondi...

Tk Desimon

Ah... Questa poi mi mancava. E pensare che in America (ma non ricordo esattamente quale stato), se violi una proprietà privata possono anche prenderti a fucilate.

Dingo

Mi riferivo a casi di gente che si è difesa dai ladri nella propria proprietà e che è stata accusata di eccesso di legittima difesa ed in alcuni casi è stata pure condannata a risarcire il delinquente (roba da matti)....
Certo non è lo stesso caso di quello da te esposto ma è la dimostrazione di come in italia ragionino certi giudici.

Tk Desimon

Mi aggiorneresti sui recenti fatti di cronaca?

Non lo capisci? Gli articoli da te elencati sono quelli sbagliati e non hanno niente a che fare con le strisce pedonali!
E' come dire che puoi andare in Autostrada se la tua bicicletta potesse raggiungere gli 80km/h perché trovi un articolo in cui viene scritto che che i veicoli devono viaggiare ad almeno 80km/h in autostrada. Non puoi a prescindere, perché una bicicletta non può e basta andare in autostrada (neanche se andasse a 100km/h).

bladerunner

Provaci....

Mondo

scusa ho letto male.

Tony Musone

Eh?

Tony Musone

Ma cosa c'entra la Svizzera?

Dingo

"si incappa nel solito discorso relativo a limitazioni, ecologismo estremo e spesso pregiudizio"
ecologismo od ecomomismo come ad esempio a Montevecchia in Brianza dove chiudono i sentieri alle MTB perchè a detta loro li rovinano, ma aprono le sterrate ai SUV........... che fanno bene agli utili degli agriturismi?????????????

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE