TomTom Audio Traffic: aggiornamenti traffico anche sulle app multimediali

07 Febbraio 2018 3

L'evoluzione dei sistemi di infotainment sta portando la tecnologia verso il lodevole intento di distrarre il meno possibile il conducente. In questo modo, l'attenzione si sposta dagli occhi alle orecchie, anche per ricevere le informazioni sul traffico.

TomTom ha annunciato così TomTom Audio Traffic, un bollettino vocale personalizzato in base all'itinerario, disponibile come API per gli sviluppatori. La soluzione può essere integrata in diverse applicazione e, alla base di tutto, c'è la solita piattaforma TomTom Live Traffic, con il suo database e gli aggiornamenti in tempo reale.

Audio Traffic permette di non far restare confinate le informazioni sul traffico solamente ai navigatori satellitari ed alle applicazioni correlate. Grazie alle API rese disponibili, può essere integrato nei servizi di musica in streaming, internet radio, assistenti vocali e via dicendo, offrendo informazioni anche durante la fruizione di contenuti multimediali in auto.

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 295 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sopaug

a milano invece devo dire che è precisissimo, anche nell'hinterland quando mi capita di uscire. E' uno dei motivi per i quali lo uso ancora,

DiRavello

sto sperimentando in questo giorni l'assoluta inesattezza di Tom Tom traffic a Roma. quasi imbarazzante

sopaug

si estingueranno presto, non tieni le tue quote di mercato con 2 api. Sono indietro su tutto, prova ne è l'immagine nell'articolo, si immaginano il cellulare appeso malamente in macchina con il cavo che penzola quando ormai qualsiasi auto nuova di una certa categoria offre implementazioni ad hoc, manca solo il jack nel line-in della radio... Non si svegliano, hanno il prodotto migliore per la navigazione ma sono ancora convinti di poter vendere navigatori standalone nel 2018 quando tutti hanno uno smartphone e vogliono usare carplay e androidauto, mentre loro non sono compatibili con nessuna delle 2 piattaforme.
Oltre a questo hanno una politica di tutela dei clienti che è pessima a dir poco, fanno pagare anche l'aria e supportano i prodotti come pare a loro.

Non piangerò sulla loro tomba, anzi, non vedo l'ora di potermene liberare con un 2 din androidauto con pochi fronzoli (sony dico a te, xav ax5000 lo fai uscire o era una finta?).

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini