Pneumatici e vacanze: i consigli di Nokian

21 Dicembre 2017 0

Pronti, partenza...via. L'Italia si prepara al classico esodo natalizio che porterà molti automobilisti ad invadere le strade della nostra penisola. Ormai la consapevolezza sul mondo degli pneumatici ha raggiunto buoni livelli ma c'è ancora chi trascura questa componente importante dell'auto.

Ricordando a tutti che gli pneumatici sono l'unico punto di contatto con la strada, quindi fondamentali, ecco alcuni consigli di Nokian Tyres per affrontare l'esodo.

Pressione: in inverno la pressione di gonfiaggio richiede una particolare attenzione dato che, solitamente, la tabella che trovate nell'interno della portiera non riporta le modifiche da fare quando le temperature si fanno più rigide. Nello specifico, un calo di temperatura di 10 gradi abbassa la pressione di circa 0.1 bar. Il consiglio è quindi quello di portare le gomme ad una pressione superiore di 0.2 bar rispetto al valore consigliato. E ricordate che questa operazione va fatta a gomme fredde.

Spessore del battistrada: l'usura non è regolare per tutte e quattro le gomme. A seconda dell'asse, queste si consumano in maniera diversa, ed è quindi buona norma alternarle scambiando tra anteriori e posteriori al cambio stagionale. Perché? Semplice, la mancanza di rotazione farà di che la coppia si consumi in modo non uniforme e l'ideale è avere massimo un delta di 2 millimetri tra lo spessore degli anteriori e quello dei posteriori. In caso di spessore non uniforme, meglio montare quelli in condizioni migliori sulla parte posteriore così da evitare la perdita di aderenza. Qui una breve guida su come controllare lo spessore che non deve essere inferiore ai 4 millimetri.

Età degli pneumatici: un set di gomme dura circa 6 anni se utilizzato. Raggiunto il limite massimo di 10 anni è consigliabile sostituirli nonostante le condizioni del battistrada perché la gomma si indurisce con il tempo, perde elasticità e avrà prestazioni nettamente inferiori in termini di aderenza.


Stoccaggio pneumatici: anche il modo in cui le gomme vengono conservate tra una stagione e l'altra influisce sulla loro resa. Gli pneumatici dovrebbero essere conservati a temperatura inferiore ai 25 gradi, non esposti al sole e, se possibile, al di sotto dei 15 gradi. Le proprietà della gomma possono cambiare infatti a temperature superiori ai 25 e inferiori a 0 gradi.

Meglio proteggerli dalla luce, dall'umidità (che può creare condensa), e dalle pressioni e torsioni che, a lungo andare, possono creare deformazioni.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro

HDBlog.it

Le migliori tecnologie di Ginevra 2018: dal pneumatico vivente ai fari smart Mercedes