Harman HALOsonic: come suoneranno le elettriche del futuro

19 Dicembre 2017 84

Se un tempo avere un buon impianto audio in auto era possibile solo sulle berline top di gamma, oggi non è difficile sentire una compatta cittadina che "suona bene"...ovviamente epurando il discorso dai pallini da audiofili che concorderanno nel sostenere che un ascolto in auto non sarà mai a livello di quello casalingo o in cuffia. Eppure il gap è sempre più ridotto, al punto che le vetture odierne sono davvero in grado di restituire un buon livello, specie se entriamo nel mondo delle premium.

Harman è uno dei player storici in questo segmento, azienda recentemente acquistata da Samsung e presente con diversi brand commerciali. A Modena ho potuto sfruttare l'orecchio allenato in anni di recensioni e prove di cuffie e impianti audio per toccare "con mano" le ultime novità tecnologiche per la gestione dell'audio all'interno dell'abitacolo.

L'esperienza non si è focalizzata sulle tecnologie dedicate all'ascolto della musica, ma piuttosto sulla gestione a tutto tondo dei suoni. Harman lavora da tempo alla cancellazione del rumore attiva, una cancellazione che lavora in maniera simile a quella delle cuffie a cui tutti siamo abituati ma che si concentra sul rumore generato da motore e rotolamento degli pneumatici.

In attesa degli sviluppi nella cancellazione dei fruscii aerodinamici, i più difficili da eliminare, il sistema messo in piedi da Harman riesce a convincere nella resa, a patto che vi accettiate che non si tratta di un'eliminazione totale.


Al nome di Road Noise Cancellation risponde quella tecnologia che riduce il rumore provocato dal rotolamento. I costruttori hanno sempre lavorato in questa direzione sfruttando materiali fono assorbenti che hanno un grande svantaggio: il peso. Le sempre più stringenti normative sui consumi, quindi, hanno costretto a ridurre l'impiego di questi materiali ed è qui che interviene Harman. Un'unità di elaborazione e gli altoparlanti già presenti in auto bastano per questa tecnologia che si basa su algoritmi proprietari sviluppati dall'azienda.

La prova si è svolta su un Evoque: se è vero che serve un orecchio allenato per percepire le differenze nell'immediato e su un breve tratto, cosa dimostrata da una collega che ha ammesso di non essere riuscita a percepire il miglioramento, è altrettanto vero che chiunque beneficerà di questo sistema sulle lunghe tratte. Alla fine del viaggio l'orecchio (e quindi il cervello) risulta meno stressato grazie all'abbattimento delle frequenze generate dagli pneumatici.

Lo stesso principio è alla base della cancellazione del rumore del motore, tecnologia che però permette di fare di più. Un esempio lampante è Jeep Grand Cherokee SRT, l'altro esemplare in prova (insieme a Evoque e Model S) che dal 2015 utilizza la tecnologia Harman per attenuare le basse frequenze nell'abitacolo. Si tratta di una risposta ad un'esigenza ben precisa e di un sistema legato ai parametri del motore (tramite CAN-bus), in modo da adattarsi in tempo reale alla fase in cui il V8 Hemi disattiva metà delle valvole trasformandosi in un quattro cilindri (in determinate condizioni di guida) per risparmiare carburante. Il sistema di EOC (Engine Order Cancellation) lavora per assicurare un passaggio fluido tra le due modalità (da 4 a 8 cilindri e viceversa) riducendo la pressione sulle orecchie nelle fasi di transitorio.

Entrambi i sistemi funzionano interagendo con la centralina dell'auto e sfruttando algoritmi predittivi che consentono di anticipare i rumori che verranno generati, eliminandoli e controllando poi tutto grazie ai microfoni installati. Un loop che avviene in millesimi di secondo per assicurare la resa in tempo reale.


A differenza di quanto i meno esperti possano pensare, tecnologie del genere sono già in uso in diverse vetture e con diversi gradi di "invasività", solo che alcuni produttori decidono di dichiararle e "pubblicizzarle", altri preferiscono tenerle nascoste, specie quelle dedicate al miglioramento del sound del motore all'interno dell'abitacolo. Si va in entrambe le direzioni: ad esempio l'attivazione della modalità "sport" in alcune vetture permette di migliorare il sound tramite elaborazione digitale, oppure altre hanno sempre attivo il sistema di soppressione del rumore per restituire un abitacolo più silezioso. Questione di marketing, sebbene la corsa verso il downsizing e verso le elettriche costringerà sempre di più a fare affidamento a questi sistemi.

Qui si apre il capitolo della generazione del sound, la prova più curiosa delle tre. A bordo e all'esterno di una Tesla Model S, ho potuto scoprire gli ipotetici sound delle elettriche del futuro. Harman ha sviluppato diverse soluzioni che rispondono a diverse esigenze. Si parte dallo Speaker AVAS da 80 mm in grado di rispettare le prossime normative sul suono delle elettriche per la sicurezza dei pedoni. La gamma prosegue poi con exESS Speaker da 165 mm, particolare soluzione installata sul fondo del bagagliaio che imita uno scarico e sfrutta infatti un condotto che attraversa il fondo della vettura così da esporre lo speaker proprio come un terminale.


Questa soluzione, fatta di hardware di ogni tipo e soprattutto adattabile anche ad altoparlanti di terze parti, lavora sia sul sound esterno che su quello interno. Così potrete trasformare la vostra elettrica facendole imitare il sound di un termico tradizionale (Harman sta lavorando anche al rumore delle cambiate) oppure scegliere un sound più futuristico come quello ispirato a Tron della demo. La stessa cosa è percepibile all'interno, in questo caso utilizzando gli speaker già installati sulla vettura. Considerato che l'unità di controllo lavora con i dati della centralina dell'auto, la sensazione è quella di un sound realistico visto che risponde alle sollecitazioni dell'acceleratore.

In più va considerato che il sound di un'elettrica, in futuro, sarà in grado di dare un'identità alle auto. Se per certe vetture i produttori si accontenteranno di rispettare i minimi dettati dalla legge, altre, specie le premium, potrebbero richiedere lo studio di una firma sonora specifica. Questioni di marchio ad esempio: nel mondo dell'alto di gamma anche il suono gioca la sua parte e avere una vettura elettrica riconoscibile dal sound proprio come accade per una supersportiva termica odierna, consentirà di aumentare percezione del brand e prestigio.



84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Patafrosti

Ma anche no

andrea55

Si ma hanno costi altissimi rispetto al segmento ed equipaggiamento di riferimento, sono molto più diffuse le ibride a benzina, poi c'è il problema della campagna contro il diesel che sta andando di moda ultimamente.
Le plug in sono ottime però anche li bisogna valutare i costi, a quel punto meglio un'elettrica pura se l'autonomia è sufficiente.
Per avere senso l'ibrido deve avere buona resa e costi contenuti, il dinamomotore potrebbe essere una buona soluzione

italba

Non è così, già sono in commercio alcune diesel ibride (Peugeout, Citroen, Mercedes, Volvo), il problema maggiore è costituito dalle normative antinquinamento, oltre che dal costo. Personalmente vedo molto meglio le ibride plug-in da usare principalmente in modalità elettrica, ma con un piccolo motore termico da usare quando serve, tipo le BMW i3

italba

Hai qualche brutto ricordo d'infanzia successo dentro un fasciatoio?

andrea55

Al momento le ibride sono equipaggiate solo con motori a benzina semplicemente per una questione di costi, un ibrida costa leggermente meno di una diesel automatica, montando un diesel costerebbe di più, diesel ibrido sarebbe il massimo.
Adesso stanno uscendo diesel cob sistema ibrido leggero, ovvero motore e cambio tradizionale con l'aggiunta di un alternatore in grado di fare anche da motore elettrico, sarà interessante vedere come vanno

Ikaro

Il rumore di un'auto può essere una prevenzione

Pip

Ok, abbasso i fasciatoi!

italba

E cosa c'è da ridere?
https://uploads.disquscdn.c...

italba

E perché mai l'ibrido dovrebbe funzionare solo a benzina? Se poi si fanno lunghi percorsi a velocità costante si può pure collegare direttamente il motore termico alle ruote, con l'elettrico pronto a dare una spinta ulteriore quando serve

italba

E chi ca##o sarebbe questo Saverione? No, io non seguo proprio nessun caso umano, neanche te

mister x

se è tua abitudine attraversare la strada senza prima guardare concordo non te che l'assenza di rumore ti fa aumentare il rischio.

andrea55

Ma le situazioni in cui l'efficienza è dimezzata sono ormai poche e sono controbilanciate dalle situazioni a efficienza vicina al 100% quando l'auto è in decelerazione

andrea55

Questo è l'ibrido, il problema è che nella pratica un ibrido benzina-elettrico sfruttato bene raggiunge e supera di poco l'efficienza di un buon diesel, in autostrada poi lavora di più il motore termico quindi l'autonomia cala.

an-cic

quindi ad oggi solo gli ubriachi/drogati fanno gli incidenti?

togliere il rumore AGGIUNGE un fattore di rischio in più, e come ho detto prima questo non è opinabile

mister x

quello si chiama suicidio e si cura solo con la prevenzione

mister x

quindi ad oggi sono tutte persone sorde quelle investite?

Pip

Sei forse uno di quei casi umani che seguono saverione?

Patafrosti

Hihihih lol xd...

Jhonny

ovviamente! .. molto. Aftermarket
Pioneer serie PRS

Babi

Il sound Ferrari è inimitabile!

italba

Fatti portare l'auto in salotto, allora

italba

Ma se tra il motore termico e le ruote metti un motore elettrico che fa anche da alternatore ed una batteria il problema del "range di efficienza" sparisce. Il motore termico può funzionare come generatore alla sua massima efficienza (che può ancora migliorare se lo ottimizzi per un certo numero di giri) e spegnersi quando la batteria è carica. Ancora meglio, non serve avere motori termici molto potenti, basta che generino l'energia media necessaria per viaggiare, per le accelerazioni e le salite ci pensa il motore elettrico

italba

Puoi sempre fare "Brum, brummm!" con la bocca

italba

Voglio proprio vedere te quando dovrai cambiare il pupo in aeroporto, sempre ammesso che tu sia tanto sconsiderato da riprodurti

italba

"Fuori dalla città NON DEVONO esserci pedoni" mi sembra abbastanza chiaro, può solo voler dire che secondo te c'è qualche norma o regolamento che glielo vieta. E comunque, ti risulta che in città non debbano guardare a destra ed a sinistra?

Pip

Per me non significa snaturarle, ma migliorarle...

Ikaro

Bravo

Pip

tra tutte le accuse di fascismo mi mancava quella relativa al rumore delle macchine. Ne prendo atto, la inserirò nel mio elenco, in ordine di importanza subito dopo al problema dei fasciatoi negli aeroporti...

Ikaro

Questa è una tua visione che trovo leggermente banale e fascista, se si sta cercando una soluzione evidentemente la questione è un po' più ampia di "un paio d teste di caxxo..." ;)

Pip

Quindi dobbiamo andare in giro facendo rumori artificiali e fottendocene dei benefici di una tecnologia per un paio di teste di caxxo a cui sbatte troppo girare il collo? Evviva il progresso!

Pip

"E se ci sono devono guardare a destra e a sinistra, come si insegna alle elementari..."
Impara a leggere

Pip

il 33% lo tocchi solo in condizione di massima efficienza, come ho detto nel mio commento, in altre situazioni l'efficienza è più che dimezzata
al contrario delle centrali, che hanno sempre la stessa altissima efficienza ineguagliabile da qualsiasi motore

andrea55

Esattamente come tutti i motori c'è un range di efficienza e se ben fatto è sfruttabile nei regimi medio-bassi ovvero dall' urbano mediamente trafficato all' autostrada.
Poi dipende anche dal pilota, chi ha il piede pesante sminchia tutta l'efficienza

Tom Smith

Cosa intendi?

Tom Smith

Sempre meno inquinamento del petrolio ;)

italba

Quelli che citi sono rendimenti massimi a motore ben caldo, a velocità e numero di giri costante e con tutte le condizioni ottimali per viaggiare. Il rendimento reale è molto più basso, addirittura se l'auto è ferma al semaforo col motore acceso (o in coda nel traffico) il rendimento è zero o quasi

italba

Quindi nel tuo personale codice della strada è vietato andare a piedi al di fuori del centro abitato? Ma ti rendi conto di quello che dici?

andrea55

Il nucleare si ma in Italia non ne abbiamo, bisogna attenerci alla realtà.
I motori elettrici sono efficientissimi ma dipende dal metodo di produzione della corrente

andrea55

Quell'efficienza è data dal fatto che sono motori ottimizzati per lavorare in un limitato range di giri ma le emissioni sono maggiori, anche perchè non hanno restrizioni rigide come le auto.
Il motore di cui parli è un 2 tempi turbodiesel ma non sono tutti così evoluti.
I motori nelle auto avevano il 15% di efficienza 20 anni fa, ora siamo al 25% per il benzina e il 33% per il diesel, e i moderni turbo sono ancora più efficienti grazie anche alle tecnologie derivate dalla formula 1.
Per passare all'elettrico servono seri investimenti nelle fonti rinnovabili altrimenti si torna al punto di partenza

Desmond Hume

Si ma la tendenza è snaturarle e rendere un elettrodomestico qualsiasi.

matteventu

Aftermarket?

Ikaro

Bravo, peccato che nella vita vera non lo fanno, anzi... Quindi ci si deve adeguare...

Pip

No, ma sono consapevole che fuori dalla città non devono esserci pedoni. E se ci sono devono guardare a destra e a sinistra, come si insegna alle elementari...

Ikaro

Quindi c'è solo città e autostrada nella tua vita, fantastico! Ciao

Patafrosti

Ma vivete tutti in posti in cui girano solo Saxo struzzetate senza scarico?

andrea55

Perchè non dovrebbe quando si ha la possibilità di avere un sound illimitato?

Pip

Esatto, da attivare in città...
O tu vedi di frequente persone che attraversano in autostrada?

Pip

"e più il motore è grosso meno è efficiente"
Lo sai vero che questo è esattamente l'opposto della realtà?
Non a caso i motori per navi hanno efficienze mostruose del 50%...

Tom Smith

Quale marketing? Le centrali a petrolio e nucleari hanno un efficienza molto maggiore dei motori a benzina. Senza contare l'efficienza dei motori elettrici molto maggiore di quella a benzina

Ikaro

"L'unico rumore che serve è un rumore bianco a basso volume da attivare solo a bassa velocità" e sarebbe una soluzione?

Byton SUV: lo smartphone su ruote in anteprima in Italia | VIDEO

Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro