Garmin Varia RCT715: il radar con luce per le bici, adesso può registrare gli incidenti

23 Maggio 2022 111

Garmin Varia è una particolare radar posteriore con luce incorporata pensato per le biciclette. Lo abbiamo provato in passato ed abbiamo visto come funzioni bene e sia in grado davvero di rilevare l'arrivo delle auto alle spalle del ciclista, avvisandolo con un buon anticipo. Un accessorio utile soprattutto per chi fa molto ciclismo su strada. Adesso, Garmin ha annunciato un'evoluzione di questo prodotto. Parliamo del Garmin Varia RCT715 che, come principale novità, introduce l'integrazione di una videocamera.

MAGGIORE SICUREZZA

La telecamera permette di registrare continuamente video a 1080p/30fps. Grazie a degli accelerometri, in caso di caduta, il dispositivo salva automaticamente le immagini di quello che è accaduto, compresi gli istanti precedenti all'incidente. Tutte le funzionalità relative alla videocamera, compresa la visione dei filmati, si gestiscono attraverso un'applicazione. Si tratta di una novità importante per la sicurezza del ciclista.

In caso di incidente, le riprese permetteranno di capire meglio cosa sia successo, soprattutto se è coinvolta una macchina/moto o altri ciclisti. Per il resto, Garmin Varia RCT715 offre le medesime funzionalità apprezzate dai ciclisti. La luce posteriore (configurabile nel funzionamento), può essere vista fino a 1,6 km di distanza.

Il radar posteriore, invece, fornisce avvisi per i veicoli in avvicinamento da dietro fino a 140 metri di distanza. Questo particolare radar posteriore per bici si interfaccia con un ciclocomputer Garmin Edge o con uno smartphone, utilizzando una specifica applicazione. Se abbinato ad uno smartphone, il sistema si può integrare anche con alcune app di terze parti, come Ride with GPS, per consentire ai ciclisti di sovrapporre le loro mappe alle notifiche del radar posteriore.

Parlando di autonomia visto che il tutto deve funzionare quando si va a fare un giro in bici, Garmin Varia RCT715 offre una durata della batteria che può arrivare tra le 4 e le 6 ore a seconda delle impostazioni della luce. In ogni caso, la videocamera sarà sempre attiva e funzionante. Il prezzo? Questo dispositivo può essere acquistato a 399,99 euro.

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Phone2go a 249 euro oppure da Amazon a 359 euro.

111

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Max

Prima dici che è una tua constatazione, poi un dato di fatto, continui a confermare che è solo un tuo pregiudizio, l'unico dato di fatto lo vedi dai motivi degli investimenti dei ciclisti, la maggior parte delle volte è colpa dell'auto, questo è un dato di fatto, il tuo solo pregiudizio.

ZiuZiu

un pregiudizio, su cosa! su un dato di fatto?? No è una convinzione ben ponderata

Max

Una constatazione, direi un tuo pregiudizio, il secondo la smentita dello stesso pregiudizio, complimenti.

ZiuZiu

fai come ti pare, basta che non metti a rischio gli altri...di te stesso sei tu artefice

ZiuZiu

sono due concetti differenti, il primo è una mia constatazione, e al seconda è la risposta a te.

WauMau

Perchè auto da dietro e non davanti? Si può cambiare impostazioni...?dico per chi fà le discese nei tornanti e non trivarsi in faccia un camion

Max

GIusto, ma tra questo e dire come hai fatto sopra che:

gli insegneranno anche ad andare in strada?? Ogni sabato e domenica è sempre la stessa cosa...In mezzo alla strada e salto del semaforo rosso...chissà se la capiranno sti ciclisti domenicali


non sono la stessa cosa.
Prima accusi i ciclisti di non rispettare il codice, poi dici che tutti devono rispettarlo.
Poi guarda caso la maggior parte degli incidenti auto-bici sono a causa delle auto e non delle bici.

MatitaNera

I monopattini li buttiamo in discarica. Altro che rispetto.

MatitaNera

No io me sto dove voglio. Sei tu che devi spostarti e non passarmi vicino.

derapage

Sono d'accordo. Un dispositivo per la bici deve coprire 8-10 ore di uso, sopratutto se rivolto alla sicurezza.

ZiuZiu

è un alogica del win win. Rispettare il codice della strada in primis e poi si è rispettati. Auto bici monopattini moto vale per tutti

ZiuZiu

fai come vuoi basta che tu rispetti il codice della strada e te ne stai bello bello sulla destra senza invadere la corsia! Prima rispetta e poi sarai rispettato

MatitaNera

Sono caduto su una rotonda e ora... mai più

Supa Hot Fire 2

a meno che tu non faccia 1500w di media, non è una impresa controllare una bici sul bagnato: sii dolce quando freni (col posteriore in particolar modo); cerca di non alzarti quando ti rilanci; lo spazio di frenata è maggiore; non fare le curve come se non ci fosse un doamni.

MatitaNera

Ma che dici. E le gomme lisce sull'asfalto?

Roby One

Accusare "gli altri" e' poco producente, solo liberatorio.
Io cerco di rispettare il codice stradale sia quando in auto che in bici e lo insegno a mia figlia. Quando vedo dei ciclisti occupare tutta la corsia non mi arrabbio. So che prima o poi uno verra' steso (magari sarai tu il prossimo?). Quando sono in bici e le auto mi sfiorano oltre i limiti consentiti, non mi arrabbio. So che prima o poi una multa se la pigliano (e anche in questo caso potrebbe toccare a te!)
Auguri, da qualsiasi parte stiate.

Fabian Mas

Non è una barriera insormontabile ma uno deve chiedersi se ne vale la pena o meno. La corsa su tapis roulant è un esperienza piuttosto diversa da quella fuori a partir da un discorso meccanico per cui sono il primo a voler uscire in ogni condizione o quasi. L allenamento Indoor in bici invece , attrezzandosi a modo (non col rullo da 150€ del supermercato), riesce in certi occasioni ad esser meglio di quello fuori . Quindi se uno esce per il gusto di uscire, tutto si fa senza problemi ..se uno esce sotto l acqua per non perdere la sessione dell allenamento X allora indoor tutta la vita anche in virtù del fatto che il maltempo no aiuta nemmeno gli automobilisti a veder meglio o frenare meglio .

Supa Hot Fire 2

guarda, ormai le case fanno capi con cui si può uscire anche colla nave, quindi non vedo come quattro gocce di pioggia possano costituire tutta questa barriera insormontabile.

MatitaNera

E pure il vento ha un influsso moltiplicato rispetto alla corsa.

MatitaNera

Insomma. Non è la stessa cosa. Con la bici da strada diventa pericoloso col bagnato. Inoltre coprirsi dall'aria è più problematico.

PLAQUENIL

Vero, cominceremo ad andare nei fossi con le moto d'acqua invece che stare in strada con le bici per far passare senza problemi gente come te che non riesce neanche ad aspettare 10 secondi in più prima di superarti ma deve per forza farlo nella rotonda.

Max

Questo è vero, ma se ti prendi una grandinata non è piacevole :)
(ho provato a prendermi una grandinata...)

MatitaNera

La mancanza di argomenti al di là della supercazzola insomma...

Supa Hot Fire 2

pure in bici si può andare con qualsiasi tempo.
certo devi avere una grande gamba, ma puoi andarci nonostante là fuori ci sia il diluvio universale.

Portobello

io non vado in bici da decenni, ed era una delle mie poche passioni, da ragazzo in vacanza (campeggio) stavo sempre su una mtb, impennate, strisciate, zigzag...

The martian

Ti sei fritto i neuroni, leggere simili cavolate fa perdere tempo.Per me finisce qui.

MatitaNera

In bici col buio ovviamente no.

MatitaNera

Non fa proprio per me. Quando non si può andare in bici vado a correre. Quello si può fare con qualsiasi tempo.

MatitaNera

Una schifezza.

MatitaNera

Va bene.

Everything in its right place.

Vorrei che tutti quelli che sbraitano qua dentro dicendo che "i ciclisti sono tutti criminali" si facessero un giro per le ciclabili di Milano dove devi fare lo slalom H24 delle macchine posteggiate "solo un secondo".

The martian

In un processo catartico l'io, il tu e i terzi sono veramente distinti e non sono la proiezione inconscia dell'io sugli altri.
In ogni caso l'esempio di youtube non era casuale, basta cercare Ciclisti indisciplinati.Non sono filmati caricati da una sola persona, a significare che il fenomeno è diffuso, non dipende dalla fallace personale percezione e non è un complotto alla categoria infatti basta cercare Automobilisti indisciplinati o camionisti indisciplinati,ce n'è per tutti i gusti ma come ha lasciato in eredità in una sua canzone Jarabe de Paolo Depende da che punto guardi il mondo.

Fabian Mas

L indoor è molto cambiato grazie a trainer smart e strumenti come zwift o rouvy. Una volta far 1h indoor era una prova mentale...ora si chiacchiera, si gareggia online etc etc. A questo aggiungi che uno che lo fa per agonismo difficilmente certi allenamenti li può far fuori.

Nel mio caso poi...mi alleno quando fa buio. spesso....corsa ok bici manco pagato. Dovrei averne 80 di Varia attaccati a me e bici.

Portobello

tu che bicicletta hai?

Portobello

ah ok

Fabian Mas

E' il nome di questa serie di luci/radar della garmin :)

Max

A volte non le rispettano come tutti, ma trovami un automobilista che non supera la velocità massima oppure qualcuno che non ti si ferma davanti di colpo per telefonare o peggio lasciare la macchina in doppia fila per fare shopping, per non parlare di quelli che considerano la ciclabile un posteggio....

MatitaNera

L'indoor non fa proprio per me, corsa e bici si fa fuori o non si fa. Per quanto mi riguarda.

MatitaNera

non dipende dal giorno della settimana

Max

Dipende dai puinti di vista, intanto quando arrotano una bici è al 99% colpa degli automobilisti fuori legge, velocità e distanza di sicurezza non sono previste nei codici della strada seguiti dagli automobilisti.

Portobello

augurati di non pedalare dalle mie parti

Max

Chissà se gli autisti di tutti i giorni impareranno a rispettare i ciclisti invece di far finta che non esistono, andare a centro carreggiata è l'unico modo per salvarsi dagli automobilisti che ti sfiorano quando ti sorpassano a 50 in zona 30, da quelli che posteggiano e aprono la portiera senza guardare, ai pedoni che si buttano in mezzo alla strada, alle macchine posteggiate male.

Portobello

ma quelli che intasano le strade sono i ciclisti della domenica

Fabian Mas

Vero. Io ho da anni 'traslocato' il mio allenamento indoor per la maggior parte dei km, in alcuni casi è anche più redditizio che uscire. Chiaro che se lo scopo è l aria aperta, l esplorazione o simili c'è poco da fare.

Fabian Mas

nelle istruzioni (anche quelle dei pannelli solari portatili) è spesso riportato che andrebbero usate per ricaricare powerbank che poi a loro volta ricaricano le cose 'costose'. Chiaro che se ti trovi nel mezzo del nulla tutto fa brodo anche se la batteria avrà un ciclo di vita accorciato.

MatitaNera

le luci di oggi sono leggerissime

MatitaNera

Comunque le cicliste con la coda che esce dal casco... eh beh...

MatitaNera

il vero ciclista non parla, pedala e basta

MatitaNera

Il "terzo" è sempre un altro "tu" eh...

MatitaNera

cosa è il "varia"?

Auto

Vita Vera con l'auto elettrica: ritorno al passato, in Umbria a Miataland con le MX-5

Auto

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video

Auto

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Auto

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video