Porsche Taycan al concorso di eleganza di Amelia Island con 3 livree speciali

16 Marzo 2020 3

Porsche ha portato 3 Taycan al concorso di eleganza di Amelia Island lo scorso fine settimana, ognuna caratterizzata da una speciale livrea. La casa automobilistica tedesca ha una storia di corse incredibilmente ricca con molte auto che hanno vinto competizioni molto importanti. Il marchio tedesco ha quindi scelto per le sue sportive elettriche 3 livree che fossero un omaggio ad alcuni gloriosi modelli del passato.

La prima è un richiamo alla Porsche 917 Kurzheck del Team Salzburg che vinse la 24 Ore di Le Mans del 1940. La seconda è un omaggio alla Porsche 917/20 del 1971 che passò alla storia soprattutto per la sua speciale livrea nota come come "Pink Pig", "Big Berta" o persino "Truffle Hunter". Infine, la terza livrea è un richiamo alla Porsche Brumos che ha vinto la 24 ore di Daytona quattro volte.


Una scelta molto curiosa da parte del costruttore tedesco ma che in realtà è stata probabilmente fatta per enfatizzare ancora una volta come il suo futuro sia elettrico. Inoltre, sarà da capire se i futuri proprietari della sportiva elettrica potranno richiedere come personalizzazione l'applicazione di queste speciali livree, cosa che si può già fare oggi su alcuni modelli tradizionali di Porsche.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 683 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
lurdz
lore_rock

A me non sembra elegante, affatto

qaandrav

sembra un raduno tuning stile fast & furious con le livree più imbarazzanti tutte assieme

Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Moto

Askoll NGS: abbiamo provato la nuova generazione di scooter elettrici | Video

Mobile

Recensione Amazon Echo Auto: per portarsi Alexa anche in macchina

Video recensione

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio