Hyundai: nuovo infotainment connesso dal 2022 grazie a NVIDIA

14 Novembre 2020 5

L'offerta di servizi digitali è sempre più importante anche nel settore delle auto. I costruttori stanno infatti lavorando molto per far evolvere i loro sistemi infotainment per proporre ai clienti soluzioni impensabili sino a pochi anni fa. Il Gruppo Hyundai ha deciso di ampliare una collaborazione tecnica con NVIDIA per far evolvere il suo sistema infotainment. Il risultato è che dal 2022, tutti i nuovi modelli del Gruppo (Hyundai, Kia e Genesis), disporranno della piattaforma NVIDIA Drive.

Grazie a questa nuova piattaforma sarà possibile portare sui nuovi modelli soluzioni avanzate tipiche delle moderne auto connesse. Indipendentemente dal tipo di auto (entry-level e premium), tutte disporranno di un infotainment basato su questa nuova avanzata piattaforma di NVIDIA che permetterà di combinare audio, video, navigazione, connettività e servizi per l’auto connessa basati sull’intelligenza artificiale.

Gli utenti, dunque, avranno a disposizione all'interno delle loro nuove vetture un sistema dotato di maggiori servizi digitali ed in grado di ricevere aggiornamenti OTA. La piattaforma NVIDIA Drive, in realtà, è già presente sulle Genesis GV80 e G80 che possono contare su di un sistema di bordo avanzato. La collaborazione sta andando oltre le soluzioni per le auto connesse. Infatti, il Gruppo Hyundai e NVIDIA stanno lavorando pure su di un cockpit digitale avanzato, il cui lancio è in programma per la fine del 2021.

La nuova piattaforma che sfrutta i dati ricevuti dai sensori delle auto e dal cloud, poggia su 4 pilastri fondamentali, come spiega il Gruppo Hyundai:

  • "High-performance computing", che usa le GPU di NVIDIA per processare grandi quantità di dati all’interno e all’esterno dei veicoli per ottimizzare la prestazione del sistema e sostenere tecnologie IT avanzate tra cui il deep-learning;
  • "Seamless computing", che fornisce un servizio ininterrotto indipendentemente dallo stato di connessione (online o offline) del veicolo. La vettura si connette alle infrastrutture e ai dispositivi smart presenti nei paraggi per introdurre all’interno dell’auto la user experience dei device esterni;
  • "Intelligent computing", che fornisce servizi intelligenti e personalizzati attraverso la corretta identificazione delle intenzioni e delle condizioni del conducente;
  • "Secure computing", che protegge il sistema tramite il monitoraggio dei network presenti all’interno e all’esterno del veicolo e tramite l’isolamento dei dati associati alla sicurezza della vettura.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ameft

Mi sa che sei rimasto un po' indietro.

FCava

beh... E' già invecchiato con la versione 2020 e lo schermo 10". Dovrebbe essere lo stesso della kia

FabriFi
FabriFi

Be conta che già audi attualmente ha tegra e li dovrebbe girarci alla grande, figurati su questo nuovo

Flavio Liessi

Tutto bello, ma Crysis ci gira a quanti FPS?

Auto

Renault Twingo Electric: prova su strada, prezzi e test autonomia elettrica in città

Auto

Hyundai: auto elettriche e mobilità futura. Intervista a Edoardo Torinese | Video

Auto

GR Yaris 2020: Toyota sportiva nata dal WRC, prova in pista e strada | Video

Auto

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Video