Biden, riunione coi colossi tech e auto per la crisi dei chip. Lisa Su consigliera

24 Settembre 2021 35

Nelle scorse ore ci sono stati sviluppi importanti nel rapporto tra la politica, soprattutto statunitense, e il mondo tech: Joe Biden ha organizzato una riunione virtuale con molti grandi protagonisti del settore per discutere della crisi dei chip, e intanto ha nominato Lisa Su, amministratrice delegata di lungo corso di AMD, come parte del gruppo di consiglieri in ambito tecnologico e scientifico.

Come per molte istituzioni, il personale che fa parte del PCAST (acronimo di President’s Council of Advisors on Science and Technology) cambia in base alle esigenze e al volere del presidente in carica. L'incarnazione di Biden vede alla guida due co-presidenti donne, la dottoressa Frances Arnold del CalTech e la dottoressa Maria Zuber del MIT. È la prima volta che figura una presidente donna, figuriamoci due. Lisa Su è una delle poche persone provenienti da grandi colossi tecnologici: è in compagnia di Phil Venables, massimo responsabile della sicurezza di Google Cloud. In una precedente versione del consiglio, sotto il presidente Obama, c'era stato anche Eric Schmidt, allora amministratore delegato di Google.

Alla riunione per discutere della crisi dei chip hanno invece partecipato più pezzi grossi delle aziende direttamente coinvolte nella loro produzione: Reuters cita rappresentanti di aziende come Intel (con addirittura il CEO Pat Gelsinger), TSMC, Microsoft, Apple, Samsung e Micron, e di costruttori di automobili come Stellantis, Ford e BMW. Ricordiamo infatti che se schede video e console di ultima generazione sono i primi prodotti "impossibili" che ci vengono in mente pensando alla situazione attuale, le conseguenze più pesanti le sta subendo proprio il mondo dell'automotive, con impianti fermi per settimane e miliardi di dollari di mancati introiti.

Nel meeting si è discusso l'impatto della famosa variante delta del coronavirus SARS-CoV-2, che è estremamente contagiosa e che potrebbe portare a nuove chiusure prolungate delle fonderie questo inverno, e sulle misure che si potranno prendere per cercare almeno di mitigare le difficoltà. Le grandi fonderie, come Intel, Samsung e TSMC, così come i governi (per esempio europeo e statunitense) stanno investendo somme ingenti per ampliare le loro fabbriche e uscire quanto prima dalla crisi, ma secondo le previsioni più recenti servirà attendere almeno il 2023 prima di tornare alla normalità.


35

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
xpy

Quello sicuramente, ma così non è e ormai lo sviluppo è andato in una direzione e andare in un altra direzione è un processo molto lungo, difficile e costoso

dert

Ho visto diversi documentari sulle terre rare, uno di questi diceva che se queste terre rare non fossero in Africa/Cina ma in paesi più sviluppati, i costi sarebbero stati molto più alti di qualsiasi smartphone, PC ecc ecc

trodert

Non lo so, ad esempio una terra rara usata sia nell'elettronica di consumo che nelle auto elettriche è il neodimio.
Non esiste nessun altro materiale così magnetico e allo stesso tempo così leggero.

Alex

Questo non sa manco cosa sia un chip. Penserà siano french fries

giovanni

Per gli USA sui microchip si mette male, l'escalation di ostilità contro la Cina potrebbe portare a breve all'occupazione di Taiwan da parte di quest'ultima, con l'acquisizione definitiva da parte cinese di TSMC e affini, inoltre l'industria delle terre rare cinese sta facendo cartello diventando quasi monopolista a lvello globale.
Considerando che l'economia cinese a livello di PIL è a 17 trilioni di dollari contro i 20 degli USA, l'acquisizione di Taiwan la porterebbe quasi a ridosso del PIL USA, inoltre la crescita dell'economia cinese è quasi doppia di quella USA, essendo l'industria cinese al 36% della capacità produttiva globale contro il 18% USA, mentre la Cina rappresenta già il 30% circa dell'import-export globale, prefigurando nel medio termine l'affermazione dello yuan come valuta di riferimento sia del commercio sia come valuta di riserva al posto del dollaro.

R2

Menomale che a breve tornerà Trump

xpy

Perché non è così semplice, ci stanno lavorando, ma trovare un qualcosa di più comune, che allo stesso tempo permetta di avere prestazioni e costi almeno paragonabili alle soluzioni attuali è un odissea, guarda ad esempio il grafene che è puro carbonio, uno degli elementi più abbondanti in natura, è tanto promettente come tecnologia, ma probabilmente richiederà ancora decenni e tanti miliardi di investimenti

dert

Si alle attuali condizioni certamente.
Il mio discorso diciamo é diverso: intendevo, c'é spazio per una nuova tecnologia che elimini le terre rare?
Servono investimenti e idee oppure non si può e si deve proseguire necessariamente su questa strada?

trodert

No, anzi con l'aumento del numero di veicoli elettrici circolanti, il fabbisogno aumenterà

Anch'io.

dert

Sono serio invece.

ACTARUS

E' la fase di drogaggio, o come si chiama, del silicio che frega.
O almeno così credo.
:\

makeka94

Non ti preoccupare una volta che mi sistema ti faccio assumere come direttore di qualche reparto =)

rsMkII

Anche il Cav di cui sopra

dert

Domanda: sará possibile creare nuovi chip senza il bisogno di terre rare?
Perché non sviluppare nuove tecnologie che fanno a meno di elementi fondamentali per le attuali tecnologie?

rsMkII

Perché preferiva le cose semplici, non troppo impegnative.

kanna mustafa

Lisa Su ha fatto risorgere AMD che è quasi come fondare AMD visto lo stato in cui si ritrovava dopo gli imbogli di Intel

LucaS888

Clinton preferiva Lisa giù.

Non dimentichi i trolls che tengo rinchiusi nelle celle dei miei sotterranei fognari. Tra poco dovrò aprire un'altra ala per ospitarne altri.
:D

rsMkII

Ho conosciuto pantegane e ratti talpa, ma lei è su un altro livello di gentilezza e cordialità!

Ratto gentiluomo. :P

Ginomoscerino

ti voglio come consigliera! Su, Lisa non farti implorare!

TalpaGamer99

Il solito problema di Biden, che vuole mettere i chip nelle auto, con Trump le auto sarebbero spartane come carri armati monterebbero solo i turbodiesel.

rsMkII

Intelligentissima, potente e ricca e sicuramente con altri interessi interessanti (scusa il gioco di parole). Ma a parte quello, te la lasciamo volentieri! :)

makeka94

Si ma i nomi di Pichai o Nadella li conosciamo solo noi nerd. Elon Musk per i miei amici non è il fondatore di space X ma il direttore (cosa per cui ogni tanto li bacchetto) ma comunque era ovviamente per ridere, anche se non scherzo sull'amore sincero che nutro per Lisona, Lisona sposami.

rsMkII

Intendevi Pikachu?

rsMkII

E lei un ratto estremamente gentile!

Surak 2.04

Sospetto sia una trollata malriuscita, ma presumo che non ti sia accorto lo stesso che comunque hai citato 3 che sulla carta si sono fatti da soli e hanno fondato la propria impresa e fortuna.
La Su non ha fondato AMD, quindi è più paragonabile a Cook, Pichai o Nadella... per dire

Lei, è un uomo di cultura. :)

rsMkII

Beh è una canzone splendida quindi non vedo il problema

rsMkII

Dai Lisa, vieni anche tu all'asemblea! Lisa, su!

Il mio rispetto cresce esponenzialmente per quella donna!
Dalle stalle alle stelle!
intel invece ha imboccato l'autostrada per l'inferno letteralmente.
;)

makeka94

Tutti parlano di Jeff, di Elone, di Berlusconi, ma nessuno parla mai del best CEO ever <3 Lisona nazionale.

iPhone 21 Ultra 5G
Economia e mercato

Crisi dei chip e ritardi consegne auto nuove in Italia | Risultati sondaggio

Auto

Gomme invernali, quando si cambiano. Regole e sanzioni

Auto

Nuova Volkswagen Polo 2022: prova in anteprima, 1.0 benzina e metano | Video

Economia e mercato

Viaggio nella Turchia delle auto: quello che (forse) non sapete e perché serve saperlo