Cityscoot Milano e Roma: guida scooter sharing elettrico | Riapertura servizio

16 Aprile 2020 43

Cityscoot è il servizio di scooter sharing attivo a Milano e Roma che permette di noleggiare uno scooter per piccoli spostamenti all'interno dell'ambiente urbano. Cityscoot non è solo disponibile in Italia ma anche in Francia (dove è nato) nelle città di Nizza e Parigi, utilizzando la stessa app e le stesse tariffe per tutti i Paesi dove il servizio si andrà ad espandere.

COME FUNZIONA

La tipologia di noleggio di Cityscoot si definisce scooter sharing flee floating che prevede la prenotazione tramite un'app per smartphone e la possibilità di terminare il noleggio in qualsiasi punto all'interno dell'area operativa. Prenotato lo scooter e ricevuta la conferma, si hanno a disposizione 10 minuti per raggiungere il mezzo e attivarlo oppure per cancellare la prenotazione gratuitamente. Giunti sul posto, basterà inserire sullo scooter il codice visualizzato nell'app.

L'app è gratuita, non ci sono costi di abbonamento e si può scegliere tra utilizzo casuale o quello più intenso, ai prezzi che trovate più sotto nella sezione tariffe.

Iscrizione gratuita Cityscoot Milano e Roma

Come iscriversi? Dalla pagina di iscrizione basta selezionare la lingua (tra italiano, inglese e francese), la città principale di utilizzo del servizio (che comunque non è vincolante) e pochissimi dati: nome, cognome, mail e password scelta. Chi può guidare Cityscoot? Il servizio è attivo per i maggiorenni con patente AM, patente A1, patente A2, patente A o patente B.

Il noleggio prevede un casco con sottocasco usa e getta incluso. Non è necessario occuparsi della ricarica e basta parcheggiare lo scooter in una zona autorizzata all'interno dell'area operativa. Cityscoot è attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette. Si può mettere in pausa utilizzando il tasto OFF e bloccando il manubrio, riprendendo in seguito ad una sosta ma senza interrompere il noleggio da app o da tasto dedicato.

CITYSCOOT A MILANO

Sia nel caso di Milano che in quello di Roma, l'area operativa dello scooter sharing è soggetta ad aggiornamenti continui e variazioni, come quella che ha visto un'importante estensione nella capitale a giugno del 2019.

CITYSCOOT A ROMA

Nuove aree accessibili possono essere temporaneamente allestite in occasione di eventi particolari, come già avvenuto a Milano per la Design Week. L'applicazione fornisce in tempo reale gli ultimi aggiornamenti.

PREZZI E TARIFFE: NOVITÀ DA FEBBRAIO 2020

Nato a gennaio 2019 a Milano e diffusosi poi a Roma, a distanza di poco più di un anno Cityscoot cambia parzialmente i suoi prezzi e tariffe, rimodulando solamente una delle due opzioni di noleggio a partire dalle 23.59 del 21 febbraio.

Il noleggio casuale, quello della formula a consumo CityMoover, costa 0,29€ al minuto, come prima. Chi fa un utilizzo più intensivo, affronterà costi più alti con il pacchetto CityRider 250 a 0,24€ al minuto, prezzo calcolato andando a scorporare le cifre del pacchetto da 60€ che include 250 minuti di noleggio. Il prezzo resta sempre più basso rispetto all'utilizzo occasionale ma il vecchio pacchetto CityRider 100 (100 minuti a 22€) era comunque più conveniente.

DOMANDE E RISPOSTE

I minuti accreditati sul mio conto con l'acquisto di un pacchetto scadono?

No, possono essere utilizzati senza limite di tempo

Sono assicurato durante il noleggio con Cityscoot?

Sì, è attivata automaticamente un'assicurazione che include tutti i rischi ed è erogata da Allianz Italia

Se parcheggio dove non consentito rischio di dover pagare la multa?

Sì, il sistema tiene traccia di chi ha utilizzato lo scooter: qualora dovesse essere comminata una multa, l'importo delle spese totali sarà addebitato all'utilizzatore.


Posso recarmi o fermarmi temporaneamente al di fuori dell'area operativa?

Sì, l'importante è terminare il noleggio all'interno dell'area designata. La luce gialla segnala che ci si trova fuori dalla zona abilitata e la luce verde avvisa quando siamo tornati nell'area Cityscoot. Attenzione alla sfortuna: in caso di guasti avvenuti al di fuori dell'area operativa, infatti, saranno addebitate le spese di assistenza.

Posso portare un passeggero?

Sì, si può usare Cityscoot in due, però il passeggero dovrà avere il proprio casco (ne viene fornito uno solo con il noleggio) e non potrà mai guidare lo scooter noleggiato

Necessito di equipaggiamento tecnico per moto/scooter?

No, quanto necessario a livello di legge in Italia è già fornito. In Francia, però, sono obbligatori anche in guanti protettivi

Ho 16 anni e la patente A1, posso usare Cityscoot?

No, resta il vincolo dell'utilizzo solo da parte di chi ha compiuto almeno 18 anni

SERVIZIO NUOVAMENTE ATTIVO E QUARANTENA

Con oggi, 16 aprile, il servizio di scooter sharing è nuovamente attivo a Milano e Roma. In questa fase di quarantena, il noleggio degli scooter sarà possibile dalle 6:00 alle 00:00, chiudendo a mezzanotte per le azioni di sanificazione e la logistica.

Chiunque abbia necessità di spostarsi, nel rispetto delle normative e con l'autocertificazione, può farlo evitando i mezzi pubblici e scegliendo uno scooter, facendo attenzione a seguire i consigli rilasciati da Cityscoot stessa:

  • lavarsi le mani o usare un gel idroalcolico prima e dopo ogni utilizzo
  • preferire un casco personale
  • indossare le cuffie usa e getta presenti nel sottosella
  • indossare guanti e mascherina
  • viaggiare da soli

Articolo aggiornato il 16 aprile 2020


43

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
gpiemo

Tecnicamente se la usi tu, sei a posto nel tuo perchè comunque ti isoli. Penso sia fatto apposta per tutelare tutti gli altri da quelle capre che non usano la "cuffietta"

BLERY
Jon Knows

6 criptico.

Giorgio

Hanno riaperto anche le biblioteche, ma se non si può uscire di casa, per quale motivo?

Squak9000
Jon Knows

Perchè non c'è contagio.

Serendipity

Tanto voi andate di spadino... wewe

Andateci voi. :P

Luigi Melita

se di solito usi i mezzi pubblici, in questo periodo è più facile disinfettare un manubrio e una sella piuttosto che un intero autobus...

Squak9000

secondo me moto e motorini dovrebbero essere banditi...

nel 2004 ci sono stati 1680 vittime... cioè quasi come una pandemia ma nessuno me parla e a nessuno interessa.

sperando che la gente sia abbastanza intelligente da usarle

Everything in its right place.

Su un marciapiede largo ma comunque divieto (giusto che mi abbiano dato la multa eh). Non davo fastidio ma se vogliono possono a ragione multarti e ogni tanto lo fanno.

ramones1985

immagino la coda di gente nel prossimo periodo che vorrà usare roba usata da altri ......

gpiemo

Viene fornito un sacchetto di "cuffie" usa e getta in simil-cotone (stesso tessuto delle mascherine chirurgiche per intenderci) da mettere sotto il casco, proprio per una questione di igiene

gpiemo

Dipende come lo avevi parcheggiato.
Le FDO chiudono un occhio a causa della totale mancanza del numero necessario di stalli per tutti i vari servizi e mezzi privati.

gpiemo

Semplice: "Perchè pagare per qualcosa che non ti serve?"

Vivo da 10anni a Milano.
Grazie ai vari servizi di sharing, non sento il bisogno di dover comprare un mezzo privato o prendere taxi la sera quando esco anche in zone totalmente opposte della città. A necessità ci sono, se non servono non li paghi. Ma soprattutto magari esci a cena in un punto A, a bere in B e a ballare in C che sono in lati diametralmente opposti. Quando torni non ti devi preoccupare di aver lasciato il motorino o auto in A, ma puoi prenderne uno direttamente in C e tornare a casa.

Spesa credo di fare circa 100-150€ l'anno tra auto e scooter.

matrix

Per uso giornaliero sicuramente non serve, ma magari se dovesse servire una tantum forse potrebbe essere utile. Ma già usandolo 10 minuti si arriva a spendere 2€.

gcrex95
Everything in its right place.

Le fdo mi hanno invece recapitato una multa per aver parcheggiato uno scooter in sharing su un marciapiede. Ogni tanto le fanno pure a quelli.

L0RE15

Purtroppo, se tutti ragionassimo come lei, non ci sarebbe più speranza alcuna di debellare l'inciviltá dilagante acui, purtroppo, molti si stanno sottomettendo "aprendo le braccia"...

Sì ho la stessa impressione

Luigi Melita

Avevamo già fatto gli articoli ai tempi del lancio di Milano e Roma, questo nasce dalla notizia del cambio di tariffe che è stata spunto per una guida completa che ancora mancava. Arriveranno anche per tutti gli altri ;)

Luigi Melita

Ho sempre avuto la convinzione (personale e non fondata da alcuna prova) che le fdo chiudessero un occhio sui servizi di pubblica utilità, sharing così come i segway "tour" prima della normativa e altro ancora...però la volta che capita chi applica la legge alla lettera toccherà pagare la multa

Luigi Melita

Imperdonabile, chiedo venia! Ora c'è :)

C'è eCooltra, brutto come la fame, che ha due caschi nel bauletto. Prezzi simili, anche loro ovunque.

Assurdo... Io li trovo tutti sul marciapiede. Mi sono arreso, lo lascio anche io lì.

Ho_parlato!

ero entrato per la foto nel link, ma poi non c'è...

Desmond Hume
Adri949

A tempo mi pare un tantino caro, magari mi sbaglio eh

L0RE15

A Milano ce ne fosse uno parcheggiato secondo codice della strada...

L0RE15

Le consiglio di leggere meglio il contratto che ha firmato...

L0RE15

Come mai un articolo ora quando il servizio è in essere già da tantissimo tempo? Sarebbe inoltre stata buona idea un articolo di comparazione dei diversi gestori.

RiccardoII

si può andare in due :D

Mauro B

Quelli che "sciano" hanno abbastanza dimestichezza con la tecnologia, si limitano ai "buongiornissimo" e "presidente non eletto dal popolo".

momentarybliss

Interessante, ma mI sfugge il concetto di casco usa e getta

NEXUS

sicuramente meglio questo dei monopattini

NEXUS

fannno come per i monopattini

Clavicola

A Napoli sono come nuovi

chissà che zozzume ci sarà all'interno del casco, visto il livello medio di pulizia della ggggente che già al supermercato ad esempio lascia certe scie di ascellame che ti fanno cascare i peli del naso

ghost

*Cityscoot Napoli: prezzi, tariffe e come rubare lo scooter elettrico

Luigi Melita

lo staff di Cityscoot, immagino recuperando gli scooter o utilizzando servizi tipo egap

Daniele Donzì

chi fa la ricarica del mezzo?

Simon

il servizio sharing che uso di più a milano, anche perchè ci sono molti più scooter degli altri. peccato che si possa andare solo in uno senza passeggero, anche se io non ne ho mai avuto bisogno e se succede uso altro

Le migliori bici elettriche da città da comprare | Maggio 2020

Bonus mobilità per biciclette e monopattini elettrici | Come funziona, sito e FAQ

I 5 migliori monopattini elettrici da comprare | Maggio 2020

#HDonAir: Fase 2, eBike, incentivi e monopattini con Askoll | Live alle 18.00