Audi e-tron, con Enel X bonus gratuito di 3.330 kWh di energia in due anni

23 Ottobre 2018 4

Audi e-tron si potrà ricaricare anche grazie all'accordo tra Enel X e il costruttore tedesco. Ideando l'offerta Ready for e-tron, si agevolano le aziende e i privati che decidono di convertirsi alla mobilità elettrica, e l'intesa fra le due aziende prevede l'organizzazione di tutte le operazioni per l’installazione di un’infrastruttura di ricarica domestica, l'accesso alla rete di colonnine più estesa in Italia, la consulenza per l’aumento della potenza elettrica dell’impianto di casa, oltre al bonus gratuito di 3.300 kWh in due anni.

Dopo aver dichiarato di voler installare 14.000 stazioni in Italia entro il 2022 (7.000 entro il 2020) come parte del piano nazionale di Enel per la realizzazione di una rete di infrastrutture di ricarica, e aver ricevuto un finanziamento di 115 milioni di euro della durata di dieci anni dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), la divisione del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e soluzioni digitali sta procedendo all’installazione di infrastrutture di ricarica a 22 kW (quick), stazioni a 50 kW (fast) e stazioni fino a 350 kW (ultrafast).

Il SUV e-tron è spinto da due motori elettrici che erogano 300 kW di potenza massima (408 CV) e 664 Nm di coppia alimentati da un pacco batteria da 95 kWh di capacità e 396 Volt di tensione nominale. La vettura può essere ricaricata attraverso colonnine AC con potenza base fino a 11 kW oppure, tramite un secondo charger, a 22 kW. Previsti due diversi cavi elettrici: uno per prese domestiche da 230 Volt con potenza fino a 2,3 kW e l’altro per prese trifase da 400 Volt con potenza sino a 11 kW. Infine, il SUV è in grado di supportare la ricarica fast a 150 kW, che permette di ricaricare completamente la vettura in circa 30 minuti.

Il Gruppo Volkswagen Italia, con Audi e Volkswagen, insieme ad altri costruttori, partecipa al progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) co-finanziato dalla Commissione Europea che prevede l’installazione di 180 punti di ricarica veloce lungo le tratte extraurbane italiane. Parallelamente, Enel X sta lavorando a stretto contatto con Ionity per realizzare i primi 20 siti di ricarica in Italia che ospiteranno fino a 6 colonnine da 350 kW ciascuno. Le stazioni della joint venture fra BMW, Daimler, Ford e il Gruppo Volkswagen (con Audi e Porsche) saranno integrate nel piano Ionity che prevede 400 stazioni di ricarica HPC (high power charging) in tutta Europa entro il 2020.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
diegoc

3300 kwh son lo specchietto per le allodole...poi con l aerodinamica da trattore che si ritrova, si consumano tutti in 3-4 mesi...
altro specchietto sono i 350 kw quando per trovare una stazione sopra i 50 kw nel nostro paese è già praticamente impossibile...
basta auto a cui sostituiscono solo il motore e aggiungono batterie. devono partire da zero, ridisegnare nuove auto...dopo qualche fallimento lo capiranno...

ice.man

il gruppo Daimler è per olre il 30% di proprietà dei Sauditi
e adesso si mettono a fare stazioni di ricarica per auto elettriche...
Come dire che il cerchio si chiude

Marco

Vediamo ora questi buffoni di Audi ed Enel quando installeranno anche loro 11.234 superchargers da 120 kw
Quando da gennaio le loro vendite caleranno drasticamente in Europa come sta accadendo USA, forse si daranno una svegliata, ma per competere con Tesla a quel punto dovranno anche ridisegnare esterni interni e tecnologia delle loro carrette

Tommy

Tutto grazie a zio Elon che piazzando auto totalmente elettriche fatte come cristo comanda nel mercato ha costretto tutti questi schifosissimi complici della morte della terra a correre ai ripari e rispondere, dopo che magari hanno truccato i loro dati di emissione ai danni del pianeta e della nostra salute.

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada